Supporto Unicode per dati multilingue in Outlook 2007

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Microsoft Outlook supporta Unicode e fornisce supporto completo per dati multilingue. Se si lavora in un'organizzazione multinazionale o si condividono messaggi ed elementi con utenti di Outlook in sistemi operativi in altre lingue, è possibile sfruttare supporto Unicode in Outlook.

Se si utilizza un account di Exchange, per l'esecuzione di Outlook sarà possibile scegliere tra due modalità per la cassetta postale,  ovvero Unicode o non Unicode. La modalità Unicode è la modalità consigliata ed è quella predefinita se le impostazioni di configurazione del profilo dell'utente, l'account di Exchange e le impostazioni dell'amministratore lo consentono. La modalità viene determinata automaticamente da Outlook in base a tali impostazioni e non può essere modificata manualmente.

L'esecuzione di Outlook in modalità Unicode consente di utilizzare messaggi ed elementi scritti in lingue diverse. Se Outlook viene eseguito in modalità non Unicode con l'account di Exchange dell'utente e si desidera passare alla modalità Unicode, contattare l'amministratore.

Nota : Nelle versioni precedenti di Outlook è disponibile il supporto per i dati Unicode multilingue nel corpo degli elementi di Outlook. Tuttavia i dati di Outlook, ad esempio i campi A e Oggetto dei messaggi e le proprietà ContactName e BusinessTelephoneNumber dei contatti, possono contenere solo i caratteri definiti dalla tabella codici di sistema. Questa limitazione non è più presente in Microsoft Office Outlook 2003 e Microsoft Office Outlook 2007, a condizione che Outlook venga eseguito in modalità Unicode con un account di Exchange.

In Microsoft Office Outlook 2003 e Office Outlook 2007 è inoltre disponibile il supporto per i dati Unicode multilingue per gli account POP3, a condizione che gli elementi vengano recapitati in un File delle cartelle personali (.pst) in grado di supportare dati Unicode multilingue. Per impostazione predefinita, i nuovi profili POP3 che eseguono il recapito in un nuovo file pst creato in Microsoft Office Outlook 2003 e Office Outlook 2007 supportano i dati Unicode multilingue.

Nota : Altri account, ad esempio IMAP e HTTP non supportano Unicode.

Script

Nei messaggi e negli elementi multilingue può essere incluso testo in lingue per le quali sono necessari alfabeti diversi. Per rappresentare più lingue, è possibile utilizzare un singolo alfabeto.

L'alfabeto latino o romano, ad esempio, include forme di carattere, o glifi, corrispondenti alle 26 lettere, maiuscole e minuscole, dell'alfabeto inglese, oltre a caratteri accentati, o estesi, utilizzati per rappresentare i suoni in numerose lingue europee occidentali.

L'alfabeto latino include glifi per rappresentare tutti i caratteri utilizzati nella maggior parte delle lingue europee e in alcune non europee. In altre lingue europee, come il greco o il russo, sono inclusi caratteri per i quali l'alfabeto latino non dispone di glifi. Tali lingue devono pertanto utilizzare alfabeti specifici.

Alcune lingue asiatiche utilizzano alfabeti ideografici contenenti glifi basati sui caratteri cinesi. Altre lingue ancora, come il tailandese o l'arabo, utilizzano alfabeti contenenti glifi composti da parti più piccole o la cui forma varia in base ai caratteri adiacenti.

Un metodo comune per memorizzare testo normale è costituito dalla rappresentazione di ogni carattere tramite un singolo byte. Il valore di ogni byte corrisponde a un indice numerico, o punto di codice, in una tabella di caratteri. Un punto di codice corrisponde a un carattere nella tabella codici predefinita del computer nel quale è stato creato il documento di testo. Un valore di byte pari al numero decimale 189, ovvero il punto di codice per il valore decimale 189, rappresenterà caratteri diversi in tabelle codici diverse.

