Utilizzare le relazioni nelle tabelle pivot

Nota:  Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l' articolo in lingua inglese per riferimento.

Le tabelle pivot sono in genere stata creata mediante cubi OLAP e da altre origini dati complessi che già RTF connessioni tra le tabelle. Tuttavia, in Excel, è gratuito importare più tabelle e la creazione di connessioni tra le tabelle. Mentre questa flessibilità è estesa, anche semplifica raggruppare i dati non correlati, causando risultati imprevisti.

Per creare una tabella pivot di questo tipo, si supponga di voler creare una scomposizione di acquisti per area e, a tale scopo, di trascinare un campo per le quantità degli acquisti nell'area Valori e un campo per le aree di vendita nell'area Etichette di colonna. I risultati sono tuttavia errati.

Esempio di tabella pivot

Come risolvere questo problema

Il problema è che i campi aggiunti alla tabella pivot potrebbero trovarsi nella stessa cartella di lavoro ma le tabelle contenenti ogni colonna non sono correlate. È ad esempio possibile che in una tabella siano elencate le singole aree di vendita e in un'altra tabella siano elencati gli acquisti per ogni area. Per creare la tabella pivot e ottenere i risultati corretti, è necessario creare una relazione tra le due tabelle.

Dopo avere creato la relazione, la tabella pivot consente di combinare correttamente i dati della tabella degli acquisti con l'elenco delle aree e i risultati sono simili all'esempio seguente:

Esempio di tabella pivot

Excel 2013 dispone di una tecnologia sviluppata da Microsoft Research (MSR) per il rilevamento e la correzione automatici dei problemi di questo tipo relativi alle relazioni.

Torna all'inizio

Utilizzo del rilevamento automatico

Il rilevamento automatico consente di verificare i nuovi campi che vengono aggiunti a una cartella di lavoro contenente una tabella pivot. Se il nuovo campo non è correlato alle intestazioni di riga e di colonna della tabella pivot, viene visualizzato un messaggio nell'area di notifica nella parte superiore della tabella pivot che informa sulla necessità di una relazione. I nuovi dati verranno analizzati anche in Excel per individuare possibili relazioni.

È possibile ignorare il messaggio e continuare a utilizzare la tabella pivot; tuttavia, se si seleziona Crea, l'algoritmo inizia a funzionare e i dati vengono analizzati. Il tempo richiesto per l'esecuzione di questo processo dipende dai valori dei nuovi dati e dalle dimensioni e dalla complessità della tabella pivot, nonché dalle relazioni già create.

Il processo è costituito da due fasi:

  • Rilevamento delle relazioni. È possibile rivedere l'elenco delle relazioni suggerite quando l'analisi è completa. Se non si annulla l'operazione, Excel consente di procedere automaticamente al passaggio successivo della creazione di relazioni.

  • Creazione di relazioni. Una volta applicate le relazioni, viene visualizzata una finestra di dialogo di conferma ed è possibile fare clic sul collegamento Dettagli per visualizzare un elenco delle relazioni create.

È possibile annullare il processo di rilevamento, ma non quello di creazione.

L'algoritmo di MSR cerca il set di relazioni “migliore possibile” per connettere le tabelle nel modello. L'algoritmo rileva tutte le possibili relazioni per i nuovi dati, prendendo in considerazione i nomi delle colonne, i tipi di dati delle colonne, i valori all'interno delle colonne e le colonne che sono nelle tabelle pivot.

Excel sceglie la relazione con il punteggio massimo 'qualità', quindi in base euristica interna. Per ulteriori informazioni, vedere Panoramica sulle relazioni e Risolvere i problemi di relazioni.

Se il rilevamento automatico non restituisce i risultati corretti, modificare le relazioni esistenti, eliminarli o creare nuovi file manualmente. Per ulteriori informazioni, vedere creare una relazione tra due tabelle o creare relazioni nella vista diagramma

Torna all'inizio

Righe vuote nelle tabelle pivot (membro sconosciuto)

Poiché una tabella pivot riunisce tabelle dati correlate, se ogni tabella contiene dati che non possono essere correlati da una chiave o a un valore corrispondente, tali dati devono essere gestiti in. In database multidimensionali, il modo per gestire i dati non corrispondenti è mediante l'assegnazione di tutte le righe che non dispongono di alcun valore corrispondente al membro sconosciuto. In una tabella pivot, il membro sconosciuto viene visualizzato come un titolo vuoto.

Se ad esempio si crea una tabella pivot destinata al raggruppamento delle vendite per negozio ma in alcuni record della tabella delle vendite non è elencato un nome di negozio, tutti i record privi di un nome di negozio valido vengono raggruppati insieme.

In caso di righe vuote, sono disponibili due opzioni: definire una relazione di tabella funzionante, creando eventualmente una catena di relazioni tra più tabelle, oppure rimuovere dalla tabella pivot i campi che causano le righe vuote.

Torna all'inizio

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×