Utilizzare i valori di un database di Access per popolare una casella di riepilogo, un elenco a discesa o una casella combinata

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

In un modulo di InfoPath, è possibile inserire una casella di riepilogo, casella di riepilogo a discesa o casella combinata con i dati di una connessione dati di query a un database Microsoft Office Access 2007 (con estensione accdb format) o un database di Access che è stato salvato in una versione precedente (con estensione mdb formato).

In questo articolo

Panoramica

Considerazioni sulla compatibilità

Prima di iniziare

Passaggio 1: Aggiungere una connessione dati di query

Passaggio 2: Configurare il controllo

Facoltativo: Impostare un filtro per limitare le voci di controllo

Panoramica

Una casella di riepilogo, casella di riepilogo a discesa o casella combinata visualizza gli elementi che è possibile selezionare durante la compilazione di un modulo di InfoPath. Quando si progetta un modello di modulo, è possibile configurare questi tipi di controlli per visualizzare dati da una connessione dati secondaria a un database di Access.

Una connessione dati secondaria è una connessione dati qualsiasi a un'origine dati esterna aggiunta a un modello di modulo. È possibile configurare connessioni dati secondarie allo scopo di recuperare i dati utilizzati dagli utenti per compilare i moduli basati sul modello di modulo o per inviare i dati del modulo a un'origine dati esterna, ad esempio un servizio Web.

Quando si aggiungono una connessione dati secondaria che riceve i dati al modello di modulo, viene creata una secondaria origine dati che contiene i campi dati e i gruppi che corrispondono in modo che i dati vengono archiviati in database. La connessione dati query recupera i dati dal servizio Web e quindi memorizza i dati nell'origine dati secondaria del modulo.

È possibile configurare la connessione dati secondaria in modo che i risultati della query vengano salvati nei computer degli utenti affinché possano accedere ai dati stessi anche quando il computer non è connesso a una rete. A seconda della natura dei dati, potrebbe essere consigliabile visualizzare i risultati della query solo quando gli utenti sono connessi a una rete.

Nota sulla sicurezza : Se si utilizza una connessione dati secondaria per recuperare dati riservati da un'origine dati esterna, è consigliabile disabilitare questa caratteristica per proteggere i dati da un utilizzo non autorizzato nel caso in cui è interrotta o furto del computer. Se si disattiva questa caratteristica, i dati sarà disponibili solo se l'utente è connesso alla rete.

Se si desidera limitare il numero di elementi in un controllo casella di riepilogo, è possibile utilizzare una filtro. Usare un filtro ogni volta che è necessario visualizzare un sottoinsieme dei dati restituiti da una query in base a criteri selezionati da un utente. Che criterio può essere un elemento selezionato in un altro controllo (ad esempio una casella di riepilogo, una casella combinata, casella di riepilogo a discesa o casella di testo) associato a un campo nell'origine dati.

Poiché la struttura di dati nell'origine dati secondaria deve corrispondere al modo che i dati vengono archiviati in database, è possibile modificare campi esistenti o gruppi nell'origine dati secondaria. Nella sezione Vedere anche di questo articolo sono disponibili collegamenti a ulteriori informazioni sulle connessioni dati e origini dati.

Torna all'inizio

Considerazioni sulla compatibilità

È possibile aggiungere una connessione dati per query a un database di Access solo se si progetta un modello di modulo diverso da un modello di modulo compatibile con browser.

Torna all'inizio

Prima di iniziare

Prima di poter utilizzare i valori da un database di Access per popolare un controllo nel modello di modulo in uso, è necessario ottenere le seguenti informazioni dall'amministratore del database:

  • Il nome e il percorso del database.

    Nota : Se altri utenti della rete creerà moduli basati sul modello di modulo, assicurarsi che il database sia accessibile agli utenti.

  • Il nome della tabella o della query che fornirà i valori per i controlli. Questa tabella o query verrà utilizzata come tabella primaria quando si configura la connessione dati per query.

  • I nomi di tabelle o query da cui la tabella primaria o la query può richiedere dati. Nella maggior parte dei casi, tabella sono già state definite relazioni nel database. Se è necessario effettuare manualmente le relazioni tra la tabella primaria o query e un'altra tabella o la query, sarà necessario i nomi dei campi correlati di entrambe le tabelle o query.

Torna all'inizio

Passaggio 1: aggiunta di una connessione dati per query

Se non si dispone di una connessione dati query esistente che è possibile usare nel modello di modulo, utilizzare la procedura seguente per aggiungere una connessione dati secondaria che riceve i dati al modello di modulo. Se esiste già una connessione dati secondaria che è possibile utilizzare il modello di modulo, è possibile ignorare questa sezione e passare a passaggio 2: configurare il controllo.

