Transizione dalla versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business

Transizione dalla versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business

Ultimo aggiornamento: dicembre 2017

Questo articolo ha lo scopo di assistere gli amministratori di Office 365 di organizzazioni che usano attualmente la versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business (Groove.exe) in computer Windows e intendono eseguire l'aggiornamento al nuovo client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe) per la sincronizzazione dei file in OneDrive for Business e SharePoint Online.

Se non si è amministratori IT, vedere Introduzione al nuovo client di sincronizzazione di OneDrive in Windows per informazioni su come iniziare a sincronizzare i file mediante il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive.

Importante : 

  • Se l'organizzazione non ha mai usato la versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business o se a giugno 2016 aveva meno di 250 utenti con licenza di Office 365, gli utenti devono usare il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive per sincronizzare i file di OneDrive for Business e SharePoint Online.

  • Il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive supporta Windows 10, Windows 8.1, Windows 8 e Windows 7. Non supporta ancora la sincronizzazione di istanze locali di OneDrive for Business o SharePoint Server (quando l'organizzazione non ha un abbonamento a un piano di Office 365 per le aziende).

Se si è pronti, scaricare l'ultima versione del nuovo client di sincronizzazione di OneDrive, rilasciata completamente in produzione. Per informazioni su altre versioni distribuite nei diversi anelli, vedere Note sulla versione del nuovo client di sincronizzazione di OneDrive.

Le guide all'installazione e alla configurazione per utenti sono disponibili per la sincronizzazione di OneDrive in Windows, OneDrive in Mac OS X e file di SharePoint in Windows e Mac.

Panoramica

Quando gli utenti che sincronizzano attualmente i file con la versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business (Groove.exe) accedono al nuovo client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe), accade quanto segue:

  • Se il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive può subentrare nella sincronizzazione di una raccolta, il client di sincronizzazione precedente interrompe la sincronizzazione e il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive subentra senza scaricare di nuovo il contenuto. Se il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive non può sincronizzare la raccolta, quello precedente continua a farlo. Se una raccolta richiede l'estrazione o contiene colonne o metadati obbligatori, verrà sincronizzata in sola lettura.

  • Il client di sincronizzazione precedente si arresta e si rimuove dall'avvio automatico, a meno che non stia ancora sincronizzando raccolte che il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive non è in grado di sincronizzare.

Quando le raccolte di SharePoint Online iniziano a essere sincronizzate con il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive, la gerarchia delle cartelle visualizzata in Esplora file può essere semplificata.

I tipi di raccolta seguenti non sono ancora supportati dal nuovo client di sincronizzazione di OneDrive e non verranno trasferiti dal client di sincronizzazione precedente:

  • Istanze locali di OneDrive for Business e SharePoint Server (se l'organizzazione non ha un abbonamento a un piano aziendale di Office 365).

  • Raccolte di SharePoint Online con Information Rights Management abilitato. Per informazioni sull'anteprima di questa funzionalità, vedere Consentire agli utenti di sincronizzare file protetti con IRM.

  • Raccolte di SharePoint Online che sono state condivise da persone di altre organizzazioni e che gli utenti dell'organizzazione attualmente sincronizzano con il client di sincronizzazione precedente.

Prerequisiti

  1. Verificare che nei computer degli utenti siano installate le versioni seguenti di Office o successive. Per informazioni sulla distribuzione di Office, vedere Decidere come distribuire Office 365 ProPlus. Prestare attenzione a non installare la versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business. Per informazioni, vedere Modifiche al client di sincronizzazione di OneDrive precedente (Groove.exe) in Office 2016 A portata di clic.

    Versione di Office

    Versione minima

    Office 365 ProPlus

    16.0.7167.2*

    Office 2016 MSI

    16.0.4432.1*

    Office 2013 MSI/C2R

    15.0.4859.1*

    Nota : Se Office 2010 è installato in un computer, è necessario rimuovere il componente SharePoint Workspace. Prima di avviare l'installazione di OneDrive, disinstallare Office 2010 o rimuovere il componente SharePoint Workspace di Office 2010.

