Gestire i messaggi e i file in quarantena come amministratore in Office 365

L'amministratore può visualizzare, rilasciare ed eliminare i messaggi messi in quarantena e segnalare i messaggi erroneamente messi in quarantena in Office 365. È anche possibile visualizzare, scaricare ed eliminare file in quarantena acquisiti da Advanced Threat Protection (ATP) per SharePoint Online, OneDrive for Business e Microsoft Teams. È possibile configurare criteri in modo che Office 365 filtri i messaggi e li invii in quarantena per diversi motivi, ad esempio perché sono stati identificati come posta indesiderata, posta inviata in massa, messaggi di phishing, posta contenente malware o perché corrispondono a una regola del flusso di posta.

Per impostazione predefinita, Office 365 invia in quarantena i messaggi di phishing e i messaggi contenenti malware. Gli altri messaggi filtrati vengono inviati alla cartella Posta indesiderata degli utenti, a meno che non venga configurato un criterio per inviarli in quarantena.

Per gestire i messaggi in quarantena inviati ad altri utenti e usare i file in quarantena, è necessario avere le autorizzazioni di amministratore in Office 365.

Importante: Per impostazione predefinita, la posta indesiderata, inviata in blocco, malware, phishing e i messaggi messi in quarantena perché corrispondono a una regola del flusso di posta vengono mantenuti in quarantena per 30 giorni. È possibile personalizzare la durata della quarantena nelle impostazioni del filtro della posta indesiderata nel Centro sicurezza e conformità. I messaggi eliminati dalla quarantena in Office 365 non possono essere recuperati. Se si preferisce, è possibile cambiare il periodo di conservazione dei messaggi in quarantena nei criteri di filtro del contenuto. Per altre informazioni, vedere Impostare il periodo di conservazione in quarantena in questo articolo.

Visualizzare i messaggi in quarantena dell'organizzazione

  1. Con un account aziendale o dell'istituto di istruzione con privilegi di amministratore globale nell'organizzazione di Office 365, accedere a Office 365 e passare al Centro sicurezza e conformità.

  2. Nell'elenco a sinistra espandere Gestione delle minacce, scegliere Revisione, quindi scegliere Quarantena.

    Suggerimenti: 

    Per impostazione predefinita, il Centro sicurezza e conformità visualizza tutti i messaggi di posta elettronica messi in quarantena come posta indesiderata. I messaggi sono ordinati dal più recente al più vecchio in base alla Data in cui sono stati ricevuti. Mittente, Oggetto e la data di scadenza (in Scadenza) vengono visualizzati anche per i singoli messaggi. È possibile ordinare in base a un campo facendo clic sull'intestazione di colonna corrispondente. Se si fa clic una seconda volta sull'intestazione di una colonna, si inverte il tipo di ordinamento.

  3. È possibile visualizzare un elenco di tutti i messaggi in quarantena oppure ridurre il numero di risultati usando i filtri. Le operazioni in blocco possono essere eseguite su un massimo di 100 elementi, quindi i filtri aiutano anche a ridurre il set di risultati se sono presenti più elementi. È possibile creare un filtro rapido dei messaggi per tipo di quarantena scegliendo un'opzione nel filtro nella parte superiore della pagina. Le opzioni includono:

    • Messaggio identificato come posta indesiderata

    • Posta elettronica messa in quarantena perché corrisponde a un criterio impostato da una regola del flusso di posta (denominata anche regola di trasporto)

    • Messaggio identificato come posta inviata in blocco

    • Messaggio identificato come phishing

    • Messaggio messo in quarantena perché contiene malware

Inoltre, gli amministratori possono scegliere di filtrare tutti i messaggi per l'organizzazione o solo i messaggi inviati all'utente. Gli utenti finali possono visualizzare e usare solo i messaggi inviati a loro stessi.

È anche possibile filtrare i risultati per trovare messaggi specifici. Per suggerimenti, vedere Per filtrare i risultati e trovare file e messaggi in quarantena in questo articolo.

Dopo aver trovato uno specifico messaggio in quarantena, fare clic sul messaggio per visualizzare i relativi dettagli ed eseguire azioni come il rilascio nella posta in arrivo di qualcuno.

Visualizzare i file in quarantena dell'organizzazione

  1. Con un account aziendale o dell'istituto di istruzione con privilegi di amministratore globale nell'organizzazione di Office 365, accedere a Office 365 e passare al Centro sicurezza e conformità.

