Suggerimenti per la preparazione di una pubblicazione per la stampa esterna

Se si necessita di opzioni di stampa non supportate dalla stampante desktop, è possibile affidare la pubblicazione a un servizio di stampa esterno in grado di riprodurre il lavoro su una macchina da stampa offset o una stampante digitale di alta qualità.

Può accadere, ad esempio, che si debba stampare una pubblicazione in quantità elevate, su carte speciali, ad esempio carta pergamenata o cartoncino, oppure utilizzando opzioni di rilegatura, rifilatura e finitura.

Se si necessita di centinaia o addirittura migliaia di copie, un servizio di stampa esterno potrebbe costituire il modo più economico ed efficiente per stampare la pubblicazione.

Microsoft Office Publisher 2007 dispone di numerose funzionalità in grado di semplificare notevolmente la preparazione della pubblicazione per il processo di stampa da parte di servizi di stampa esterni e copisterie. I suggerimenti seguenti consentiranno di preparare la pubblicazione per l'output tramite un servizio di stampa esterno o una copisteria.

Contenuto dell'articolo

Suggerimento 1: esaminare il progetto con il servizio di stampa esterno

Suggerimento 2: utilizzare sempre Office Publisher 2007 o Publisher 2003

Suggerimento 3: scegliere in anticipo il modello di colore

Suggerimento 4: verificare che le dimensioni delle pagine della pubblicazione siano corrette

Suggerimento 5: consentire le smarginature

Suggerimento 6: evitare di utilizzare stili di carattere sintetici

Suggerimento 7: evitare di utilizzare tinte per il testo con caratteri di piccole dimensioni

Suggerimento 8: ridimensionare in modo corretto foto digitali e immagini digitalizzate

Suggerimento 9: utilizzare immagini collegate

Suggerimento 10: utilizzare la Creazione guidata Pubblicazione portatile per preparare il file per la pubblicazione

Suggerimento 1: esaminare il progetto con il servizio di stampa esterno

Consultare il servizio di stampa esterno prima e durante il processo di progettazione per risparmiare tempo e denaro in un secondo momento. Prima di avviare il progetto, descrivere il progetto e i relativi obiettivi e individuare i requisiti del servizio di stampa.

Prima di creare la pubblicazione, discutere quanto segue:

  • Chiedere se il servizio di stampa accetta file di Publisher. Se non si riesce a individuare un servizio di stampa esterno che accetta file di Publisher, è possibile chiedere informazioni su formati alternativi per l'invio della pubblicazione per la stampa. La maggior parte dei servizi di stampa esterni accetta file PostScript o PDF e può indicare le procedure per la creazione di tali file dalla pubblicazione.

  • Comunicare al servizio di stampa esterno le esigenze di stampa associate al progetto, ad esempio la quantità, la qualità, il tipo di carta disponibile, il formato di carta, il modello di colore consigliato, la rilegatura, la piegatura, il ritaglio, il preventivo, le limitazioni relative alle dimensioni dei file e le scadenze. Chiedere sempre se il servizio di stampa esterno dispone degli elementi desiderati.

  • Comunicare al servizio di stampa se nella pubblicazione saranno incluse immagini digitalizzate e, in tal caso, se la digitalizzazione verrà eseguita personalmente oppure affidata a un servizio di stampa esterno o un'agenzia di servizi.

  • Chiedere se saranno necessarie attività preliminari alla stampa, ad esempio la registrazione dei colori e l'imposizione delle pagine.

  • Chiedere eventuali consigli per contenere i costi.

Torna all'inizio

Suggerimento 2: utilizzare sempre Office Publisher 2007 o Publisher 2003

I suggerimenti seguenti riguardano specificamente Office Publisher 2007 e Microsoft Office Publisher 2003. In Office Publisher 2007 sono incluse caratteristiche nuove e migliorate appositamente progettate per l'utilizzo con stampanti professionali. Il servizio di stampa o l'agenzia di servizi potrà riporre maggiore fiducia nelle pubblicazioni create in Office Publisher 2007 o Publisher 2003 rispetto alle pubblicazioni create con versioni precedenti di Publisher.

