Usare variabili in una tabella dati per trovare più risposte

Nota:  Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l' articolo in lingua inglese per riferimento.

Collegando numeri diversi in una cella, è possibile rapidamente brevi con risposte diverse per risolvere un problema. Un ottimo esempio utilizza la funzione RATA con diversi tassi di interesse e periodi di prestito (in mesi) per calcolare quanto di un prestito a investire per una casa o un'auto. Immettere i numeri in un intervallo di celle denominate una tabella di dati.

In questo caso, la tabella dati è l'intervallo di celle B2:D8. È possibile modificare il valore in B4, l'importo del prestito, per aggiornare automaticamente i pagamenti mensili nella colonna D. Usando un tasso di interesse del 3,75%, D2 restituisce un pagamento mensile di $ 1.042,01 con questa formula: =RATA(C2/12,$B$3,$B$4).

L'intervallo di celle B2:D8 è una tabella dati

È possibile usare una o due variabili, a seconda del numero di variabili e formule da verificare.

Usare una verifica a una variabile per vedere in che modo valori diversi di una stessa variabile in una formula modificheranno i risultati. Ad esempio, è possibile modificare il tasso di interesse per la rata mensile di un mutuo usando la funzione RATA. I valori variabili (i tassi di interesse) vengono inseriti in una colonna o in una riga e i risultati vengono visualizzati in una colonna o riga vicina.

In questa cartella di lavoro dinamica la cella D2 contiene la formula per la rata ==RATA(C2/12;$B$3;-$B$4). La cella B3 è la cella variabile in cui si possono inserire termini con durate diverse (numero di periodi di pagamento mensili). Nella cella D2 la funzione RATA inserisce il tasso di interesse del 3,75%/12, 360 mesi e un prestito di $ 225.000 e calcola una rata mensile di $ 1.042,01.

Usare una verifica a due variabili per vedere in che modo valori diversi di due variabili in una formula modificheranno i risultati. Ad esempio, è possibile verificare diverse combinazioni di tassi di interesse e il numero di periodi di pagamento mensili per calcolare il pagamento di un mutuo.

In questa cartella di lavoro dinamica la cella C3 contiene la formula per la rata, =RATA($B$3/12,$B$2,B4) che usa due celle variabili, B2 e B3. Nella cella C2 la funzione RATA inserisce il tasso di interesse del 3,875%/12, 360 mesi e un prestito di $ 225.000 e calcola una rata mensile di $ 1.058,03.

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×