SCARTO (funzione SCARTO)

Questo articolo descrive la sintassi della formula e l'uso della funzione SCARTO in Microsoft Excel.

Descrizione

Restituisce un riferimento a un intervallo spostato rispetto a una cella o a un intervallo di celle di un numero specificato di righe e di colonne. Il riferimento restituito può riferirsi a una cella singola o a un intervallo. È possibile specificare il numero di righe e di colonne dell'intervallo da restituire.

Sintassi

SCARTO(rif; righe; colonne; [altezza]; [largh])

Gli argomenti della sintassi della funzione SCARTO sono i seguenti:

  • Rif    Obbligatorio. Riferimento da cui si desidera che inizi lo spostamento. Rif deve essere un riferimento a una cella o a un intervallo di celle adiacenti. In caso contrario, SCARTO restituirà il valore di errore #VALORE!.

  • Righe    Obbligatorio. Numero di righe, verso l'alto o verso il basso, che si desidera come riferimento per la cella superiore sinistra. Se righe è uguale a 5, significa che la cella superiore sinistra del riferimento si trova cinque righe al di sotto di rif. Righe può essere un valore positivo, che indica le righe al di sotto del riferimento iniziale, o negativo, che indica le righe al di sopra del riferimento iniziale.

  • Colonne    Obbligatorio. Numero di colonne, a sinistra o a destra, che si desidera come riferimento per la cella superiore sinistra. Se colonne è uguale a 5, significa che la cella superiore sinistra del riferimento si trova cinque colonne a destra di rif. Colonne può essere un valore positivo, che indica le colonne a destra del riferimento iniziale, o negativo, che indica le colonne a sinistra del riferimento iniziale.

  • Altezza    Facoltativo. Altezza del riferimento restituito espressa in numero di righe. Altezza deve essere un valore positivo.

  • Largh    Facoltativo. Larghezza del riferimento restituito espressa in numero di colonne. Largh deve essere un valore positivo.

Osservazioni

  • Se righe e colonne sono impostate in modo tale che lo spostamento di rif si estenda al di fuori del foglio di lavoro, SCARTO restituirà il valore di errore #RIF!.

  • Se altezza o largh è omesso, verrà considerato uguale all'altezza o alla larghezza di rif.

  • La funzione SCARTO non effettua un reale spostamento di celle o una modifica della selezione, ma ne restituisce soltanto un riferimento. È possibile usare SCARTO con qualsiasi funzione che necessiti di un argomento rif. Ad esempio, la formula SOMMA(SCARTO(C2;1;2;3;1)) calcola la somma dei valori contenuti in un intervallo di tre righe per una colonna situato una riga sotto e due colonne a destra della cella C2.

Esempio

Copiare i dati di esempio contenuti nella tabella seguente e incollarli nella cella A1 di un nuovo foglio di lavoro di Excel. Per visualizzare i risultati delle formule, selezionarle, premere F2 e quindi premere INVIO. Se necessario, è possibile regolare la larghezza delle colonne per visualizzare tutti i dati.

Formula

Descrizione

Risultato

=SCARTO(D3,3,-2,1,1)

Visualizza il valore nella cella B6 (4)

4

=SOMMA(SCARTO(D3:F5,3,-2, 3, 3))

Somma l'intervallo B6:C8

34

=SCARTO(D3, -3, -3)

Restituisce un errore perché il riferimento è a un intervallo inesistente nel foglio di lavoro.

#RIF!

Dati

Dati

4

10

8

3

3

6

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×