Zero-hour auto purge: protezione da posta indesiderata e malware

Importante:  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Eliminazione automatica ora zero (ZAP) è una caratteristica di protezione di posta elettronica che consente di rilevare i messaggi con la posta indesiderata o malware già recapitati a posta in arrivo degli utenti e quindi Visualizza il contenuto dannoso sia dannoso. Come responsabile ZAP dipende dal tipo di contenuto dannoso rilevato.

ZAP è disponibile con l' impostazione predefinita Exchange Online Protection inclusa in tutti gli abbonamenti Office 365 contenente cassette postali di Exchange Online.

Come funziona ZAP?

Office 365 Aggiorna firme motore e malware di protezione da posta indesiderate in tempo reale su base giornaliera. Gli utenti possono ancora dannosi messaggi recapitati a posta in arrivo per diversi motivi, incluso quando il contenuto è stato weaponized contemporaneamente dopo che è stato recapitato prima agli utenti. ZAP gli indirizzi di questa operazione da eseguire il monitoraggio continuo aggiornamenti per le firme di posta indesiderata e malware Office 365 e quindi individuare e rimuovere contenuti ai messaggi già nella posta in arrivo. Per i messaggi che è stata già identificati come posta indesiderata, ZAP Sposta i messaggi non letti nella cartella posta indesiderata dell'utente. Per malware rilevato appena, ZAP rimuove gli allegati dal messaggio di posta elettronica, indipendentemente dal fatto che la posta elettronica è stato letto o meno. È invece per i messaggi in modo non corretto classificati come dannosi.

L'azione di ZAP è automatica e l'utente della cassetta di posta non riceve alcuna notifica dello spostamento del messaggio.

Consentire a elenchi, regole del flusso di posta elettronicae le regole di utente finale o altri filtri hanno la precedenza su ZAP.

In questo articolo   

Impostare il criterio di filtro della posta indesiderata

Controllare se ZAP ha spostato il messaggio

Disabilitare ZAP

Domande frequenti

Uso di ZAP

ZAP è attivato per impostazione predefinita, ma è necessario assicurarsi che siano soddisfatte due condizioni:

Se si vuole controllare se ZAP ha spostato il messaggio, si può usare lo strumento di traccia dei messaggi di Exchange Online.

Gli amministratori possono anche disabilitare ZAP usando PowerShell.

Per impostare i criteri di filtro della posta indesiderata

  1. Accedere all'interfaccia di amministrazione di Exchange e scegliere protezione > filtro della posta indesiderata.

    In EAC scegliere la protezione e quindi il filtro di posta indesiderata
  2. Scegliere il criterio di filtro che si desidera regolare oppure scegliere Aggiungi Icona Aggiungi per crearne uno nuovo.

    Nello screenshot precedente il nome del criterio è "Predefinito", ma se si creano altri criteri di filtro della posta indesiderata è possibile assegnare loro nomi diversi. È anche possibile applicare il criterio solo a un set limitato di utenti.

  3. Nella finestra criteri scegliere azioni posta indesiderata e massae assicurarsi che la posta indesiderata è impostato su Sposta messaggi nella cartella posta indesiderata.

    Se si sceglie di salvare a questo punto, il criterio viene applicato al tenant di Office 365.

    Impostare azioni di protezione da posta indesiderata e inviata in blocco in modo che i messaggi vengano spostati nella cartella Posta indesiderata
  4. Se è stato creato un nuovo criterio e si desidera applicare il criterio a solo un insieme di utenti, scorrere fino alla sezione Applicato a nella finestra Filtro criteri e i controlli menu scegliere i destinatari, dominioo l'appartenenza al gruppo si Se si desidera applicare il criterio. È anche possibile impostare eccezioni e condizioni aggiuntive.

    Scegliere i destinatari nella sezione Applicato a

    Scegliere Salva per applicare il criterio agli utenti selezionati.

Per vedere se ZAP spostato il messaggio

  • È possibile utilizzare lo strumento di traccia dei messaggi di Exchange Online per determinare se il messaggio è stato spostato da ZAP:

    Cercare il testo "ora Zero automatico ripulisce (ZAP)" i dettagli della traccia per identificare un messaggio in cui è stato spostato da ZAP.

Per disabilitare ZAP

  • Se si desidera disattivare ZAP per il tenant Office 365 o un insieme di utenti, utilizzare il parametro ZapEnabled del Set di HostedContentFilterPolicy, un cmdlet di Exchange Online Protection.

    Nell'esempio seguente viene disabilitato ZAP per un criterio di filtro del contenuto denominato "Test".

    Set-HostedContentFilterPolicy -Identity Test –ZapEnabled $false

Domande frequenti

Cosa succede se un messaggio legittimo viene spostato nella cartella della posta indesiderata?   

Seguire il normale processo di segnalazione dei falsi positivi. L'unico motivo per cui un messaggio viene spostato dalla posta in arrivo alla cartella della posta indesiderata è che il servizio ha determinato che è dannoso o si tratta di posta indesiderata.

Cosa fare se si usa la quarantena di Office 365 invece la cartella posta indesiderata?   

Al momento ZAP non supporta lo spostamento in quarantena dei messaggi dalla posta in arrivo.

Cosa fare se dispone di una regola di flusso di posta elettronica personalizzato (bloccare o consentire regola)?   

Le regole create da amministratori (regole del flusso di posta elettronica) o le regole di blocco e Consenti hanno la precedenza. Ad esempio i messaggi sono esclusi dai criteri di funzionalità.

Argomenti correlati

Office 365 protezione dalla posta indesiderata
bloccare la posta indesiderata con il filtro posta indesiderata di Office 365 per evitare falsi negativi

Nota: Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×