  2. A sinistra, espandere Gestione delle minacce, scegliere Revisione, quindi scegliere Quarantena.

    Suggerimenti: 

  3. Per impostazione predefinita, la pagina visualizza i messaggi di posta elettronica in quarantena. Per visualizzare i file in quarantena, impostare i filtri nella parte superiore della pagina per visualizzare i file in quarantena a causa del malware. Per gestire i file in quarantena, sono necessarie le autorizzazioni di amministratore in Office 365.

  4. I file sono ordinati dal più recente al più vecchio in base alla data in cui sono stati messi in quarantena. Per ogni file sono elencati anche l'utente che ha modificato per ultimo il file, il servizio in cui è stato pubblicato il file, il nome file, il percorso, le dimensioni del file e la data di scadenza (Scadenza). È possibile ordinare in base a un campo facendo clic su un'intestazione. Se si fa clic una seconda volta sull'intestazione di una colonna, si inverte il tipo di ordinamento.

È possibile visualizzare un elenco di tutti i file in quarantena oppure cercarne alcuni specifici con i filtri. Come per i messaggi, è possibile eseguire operazioni in blocco su un massimo di 100 elementi. Attualmente, il Centro sicurezza e conformità consente di visualizzare e gestire i file in quarantena perché vengono identificati come contenenti malware. Per suggerimenti, vedere Per filtrare i risultati e trovare file e messaggi in quarantena in questo articolo.

Per filtrare i risultati e trovare file e messaggi in quarantena

A seconda delle impostazioni, potrebbero esserci moltissimi messaggi e file in quarantena. Per trovare un messaggio specifico oppure un file o un set di messaggi o file, è possibile filtrare gli elementi in quarantena in base a un'ampia varietà di informazioni aggiuntive.

  1. Nella pagina Quarantena assicurarsi che la prima riga dei filtri sia impostata per visualizzare i messaggi o i file in base alle esigenze:

    • Per cercare i file, impostare i filtri per visualizzare i file in quarantena a causa del malware.

      Per i file in quarantena, la pagina visualizza tutti i file in quarantena, non solo il proprio, indipendentemente dall'impostazione fornita.

    • Per cercare i messaggi in quarantena, impostare i filtri per mostrare tutti i messaggi o solo quelli dell'utente. Per l'ultimo filtro scegliere il tipo di messaggi in quarantena che si sta cercando. Si possono cercare messaggi in quarantena identificati come posta indesiderata, che corrispondono a una regola del flusso di posta o a una regola di trasporto, messaggi inviati in blocco, messaggi di phishing o messaggi che contengono malware.

  2. In Ordina i risultati per scegliere il filtro o i filtri da usare per la ricerca negli elenchi a discesa. Le opzioni variano in base a cosa si cerca, se un file o un messaggio. Al momento, i caratteri jolly non sono supportate nei campi di ricerca.

    Per i file e i messaggi è possibile scegliere di filtrare in base alla data in cui il messaggio o il file è stato inviato in quarantena. È possibile specificare la data o un intervallo di date, inclusa l'ora. È anche possibile filtrare i risultati della ricerca il base alla data di scadenza, quando il file o il messaggio viene eliminato dalla quarantena oppure si può usare una combinazione di filtri. Per eseguire ricerche in base alla data di scadenza, scegliere Filtro avanzato. In Scadenza è possibile selezionare i messaggi che verranno eliminati dalla quarantena nelle prossime 24 ore (Oggi), nelle prossime 48 ore (Prossimi 2 giorni), nella prossima settimana (Prossimi 7 giorni) oppure selezionare un intervallo di tempo personalizzato.

    Per i messaggi sono disponibili le seguenti opzioni:

    • ID messaggio Usare questa opzione per identificare un messaggio specifico di cui si conosce l'ID.

      Se ad esempio un messaggio è stato inviato da o a un utente dell'organizzazione ma non ha mai raggiunto la destinazione, è possibile cercarlo usando una traccia messaggio. Vedere Eseguire una traccia dei messaggi e visualizzare i risultati. Se si scopre che il messaggio è stato inviato in quarantena, ad esempio perché corrisponde a una regola del flusso di posta o è stato identificato come posta indesiderata, è possibile trovarlo facilmente specificando il relativo ID. Assicurarsi di includere la stringa completa dell'ID messaggio, che potrebbe includere parentesi acute (<>), ad esempio:

      79239079-d95a-483a-aacf-e954f592a0f6@XYZPR00BM0200.contoso.com>

    • Indirizzo di posta elettronica del mittente Scegliere di filtrare in base all'indirizzo di posta elettronica di un singolo mittente.