Quando si aprono pubblicazioni precedenti in Office Publisher 2007, il programma cerca di mantenerne il più possibile l'aspetto originario. All'apertura in Office Publisher 2007, tuttavia, le pubblicazioni create con versioni precedenti di Publisher presentano talvolta un aspetto diverso rispetto a quello previsto.

Torna all'inizio

Suggerimento 3: scegliere in anticipo il modello di colore

Prima di dedicare un'elevata quantità di tempo alla progettazione della pubblicazione, decidere se si desidera stampare la pubblicazione a colori. Se si intende eseguirne la stampa su una stampante a colori digitale di alta qualità, non è necessario preoccuparsi dei colori, poiché le stampanti a colori digitali sono in grado di riprodurre accuratamente milioni di colori. Se si intende stampare la pubblicazione su una macchina da stampa offset, sono disponibili diverse opzioni relativamente al modello di colore.

Per la stampa offset è necessario che il processo di stampa venga impostato ed eseguito da un operatore di stampa professionale. Ogni inchiostro necessario per stampare la pubblicazione richiede in genere ulteriori impostazioni da parte dell'operatore e determina un incremento dei costi. Il numero degli inchiostri necessari dipende dal modello di colore scelto.

Al momento dell'impostazione della stampa a colori per la pubblicazione, è possibile scegliere tra i modelli di colore seguenti:

  • Qualsiasi colore (RGB)

  • Colore singolo

  • Colori campione

  • Colori per stampa in quadricromia

  • Colori per stampa in quadricromia e colori campione

Qualsiasi colore (RGB)

In caso di stampa con una stampante a colori digitale, ad esempio una stampante desktop a colori, si utilizza il modello di colore RGB (Red, Green, Blue). Quando si stampano poche copie, costituisce il modello di colore meno costoso per la stampa. Poiché i colori RGB presentano il massimo livello di variabilità tra tutti i modelli di colore, tuttavia, difficilmente si otterranno colori corrispondenti tra i diversi processi di stampa.

Colore singolo

In caso di stampa con un colore, ogni elemento della pubblicazione viene stampato come tinta di un singolo inchiostro, in genere nero. Si tratta del modello di colore meno costoso per la stampa su una macchina da stampa offset poiché richiede un unico inchiostro.

Colori campione

In caso di stampa con un colore campione, ogni elemento della pubblicazione viene stampato come una tinta di un singolo inchiostro, in genere nero, e una tinta di un colore aggiuntivo, ovvero il colore campione, che viene solitamente utilizzato come colore evidenziato. Per i processi con colore campione, in Publisher vengono utilizzati colori PANTONE®.

Questo modello di colore necessita di almeno due inchiostri e può determinare un incremento dei costi di stampa offset per ogni inchiostro aggiunto.

Nota : In alcuni casi, la stampa di colori campione può risultare più costosa rispetto all'utilizzo di colori per stampa in quadricromia. Ciò si verifica in genere in caso di processi di breve durata.

Colori per stampa in quadricromia

Se si utilizza questo modello di colore, la pubblicazione viene stampata con tutti i colori combinando percentuali variabili degli inchiostri dei colori per stampa in quadricromia ciano, magenta, giallo e nero, in genere abbreviati in CMYK (Cyan, Magenta, Yellow, Key). Nonostante sia possibile combinare questi quattro inchiostri in modo da ottenere una gamma quasi completa di colori, alcuni colori non sono supportati. Il modello di colore CMYK non può ad esempio produrre colori metallizzati o con elevata saturazione.

Per la stampa in quadricromia è sempre necessario impostare la macchina da stampa offset con i quattro inchiostri CMYK. L'operatore di stampa deve inoltre essere in grado di allineare la stampa di un inchiostro con gli altri, eseguendo l'operazione denominata registrazione. A causa di tali requisiti, la stampa in quadricromia risulta più costosa rispetto alla stampa con colori campione.

