Aggiungere una vCard ai contatti in Outlook 2016 per Mac

Importante:  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

vCard (file con estensione vcf) è un biglietto da visita digitale che è possibile condividere con altri utenti come un normale biglietto da visita. Un vCard può contenere uno o più contatti in un singolo file. Se si riceve un vCard allegato a un messaggio di posta elettronica, è possibile salvare il contenuto del file vCard come contatti. vCard deve avere estensione vcf da importare.

  1. Aprire il messaggio a cui è allegata la vCard. Le vCard sono sempre file con estensione vcf.

  2. Fare doppio clic sull'allegato.

    La vCard verrà aperta nella finestra Contatti.

  3. Nella scheda contatto , fare clic su Salva e Chiudi.

    Se il vCard contiene più contatti, il primo contatto verrà visualizzato nella finestra di Outlook. Tuttavia, ogni contatto nella vCard verrà salvato singolarmente.

Suggerimento: Se il vCard è stato salvato nel computer in uso (ad esempio, sul Desktop) anziché allegato a un messaggio, è possibile anche fare doppio clic per aprirlo. Se il vCard non aprire in Outlook, Ctrl + clic oppure fare clic sul file, scegliere Apri cone quindi fare clic su Microsoft Outlook.

Attualmente, né tramite un file con estensione csv né l'importazione in blocco di più file vCard singoli è supportata in Outlook 2016 per Mac. Caratteristiche e sulla compatibilità sono sempre valutati per gli sviluppatori di applicazioni. È possibile evitare alzare di livello priorità delle funzionalità passando a Outlook per Mac Uservoicehttp e sugli elementi più importanti di voto.

Informazioni correlate

Inviare le informazioni su un contatto in formato vCard in Outlook 2016 per Mac

Esportare i contatti di iCloud in un file vCard (con estensione vcf)

Nota: Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×