Tabelle codici

Una tabella contenente caratteri raggruppati tra di loro viene definita tabella codici. Nel caso di tabelle codici a byte singolo, ogni tabella codici contiene un massimo di 256 valori byte. Poiché ogni carattere della tabella codici è rappresentato da un singolo byte, una tabella codici può contenere un massimo di 256 caratteri.

Una tabella codici limitata a 256 caratteri non è adatta per tutte le lingue, in quanto la somma di tutte le lingue utilizza una quantità di gran lunga superiore a 256 caratteri. Per alfabeti diversi è pertanto necessario utilizzare tabelle codici distinte. Vi è infatti una tabella codici per il greco, un'altra per il giapponese e così via.

Le tabelle codici a byte singolo non sono adatte alla maggior parte delle lingue asiatiche, nelle quali vengono utilizzati oltre 5.000 caratteri basati sull'alfabeto cinese. Le tabelle codici a byte doppio sono state sviluppate per supportare le lingue di questo tipo.

Lo standard di codifica caratteri Unicode consente la condivisione di messaggi e altri elementi in un ambiente multilingue quando le lingue interessate utilizzano più tabelle codici.

Nei sistemi non Unicode viene utilizzato un ambiente basato sulla tabella codici nel quale ogni alfabeto utilizza una tabella di caratteri specifica. È raro che gli elementi basati sulla tabella codici di un sistema operativo vengono mappati correttamente nella tabella codici di un altro sistema operativo. In alcuni casi, gli elementi non possono includere testo che utilizzi caratteri provenienti da più alfabeti.

Si considerino, ad esempio, due utenti che utilizzano rispettivamente la versione italiana del sistema operativo Microsoft Windows XP con la tabella codici in alfabeto latino e quella giapponese con la tabella codici corrispondente. Il secondo utente crea una convocazione di riunione nella versione giapponese di Microsoft Outlook 2002 includendo caratteri giapponesi nel campo Luogo e la invia al primo utente. Quando l'utente che utilizza la versione italiana di Outlook 2002 apre la convocazione di riunione, i punti di codice della tabella codici giapponese vengono mappati a caratteri insoliti o inesistenti nell'alfabeto latino e viene visualizzato testo incomprensibile.

Nota : Rispetto a Microsoft Outlook 2000, il corpo degli elementi di Outlook è Unicode e il corpo dell'elemento può essere letti indipendentemente dalla lingua in cui è stato creato l'elemento. Tuttavia, tutte le altre proprietà di elementi, ad esempio righe a, luogo e oggetto di messaggi e delle riunioni e le proprietà di contatto e BusinessTelephoneNumber dei contatti saranno incomprensibili nelle versioni precedenti a Outlook 2003.

Il set di caratteri universale fornito dall'Unicode elimina questo problema. Unicode è stato sviluppato per creare un set di caratteri universale che può contenere più noti script. Unicode viene utilizzata una codifica univoci, più byte per ogni carattere; per consentire a differenza di codici, ogni carattere con il proprio punto di codice univoco. Punto di codice Unicode di greco zeta minuscolo ( Zeta ) è il valore esadecimale 03B6 e cirillico zhe minuscoli ( Zhe ), ad esempio è 0436.

Microsoft Office Outlook 2003 e Outlook 2007 supportano completamente la codifica Unicode e sono in grado di utilizzare il sistema di rappresentazione del testo tramite tabelle codici. La modalità Unicode costituisce tuttavia l'opzione consigliata e rappresenta la modalità predefinita, se le configurazioni del profilo dell'utente e dell'account di Exchange e le impostazioni dell'amministratore lo consentono. La modalità viene inoltre determinata automaticamente in base a tali impostazioni e non può essere modificata manualmente.

