Risorse per creare siti accessibili in SharePoint Online

Risorse per creare siti accessibili in SharePoint Online

SharePoint Online consente di creare facilmente siti a partire da modelli predefiniti standard, ad esempio Blog, Sito del team, Sito del progetto e così via. Questi modelli standard posizionano nelle pagine del sito contenuto progettato tenendo in considerazione l'accessibilità.

Questo articolo è rivolto a chi desidera personalizzare il proprio sito dopo averlo creato, rendendolo accessibile per gli utenti disabili. Illustra le informazioni essenziali da tenere in considerazione prima di personalizzare il sito, tra cui esigenze del pubblico di destinazione e linee guida per l'accessibilità. Include inoltre collegamenti a risorse utili per apportare personalizzazioni di base al sito, mantenendolo accessibile.

Note : 

  • Per altre informazioni sui tipi di siti che è possibile creare in SharePoint Online e su come usarli, vedere Usare i modelli per creare diversi tipi di siti di SharePoint.

  • Questo articolo illustra alcune personalizzazioni di base comuni che chiunque può apportare ai siti tramite l'interfaccia utente di SharePoint Online in un browser, senza bisogno di conoscere il codice sottostante delle pagine. La personalizzazione del codice per un sito, ad esempio HTML, CSS o JavaScript, e le personalizzazioni più estese, esulano dall'ambito di questo articolo. Le informazioni sull'accessibilità riportate in questo articolo, tuttavia, si applicano a qualsiasi personalizzazione del sito, indipendentemente dall'ambito.

In questo articolo

Obiettivi per i siti accessibili

Per molti, l'accessibilità di SharePoint è un elemento secondario. La considerano un aspetto di competenza di uno sviluppatore Web, che eseguirà operazioni sul codice dopo la creazione del sito (ad esempio ottimizzare il codice HTML, CSS o JavaScript).

L'accessibilità, al contrario, deve essere un componente integrante del processo di progettazione, da valutare prima di iniziare il lavoro su qualsiasi sito. Partendo da questo presupposto, prima di procedere con le personalizzazioni è necessario considerare in che modo la personalizzazione di un sito creato in SharePoint Online inciderà sull'accessibilità. Ecco gli obiettivi per un sito accessibile:

  • Usabilità per tutti

    Considerare l'accessibilità vuol dire creare un sito che può essere usato da chiunque, ovvero da persone con e senza disabilità. L'usabilità è fondamentale. Tutti gli utenti devono riuscire a spostarsi facilmente nel sito per accedere ai contenuti o eseguire le operazioni desiderate.

  • Usabilità per utenti disabili

    Considerare l'accessibilità vuol dire non escludere una parte del pubblico. Vuol dire rispondere alle esigenze degli utenti disabili durante la creazione di un sito, rendendolo accessibile anche per loro. In fin dei conti, sono utenti del sito come tutti gli altri membri dell'organizzazione.

Progettare siti tenendo in considerazione l'accessibilità consente di rendere i siti:

  • Accessibili indipendentemente dal metodo di input o dispositivo usato, ad esempio browser desktop, browser vocale, browser per telefoni cellulari, computer per automobili e così via.

  • Accessibile indipendentemente dai vincoli d'uso contingenti, ad esempio ambienti rumorosi, stanze sovra o sottoilluminate, ambienti di guida che non richiedono l'uso delle mani e così via.

  • Prevedibile. L'innovazione è importante in un sito, ma la prevedibilità è fondamentale. Quando si rende la struttura di spostamento del sito facilmente comprensibile e prevedibile, è più accessibile per tutti.

Risorse

Che cos'è l'accessibilità Web?

Formazione Microsoft sull'accessibilità: introduzione all'accessibilità

Guida per aziende ed enti pubblici alla creazione di contenuto accessibile per utenti disabili

Guida per docenti alla creazione di contenuto accessibile per utenti disabili

Blog Microsoft sull'accessibilità

Informazioni sul pubblico, ovvero gli utenti disabili, e le loro esigenze

Il termine "utenti disabili" comprende milioni di persone con un'ampia gamma di esigenze. Tuttavia, ogni specifico segmento di questo pubblico ha esigenze distinte. La tabella seguente illustra alcuni delle disabilità più comuni e le particolari esigenze ad esse associate. Quando si personalizza un sito creato in SharePoint Online, comprendere l'effetto della personalizzazione su ogni segmento di pubblico è essenziale.

