Transizione dalla versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business

Transizione dalla versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business

Questo articolo ha lo scopo di assistere gli amministratori IT di organizzazioni che usano attualmente la versione precedente del client di sincronizzazione di OneDrive for Business (Groove.exe) in computer Windows e prevedono di passare al nuovo client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe) per la sincronizzazione delle raccolte siti di OneDrive for Business e SharePoint Online.

Importante : 

  • Il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive supporta Windows 10, Windows 8.1, Windows 8 e Windows 7. Il Client di sincronizzazione di OneDrive non supporta ancora la sincronizzazione di istanze locali di OneDrive for Business o SharePoint Server (quando l'organizzazione non è abbonata a un piano di Office 365 per le aziende).

  • I clienti di Office 365 con meno di 250 licenze di Office 365 devono usare il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive per sincronizzare i file archiviati in OneDrive for Business, nei siti di SharePoint o nei gruppi di Office 365. Questo requisito non si applica agli utenti di ambienti locali e ai clienti con più di 250 licenze di Office 365.

Se si è pronti, scaricare il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive.

Le guide all'installazione e alla configurazione per utenti sono disponibili per la sincronizzazione di OneDrive in Windows, OneDrive in Mac OS X e file di SharePoint in Windows e Mac.

Panoramica

Quando si accede al Client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe), Client di sincronizzazione di OneDrive acquisisce automaticamente il controllo della sincronizzazione delle raccolte siti che venivano sincronizzate dal client di sincronizzazione OneDrive for Business precedente (Groove.exe). Se si ha una raccolta che il Client di sincronizzazione di OneDrive non riesce a sincronizzare, la raccolta continuerà a essere sincronizzata dal client di sincronizzazione precedente.

Durante l'acquisizione automatica vengono eseguite queste operazioni:

  • Il client di sincronizzazione di OneDrive for Business precedente (Groove.exe) smette di sincronizzare OneDrive for Business e le raccolte siti di SharePoint Online.

  • Il Client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe) inizia a sincronizzare le stesse raccolte senza scaricare di nuovo i contenuti.

  • Il client di sincronizzazione di OneDrive for Business precedente (Groove.exe) non viene più eseguito e viene rimosso dall'avvio automatico, a meno che non stia ancora sincronizzando altre raccolte, come IRM o un'istanza locale di OneDrive for Business.

I tipi di raccolta seguenti non sono ancora supportati dal Client di sincronizzazione di OneDrive e non verranno trasferiti dal client precedente:

  • Istanze locali di OneDrive for Business e SharePoint Server (se l'organizzazione non sottoscrive un piano aziendale di Office 365).

  • Raccolte siti di SharePoint Online con Information Rights Management abilitato.

  • Raccolte siti di SharePoint Online che sono state condivise da persone di altre organizzazioni e che attualmente vengono sincronizzate con il client di sincronizzazione precedente.

Prima di iniziare

Se l'organizzazione ha più di 250 licenze di Office 365, è necessario abilitare la sincronizzazione del sito di SharePoint per l'organizzazione.

Perché abbia luogo la transizione, è necessario che siano installate le versioni seguenti di Office o successive.

Versione di Office

Versione minima

Office 365 ProPlus

16.0.7167.2*

Office 2016 MSI

16.0.4432.1*

Office 2013 MSI/C2R

15.0.4859.1*

La versione del Client di sincronizzazione di OneDrive deve essere 17.3.6743.1212 o successive.

Nota : Se Office 2010 è installato nel computer, è necessario rimuovere il componente SharePoint Workspace. Prima di avviare l'installazione di OneDrive, disinstallare Office 2010 o rimuovere il componente SharePoint Workspace di Office 2010.

Acquisire la sincronizzazione di raccolte siti o raccolte condivise di OneDrive for Business e SharePoint

Per usare il Client di sincronizzazione di OneDrive per sincronizzare le raccolte siti o le raccolte condivise di OneDrive for Business e SharePoint, accedere con l'account aziendale o dell'istituto di istruzione usato con il client di sincronizzazione precedente (Groove.exe).

A seconda del fatto che il Client di sincronizzazione di OneDrive sia già stato distribuito o meno, la transizione può avvenire in due modi per gli utenti:

  • Avviare l'installazione di OneDrive (nuovi utenti del Client di sincronizzazione di OneDrive)

  • Configurare altre raccolte (utenti esistenti del Client di sincronizzazione di OneDrive)

  • (Solo per amministratori) Distribuire il comando OneDrive.exe /takeover per attivare automaticamente l'acquisizione delle raccolte siti o raccolte condivise di SharePoint nei dispositivi che sincronizzano già OneDrive for Business con il Client di sincronizzazione di OneDrive.

Durante la transizione dei siti o delle raccolte condivise di SharePoint dal client di sincronizzazione di OneDrive for Business precedente (Groove.exe) al Client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe), è possibile che la struttura delle cartelle in una raccolta venga riorganizzata. Questo dipende da una differenza fondamentale tra i due client per quanto riguarda la gestione delle cartelle quando un utente è privo di autorizzazioni. Mentre le cartelle possono essere riorganizzate, il contenuto rimane sul disco dopo la transizione. È possibile spostare questo contenuto in una cartella inclusa nella sincronizzazione oppure eliminarlo, se non serve più.

