Operatore di intervallo rovesciato

Quando hai a che fare con le funzioni di matrice versate, ad esempio la sequenza, è possibile fare riferimento all'intero intervallo di fuoriuscita inserendo l'operatore di intervallo rovesciato (#) dopo l'intervallo. Nell'esempio seguente abbiamo = Sequence (10) nella cella a2, che si propaga a a2: a11. Nella cella C2 abbiamo la formula = somma (a2 #), che è l'equivalente di = Sum (a2: A11), come a2: A11 è l'intervallo di riversamento della formula in a2. Questo restituisce restituisce 55, la somma di tutti i valori nell'intervallo della matrice rovesciata.

Se l'intervallo di fuoriuscita cresce o si contrae, ad esempio modificando la formula da a2 a = SEQUENCE (20), la formula somma rifletterà automaticamente. Se si trattava di un intervallo normale, è necessario immettere = somma (a2: A11) e aggiornarlo manualmente se l'intervallo di fuoriuscita cambia. Spesso, potresti non renderti conto se un intervallo è cambiato, quindi questo può rimuovere un gran numero di tentativi di lavoro.

Operatore di intervallo rovesciato per fare riferimento a interi intervalli di matrice versati con = SUM (a2 #).

Ecco un altro esempio di utilizzo dell'operatore di intervallo rovesciato in diverse formule, in cui creiamo un elenco univoco da un elenco di nomi, ordinamento dell'elenco, quindi filtro per i nomi di più di 3 caratteri di lunghezza. Abbiamo = Ordina (C2 #) nella cella E2 e = Filter (C2 #, Len (c2 #) >3) nella cella G2.

Operatore di intervallo rovesciato (#) per fare riferimento a un intero intervallo di matrice rovesciata con = FILTER (C2 #, LEN (C2 #) >3)

Nota: 24 settembre 2018: le funzioni di matrice dinamica sono attualmente una caratteristica beta e sono disponibili solo per una parte dei partecipanti al programma Office Insider in questo momento. Continueremo a ottimizzare queste funzionalità nei prossimi mesi. Quando saranno pronte, verranno rilasciate a tutti gli abbonati a Office Insider e agli abbonati a Office 365.

Limitazioni note

L'operatore di intervallo rovesciato non supporta i riferimenti alle cartelle di lavoro chiuse. Verrà invece restituita una #REF. . L'apertura della cartella di lavoro a cui si fa riferimento risolve il problema.

Servono altre informazioni?

È sempre possibile rivolgersi a un esperto nella Tech Community di Excel, ottenere supporto nella community Microsoft o suggerire una nuova funzionalità o un miglioramento in Excel UserVoice.

Vedere anche

Funzione FILTRO

Funzione MATR.CASUALE

Funzione SEQUENCE

Funzione SORT

Funzione SORTBY

Funzione UNICI

Errori #SPILL! in Excel

Matrici dinamiche e il comportamento di matrice espansa

Operatore di intersezione implicito: @

Nota:  Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Queste informazioni sono risultate utili' Questo è l'articolo in inglese per riferimento.

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×