Nota :  Le "assistive technology" sono un gruppo di tecnologie sviluppate per rispondere alle esigenze degli utenti disabili. La tabella seguente menziona alcune di queste tecnologie, ad esempio le utilità per la lettura dello schermo. Per altre informazioni sui vari tipi di assistive technology, vedere la sezione sulle assistive technology usate dagli utenti.

Ecco alcune delle disabilità più comuni con le esigenze di accessibilità corrispondenti:

Disabilità

Esigenze di accessibilità tipiche

Cecità o ipovisione

  • Scelte rapide da tastiera (nessuna azione del mouse).

  • Ordine di tabulazione e riferimenti prevedibili nelle pagine Web (incluse le finestre di dialogo), che consentano al pubblico di crearsi un modello mentale della pagina e non perdere l'orientamento.

  • Feedback udibile dalle utilità per la lettura dello schermo, un tipo di assistive technology.

  • Alternative agli elementi visivi (immagini, icone e così via) e testo descrittivo per tutte le immagini (anche quelle solo decorative), ad esempio testo alternativo.

  • Trascrizioni audio per i video e impostazioni per i lettori video, ad esempio possibilità di disattivare la riproduzione automatica per evitare la sovrapposizione tra l'audio del video e il feeback udibile dall'utilità per la lettura dello schermo.

  • Linguaggio chiaro e inclusivo, che non faccia sempre riferimento al "vedere" un elemento. Ad esempio, invece di usare, "Vedere xyz", usare "Xyz è incluso". Anziché dire semplicemente "Guardare il video", fornire un'alternativa: "Guardare il video o ascoltare la trascrizione audio".

  • Caratteri tipografici di grandi dimensioni che agevolano la lettura del testo e testo di colore nero o a contrasto elevato.

Per informazioni su come Microsoft risponde alle esigenze di questo segmento di pubblico, passare alla Guida Microsoft per utenti non vedenti o ipovedenti.

Daltonismo

Il daltonismo ha due forme principali: difficoltà nel distinguere tra il rosso e il verde e difficoltà nel distinguere tra il blu e il giallo. Nella personalizzazione del sito, considerare quanto segue:

  • Alternative all'uso del colore per evidenziare le informazioni importanti. Assicurarsi che colore non sia l'unico mezzo usato nel sito per trasmettere informazioni. Ad esempio, assicurarsi che un collegamento ipertestuale evidenziato con un colore sia anche sottolineato, in modo che un utente daltonico riconosca il collegamento anche se non vede il colore.

  • Colori brillanti o combinazioni colori a contrasto elevato alle estremità opposte dello spettro di colori. Ad esempio, le combinazioni in bianco e nero aiutano le persone affette da daltonismo a distinguere i colori.

  • Sfondi semplici senza motivi dietro il testo nelle pagine Web.

Per altre informazioni, vedere Disabilità visive: daltonismo

Abilità manuali limitate o disabilità motorie

  • Scelte rapide da tastiera (nessuna azione del mouse o azioni limitate).

  • Possibilità di annullare le azioni principali, ad esempio fornire un pulsante Annulla quando si elimina un canale in un portale video per assicurarsi che l'utente possa rimediare agli eventuali errori fatti con un dispositivo di input.

  • Modi per ignorare i lunghi elenchi, ad esempio collegamenti che consentono di passare all'inizio, alla fine o alla sezione successiva di una pagina in un sito.

  • Collegamenti composti da qualcosa di più di un paio di parole, che possono essere difficili da selezionare. Ad esempio, invece di usare "fare clic qui", includere il titolo completo per il collegamento, che probabilmente è più lungo.

Sordità o deficit uditivi

  • Didascalie e trascrizioni testuali per i video. • Trascrizioni testuali per l'audio.

  • Alternative alle indicazioni acustiche.

  • Linguaggio chiaro e inclusivo, con alternative alle indicazioni di "ascoltare" un elemento. Ad esempio, anziché dire "Ascoltare l'audio", usare "Ascoltare l'audio o leggere la trascrizione testuale".

Disabilità cognitive, ad esempio dislessia o disturbi da deficit dell'attenzione

Le persone affette da dislessia hanno difficoltà a leggere il testo sulla pagina, perché ai loro occhi le lettere risultano confuse e distorte. Hanno esigenze simili a quelle degli utenti ipovedenti, in particolare la riduzione del carico di lavoro di lettura. Possono trarre vantaggio anche dall'uso di tipi di carattere familiari, come Arial o Calibri. Evitare il corsivo, la formattazione tutto maiuscolo e la sottolineatura.