  1. Scegliere Connessioni dati dal menu Strumenti.

  2. Nella finestra di dialogo Connessioni dati fare clic su Aggiungi.

  3. Da Connessione guidata dati, fare clic su Crea nuova connessione per, selezionare Ricezione dati, quindi fare clic su Avanti.

  4. Nella pagina successiva della procedura guidata fare clic su Database (solo Microsoft SQL Server o Microsoft Office Access), quindi fare clic su Avanti.

  5. Nella pagina successiva della procedura guidata fare clic su Seleziona database.

  6. Nella finestra di dialogo Seleziona origine dati individuare il percorso del database.

    Nota : Se il database è archiviato in un percorso di rete, selezionare il percorso universal naming convention (UNC) della posizione. Non visualizzare il percorso di rete tramite un'unità di rete. Se si usa un'unità di rete (che, assegna una lettera di un'unità di rete, ad esempio h o z), che gli utenti creano i moduli basati sul modello di modulo ricerca per il database in tale unità di rete mappate specifico. Se l'utente non dispone di unità di rete mappati nello stesso modo, la maschera non troverà il database.

  7. Fare clic sul nome del database, quindi scegliere Apri.

  8. Nella finestra di dialogo Seleziona tabella fare clic sulla tabella o sulla query primaria che si desidera utilizzare, quindi scegliere OK.

  9. Nella pagina successiva della procedura guidata selezionare la casella di controllo Mostra colonne tabella.

    Per impostazione predefinita, tutti i campi della tabella o query vengono aggiunti all'origine dati principale del modello di modulo.

  10. Deselezionare le caselle di controllo dei campi che non si desidera includere nell'origine dati principale.

  11. Aggiungere eventuali ulteriori tabelle o query che si desidera includere nella connessione dati per query.

    Procedura

    1. Fare clic su Aggiungi tabella.

    2. Nella finestra di dialogo Aggiungi tabella o Query, fare clic sul nome della tabella figlio e quindi fare clic su Avanti. InfoPath tenta di impostare la visualizzazione relazioni confrontando i nomi dei campi in entrambe le tabelle. Se non si desidera utilizzare la relazione suggerita, selezionare la relazione e quindi fare clic su Rimuovi relazione. Per aggiungere una relazione, fare clic su Aggiungi relazione. Nella finestra di dialogo Aggiungi relazione, fare clic sul nome di ogni campo correlato nella rispettiva colonna e quindi fare clic su OK.

    3. Fare clic su Fine.

    4. Ripetere queste operazioni per aggiungere altre tabelle figlio.

  12. Fare clic su Avanti.

  13. Per rendere disponibili i risultati della connessione dati per query quando il modulo non è connesso a una rete, selezionare la casella di controllo Memorizza una copia dei dati nel modello di modulo.

    Nota sulla sicurezza : Selezionare questa casella di controllo memorizza i dati nel computer dell'utente quando il modulo utilizza la connessione dati. Se la maschera è si recuperano dati riservati da questa connessione dati, è consigliabile disabilitare questa caratteristica per proteggere i dati nel caso in cui è interrotta o furto del computer o in caso contrario è accessibile a un utente non autorizzato.

  14. Fare clic su Avanti.

  15. Nella pagina successiva della procedura guidata digitare un nome descrittivo per la connessione dati secondaria, quindi verificare che le informazioni nella sezioneRiepilogo siano corrette.

  16. Per configurare il modulo in modo che all'apertura riceva automaticamente i dati, selezionare la casella di controllo Recupera automaticamente i dati all'apertura del modulo.

Torna all'inizio

Passaggio 2: configurazione del controllo

  1. Se il modello di modulo include più visualizzazioni, fare clic su nome della visualizzazione nel menu Visualizza per passare alla visualizzazione con il controllo in cui si desidera visualizzare i dati di origine dati secondaria.

  2. Fare doppio clic sulla casella di riepilogo, sull'elenco a discesa o sulla casella combinata nel modello di modulo che si desidera configurare.

  3. Fare clic sulla scheda Dati.

  4. In Voci casella di riepilogo fare clic su Cerca valori in un'origine dati esterna.

  5. Nell'elenco Origine dati selezionare l'origine dati che si desidera utilizzare.

  6. Fare clic su Seleziona XPath Icona del pulsante , accanto alla casella voci.

  7. Nella finestra di dialogo Seleziona campo o gruppo specificare il campo o il gruppo di campi contenenti i dati che verranno visualizzati all'utente e i dati che saranno inviati all'origine dati esterna effettuando una delle operazioni riportate di seguito.

