Visualizzare e gestire query in una cartella di lavoro (Power Query)

Visualizzare e gestire query in una cartella di lavoro (Power Query)

Nota:  Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l' articolo in lingua inglese per riferimento.

Nota: Power Query si chiama Recupera e trasforma in Excel 2016. Le informazioni di questo articolo si applicano a entrambi. Per altre informazioni,v edere Recupera e trasforma in Excel 2016.

È possibile gestire le query di Power Query nel riquadro di Query di cartella di lavoro di Excel.

Guida introduttiva

Questa caratteristica risulta particolarmente utile quando nella cartella di lavoro di Excel sono presenti troppe query e si preferisce evitare di doversi spostare tra i fogli per trovare quella necessaria. Il riquadro Query della cartella di lavoro consente inoltre di eseguire altre operazioni, ad esempio modificare, duplicare, fare riferimento, unire, accodare, condividere ed eliminare query.

Per visualizzare e gestire le query in una cartella di lavoro:

  1. Aprire la cartella di lavoro di Excel contenente le query.

  2. Per condividere le query presenti nella cartella di lavoro, accedere a Power BI. In caso contrario, ignorare questo passaggio e andare a quello successivo. Per accedere a Power BI fare clic su Accedi nella scheda POWER QUERY. Nella finestra di dialogo Accedi fare clic su Accedi, quindi immettere le informazioni dell'account aziendale utilizzate per iscriversi per Power BI.

  3. Nella sezione Gestisci query della scheda POWER QUERY selezionare Cartella di lavoro.

  4. Il riquadro Query della cartella di lavoro visualizza tutte le query nella cartella di lavoro. Le query sono ordinate per data e ora di condivisione o di ultima modifica con la più recente elencata per prima.

  5. Fare clic sul nome di una query per visualizzare i dati a cui fa riferimento la query corrispondente nella cartella di lavoro.

  6. Nel riquadro Query della cartella di lavoro è possibile eseguire varie azioni su una query, scegliendo uno dei due modi seguenti:

    1. Nel riquadro Query della cartella di lavoro fare clic con il pulsante destro del mouse su una query e scegliere l'opzione appropriata in base alle esigenze dal menu di scelta rapida. È possibile

      .
    2. Posizionare il mouse sul nome di una query nel riquadro Query della cartella di lavoro e selezionare l'opzione appropriata nel riquadro a comparsa dell'anteprima. Tenere presente che le opzioni Duplica, Riferimento, Merge, Accoda e Proprietà sono disponibili in un menu a comparsa che viene visualizzato quando si fa clic sui puntini di sospensione () accanto all'opzione INVIA AL CATALOGO DATI nel riquadro a comparsa dell'anteprima.

      Gestire le query della cartella di lavoro

  7. Sulle query della cartella di lavoro è possibile eseguire le azioni seguenti:

    • Modifica: consente di modificare la query nell'editor di query.

    • Duplica: Crea una copia temporizzata della query. Per impostazione predefinita, il nome della nuova query corrisponde al nome della query originale a cui viene accodato un valore integer tra parentesi, che incrementa ogni volta che si duplica la query originale. Se, ad esempio, si duplica la Query1, verrà creata una nuova query con gli stessi passaggi di query con il nome Query1 (2). È possibile modificare il nome della nuova query per identificarla facilmente. Le modifiche successive apportate alla query originale non influiscono sulla nuova query.

    • Riferimento: Crea una nuova query che fa riferimento all'output della query originale. La nuova query segue una convenzione di denominazione simile a quella della duplicazione della query. È possibile modificare il nome della nuova query per identificarla facilmente. Le modifiche successive apportate alla query originale influiscono sulla nuova query se l'output viene modificato.

    • Elimina: Elimina una query.

    • Merge e Accoda: Combina e accoda le colonne in una query con colonne corrispondenti in altre query nella cartella di lavoro. Per altre informazioni sulla combinazione e l'accodamento di query in Power Query, vedere Combinare più query.

    • Invia al catalogo dati: consente di condividere una query. Per altre informazioni, vedere Condividere query. Questa opzione è disponibile solo se è stato eseguito l'accesso a Power BI.

    • Sposta nel gruppo: consente di creare un nuovo gruppo o di spostare una query in un gruppo.

    • Proprietà: modificare il nome e la descrizione.

Argomenti correlati

Guida all'ambiente di gestione dei dati in Power BI per Office 365

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×