Le persone affette da disturbi da deficit dell'attenzione hanno problemi a concentrarsi su una frase, un'attività e così via. Hanno bisogno di siti con strutture semplici, che li aiutano a focalizzare l'attenzione. Nei siti troppo ricchi di elementi, hanno difficoltà ad elaborare le informazioni. Usare in modo efficace gli spazi vuoti nel layout del sito e usare testo allineato a sinistra, non al centro o giustificato.

Risorse

Storie di utenti Web: in che modo gli utenti disabili usano il Web

Guide di Microsoft per vari tipi di disabilità e idee per gestirli

Identificare i criteri, i requisiti e le linee guida per l'accessibilità dell'azienda

Quando si crea contenuto per il Web o per un sito Intranet aziendale con l'obiettivo di renderlo accessibile per gli utenti disabili, è necessario attenersi ad alcune linee guida sull'accessibilità. Quando ci si allontana dai modelli predefiniti standard per la creazione di siti inclusi in SharePoint Online, è necessario tenere a mente questo aspetto e fare almeno quanto segue, in base al grado di personalizzazione:

  • Identificare le linee guide e i requisiti stabiliti dall'organizzazione a cui è necessario attenersi durante la creazione di siti, inclusi i siti personalizzati in SharePoint Online.

  • Contattare la persona incaricata dell'accessibilità all'interno dell'organizzazione e discutere le implicazioni della personalizzazione del sito. Farsi consigliare strumenti per il test di specifici aspetti dell'accessibilità del sito.

  • Condividere i piani relativi al contenuto con l'incaricato dell'accessibilità e far valutare il piano e i progressi della personalizzazione del sito a intervalli regolari, per evitare potenziali problemi di accessibilità.

  • Confrontarsi con le persone disabili all'interno dell'organizzazione e chiedere il loro parere rispetto ai piani di personalizzazione del sito di SharePoint Online. Questi utenti possono fornire informazioni sulle sfide quotidiane che affrontano quando usano i siti Web in generale e sui problemi specifici che riscontrano nei siti Intranet aziendali. Questo può essere utile per riconsiderare i piani di personalizzazione o, come minimo, per definire obiettivi realistici.

Risorse

Sito Web dedicato all'accessibilità su Microsoft Developer Network (MSDN)

Acquisire familiarità con le linee guida sull'accessibilità più diffuse e accettate per tutti i tipi di siti Web

I siti creati in SharePoint Online sono siti Web come tutti gli altri. Pertanto, le linee guida generali per la creazione di contenuto accessibile per qualsiasi sito Web sono valide anche per i siti creati o personalizzati in SharePoint Online. Le linee guida seguenti sono complete e dettagliate.

Risorse

Linee guida per l'accessibilità dei contenuti Web (WCAG) del World Wide Web Consortium (W3C) Il World Wide Web Consortium è una community internazionale di persone che collaborano allo sviluppo di standard Web, incluse le linee guida per l'accessibilità Web. Le WCAG sono tra le linee guida più complete sull'accessibilità dei siti Web e rappresentano la base delle normative di accessibilità in molti paesi. WCAG è lo standard di fatto per lo sviluppo di siti Web e Intranet moderni.

WebAIM offre guide di riferimento e alla progettazione. WebAIM è un'organizzazione leader in materia di accessibilità, che offre servizi completi di accessibilità Web. La missione di WebAIM è consentire alle organizzazioni di rendere i propri contenuti Web accessibili per gli utenti disabili.

Inoltre, le persone che lavorano per un dipartimento o un'agenzia del governo degli Stati Uniti devono attenersi alle normative federali sugli appalti. Per altre informazioni, vedere gli standard della sezione 508 per le applicazioni e le informazioni dei siti Internet e Intranet basati sul Web.

Raccogliere tutte le competenze acquisite e rendere accessibili le personalizzazioni tipiche nei siti creati in SharePoint Online

Una volta acquisita familiarità con il concetto di accessibilità come componente di progettazione, oltre che con le implicazioni a livello di accessibilità associate alla modifica dei modelli standard inclusi in SharePoint Online, si è pronti per personalizzare il sito mantenendolo accessibile.

Ecco alcuni articoli consigliati:

SharePoint consente di creare facilmente siti a partire da modelli predefiniti standard, ad esempio Blog, Sito del team, Sito del progetto e così via. Questi modelli standard posizionano il contenuto nelle pagine del sito in un modo che tiene in considerazione l'accessibilità.