Colori per stampa in quadricromia e colori campione

Questo modello di colore rappresenta il modello più costoso per la stampa, poiché combina la stampa in quadricromia (con quattro inchiostri) con uno o più inchiostri di colori campione. Questo modello di colore viene utilizzato solo se si desidera ottenere sia tutti i colori che un colore metallizzato o con elevata saturazione non ottenibile mediante il modello CMYK.

Selezione di un modello di colore

Quando si sceglie un modello di colore in Microsoft Publisher, ai fini della selezione dei colori vengono visualizzati soltanto i colori disponibili mediante il modello di colore selezionato. Se si imposta il modello di colore su Colore singolo, ad esempio, è possibile scegliere soltanto colori di linea, riempimento e testo ottenibili con l'unico colore di inchiostro. Se si imposta il modello di colore su Colori campione, è possibile scegliere soltanto colori di linea, riempimento e testo ottenibili con gli inchiostri dei colori campione.

Per scegliere il modello di colore per la pubblicazione, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Scegliere Strumenti di stampa esterna dal menu Strumenti e quindi Stampa a colori.

  2. Nella finestra di dialogo Stampa a colori fare clic sul modello di colore che si desidera utilizzare in Definisci tutti i colori come.

    Finestra di dialogo Stampa a colori

  3. Se si sceglie Colori campione o Colori per stampa in quadricromia e colori campione è possibile fare clic su Nuovo inchiostro per scegliere inchiostri di colori campione aggiuntivi.

  4. Fare clic su OK.

Torna all'inizio

Suggerimento 4: verificare che le dimensioni delle pagine della pubblicazione siano corrette

Prima di creare una pubblicazione è consigliabile decidere le dimensioni della pubblicazione stampata finale. Consultare il servizio di stampa esterno.

Dopo aver determinato il formato di pagina, impostarlo nella finestra di dialogo Imposta pagina.

Verificare in questa fase che il formato di pagina selezionato nella finestra di dialogo Imposta pagina corrisponda alle dimensioni desiderate. È difficile modificare il formato di pagina dopo aver iniziato a progettare la pubblicazione. Il servizio di stampa esterno incontrerà inoltre difficoltà nella stampa della pubblicazione con un formato di pagina diverso rispetto a quello impostato.

È importante tenere presente che nell'impostazione della pagina e nella stampa il formato di pagina e il formato di carta sono ben distinti:

  • Il formato di pagina corrisponde sempre alle dimensioni della pagina finita, dopo il ritaglio.

  • Il formato di carta corrisponde sempre alle dimensioni del foglio di carta su cui verrà stampata la pubblicazione, prima del ritaglio.

In molti casi il formato della carta deve essere superiore rispetto alle dimensioni della pagina, in modo da supportare la smarginatura, gli indicatori della stampante o la stampa di più pagine per foglio di carta.

La stampa di più copie o pagine su un singolo foglio per la creazione di un opuscolo costituisce un'operazione piuttosto semplice in Publisher. La stampa di più pagine su un singolo foglio per eseguirne la piegatura e il ritaglio in modo da ottenere una sequenza di pagine viene denominata imposizione.

Suggerimento : Per ottenere risultati ottimali con l'imposizione, consultare il servizio di stampa esterno prima di impostare la pubblicazione, poiché il servizio potrebbe utilizzare un programma per l'imposizione di terze parti per la pubblicazione.

Come regola generale, se si decide o meno di utilizzare l'imposizione, è necessario impostare le dimensioni della pagina in modo che siano quelle definitive.

  • Formati per biglietti da visita, schede e cartoline.    Se si desidera stampare diversi elementi di piccole dimensioni, ad esempio biglietti da visita, su un singolo foglio in formato Lettera (21,59 x 27,97 cm), impostare il formato di pagina della pubblicazione sulle dimensioni dei biglietti da visita (5,08 x 8,89 cm) e non sulle dimensioni della carta su cui verranno stampati. Nella finestra di dialogo Imposta pagina è possibile impostare il numero di copie da stampare per ogni foglio.

    Procedura

    1. Nella pubblicazione scegliere Imposta pagina dal menu File, impostare il formato di pagina e quindi fare clic su Avanzate.

