Distribuire il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive in un ambiente aziendale

Ultimo aggiornamento: marzo 2018

Questo articolo è rivolto agli amministratori IT che pianificano la distribuzione del nuovo client di sincronizzazione di OneDrive ai propri utenti di OneDrive for Business nelle aziende e negli istituti di istruzione. Per installare il Client di sincronizzazione di OneDrive autonomamente, scaricarlo e leggere l'articolo introduttivo.

In questo articolo

Requisiti software

Il Client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe) è supportato in:

Il Client di sincronizzazione di OneDrive non supporta ancora le istanze locali di OneDrive for Business (quando l'organizzazione non ha un abbonamento a Office 365). Per altre informazioni sulle restrizioni e limitazioni del Client di sincronizzazione di OneDrive, vedere l'articolo relativo alle restrizioni e limitazioni per la sincronizzazione di file e cartelle con il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive.

Pianificazione

Se si abilita File su richiesta, è possibile distribuire a un numero elevato di utenti in una sola volta senza causare problemi di prestazioni di rete. Assicurarsi di comunicare l'implementazione agli utenti in modo che definiscano le proprie aspettative e fornire linee guida e risorse per l'utilizzo di OneDrive.

Panoramica del processo di distribuzione

Il processo include tre passaggi:

  1. Installare OneDrive.exe nei computer degli utenti.

  2. Avviare i processi di OneDrive e facoltativamente chiedere agli utenti di effettuare l'accesso con il proprio account aziendale o dell'istituto di istruzione.

  3. Impostare l'anello di aggiornamento (facoltativo).

Importante: Se gli utenti usano attualmente il client di sincronizzazione di OneDrive for Business (Groove.exe) e si vuole che passino al Client di sincronizzazione di OneDrive, vedere Transizione dalla versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business prima di procedere.

Passaggio 1: Installare OneDrive.exe

Nella maggior parte dei casi, è possibile distribuire il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive for Business come si installerebbe qualsiasi altra applicazione nei dispositivi dell'organizzazione. Se si esegue la distribuzione a un numero elevato di utenti, può risultare utile avere una certa familiarità con strumenti di distribuzione aziendale come System Center Configuration Manager (SCCM) per distribuire i file EXE e modificare i Registri di sistema locali.

Verificare se gli utenti hanno già il Client di sincronizzazione di OneDrive

Se i computer dell'organizzazione eseguono Windows 10, il nuovo client di sincronizzazione è già installato. Se nei computer è installato Office 2016 o Office 2013 (Home & Student, Home & Business, Professional, Personal, Home o University), potrebbe essere presente anche il nuovo client di sincronizzazione. Office viene installato nei singoli computer, mentre OneDrive deve essere installato per i singoli utenti. Se si prevede di distribuire Office nell'organizzazione, sarà necessario distribuire OneDrive.exe separatamente per altri utenti nei singoli computer.

Distribuire le impostazioni amministrative

Per impostare le chiavi del Registro di sistema nei computer del proprio dominio, installare OneDrive e copiare i file OneDrive.admx e OneDrive.adml da %localappdata%\Microsoft\OneDrive\BuildNumber\adm\ all'archivio centrale dei Criteri di gruppo. Per altre informazioni, vedere Usare Criteri di gruppo per controllare le impostazioni del client di sincronizzazione di OneDrive

Usare System Center Configuration Manager per distribuire il Client di sincronizzazione di OneDrive

Per la distribuzione tramite System Center Configuration Manager, è possibile salvare il programma di installazione OneDriveSetup.exe per Windows in una condivisione di rete locale. Scaricare il programma di installazione OneDriveSetup.exe per Windows. Altre informazioni sulla gestione delle applicazioni in Configuration Manager.

Suggerimento: Provare il pacchetto SCCM di esempio. È sufficiente aggiornare il percorso e il proprietario dell'applicazione OneDrive.exe.

Per installare il Client di sincronizzazione di OneDrive in Windows, eseguire il comando seguente usando System Center Configuration Manager:

Eseguire <PercorsoEseguibile>\OneDriveSetup.exe /silent

(dove PercorsoEseguibile è un percorso nel computer locale o in una condivisione di rete accessibile).

Note: 

  • Questo comando deve essere eseguito all'accesso dell'utente e usando le autorizzazioni di amministratore. Deve essere eseguito per ogni utente in un computer.

  • Se si esegue il comando senza parametri della riga di comando, gli utenti vedranno lo stato dell'installazione. Dopo l'installazione, OneDriveSetup.exe eseguirà automaticamente OneDrive.exe e il programma di installazione di OneDrive sarà visibile agli utenti. Se si esegue il comando con il parametro /silent, OneDrive.exe verrà installato in modo trasparente per l'utente e il programma di installazione di OneDrive non verrà visualizzato. Sarà necessario eseguire OneDrive.exe con un comando aggiuntivo. Se si vuole controllare il lancio di OneDrive nell'intera organizzazione, è consigliabile usare il parametro /silent.