Esecuzione di Outlook in modalità Unicode con un account garantisce che per impostazione predefinita, il file delle cartelle Offline (. ost) e i file delle cartelle personali (pst) per il profilo di Exchange è in grado di memorizzazione dei dati Unicode multilingue e offre maggiore capacità di archiviazione per gli elementi e cartelle. Se Outlook è in esecuzione in modalità non Unicode con un account di Exchange e si desidera passare alla modalità Unicode, rivolgersi all'amministratore.

Se si condividono i messaggi e gli elementi con utenti di Outlook in sistemi operativi in altre lingue, è possibile eseguire Outlook in modalità Unicode o non Unicode con un account di Exchange.

Se invece si utilizza Outlook all'interno di un'organizzazione multinazionale o si condividono messaggi ed elementi con utenti che utilizzano Outlook su sistemi operativi in lingue diverse, è consigliabile eseguire Outlook in modalità Unicode con un account di Exchange. Per passare alla modalità Unicode, contattare l'amministratore.

Quando Outlook viene eseguito in modalità non Unicode con un account di Exchange, il sistema basato su pagina codice viene utilizzato per il mapping dei caratteri. In un sistema basato sulla tabella codici carattere immesso in una lingua potrebbe non essere mappato allo stesso carattere in un'altra lingua. Di conseguenza, in genere che vengano visualizzati caratteri errati, punto interrogativo.

Si considerino, ad esempio, due utenti che utilizzano rispettivamente la versione italiana del sistema operativo Microsoft Windows XP con la tabella codici in alfabeto latino e quella giapponese con la tabella codici corrispondente. Il secondo utente crea una convocazione di riunione nella versione giapponese di Outlook 2002 e la invia al primo utente. Quando l'utente che utilizza la versione italiana di Outlook 2002 apre la convocazione di riunione, i punti di codice della tabella codici giapponese vengono mappati a caratteri insoliti o inesistenti nell'alfabeto latino, generando testo incomprensibile.

Nota : A partire da Outlook 2000 in poi, il testo degli elementi di Outlook è in modalità Unicode e può essere letto indipendentemente dalla lingua nella quale è stato creato l'elemento. Tutte le altre proprietà degli elementi, quali i campi A, Luogo e Oggetto dei messaggi e delle riunioni e le proprietà ContactName e BusinessTelephoneNumber dei contatti, risulteranno tuttavia incomprensibili nelle versioni precedenti a Outlook 2003.

Il carattere Arial Unicode MS è un tipo di carattere Unicode completo che contiene tutti i caratteri, gli ideogrammi e i simboli definiti nello standard Unicode 2.1. Il tipo di carattere universale per Unicode viene installato automaticamente se si utilizza Windows Vista o Microsoft Windows XP.

A causa delle notevoli dimensioni e dei compromessi tipografici necessari per creare questo tipo di carattere, si consiglia di utilizzare il carattere Arial Unicode MS solo quando non è possibile utilizzare più tipi di carattere ottimizzati per sistemi di scrittura diversi. Se, ad esempio, in Microsoft Office Access si dispone di dati multilingue provenienti da diversi sistemi di scrittura, sarà possibile utilizzare Arial Unicode MS come tipo di carattere per visualizzare le tabelle di dati, poiché in Access non è consentito l'utilizzo di molti tipi di carattere diversi.

  1. Scegliere Nuovo dal menu File, quindi fare clic su File di dati di Outlook.

  2. Per creare un file delle cartelle personali (pst) che consenta una maggiore capacità di archiviazione per gli elementi e le cartelle e supporti i dati Unicode multilingue, fare clic su File delle cartelle personali per la versione di Outlook utilizzata e scegliere OK.

  3. Nella casella Nome file digitare il nome desiderato, quindi scegliere OK.

  4. Nella casella Nome digitare il nome visualizzato per la cartella con estensione pst.

  5. Selezionare le eventuali altre opzioni desiderate, quindi scegliere OK.

    Il nome della cartella associata al file di dati visualizzato nell' Elenco delle cartelle. Per visualizzare l' Elenco delle cartelle, nel menu Vai, fare clic su Elenco cartelle. Per impostazione predefinita, la cartella verrà denominata cartelle personali.