    2. Nella finestra di dialogo Formato pagina personalizzato fare clic su Più pagine per foglio o su un'altra opzione appropriata in Tipo layout.

    3. In Opzioni immettere i valori desiderati nelle caselle Margine laterale, Margine superiore, Distanza orizzontale e Distanza verticale.

    4. Fare clic su OK due volte.

      A seconda del formato di carta selezionato e dei valori dei margini immessi, Publisher inserisce automaticamente il maggior numero possibile di copie dell'elemento nella pagina. Nella finestra della pubblicazione viene comunque visualizzata un'unica copia, ma al momento della stampa su un foglio di carta vengono stampate più copie.

  • Formati per brochure piegate.    Se la pubblicazione è costituita da un unico foglio di carta che verrà piegato una o più volte, ad esempio una brochure in tre parti o un biglietto di auguri, il formato di pagina dovrà corrispondere alle dimensioni finite prima della piegatura. Non è consigliabile considerare ogni pannello della brochure come una pagina separata. Se la pubblicazione è una brochure in tre parti che verrà stampata su carta in formato Lettera, ad esempio, fare clic sul formato di pagina Lettera nella finestra di dialogo Imposta pagina.

  • Formati per opuscoli.    Se la pubblicazione è un opuscolo con più pagine piegate, ad esempio un catalogo o una rivista, il formato di pagina dovrà corrispondere a una singola pagina dopo la piegatura del foglio. Se il formato di pagina della pubblicazione è 13,97 x 21,59 cm, ad esempio, è possibile stampare le pagine affiancate su entrambi i lati di un singolo foglio di carta in formato Lettera. Grazie alla funzionalità per la stampa di opuscoli di Publisher, le pagine vengono disposte in modo da ottenere la sequenza corretta combinando e piegando i fogli stampati.

    Impostazione di un opuscolo in Publisher

    1. Scegliere Imposta pagina dal menu File.

    2. Nel riquadro attività a destra fare clic su Avanzate.

    3. Nella finestra di dialogo Formato pagina personalizzato fare clic su Opuscolo in Tipo layout. In Guide margini immettere le misure desiderate e quindi fare clic su OK due volte.

    4. Scegliere Imposta stampante dal menu File e quindi fare clic sulla scheda Impostazioni pubblicazione e carta.

    5. In Opzioni di stampa selezionare Opuscolo - Piega verticale.

    6. In Foglio selezionare un formato di carta in grado di contenere due pagine affiancate. In Orientamento fare clic su Orizzontale.

    7. Fare clic sulla scheda Dettagli stampante.

    8. In Nome stampante fare clic sulla stampante da utilizzare. Se non si è a conoscenza del tipo di stampante o fotounità utilizzato dal servizio di stampa esterno, è possibile ignorare questo passaggio oppure selezionare la propria stampante e lanciare una prova di stampa.

    9. Fare clic su OK.

      Il servizio di stampa esterno verificherà che le impostazioni relative alla carta e alla stampante siano corrette per la periferica utilizzata per la stampa dell'opuscolo.

  • Imposizione complessa.    Alcuni tipi di imposizione possono prevedere la stampa di numerose pagine su un un singolo foglio, che viene quindi piegato più volte e ritagliato su tre lati per ottenere un gruppo di pagine con numerazione sequenziale. Per eseguire questo tipo di imposizione è necessario un programma per l'imposizione di terze parti.

Torna all'inizio

Suggerimento 5: consentire le smarginature

Se nella pubblicazione sono presenti elementi che si desidera stampare fino al bordo della pagina, impostare tali elementi come smarginature. Per smarginatura si intende l'estensione dell'elemento al di fuori della pagina della pubblicazione. La pubblicazione viene stampata su un formato di carta di dimensioni superiori alla pagina finita e quindi ritagliata. Le smarginature sono necessarie poiché la maggior parte delle periferiche di stampa, incluse le macchine da stampa offset, non può stampare fino al bordo della carta e il ritaglio può lasciare un sottile bordo bianco non stampato.