In questo modo, il file eseguibile di OneDrive verrà installato in %localappdata%\Microsoft\OneDrive.

Distribuire il client RMS per abilitare la sincronizzazione dei file protetti con IRM

Il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive per Windows ora supporta le raccolte documenti di SharePoint con protezione IRM e i percorsi di OneDrive. Per creare un'esperienza uniforme della sincronizzazione IRM per gli utenti, distribuire la versione più recente del client Rights Management Service (RMS) nei computer degli utenti.

Per installare automaticamente il client nei computer, usare l'opzione della riga di comando /qn dello strumento Microsoft Windows Installer (Msiexec.exe). Ad esempio, il comando seguente mostra l'installazione in modalità invisibile all'utente (presupponendo che il pacchetto del programma di installazione del client RMS sia già stato scaricato in C:\Downloads)

msiexec /qn c:\downloads\setup.msi

Si può avere il file di configurazione in una condivisione di rete e usare la distribuzione del software gestita per eseguire il comando msiexec.

Nota: Il client di sincronizzazione non supporta i criteri IRM con scadenza dei diritti di accesso al documento.

Passaggio 2: Aiutare gli utenti ad accedere

OneDrive non supporta l'accesso Single Sign-On con le credenziali di Office o Windows esistenti, ma è possibile aiutare gli utenti di accedere al client di sincronizzazione in questi altri modi:

  • Usare l'URL seguente per avviare il programma di installazione di OneDrive nei computer degli utenti. Quando l'utente fa clic per avviare l'installazione, viene visualizzata una finestra di accesso in cui immettere l'indirizzo di posta elettronica.

    odopen://launch

  • Usare l'URL seguente con l'indirizzo di posta elettronica di ogni utente per avviare il programma di installazione e prepopolare gli indirizzi di posta elettronica degli utenti nella finestra di accesso.

    odopen://sync?useremail=postaelettronicautente@organizzazione.com

Per configurare automaticamente un sito di SharePoint da sincronizzare, è possibile usare l'URL seguente come guida per creare il percorso al sito di SharePoint da sincronizzare automaticamente. Sostituire HERE con i valori corretti per ogni componente dell'URL.

Nota: Sostituire i caratteri speciali, ad esempio il punto (.), il segno meno (-) e il simbolo chiocciola (@), con i valori codificati corrispondenti. Ad esempio, se l'URL include un segno meno, sostituirlo con il valore codificato % 2D. Inoltre, è necessario conoscere CSOM (Client Side Object Model) per eseguire una query nel team del sito e determinare i valori appropriati per SiteID, WebID e ListID per la creazione dell'URL corretto.

odopen://sync/?siteId=SiteID_HERE&webId=WebID_HERE&listId=ListID_HERE&userEmail=UserEmail_HERE&webUrl=WebURL_HERE"

  • Eseguire il comando seguente usando lo script di System Center Configuration Manager (SCCM): %localappdata%\Microsoft\OneDrive\OneDrive.exe

    Viene avviato il processo OneDrive. Se gli utenti non hanno configurato alcun account, viene visualizzato il programma di installazione di OneDrive. Per visualizzare il programma di installazione di OneDrive specificatamente per gli utenti che non hanno configurato un account per il tenant, usare il parametro della riga di comando /configure_business:<tenantId>

Note: 

  • Quando si usa System Center Configuration Manager, assicurarsi che OneDrive.exe venga eseguito con le autorizzazioni utente, non come amministratore.

  • Per informazioni su come trovare l'ID tenant, vedere Trovare l'ID tenant di Office 365.

Passaggio 3: Impostare l'anello di aggiornamento (facoltativo)

Per posticipare gli aggiornamenti del client di sincronizzazione di OneDrive e controllarne la distribuzione agli utenti, è possibile passare dall'anello di aggiornamento Production a quello Enterprise. Per altre informazioni sugli anelli di aggiornamento e sulle modalità di controllo degli aggiornamenti del client di sincronizzazione, vedere Processo di aggiornamento del client di sincronizzazione di OneDrive.

Per impostare l'anello di aggiornamento con Criteri di gruppo, abilitare l'impostazione Delay updating OneDrive.exe until the second release wave. Per altre informazioni sull'impostazione, vedere Usare Criteri di gruppo per controllare le impostazioni del client di sincronizzazione di OneDrive.

Vedere anche

Restrizioni e limitazioni durante la sincronizzazione dei file e delle cartelle con il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×