Avviare l'installazione di OneDrive

Per i nuovi utenti del Client di sincronizzazione di OneDrive, le raccolte verranno trasferite automaticamente durante l'installazione.

  1. Avviare l'installazione di OneDrive seguendo le istruzioni di installazione fornite in Introduzione alla sincronizzazione di siti di SharePoint con il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive.

    Screenshot della prima schermata dell'installazione di OneDrive

  2. Nella schermata di configurazione di OneDrive immettere l'indirizzo di posta elettronica usato con il client di sincronizzazione precedente (Groove.exe) e quindi fare clic su Accedi.

Ecco fatto! La finestra di accesso viene chiusa e dovrebbe essere visualizzata la nuova icona di una nuvola blu nell'area di notifica della barra delle applicazioni. Potrebbe essere necessario fare clic sulla freccia Mostra icone nascoste Pulsante Mostra icone nascoste. accanto all'area di notifica per visualizzare l'icona.

Client di sincronizzazione di OneDrive for Business

Nota : I collegamenti ai documenti di OneDrive for Business visualizzati nell'elenco Recenti nelle app di Office (come Word e PowerPoint) potrebbero non funzionare. Potrebbe essere necessario riaggiungere le voci dell'elenco con i collegamenti aggiornati oppure passare direttamente ai file e aprirli di nuovo per aggiornarli nell'elenco Recenti.

Configurare altre raccolte

Dopo aver configurato il Client di sincronizzazione di OneDrive, è possibile sincronizzare altre raccolte siti di SharePoint o contenuti di OneDrive for Business condivisi passando alla raccolta e facendo clic sul pulsante Sincronizza. Quando si fa clic sul pulsante di sincronizzazione, tutte le raccolte che il Client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe) è in grado di sincronizzare vengono trasferite immediatamente dal client di sincronizzazione di OneDrive for Business precedente (Groove.exe).

  1. Passare alla raccolta che si vuole sincronizzare in un computer locale. Verificare di avere eseguito l'accesso con lo stesso indirizzo di posta elettronica usato con il client di sincronizzazione precedente (Groove.exe).

  2. Fare clic su Sincronizza.

    Intestazione della raccolta documenti con l'opzione Sincronizza evidenziata

(Solo per amministratori) Distribuire l'acquisizione nell'organizzazione

Se l'organizzazione sta già usando il Client di sincronizzazione di OneDrive per sincronizzare le cartelle di OneDrive for Business, è possibile distribuire un comando per eseguire automaticamente la transizione delle raccolte siti o raccolte condivise di SharePoint da Groove.exe al Client di sincronizzazione di OneDrive senza bisogno dell'interazione dell'utente.

Nota : Un utente deve già aver eseguito l'accesso al Client di sincronizzazione di OneDrive con il proprio OneDrive for Business perché possa avere inizio l'acquisizione. In caso contrario, non verrà eseguita alcuna azione.

Il comando di acquisizione può essere attivato aggiungendo il parametro seguente all'avvio di OneDrive.exe:

OneDrive.exe /takeover

OneDrive.exe si trova nel seguente percorso nel computer degli utenti:

%localappdata%\Microsoft\OneDrive\Onedrive.exe

L'acquisizione può essere attivata distribuendo il comando seguente per ogni utente in un PC usando uno strumento come System Center Configuration Manager (SCCM):

%localappdata%\Microsoft\OneDrive\OneDrive.exe /takeover

Suggerimenti : 

  • Verificare che SCCM esegua il comando in un contesto utente piuttosto che come amministratore, altrimenti verrà visualizzato un messaggio di errore che avvisa che OneDrive.exe non può essere eseguito con privilegi di amministratore.

  • Per includere ogni utente del computer, distribuire il comando in modo che venga eseguito in ogni account utente. Ciò assicura l'esecuzione del comando per ogni utente al momento dell'accesso. Per un esempio di distribuzione di un file EXE in ogni account utente, vedere Come distribuire il client di sincronizzazione di OneDrive con SCCM.

Altre risorse

Per altre risorse sul Client di sincronizzazione di OneDrive:

Titolo

Descrizione

Distribuire il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive in un ambiente aziendale

Informazioni utili agli amministratori per distribuire il Client di sincronizzazione di OneDrive per Windows nell'ambiente aziendale degli utenti.

Guida introduttiva al nuovo client di sincronizzazione di OneDrive in Windows

Informazioni sulla configurazione del Client di sincronizzazione di OneDrive in ambiente Windows.

Introduzione alla sincronizzazione di siti di SharePoint con il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive

Informazioni su come configurare Client di sincronizzazione di OneDrive per sincronizzare i file dai siti di SharePoint.

Impostazioni di amministrazione per il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive (OneDrive.exe)

Informazioni utili agli amministratori per controllare e gestire il Client di sincronizzazione di OneDrive tramite Criteri di gruppo.

Quale client di sincronizzazione di OneDrive è in uso?

Come identificare facilmente il client di sincronizzazione di OneDrive in uso.

Restrizioni e limitazioni per la sincronizzazione delle raccolte di OneDrive for Business con il nuovo client di sincronizzazione di OneDrive

Articolo della Knowledge Base con note sulla versione, limiti e restrizioni (come i caratteri non validi nei nomi file).

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×