Per creare una smarginatura in Publisher, ingrandire gli elementi desiderati affinché si estendano oltre il bordo della pagina di almeno 0,318 cm.

Pubblicazione con smarginature

Se l'elemento è costituito da una forma creata in Publisher, può essere esteso con facilità. Se la forma è un'immagine, tuttavia, è necessario prestare maggiore attenzione per evitare di alterarne le proporzioni o perdere una parte dell'immagine che si desidera mantenere dopo il ritaglio della pagina.

Torna all'inizio

Suggerimento 6: evitare di utilizzare stili di carattere sintetici

I caratteri tipografici sono in genere strutturati da tipi di carattere diversi che ne rappresentano le varianti. Il carattere tipografico Times New Roman, ad esempio, è effettivamente costituito da quattro tipi di carattere:

  • Times New Roman

  • Times New Roman Bold

  • Times New Roman Italic

  • Times New Roman Bold Italic

Per semplificare l'utilizzo delle varianti, quando si applica la formattazione grassetto o corsivo al testo in Publisher, Microsoft Windows applica il tipo di carattere appropriato, se disponibile. Se ad esempio si seleziona testo in Times New Roman e quindi si fa clic su Grassetto sulla barra degli strumenti Formattazione, Windows sostituisce il tipo di carattere con Times New Roman Bold.

Numerosi caratteri tipografici non dispongono di tipi di carattere separati per rappresentare grassetto e corsivo. Quando si applica la formattazione grassetto o corsivo a questi tipi di carattere, Windows crea una versione sintetica del carattere tipografico nello stile selezionato. Il carattere tipografico Comic Sans MS, ad esempio, non dispone di una versione in corsivo del tipo di carattere. Quando si applica la formattazione corsivo a testo in Comic Sans MS, i caratteri vengono inclinati in modo da conferire l'aspetto di corsivo.

Gli stili di carattere sintetici vengono stampati nel modo previsto dalla maggior parte delle stampanti desktop, ma in genere non da periferiche di stampa di fascia alta come fotounità. Quando si consegna una pubblicazione a un servizio di stampa esterno, verificare che non contenga stili di carattere sintetici.

Verifica dei tipi di carattere separati da stampare

Per verificare che non siano presenti stili di carattere sintetici, è necessario conoscere i caratteri tipografici utilizzati e le varianti disponibili come tipi di carattere separati. Per verificare i caratteri tipografici utilizzati nella pubblicazione, eseguire le operazioni seguenti:

  • Scegliere Strumenti di stampa esterna dal menu Strumenti e quindi Tipi di carattere.

    Nella finestra di dialogo Tipi di carattere vengono visualizzati tutti i caratteri tipografici utilizzati nella pubblicazione.

Per verificare le varianti di stile del carattere tipografico disponibili come tipi di carattere separati, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Esegui.

  2. Nella finestra di dialogo Esegui digitare fonts nella casella Apri e quindi fare clic su OK.

    Verrà visualizzata la finestra di dialogo Fonts (relativa ai tipi di carattere) con un elenco di tutti i tipi di carattere e le relative varianti installati sul computer.

  3. Nel menu Visualizza verificare che non sia presente un segno di spunta accanto all'opzione Nascondi varianti (grassetto, corsivo, ecc.) e quindi scegliere Dettagli.

  4. Verificare che i caratteri tipografici utilizzati nella pubblicazione dispongano di tipi di carattere separati per gli stili che si desidera utilizzare.

Se un carattere tipografico è elencato con un'unica variante, non sono disponibili tipi di carattere separati per la formattazione grassetto, corsivo o grassetto corsivo. I caratteri tipografici per cui è disponibile un solo tipo di carattere costituiscono per la maggior parte tipi di carattere decorativi per cui non è previsto l'utilizzo in altre varianti.

Torna all'inizio

Suggerimento 7: evitare di utilizzare tinte per il testo con caratteri di piccole dimensioni

In caso di testo colorato con dimensioni di carattere ridotte, utilizzare colori corrispondenti a inchiostri di colori campione a tinta unita oppure colori che possano essere creati con una combinazione di inchiostri di colori per la stampa in quadricromia. Evitare di utilizzare una tinta di un colore.

