Trovare e usare le query condivise (Power query)

Nota: Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l'articolo in lingua inglese per riferimento.

Nota: Power Query si chiama Recupera e trasforma in Excel 2016. Le informazioni di questo articolo si applicano a entrambi. Per altre informazioni,v edere Recupera e trasforma in Excel 2016.

In Power query, una volta condivise le query dagli amministratori dei dati o da altri utenti aziendali che usano Power BI per Office 365, queste query condivise diventano disponibili nel repository di metadati di Power BI. Gli utenti dell'organizzazione possono trovare e usare queste query condivise (se condivise con loro) usando l'opzione di ricerca online in Power query per usare i dati sottostanti nelle query per l'analisi dei dati e la creazione di report.

Importante:  Dopo la condivisione di una query, potrebbero essere necessari fino a cinque minuti prima che la query condivisa sia disponibile tramite la ricerca online in Power Query. Questo è dovuto all'aggiornamento dell'indice di ricerca, che può richiedere fino a cinque minuti.

Per trovare e usare le query condivise con Power Query:

  1. Accedere a Power BI da Power Query, se non si è ancora effettuato l'accesso. Nella scheda POWER QUERY in Excel fare clic su Accedi. Nella finestra di dialogo Accedi fare clic su Accedi, quindi immettere le informazioni dell'account aziendale utilizzate per iscriversi per Power BI.

    Importante: L'accesso a Power BI mediante l'account aziendale consente di visualizzare le query condivise dall'utente all'interno dell'organizzazione. Non è possibile cercare query condivise nell'organizzazione in Power Query se non è stato effettuato l'accesso a Power BI.

  2. Nella scheda POWER QUERY fare clic su Ricerca online.

  3. Quando si fa clic su ricerca online, viene visualizzata la barra multifunzione di ricerca e il riquadro ricerca online che consentono di applicare l'ambito e filtrare la ricerca query.

    Nota:  La definizione dell'ambito e del filtro per la ricerca della query è facoltativa; semplifica solo la limitazione della ricerca per ottenere risultati in tempi rapidi. Se non si vogliono usare parametri per la definizione di ambito e filtri, è possibile digitare direttamente la parola chiave per la ricerca senza alcun parametro di limitazione nella casella del riquadro Ricerca online e quindi premere INVIO o fare clic su Icona di ricerca .

    1. Selezionare l'ambito della ricerca della query nell'area Ambito della barra multifunzione Cerca o dall'elenco a discesa nel riquadro Ricerca online. Sono disponibili le opzioni seguenti:

      • Tutto: eseguire ricerche in tutte le origini, incluse le query condivise dall'utente, e le query condivise da altri utenti all'interno dell'organizzazione. Questa è la selezione predefinita.

      • Condivisione: Cerca solo le query condivise dall'utente corrente.

      • Organizzazione: Cerca solo le query che sono state condivise all'interno dell'organizzazione con Power Query.

    2. Limitare la ricerca della query in base ai parametri seguenti disponibili nell'area Ridefinisci della barra multifunzione Cerca:

      • Nome: Limita la ricerca in base al nome della query.

      • Descrizione: Limita la ricerca in base alla descrizione della query.

      • Da: Limita la ricerca affinché restituisca risultati dalle query condivise solo dall'alias o dall'account utente specificato.

      • Origine dati: Limita la ricerca affinché restituisca risultati solo dal nome dell'origine dati sottostante specificato.

      • Ultima modifica: Filtra la ricerca in base alla data dell'ultima modifica della query. Nell'elenco a discesa è possibile scegliere un intervallo di tempo predefinito che varia da Oggi a Ultimo anno.

      • Nomi colonne: Limita la ricerca affinché restituisca risultati solo dai nomi delle colonne specificati.

      • Certificato: Limita la ricerca affinché restituisca solo query certificate.

        Quando si fa clic su un parametro di perfezionamento, la barra multifunzione di ricerca inserisce la parola chiave Parameter nella casella nel riquadro ricerca online. È anche possibile digitare manualmente una parola chiave di perfezionamento nella casella di ricerca e quindi specificare il valore obbligatorio per la parola chiave nella casella nel riquadro ricerca online.