    • Indirizzo di posta elettronica del destinatario Scegliere di filtrare in base all'indirizzo di posta elettronica di un singolo destinatario.

    • Oggetto Immettere l'oggetto di un indirizzo di posta elettronica da cercare. La ricerca con caratteri jolly non è supportata, quindi è necessario usare l'intero oggetto del messaggio perché il messaggio venga restituito nei risultati. Per la ricerca non viene fatta distinzione tra maiuscole e minuscole.

Visualizzare i dettagli di file e messaggi in quarantena

Quando si seleziona un elemento visualizzato nell'elenco di quarantena, viene visualizzato un riepilogo delle proprietà nel riquadro Dettagli a destra del Centro sicurezza e conformità.

Dettagli visualizzati per i messaggi in quarantena

  • ID messaggio L'identificatore univoco del messaggio.

  • Indirizzo mittente Il mittente del messaggio.

  • Ricezione Data e ora di ricezione del messaggio.

  • Oggetto Il testo della riga dell'oggetto del messaggio.

  • Tipo Indica se un messaggio è stato identificato come Posta indesiderata, In blocco o Phishing, se corrisponde a una regola del flusso di posta (regola di trasporto) o se è stato identificato come contenente Malware.

  • Scadenza La data e l'ora in cui il messaggio verrà eliminato automaticamente dalla quarantena.

  • Rilasciato in Tutti gli eventuali messaggi di posta elettronica in cui il messaggio è stato rilasciato.

  • Non ancora rilasciato in Tutti gli eventuali messaggi di posta elettronica in cui il messaggio non è stato ancora rilasciato.

Dettagli visualizzati per i file in quarantena

  • Nome file Il nome del file in quarantena.

  • Percorso sito URL che definisce la posizione del file in Office 365.

  • Data/ora rilevamento La data e l'ora in cui il file è stato messo in quarantena.

  • Scadenza La data in cui il messaggio verrà eliminato dalla quarantena.

  • Rilevato da Il metodo usato per rilevare il malware nel file. Può trattarsi di ATP (Advanced Threat Protection) o del motore antimalware Microsoft.

  • Rilasciato Descrive se un file è stato rilasciato o meno.

  • Nome del malware Famiglia e nome del malware rilevato nel file.

  • ID documento L'identificatore univoco del documento.

  • Dimensioni file Le dimensioni del file in KB.

  • Organizzazione ID univoco dell'organizzazione in Office 365.

  • Autore modifica Account aziendale o dell'istituto di istruzione dell'utente che ha modificato per ultimo il file.

  • Dimensioni file Le dimensioni del file in KB.

  • Hash SHA256 L'hash del file. Questa opzione consente di cercare in altri archivi reputazione disponibili o individuare dove potrebbe essere il file nell'ambiente.

Gestione dei messaggi e dei file in quarantena

Dopo aver selezionato un messaggio o un gruppo di messaggi, sono disponibili diverse opzioni per la gestione dei messaggi in quarantena.

  • Non eseguire alcuna azione. Se si sceglie di non eseguire alcuna operazione, il messaggio verrà eliminato automaticamente alla scadenza da Office 365. Per impostazione predefinita, i messaggi di posta indesiderata, inviati in blocco, con malware e di tipo phishing vengono mantenuti in quarantena per 30 giorni. I messaggi eliminati dalla quarantena in Office 365 non possono essere recuperati. Se si preferisce, è possibile cambiare il periodo di conservazione dei messaggi in quarantena usando l'impostazione Conserva la posta indesiderata per (giorni) nei criteri di filtro del contenuto. Per altre informazioni, vedere Impostare il periodo di conservazione in quarantena in questo articolo.

  • Visualizza intestazione messaggio Scegliere questo collegamento per vedere il testo dell'intestazione del messaggio. Per analizzare l'intestazione in modo approfondito, copiare il testo negli Appunti e quindi scegliere Microsoft Message Header Analyzer per passare all'Analizzatore connettività remota. Fare clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Apri in una nuova scheda se non si vuole uscire da Office 365 per completare questa attività. Incollare l'intestazione del messaggio nella pagina nella sezione Message Header Analyzer e scegliere Analizza intestazioni.

  • Anteprima messaggio Consente di vedere le versioni non elaborate o HTML del testo del corpo del messaggio. Nella visualizzazione HTML i collegamenti sono disabilitati.