In Publisher, le tinte vengono stampate come un retino o una percentuale di un colore di inchiostro a tinta unita. Se visualizzato da vicino, il retino si presenta come un motivo di punti. Una tinta di verde al 50%, ad esempio, viene stampata come retino al 50% dell'inchiostro verde a tinta unita:

Versione ingrandita di testo a tinta unita e con una tinta

Quando il testo con una tinta presenta dimensioni di carattere ridotte, i punti che costituiscono il retino possono non essere sufficienti per una chiara definizione della forma dei caratteri. Il testo risultante è sfocato o con imperfezioni e difficilmente leggibile. Se la tinta corrisponde a un colore per stampa in quadricromia (con più inchiostri), la registrazione degli inchiostri può presentare un allineamento non perfetto, che può determinare l'aggiunta al testo di un bordo poco nitido.

Se si desidera colorare testo con dimensioni di carattere ridotte, utilizzare colori che verranno stampati come inchiostri a tinta unita e non come tinte. Di seguito sono elencate alcune scelte di colore possibili:

  • Nero

  • Bianco

  • Ciano

  • Magenta

  • Giallo

  • Rosso (100% magenta, 100% giallo)

  • Verde (100% ciano, 100% giallo)

  • Blu (100% ciano, 100% rosso)

  • Tinta al 100% di qualsiasi colore campione

Nota : Per il testo con dimensioni di carattere più elevate, approssimativamente uguali o superiori a 18 punti, le tinte non costituiscono un problema. Esaminare i tipi di carattere per cui si desidera utilizzare tinte con il servizio di stampa esterno.

Torna all'inizio

Suggerimento 8: ridimensionare in modo corretto foto digitali e immagini digitalizzate

Gli elementi grafici creati con un programma di disegno o di digitalizzazione oppure una fotocamera digitale sono costituiti da una griglia di quadratini di colori diversi denominati pixel. Un maggior numero di pixel in un'immagine garantisce la visualizzazione di maggiori dettagli.

La risoluzione di un'immagine viene espressa in pixel per pollice (ppi, pixels per inch). Ogni immagine dispone di un numero finito di pixel. Se si ridimensiona un'immagine ingrandendola, la risoluzione viene ridotta, ovvero diminuiscono i pixel per pollice. Se si ridimensiona l'immagine riducendola, la risoluzione viene aumentata, ovvero aumentano i pixel per pollice.

Se la risoluzione dell'immagine è troppo bassa, la stampa non risulterà di buona qualità. Se la risoluzione è troppo alta, le dimensioni del file della pubblicazione diventano eccessivamente elevate e l'apertura, la modifica e la stampa richiedono una maggiore quantità di tempo. È possibile che immagini con risoluzione superiore a 1000 ppi non vengano stampate.

Se la risoluzione dell'immagine è superiore a quella supportata dalla stampante (come nel caso di un'immagine da 800 ppi su una stampante da 300 ppi), la stampante necessita di una maggiore quantità di tempo per elaborare i dati dell'immagine senza visualizzare una maggiore quantità di dettagli nel foglio stampato. Cercare di utilizzare una risoluzione di immagine corrispondente alla risoluzione della stampante.

Le immagini a colori che verranno affidate per la stampa a un servizio di stampa esterno dovranno disporre di una risoluzione da 200 a 300 ppi. Le immagini possono presentare una risoluzione superiore, fino a 800 ppi, ma non dovrebbero disporre di una risoluzione inferiore.

Nota : La risoluzione delle immagini può essere talvolta espressa in punti per pollice (dpi, dots per inch) anziché in ppi. Questi termini vengono in genere utilizzati in modo intercambiabile.

Risoluzione ottimale

Un'immagine contiene la stessa quantità di informazioni indipendentemente dal fatto che venga ingrandita o ridotta nella pubblicazione. Se si desidera ottenere una maggiore quantità di dettagli nell'immagine ingrandita, è necessario disporre inizialmente di un'immagine con una risoluzione ottimale superiore.