        Ad esempio, per cercare query condivise all'interno dell'organizzazione che hanno la parola "Sample" nel nome, fare clic su organizzazione nell'area ambito e quindi fare clic su nome nell'area perfeziona della barra multifunzione di ricerca. Questo imposta l'ambito e inserisce la parola chiave di name:(name) per filtrare i risultati per nome nella casella di ricerca del riquadro ricerca online.

        Digitare quindi "Sample" per la parola chiave Name come name:(Sample), quindi premere INVIO o fare clic su Icona di ricerca per cercare query condivise. Quando la ricerca è in corso, è possibile fare clic sulla x nella casella di ricerca se si vuole interrompere la ricerca.

        I risultati di ricerca sono visualizzati nel riquadro Ricerca online.

        Riquadro Ricerca online in Power Query

  4. In Power Query viene archiviata una cronologia delle ricerche di query eseguite dall'utente. A questo scopo, fare clic su Ricerche recenti nella barra multifunzione Cerca per visualizzare rapidamente e selezionare una delle ricerche di query precedenti.

  5. Quando si posiziona il mouse o si fa clic sul nome di una query condivisa nei risultati di ricerca, viene visualizzata un'anteprima della query condivisa nel riquadro a sinistra.

    Anteprima della query condivisa

    Il riquadro a comparsa di anteprima visualizza uno snapshot con i dati a cui la query fa riferimento, le colonne nel set di dati, il timestamp dell'ultima modifica, l'utente che ha condiviso la query e il collegamento alla documentazione, se specificato, per la query. Fare clic sul nome di una colonna nella finestra di dialogo di anteprima per passare alla colonna di dati corrispondente nell'anteprima.

    Nota: Per le query condivise all'interno dell'organizzazione, lo snapshot dei dati viene visualizzato nella schermata Anteprima uscita solo se l'utente ha scelto di includere le anteprime durante la condivisione iniziale della query. Per altre informazioni, vedere condividere query.

    Inoltre, i valori delle parole chiave specificati sono evidenziati nel riquadro a comparsa dell'anteprima. La parola "Sample", ad esempio, è evidenziata. L'evidenziazione delle parole chiave è disponibile per i metadati della query condivisa (come titolo e descrizione) e per i dati sottostanti a cui la query condivisa fa riferimento.

  6. Fare clic su AGGIUNGI A FOGLIO DI LAVORO per importare i dati a cui fa riferimento la query condivisa nella cartella di lavoro come un nuovo foglio. In alternativa, è possibile fare clic su FILTRO E FORMA per migliorare ulteriormente i dati di riferimento prima di importarli nel foglio.

    • Se non si ha accesso alle origini dati sottostanti a cui fa riferimento la query condivisa, viene visualizzata una finestra di dialogo che consente di richiedere l'accesso alle origini dati. Nella finestra di dialogo visualizzata fare clic sul collegamento Richiedi accesso. A seconda del modo in cui vengono configurate le informazioni sulla richiesta di accesso per l'origine dati, verrà richiesto di inviare un messaggio di posta elettronica a un alias o richiedere l'accesso tramite un URL. Per altre informazioni sulla richiesta di accesso a un'origine dati, vedere richiedere l'accesso alle origini dati interne. Per informazioni sulla configurazione delle informazioni sulla richiesta di accesso per un'origine dati, vedere cos'è l'amministrazione di Power bi?.

    • Se i dati sottostanti in una query condivisa sono stati combinati (sottoposti a merge o accodati) usando più origini dati, sarà necessario specificare i livelli di privacy prima di poter usare i dati combinati sottostanti nella query condivisa. Per informazioni sui livelli di privacy, vedere Livelli di privacy.

Argomenti correlati

Condividere query

Visualizzare e aggiornare le query condivise

Visualizzare le query condivise nel portale di gestione dei dati

Filtrare, modificare la forma e trasformare i dati importati

Informazioni sul ruolo degli amministratori dei dati nella gestione dei dati

Guida di Microsoft Power Query per Excel

Guida all'ambiente di gestione dei dati in Power BI per Office 365

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×