    Specificare che i dati che verrà visualizzato l'utente sono gli stessi dati che verranno inviati

    • Selezionare un campo, quindi fare clic su OK.

    Specificare che i dati che verrà visualizzato l'utente sono diversi dai dati verranno inviati

    Nota : In questo scenario i dati visualizzati dall'utente vengono recuperati da uno dei campi nel gruppo e i dati che l'utente invierà sono contenuti in un altro campo nello stesso gruppo.

    1. Fare clic su un gruppo, quindi scegliere OK.

    2. Nella finestra di dialogo Proprietà del controllo, fare clic su Seleziona XPath Icona del pulsante , accanto alla casella valore.

    3. Nella finestra di dialogo Seleziona campo o gruppo selezionare un campo contenente i dati che l'utente invierà all'origine dati esterna, quindi fare clic su OK.

    4. Nella finestra di dialogo Proprietà del controllo, fare clic su Seleziona XPath Icona del pulsante , accanto alla casella nome visualizzato.

    5. Nella finestra Seleziona campo o gruppo selezionare un campo contenente i dati che verranno visualizzati nel controllo, quindi fare clic su OK.

  8. Se il campo nella casella Nome visualizzato ha valori con nomi visualizzati simili e si desidera visualizzare solo nomi univoci, selezionare la casella di controllo Mostra solo voci con nomi visualizzati univoci.

Torna all'inizio

Torna all'inizio

Facoltativo: Impostare un filtro per limitare le voci di controllo

  1. Fare doppio clic sulla casella di riepilogo, sull'elenco a discesa o sulla casella combinata nel modello di modulo che si desidera configurare.

  2. Fare clic sulla scheda Dati.

  3. Fare clic su Seleziona XPath Icona del pulsante accanto alla casella Voci.

  4. Nella finestra di dialogo Seleziona campo o gruppo fare clic sul campo o sul gruppo contenente i campi che forniscono i valori per il controllo e quindi fare clic su Filtra dati.

  5. Nella finestra di dialogo Filtra dati fare clic su Aggiungi.

    Nota : Se si desidera aggiungere una condizione a un filtro esistente, fare clic sul filtro che si desidera applicare e quindi fare clic su Modifica.

  6. Nella prima casella della finestra di dialogo Specifica condizioni filtro fare clic sul nome del campo di cui si desidera filtrare i dati.

  7. Nella seconda casella fare clic sul tipo di filtro che si desidera utilizzare.

  8. Nella terza casella fare clic sul tipo di condizione che si vuole applicare al filtro e quindi digitare la condizione.

  9. Per configurare più di una condizione per il filtro, fare clic su E e quindi eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Per applicare la condizione esistente e quella nuova al filtro, fare clic su e e quindi aggiungere la nuova condizione.

    • Per applicare la condizione esistente o quella nuova al filtro, fare clic su o e quindi aggiungere la nuova condizione.

  10. Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo.

  11. Per verificare le modifiche, fare clic su Anteprima nella barra degli strumenti Standard oppure premere CTRL+MAIUSC+B.

    Il modello di modulo viene aperto in una nuova finestra.

  12. Nella finestra di anteprima, selezionare diversi valori nel controllo filtro per verificare che il filtro funzioni correttamente.

    Il filtro non funziona correttamente

    Se i valori nel controllo che contiene un filtro non sono corretti, perché sono troppi o troppo pochi, provare le soluzioni seguenti:

    • Se si usano più condizioni nel filtro, rimuovere tutte le condizioni tranne una per verificare che questa restituisca i valori corretti. Se la prima condizione restituisce i valori corretti, aggiungere un'altra condizione e verificarla.

    • I filtri fanno distinzione tra caratteri maiuscoli e minuscoli. Se si vuole visualizzare i dati che iniziano con un carattere maiuscolo o minuscolo, creare un filtro con una condizione di lettera maiuscola, selezionare o nella finestra di dialogo Specifica condizioni filtro e quindi creare una condizione di lettera minuscola.

    • Se i valori filtrati sono esattamente opposti a quelli previsti, ad esempio se vengono visualizzati i prodotti di tutti i fornitori invece che quelli di un solo fornitore, cambiare il tipo di filtro nella condizione. Ad esempio, se la condizione usa il tipo di filtro è uguale a e si ottengono troppi prodotti, provare a usare il tipo di filtro è diverso da.

Torna all'inizio

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×