Ogni immagine contenuta nella pubblicazione dispone di una risoluzione ottimale che prende in considerazione la risoluzione originale dell'elemento grafico e l'effetto del relativo ridimensionamento in Publisher. Un'immagine con risoluzione originale di 300 ppi ingrandita del 200%, ad esempio, presenta una risoluzione ottimale di 150 ppi.

Per individuare la risoluzione ottimale di un'immagine nella pubblicazione, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Scegliere Gestione grafica dal menu Strumenti.

  2. Nel riquadro attività Gestione grafica fare clic sulla freccia accanto all'immagine in Selezionare un'immagine e quindi scegliere Dettagli.

  3. Nella finestra Dettagli viene visualizzata la risoluzione in dpi nel campo Risoluzione ottimale.

Riduzione degli elementi grafici ad alta risoluzione

Se si dispone di una quantità limitata di elementi grafici con risoluzione troppo alta, la stampa potrebbe non presentare alcun problema. In presenza di diversi grafici ad alta risoluzione, è possibile stampare la pubblicazione in modo più efficiente riducendo le risoluzioni.

Importante : Prima di ridurre la risoluzione di un elemento grafico, consultare il servizio di stampa esterno in merito alla risoluzione necessaria.

In Publisher, è possibile ridurre la risoluzione di una, diverse o tutte le immagini eseguendone la compressione.

  1. In Publisher selezionare una o più immagini di cui si desidera ridurre la risoluzione, fare clic con il pulsante destro del mouse su una di esse e quindi scegliere Formato immagine.

  2. Nella finestra di dialogo Formato immagine fare clic sulla scheda Immagine.

  3. Fare clic su Comprimi.

  4. Nella finestra di dialogo Comprimi immagini fare clic su Stampa esterna in Output di destinazione.

  5. In Applica impostazioni di compressione scegliere se si desidera comprimere tutte le immagini nella pubblicazione o soltanto le immagini selezionate e quindi fare clic su Comprimi.

  6. Se viene visualizzato un messaggio in cui viene chiesto se si desidera ottimizzare l'immagine, fare clic su .

    Una versione da 300 ppi delle stesse immagini sostituirà le immagini originali ad alta risoluzione.

Torna all'inizio

Suggerimento 9: utilizzare immagini collegate

Quando si inseriscono immagini nella pubblicazione, è possibile incorporare le immagini nella pubblicazione oppure eseguire il collegamento a file immagine. Inserendo le immagini nella pubblicazione come collegamento è possibile ridurre le dimensioni della pubblicazione e consentire al servizio di stampa di modificare qualsiasi immagine separatamente o gestire i colori di tutte le immagini in un unico blocco.

In caso di inserimento di immagini collegate, verificare di consegnare i file immagine con la pubblicazione al servizio di stampa esterno. Se si utilizza la Creazione guidata Pubblicazione portatile per preparare la pubblicazione per la stampa esterna, le immagini collegate vengono incluse nel file compresso.

La consegna di una pubblicazione con immagini collegate si rivela particolarmente importante se vengono utilizzati elementi grafici EPS (Encapsulated PostScript), poiché non è possibile salvare un'immagine in formato EPS da Publisher. L'elemento grafico EPS risulterà disponibile per il servizio di stampa esterno solo se viene consegnato come file collegato separato.

Per inserire un'immagine come collegamento, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Scegliere Immagine dal menu Inserisci e quindi Da file.

  2. Nella finestra di dialogo Inserisci immagine individuare l'immagine desiderata e quindi fare clic su di essa.

  3. Fare clic sulla freccia accanto a Inserisci e quindi scegliere Collega al file.

Torna all'inizio

Suggerimento 10: utilizzare la Creazione guidata Pubblicazione portatile per preparare il file per la pubblicazione

La Creazione guidata Pubblicazione portatile consente di comprimere una pubblicazione e i file collegati in un unico file compresso che può essere affidato a un servizio di stampa esterno. Quando si utilizza la Creazione guidata Pubblicazione portatile, in Publisher vengono eseguite le operazioni seguenti:

  • Viene salvata una copia del file e vengono incorporati i tipi di carattere TrueType per cui è consentito l'incorporamento.

