Strumento Gestione problemi di SharePoint Workspace 2010

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Gestione dei problemi è uno strumento progettato tramite lo strumento moduli 2007 e può essere utile per la gestione di tutte le fasi del problema segnalato e registrare le risposte. Gli utenti possono creare report, assegnarne la proprietà e tenere traccia dello stato nel tempo.

Moduli nello strumento Gestione problemi

Lo strumento include due tipi principali di modulo:

  • Problema: utilizzare questo modulo per registrare i dettagli di un problema, assegnarne la proprietà e tenere traccia dello stato.

  • Risposta: utilizzare questo modulo per creare una risposta per un record relativo a un problema.

Tutti i membri dell'area di lavoro possono creare record di tipo Problema e Risposta. I membri con i privilegi appropriati possono inoltre creare speciali record di tipo Parola chiave utilizzati per compilare i campi degli elenchi di selezione nei record Problema. Tali privilegi vengono definiti nella struttura del modulo e possono essere concessi in base al ruolo del membro o direttamente a membri specifici dell'area di lavoro.

Informazioni sui record Problema

Tenere presente i dettagli seguenti relativi all'utilizzo:

  • È obbligatorio immettere un titolo nel campo Titolo.

  • Il campo ID viene generato automaticamente tramite codice di script e identifica in modo univoco il creatore del record.

  • È possibile aggiungere valori personalizzati nei campi degli elenchi a discesa, ad esempio Assegnato a: Organizzazione. Tali valori verranno uniti alle parole chiave di qualsiasi record Parola chiave corrispondente per qualsiasi record successivo.

    aggiunta di un valore personalizzato nel campo di un elenco a discesa

Informazioni sui record Risposta

Nei record Risposta il campo Titolo viene compilato automaticamente in base al titolo del record del problema padre.

Informazioni sulla creazione di record Parola chiave

A seconda dei privilegi assegnati, nel menu a discesa Nuovo possono essere disponibili diverse opzioni per i record Parola chiave.

moduli parola chiave nel menu a discesa nuovo modulo

I record Parola chiave contengono i valori visualizzati nei campi degli elenchi a discesa corrispondenti. È ad esempio possibile creare tre record Parola chiave/Stato per definire i valori "Nuovo", "Aperto" e "Risolto". Tali opzioni verranno così visualizzate nel campo dell'elenco a discesa Stato quando un membro dell'area di lavoro crea un nuovo record Problema.

Creazione di record Parola chiave

Per creare un nuovo record Parola chiave:

  1. Fare clic su Nuovo e selezionare il tipo di record Parola chiave desiderato nell'elenco.

  2. Immettere la parola chiave desiderata nella casella di testo.

  3. Salvare il record.

Visualizzazione e modifica dei record Parola chiave

Per visualizzare i record Parola chiave, scegliere la visualizzazione del tipo di parola chiave dal menu Visualizza. Dopo aver selezionato la visualizzazione, è possibile aprire i record Parola chiave per la modifica.

Aggiunta di "parole chiave secondarie" ai record Parola chiave

Nello strumento Gestione problemi è possibile aggiungere parole chiave secondarie ai record Parola chiave "Entità assegnate", "Categoria" e "Entità di origine" che compilano i campi degli elenchi a discesa corrispondenti. È ad esempio possibile modificare i record Parola chiave "Categoria" in modo da aggiungere parole chiave corrispondenti per il campo dell'elenco a discesa Sottocategoria o modificare i record Parola chiave "Entità assegnate" in modo da aggiungere parole chiave corrispondenti per il campo Utente.

Per aggiungere una parola chiave secondaria:

  1. Selezionare la visualizzazione delle parole chiave in cui si desidera aggiungere le parole chiave secondarie.

  2. Selezionare il record Parola chiave a cui si desidera una parola chiave secondaria.

  3. Fare clic su Aggiungi parola chiave nella finestra di anteprima. Ad esempio:

    Aggiunta di una parola chiave secondaria a una parola chiave

  4. Aggiungere la parola chiave secondaria desiderata e salvare il record.

Visualizzazioni nello strumento Gestione problemi

Di seguito è disponibile una descrizione delle diverse visualizzazioni disponibili per la rappresentazione dei record nello strumento Gestione problemi. Si noti che in tutte le visualizzazioni è disponibile un filtro per escludere i record Parola chiave dalla visualizzazione.

Tutto: visualizza tutti i record, con la colonna ID come colonna primaria. È possibile fare clic su qualsiasi intestazione di colonna per ordinare la visualizzazione in base a tale colonna.

Assegnazione: consente di ordinare i record in base all'organizzazione assegnata al problema. Include le colonne Assegnato all'organizzazione, Assegnato all'utente e Titolo problema.

Categoria: consente di ordinare i record in base alla categoria di problemi. Include le colonne Categoria, Sottocategoria, Priorità, Stato e Titolo.

Assegnazioni personali: visualizzazione con ordinamento gerarchico che include un filtro per visualizzare solo i problemi assegnati all'utente corrente.

Creatore: struttura simile alla visualizzazione Assegnazione, ma in questa visualizzazione i record non vengono visualizzati e raggruppati in base all'organizzazione assegnata ma in base all'organizzazione e all'utente che hanno creato il record delproblema.

Priorità: i record sono raggruppati in base alla priorità assegnata. Include le colonne Priorità, Stato, Titolo e Data creazione.

Stato: visualizzazione simile a quella delle priorità, ma in questo caso la colonna principale di raggruppamento è la colonna Stato.

Oltre a queste visualizzazioni, disponibili per tutti i membri dell'area di lavoro, i membri con i privilegi appropriati possono accedere alle visualizzazioni delle parole chiave, in cui sono elencati i record Parola chiave in base al tipo di parola chiave.

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×