Se si riscontrano problemi nell'utilizzo di Unicode, utilizzare l'elenco seguente per individuare possibili soluzioni.

L'aggiornamento a Outlook 2003 o Outlook 2007, ma Outlook non è in esecuzione in modalità Unicode con un account di Exchange

L'impossibilità di eseguire Outlook in modalità Unicode può essere dovuta a diversi motivi.

  • Se il profilo è stato configurato per l'esecuzione in modalità non in linea prima dell'aggiornamento a Microsoft Office Outlook 2003 o Outlook 2007, si sta ancora utilizzando il vecchio file delle cartelle Offline (. ost) che non supporta Unicode. Verrà creato in Outlook in esecuzione in modalità non Unicode con un account di Exchange. Per passare alla modalità Unicode, disattivare l'utilizzo delle cartelle fuori rete, quindi creare un nuovo file delle cartelle Offline (. ost) e la sincronizzazione dei dati.

  • Se il profilo è stato configurato per il recapito in un File delle cartelle personali (.pst) prima dell'aggiornamento a Microsoft Office Outlook 2003 o Outlook 2007, si sta ancora utilizzando il vecchio file delle cartelle personali (pst) che non supporta Unicode. Outlook verrà pertanto eseguito in modalità non Unicode con un account di Exchange. Per passare alla modalità Unicode, è consigliabile modificare la posizione di recapito impostandola su un file delle cartelle personali in grado di supportare dati Unicode multilingue oppure modificare la posizione di recapito predefinita impostandola sull'account di Exchange.

  • Se il profilo è stato configurato per l'utilizzo di un file delle cartelle personali (pst) per l'archiviazione automatica prima di eseguire l'aggiornamento a Microsoft Office Outlook 2003 a Outlook 2007, si sta ancora utilizzando il vecchio file delle cartelle personali (pst) per l'archiviazione automatica che non supporta Unicode. È consigliabile creare un nuovo file delle cartelle personali per l'archiviazione automatica in grado di supportare dati Unicode multilingue.

  • L'esecuzione di Outlook in modalità Unicode potrebbe non essere possibile a causa della versione di Exchange o dei criteri impostati dall'amministratore.

Se nessuna delle indicazioni precedenti ha consentito il passaggio alla modalità Unicode, rivolgersi all'amministratore di Exchange.

L'aggiornamento a Outlook 2003 o Outlook 2007, ma il mio account POP3 non supporta ancora dati Unicode multilingue

Se il profilo è stato impostato per il recapito in un file delle cartelle personali (pst) prima dell'aggiornamento a Microsoft Office Outlook 2003 o Outlook 2007, si sta ancora utilizzando il vecchio file delle cartelle personali (pst) che non supporta Unicode per la memorizzazione degli elementi recapitati dall'account POP3. Per risolvere il problema, è consigliabile modificare la posizione di recapito impostandola su un file delle cartelle personali (pst) in grado di supportare dati Unicode multilingue.

Il file delle cartelle Offline selezionato causato Outlook per passare alla modalità non Unicode e ora alcuni elementi di visualizzare i caratteri '?' e Impossibile leggere

Quando Outlook viene eseguito in modalità non Unicode con un account di Exchange, il sistema basato su pagina codice viene utilizzato per il mapping dei caratteri. In un sistema basato sulla tabella codici carattere immesso in una lingua potrebbe non essere mappato allo stesso carattere in un'altra lingua. Di conseguenza, in genere che vengano visualizzati caratteri errati, punto interrogativo.