  • Viene creato un file di archivio compresso in cui sono inclusi la pubblicazione e tutti gli elementi grafici collegati.

  • Viene creato un file PDF che potrebbe essere preferito dal servizio di stampa.

    Nota : È possibile salvare un file con estensione PDF o XPS da un programma di Microsoft Office System 2007 solo dopo avere installato un componente aggiuntivo. Per ulteriori informazioni, vedere Attivare il supporto per altri formati di file, ad esempio PDF e XPS.

  • Viene copiato il file compresso sull'unità desiderata.

Esecuzione della Creazione guidata Pubblicazione portatile

  1. Scegliere Pubblicazione portatile dal menu File e quindi Per stampa esterna.

  2. Nel riquadro attività Per stampa esterna selezionare l'opzione desiderata nell'elenco Selezionare la modalità di stampa della pubblicazione:

    Se verrà utilizzato un servizio di stampa offset, selezionare Stampa esterna.

    Se verrà utilizzata una copisteria di fascia alta, selezionare Stampa di alta qualità.

    Se si desidera personalizzare le impostazioni PDF in modo corrispondente alle impostazioni della stampante di destinazione, fare clic su Altro e quindi scegliere le impostazioni desiderate.

  3. Fare clic su Opzioni di stampa.

  4. Nella finestra di dialogo Opzioni di stampa apportare le modifiche eventualmente necessarie, includendo gli indicatori della stampante, e quindi fare clic su OK.

    Chiedere al servizio di stampa se è necessario selezionare qualsiasi opzione in Indicatori della stampante.

  5. In Selezionare un elemento da correggere risolvere gli eventuali problemi identificati da Publisher.

  6. Per creare un file PDF, in Esporta selezionare la casella di controllo Crea PDF.

    È possibile salvare la pubblicazione come file con estensione zip, file PDF o entrambi. Per impostazione predefinita, sono selezionati entrambi. Se non si è certi delle preferenze del servizio di stampa esterno, mantenere selezionate entrambe le opzioni.

  7. Fare clic su Salva.

  8. Nella Creazione guidata Pubblicazione portatile scegliere il percorso in cui si desidera esportare il file e quindi fare clic su Avanti.

    Se si comprimono più pubblicazioni, salvarle in cartelle diverse. In caso contrario, le pubblicazioni compresse preesistenti verranno sovrascritte.

    È possibile salvare il file su supporti rimovibili, un disco rigido, un'unità esterna o un'unità di rete.

    Salvataggio dei file su supporti rimovibili

    Se si intende consegnare la pubblicazione su disco al servizio di stampa, fare clic sull'unità appropriata, che per supporti rimovibili come un CD scrivibile o un'unità flash USB corrisponde in genere a D o E.

    Salvataggio dei file su disco rigido, unità esterna o rete

    In caso di trasferimento dei file su un'unità esterna, in rete o sul disco rigido del computer, fare clic su Sfoglia, selezionare l'unità e la cartella desiderate e quindi fare clic su OK.

    Il file potrà essere successivamente caricato in un sito Web, se il servizio di stampa esterno utilizza l'invio di file sul Web.

  9. Selezionare o deselezionare la casella di controllo Stampa prova di composito e quindi fare clic su OK.

    Per impostazione predefinita, la casella di controllo Stampa prova di composito è sempre selezionata. Utilizzare la prova di composito per intercettare ed esaminare gli eventuali errori in una versione stampata della pubblicazione prima di inviare il file al servizio di stampa esterno. La correzione degli errori nel file da parte del servizio di stampa esterno aumenta in genere il costo della stampa.

    Nota : Se si apportano modifiche alla pubblicazione dopo la compressione dei file, eseguire nuovamente la Creazione guidata Pubblicazione portatile per includere le modifiche nella pubblicazione affidata al servizio di stampa esterno.

Torna all'inizio

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×