  2. Verificare che nei computer degli utenti sia installata la versione 17.3.6743.1212 o successiva del nuovo client di sincronizzazione di OneDrive. Per informazioni sulla distribuzione del client di sincronizzazione di OneDrive, vedere Distribuire il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive in un ambiente aziendale.

Configurare l'acquisizione del controllo della sincronizzazione

  1. Nell'interfaccia di amministrazione di SharePoint impostare SharePoint per la sincronizzazione con il nuovo client di sincronizzazione. Se le opzioni non sono disponibili, significa che il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive è già configurato per sincronizzare i file di OneDrive for Business e SharePoint Online.

  2. Se si esegue Windows 10, è possibile usare la configurazione automatica degli account per l'accesso degli utenti. Per informazioni, vedere (Anteprima) Configurare OneDrive automaticamente usando Windows 10 o le credenziali di dominio.

Eseguire il comando takeover

Se non si esegue il comando takeover, la transizione degli utenti al nuovo client di sincronizzazione avverrà nei modi seguenti:

  • Avviando l'installazione di OneDrive (nuovi utenti del nuovo client di sincronizzazione di OneDrive).

  • Configurando altre raccolte (utenti esistenti del nuovo client di sincronizzazione di OneDrive).

Per eseguire automaticamente la transizione della sincronizzazione dei file senza bisogno dell'interazione dell'utente, è possibile eseguire il comando takeover. Usare uno strumento come System Center Configuration Manager (SCCM) ed eseguire il comando seguente per ogni utente in un PC:

%localappdata%\Microsoft\OneDrive\OneDrive.exe /takeover

Suggerimenti : 

  • Eseguire il comando in un contesto utente piuttosto che come amministratore, altrimenti verrà visualizzato un messaggio di errore che avvisa che OneDrive.exe non può essere eseguito con privilegi di amministratore.

  • Per includere tutti gli utenti di un computer, configurare il comando in modo che venga eseguito in ogni account utente. Ciò assicura l'esecuzione del comando per ogni utente che esegue l'accesso. Per un esempio di distribuzione di un file EXE in ogni account utente, vedere Come distribuire il client di sincronizzazione di OneDrive con SCCM.

Bloccare la sincronizzazione del client di sincronizzazione precedente

Per impedire agli utenti di usare il client di sincronizzazione di OneDrive for Business precedente per sincronizzare i propri file di OneDrive for Business e SharePoint Online, eseguire il comando seguente in Microsoft PowerShell:

Set-SPOTenantSyncClientRestriction [-GrooveBlockOption <String> “OptOut”|”HardOptIn”|”SoftOptIn”] 

Per altre informazioni, vedere Get-SPOTenantSyncClientRestriction. Per informazioni sull'uso di PowerShell, vedere Introduzione a SharePoint Online Management Shell.

Altre risorse

Per altre informazioni sul nuovo client di sincronizzazione di OneDrive, vedere gli articoli seguenti.

Titolo

Descrizione

Distribuire il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive in un ambiente aziendale

Come distribuire il Client di sincronizzazione di OneDrive agli utenti dell'organizzazione in ambiente Windows.

Guida introduttiva al nuovo client di sincronizzazione di OneDrive in Windows

Come configurare il Client di sincronizzazione di OneDrive in un ambiente Windows.

Introduzione alla sincronizzazione di siti di SharePoint con il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive

Come usare il Client di sincronizzazione di OneDrive per sincronizzare i file di SharePoint Online.

Usare Criteri di gruppo per controllare le impostazioni del client di sincronizzazione di OneDrive

Come configurare il Client di sincronizzazione di OneDrive mediante Criteri di gruppo.

Restrizioni e limitazioni per la sincronizzazione delle raccolte di OneDrive for Business con il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive

Articolo della Knowledge Base con informazioni sulle limitazioni per le dimensioni dei file e i nomi file.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×