  • Scarica messaggio o Scarica file. Scegliere questa opzione per scaricare una copia del messaggio o del file nel dispositivo locale. Per ottenere il consenso, è necessario confermare di aver compreso i rischi associati al download degli elementi dalla quarantena. I messaggi vengono salvati in formato EML in una cartella specificata dall'utente. I file in quarantena vengono salvati nel formato originale.

  • Elimina Se si vuole, è possibile eliminare immediatamente uno o più elementi in quarantena invece di attendere la data di scadenza impostata da Office 365. Per eliminare un messaggio o un file nell'elenco di quarantena selezionarlo e scegliere Elimina. Per eliminare più elementi contemporaneamente, selezionare la casella di controllo a sinistra degli elementi nell'elenco di quarantena, quindi nella pagina Azioni in blocco visualizzata scegliere Elimina messaggi selezionati o Elimina file selezionati.

  • Rilascia Rilasciare un elemento in quarantena (o un set di elementi) e segnalare gli elementi come erroneamente messi in quarantena (falsi positivi) a Microsoft.

    Per rilasciare e segnalare un singolo file o messaggio, nell'elenco di quarantena selezionare l'elemento, scegliere Rilascia file o Rilascia messaggio. Nella pagina successiva verificare che sia selezionato Segnala i messaggi a Microsoft per l'analisi o Segnala i file a Microsoft per l'analisi.

    Per rilasciare più elementi contemporaneamente, selezionare la casella di controllo a sinistra degli elementi nell'elenco di quarantena, quindi nella pagina Azioni in blocco visualizzata scegliere Rilascia file o Rilascia messaggi. Nella pagina successiva verificare che sia selezionato Segnala i messaggi a Microsoft per l'analisi o Segnala i file a Microsoft per l'analisi.

Quando si rilasciano i messaggi, tenere presente quanto segue:

  • Quando si esegue un rilascio in blocco di più messaggi contemporaneamente, i messaggi vengono rilasciati a tutti i destinatari originariamente identificati. Per rilasciare i messaggi solo a destinatari specifici, è necessario rilasciarli uno alla volta e identificare i destinatari singolarmente.

  • Non è possibile rilasciare un messaggio più di una volta allo stesso destinatario.

  • Quando si rilascia un messaggio a più destinatari, nell'elenco di possibili destinatari compariranno solo quelli che non lo hanno ricevuto in precedenza.

  • Se si sceglie di segnalare i falsi positivi e il messaggio è stato messo in quarantena come posta indesiderata, inviata in massa, di tipo phishing o contenente malware, il messaggio verrà segnalato anche al team di analisi della posta indesiderata Microsoft. Il team valuterà e analizzerà il messaggio e, in base ai risultati dell'analisi, è possibile che le regole di filtro del contenuto della posta indesiderata a livello dell'intero servizio vengano modificate per consentirne la ricezione.

Impostare il periodo di conservazione in quarantena

È possibile configurare la durata della permanenza di messaggi e file in quarantena prima della scadenza. Per impostazione predefinita, gli elementi in quarantena vengono mantenuti per 30 giorni. Configurare questa impostazione per ogni criterio creato. È anche possibile modificare il valore per il criterio predefinito, come descritto in questo articolo.

Per modificare il periodo di conservazione in quarantena per il criterio di filtro della posta indesiderata nel Centro sicurezza e conformità

  1. Con un account aziendale o dell'istituto di istruzione con privilegi di amministratore globale nell'organizzazione di Office 365, accedere a Office 365 e passare al Centro sicurezza e conformità.

  2. A sinistra, espandere Gestione delle minacce, scegliere Criterio, quindi scegliere Protezione posta indesiderata.

    Suggerimenti: 

  3. Scegliere Personalizza per visualizzare la scheda Impostazioni personalizzate.

  4. Espandere Criteri predefiniti di filtro da posta indesiderata (sempre attivati).

  5. Scegliere Modifica criterio. Le impostazioni per il criterio di filtro della posta indesiderata vengono visualizzate in una nuova pagina.

  6. Espandere Azioni posta indesiderata e inviata in blocco.

  7. Nella casella di testo Conserva la posta indesiderata per (giorni) in Quarantena immettere la quantità di tempo per cui si vuole che Office 365 conservi i messaggi e i file in quarantena. Il numero predefinito è 30 giorni, che è anche il limite massimo.

  8. Scegliere Save.

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×