FILTRO.XML (funzione FILTRO.XML)

Nota: Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l'articolo in lingua inglese per riferimento.

Questo articolo descrive la sintassi della formula e l'uso della funzione FILTRO.XML in Microsoft Excel.

Note: 

  • La funzione FILTERXML non è disponibile in Excel online ed Excel per Mac.

  • Questa funzione può essere visualizzata nella raccolta funzioni in Excel per Mac, ma si basa sulle funzionalità del sistema operativo Windows, quindi non restituisce i risultati su Mac.

Descrizione

Restituisce dati specifici dal contenuto XML usando il valore XPath specificato.

Sintassi

FILTRO.XML(xml, xpath)

Gli argomenti della sintassi della funzione FILTRO.XML sono i seguenti:

  • Xml    Obbligatorio. Stringa in formato XML valido.

  • XPath    Obbligatorio. Stringa in formato XPath standard.

Osservazioni

  • Se XML non è valido, FILTERXML restituisce il #VALUE! .

  • Se XML contiene uno spazio dei nomi con un prefisso non valido, FILTERXML restituirà il #VALUE! .

Esempio

Questo esempio usa la funzione FILTERXML sui dati XML restituiti nella cella B2, fornita dai risultati della funzione WEBSERVICE nella query Web nella cella B1.

Esempio della funzione FILTERXML

I dati di FILTERXML vengono restituiti nelle celle B3: B5 e C3: C5 e mostrano i tre risultati di query aggiornati più di recente su Wikipedia e l'ora degli aggiornamenti (in formato UTC; "ora universale coOrdinata").

Le celle B3: B5 contengono la formula = FILTERXML (B3, "//RC/@title"), che deve essere immessa come formula in forma di matrice in queste celle. Selezionare B3: C5, immettere la formula e premere CTRL + MAIUSC + INVIO. Le celle C3: C5 contengono la formula = FILTERXML (B3, "//RC/@timestamp") e devono anche essere immesse come formula di matrice.

Nota: Se si dispone di una versione corrente di Office 365, è sufficiente immettere la formula nella cella superiore sinistra dell'intervallo di output, quindi premere invio per confermare la formula come formula in forma di matrice dinamica. In caso contrario, la formula deve essere immessa come formula di matrice legacy selezionando innanzitutto l'intervallo di output, immettendo la formula nella cella superiore sinistra dell'intervallo di output e premendo CTRL + MAIUSC + INVIO per confermarla. Excel inserisce le parentesi graffe all'inizio e alla fine della formula. Per ulteriori informazioni sulle formule di matrice, vedere Formule in forma di matrice: indicazioni ed esempi.

Servono altre informazioni?

È sempre possibile rivolgersi a un esperto nella Tech Community di Excel, ottenere supporto nella community Microsoft o suggerire una nuova caratteristica o un miglioramento in Excel UserVoice.

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×