Messaggio "Chiamaci iperprotettivi" quando un utente esterno prova a eseguire la sincronizzazione in OneDrive for business

Nota: Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l'articolo in lingua inglese per riferimento.

Problema

Questo articolo contiene informazioni che si applicano quando si usa il client di sincronizzazione di OneDrive for business (Groove. exe). Nota: per determinare il client di sincronizzazione di OneDrive in uso, vedere l'articolo, quale client di sincronizzazione di OneDrivesi sta usando?

Quando un utente esterno prova a sincronizzare una raccolta documenti usando l'app di sincronizzazione di OneDrive for business per una raccolta siti o un sito secondario di SharePoint Online, l'utente viene ripetutamente richiesto di ricevere le credenziali e riceve il messaggio seguente:

  • Chiamaci iperprotettivi.

Soluzione alternativa

Per risolvere il problema, abilitare la condivisione per la raccolta siti radice. A questo scopo, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Accedere all'interfaccia di amministrazione di SharePoint.

  2. Nella pagina raccolte siti selezionare la casella di controllo accanto alla raccolta siti radice. Ad esempio, selezionare la casella di controllo accanto a https://contoso.SharePoint.com.

  3. Sulla barra multifunzione fare clic su condivisione.

  4. Selezionare Consenti agli utenti esterni che accettano inviti alla condivisione e accedono come utenti autenticatie quindi fare clic su Salva.

NOTE:

  • Tieni presente che abilitando la condivisione nella raccolta siti radice, gli utenti possono condividere risorse nel sito con utenti esterni. Per altre informazioni sulla condivisione esterna, vedere Panoramica della condivisione esterna.

  • Sostituire il segnaposto Contoso con il dominio usato per l'organizzazione.

Altre informazioni

Questo problema si verifica perché l'app di sincronizzazione di OneDrive for Business controlla le proprietà di condivisione nella raccolta siti radice (https://Contoso. SharePoint.com). Anche se la raccolta siti in cui l'utente esterno sta provando a sincronizzare è abilitata alla condivisione, l'app di sincronizzazione di OneDrive for business convalida che la condivisione è abilitata per la raccolta siti radice.

Serve ancora aiuto? Accedere alla community Microsoft.

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×