Video: Correggere l'errore relativo a "outer join ambigui"

Video:

Il browser in uso non supporta le funzionalità video. Installare Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

All'interno del video

Il messaggio "outer join ambigui" viene visualizzato quando Access determina che la query immessa dall'utente potrebbe restituire risultati diversi in base al join eseguito per primo. Per eseguire la query, si dovranno apportare alcune modifiche. La soluzione migliore consiste di solito nel dividere la query in parti, ovvero impostarla in modo che almeno uno dei join venga eseguito in una query "figlio" più piccola, che si dovrà quindi unire tramite join ad altre tabelle o query in una query "padre". Access esegue quindi per primi i join nella query o nelle query figlio, quindi per ultimi i join nella query padre, eliminando l'ambiguità.

In base al numero di tabelle include nella query, potrebbe essere necessario creare diverse query figlio per evitare outer join ambigui. Questo video mostra un semplice esempio con tre tabelle, in cui due tabelle con equijoin sono suddivise in una query figlio, quindi viene creato l'outer join a una terza tabella nella query padre. Ecco alcuni passaggi di base per cui si presuppone una cerca familiarità con la creazione di query:

  1. Creare una nuova query figlio contenente le tabelle che si desidera unire tramite join per prime (nel video si tratta delle tabelle relative a società e persone).

  2. Nella query figlio fare doppio clic sui campi di output necessari, in modo da visualizzarli nella griglia della query.

Importante :  Accertarsi di includere il campo di join dalla query originale. Nell'esempio del video la tabella delle società è stata unita tramite join alla tabella delle regioni usando il campo RegionID, in modo da includere RegionID nella griglia della query figlio.

  1. Salvare e chiudere la query figlio, quindi aprire la query originale nella visualizzazione Struttura. Questa sarà la query padre.

  2. Eliminare le tabelle aggiunte alla query figlio, quindi aggiungere la query figlio (Progettazione > Mostra tabella > Query o trascinare semplicemente la query figlio dal riquadro di spostamento nella query padre).

  3. Nella query padre ristabilire il join precedente, ma questa volta alla query figlio.

  4. Aggiungere i campi di output dalla query figlio alla griglia della query.

  5. Salvare ed eseguire la query padre.

Regola generale per gli outer join ambigui

Gli outer join ambigui si verificano quando una query contiene due o più join e uno di essi è un outer join che punta a un equijoin o sono presenti due outer join che puntano puntano ad esempio l'uno verso l'altro. Queste due configurazioni di join sono ambigue e dovranno essere suddivise in query distinte:

Tabella1 --> Tabella2 --- Tabella3

Tabella1 --> Tabella2 <-- Tabella3

Outer join che puntano nella stessa direzione o lontano da altri outer join o equijoin sono corretti:

Tabella1 --> Tabella2 --> Tabella3

Tabella1 <-- Tabella2 --> Tabella3

Tabella1 <-- Tabella2 --- Tabella3

Per ulteriori informazioni sulla creazione di query, vedere Introduzione alle query o Come creare una query di selezione.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×