Si considerino, ad esempio, due utenti che utilizzano rispettivamente la versione italiana del sistema operativo Microsoft Windows XP, con la tabella codici in alfabeto latino, e quella giapponese, con la tabella codici corrispondente. Il secondo utente crea una convocazione di riunione nella versione giapponese di Outlook 2002 e la invia al primo utente. Quando l'utente che utilizza la versione italiana di Outlook 2002 apre la convocazione di riunione i punti di codice della tabella codici giapponese vengono mappati a caratteri imprevisti o inesistenti nell'alfabeto latino e viene visualizzato testo incomprensibile. Per tali motivi, negli ambienti multilingue è consigliabile eseguire Outlook in modalità Unicode con un account di Exchange.

Per risolvere il problema, disattivare le cartelle fuori rete, chiudere e riavviare Outlook, quindi creare un nuovo file delle cartelle fuori rete e sincronizzare i dati.

Utilizzo di un file di dati non Unicode o esecuzione di Outlook in modalità non Unicode con un account di Exchange effetti me?

Se non si condividono messaggi ed elementi con utenti che utilizzano Outlook in computer con sistemi operativi in lingue diverse, è possibile eseguire Outlook sia in modalità Unicode che non Unicode con un account di Microsoft Exchange. L'esecuzione in modalità non Unicode ha lo svantaggio che il file delle cartelle fuori rete utilizzato per il profilo viene creato in un formato che non consente una maggiore capacità di archiviazione per elementi e cartelle. Pertanto, se i limiti relativi alle dimensioni del file delle cartelle fuori rete rappresentano un problema, è consigliabile eseguire Outlook in modalità Unicode con un account di Exchange.

Se invece si utilizza Outlook all'interno di un'organizzazione multinazionale o si condividono messaggi ed elementi con utenti che utilizzano Outlook su sistemi in lingue diverse, è consigliabile eseguire Outlook in modalità Unicode con un account di Exchange. In tal modo, i file con estensione pst compatibili con Unicode verranno utilizzati per il profilo che supporta la memorizzazione dei dati Unicode multilingue. Per informazioni sul passaggio alla modalità Unicode, vedere la sezione "Dopo l'aggiornamento a Outlook 2003 o Outlook 2007 Outlook non viene eseguito in modalità Unicode con un account di Exchange".

Quando Outlook viene eseguito in modalità non Unicode con un account di Exchange, il sistema basato su pagina codice viene utilizzato per il mapping dei caratteri. In un sistema basato sulla tabella codici carattere immesso in una lingua potrebbe non essere mappato allo stesso carattere in un'altra lingua e pertanto, se Outlook viene eseguito in modalità non Unicode con un account di Exchange, probabile che siano visualizzare caratteri errati, inclusi il punto interrogativo.

Si considerino, ad esempio, due utenti che utilizzano rispettivamente la versione italiana del sistema operativo Microsoft Windows XP, con la tabella codici in alfabeto latino, e quella giapponese, con la tabella codici corrispondente. Il secondo utente crea una convocazione di riunione nella versione giapponese di Outlook 2002 e la invia al primo utente. Quando l'utente che utilizza la versione italiana di Outlook 2002 apre la convocazione di riunione i punti di codice della tabella codici giapponese vengono mappati a caratteri imprevisti o inesistenti nell'alfabeto latino e viene visualizzato testo incomprensibile. Per tali motivi, in ambienti multilingue è consigliabile eseguire Outlook in modalità Unicode con un account di Exchange.

Nota : Poiché Outlook 2000, il testo degli elementi di Outlook è in modalità Unicode e corpo può essere letti indipendentemente dalla lingua in cui è stato creato l'elemento. Tuttavia, dati di Outlook, ad esempio le righe a e oggetto dei messaggi e le proprietà di contatto e BusinessTelephoneNumber dei contatti, verranno limitati ai caratteri definiti dalla tabella codici di se Outlook viene eseguito in modalità non Unicode con un account di Exchange.

Vedere anche

Aggiungere una lingua o impostare le preferenze di lingua di Office 2007

Esecuzione del controllo ortografico e grammaticale in un'altra lingua

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×