Questo articolo è rivolto a chi desidera personalizzare il proprio sito dopo averlo creato, rendendolo accessibile per gli utenti disabili. Illustra le informazioni essenziali da tenere in considerazione prima di personalizzare il sito, tra cui esigenze del pubblico di destinazione e linee guida per l'accessibilità. Include inoltre collegamenti a risorse utili per apportare personalizzazioni di base al sito, mantenendolo accessibile.

Note : 

  • Per altre informazioni sui tipi di siti che è possibile creare in SharePoint e su come usarli, vedere Usare i modelli per creare diversi tipi di siti di SharePoint.

  • Questo articolo illustra alcune personalizzazioni di base comuni che chiunque può apportare ai siti tramite l'interfaccia utente di SharePoint in un browser, senza bisogno di conoscere il codice sottostante. La personalizzazione del codice per un sito, ad esempio HTML, CSS o JavaScript, e le personalizzazioni più estese esulano dall'ambito di questo articolo. Le informazioni sull'accessibilità riportate in questo articolo, tuttavia, si applicano a qualsiasi personalizzazione del sito, indipendentemente dall'ambito.

In questo argomento

Obiettivi per i siti accessibili

Per molti, l'accessibilità di SharePoint è un elemento secondario. La considerano un aspetto di competenza di uno sviluppatore Web, che eseguirà operazioni sul codice dopo la creazione del sito (ad esempio ottimizzare il codice HTML, CSS o JavaScript).

L'accessibilità, al contrario, deve essere un componente integrante del processo di progettazione, da valutare prima di iniziare il lavoro su qualsiasi sito. Partendo da questo presupposto, prima di procedere con le personalizzazioni è necessario considerare in che modo la personalizzazione di un sito creato in SharePoint inciderà sull'accessibilità. Ecco gli obiettivi per un sito accessibile:

  • Usabilità per tutti

    Considerare l'accessibilità vuol dire creare un sito che può essere usato da chiunque, ovvero da persone con e senza disabilità. L'usabilità è fondamentale. Tutti gli utenti devono riuscire a spostarsi facilmente nel sito per accedere ai contenuti o eseguire le operazioni desiderate.

  • Usabilità per utenti disabili

    Considerare l'accessibilità vuol dire non escludere una parte del pubblico. Vuol dire rispondere alle esigenze degli utenti disabili durante la creazione di un sito, rendendolo accessibile anche per loro. In fin dei conti, sono utenti del sito come tutti gli altri membri dell'organizzazione.

Progettare siti tenendo in considerazione l'accessibilità consente di rendere i siti:

  • Accessibili indipendentemente dal metodo di input o dispositivo usato, ad esempio browser desktop, browser vocale, browser per telefoni cellulari, computer per automobili e così via.

  • Accessibile indipendentemente dai vincoli d'uso contingenti, ad esempio ambienti rumorosi, stanze sovra o sottoilluminate, ambienti di guida che non richiedono l'uso delle mani e così via.

  • Prevedibile. L'innovazione è importante in un sito, ma la prevedibilità è fondamentale. Quando si rende la struttura di spostamento del sito facilmente comprensibile e prevedibile, è più accessibile per tutti.

Risorse

Che cos'è l'accessibilità Web?

Formazione Microsoft sull'accessibilità: introduzione all'accessibilità

Guida per aziende ed enti pubblici alla creazione di contenuto accessibile per utenti disabili

Guida per docenti alla creazione di contenuto accessibile per utenti disabili

Blog Microsoft sull'accessibilità

Informazioni sul target, ovvero gli utenti disabili e le loro esigenze

Il termine "utenti disabili" comprende milioni di persone con un'ampia gamma di esigenze. Tuttavia, ogni specifico segmento di questo pubblico ha esigenze distinte. La tabella seguente illustra alcune delle disabilità più comuni e le particolari esigenze ad esse associate. Quando si personalizza un sito creato in SharePoint, comprendere l'effetto della personalizzazione su ogni segmento di pubblico è essenziale.

Nota :  Le "assistive technology" sono un gruppo di tecnologie sviluppate per rispondere alle esigenze degli utenti disabili. La tabella seguente menziona alcune di queste tecnologie, ad esempio le utilità per la lettura dello schermo. Per altre informazioni sui vari tipi di assistive technology, vedere la sezione sulle assistive technology usate dagli utenti.

Ecco alcune delle disabilità più comuni con le esigenze di accessibilità corrispondenti:

Disabilità

Esigenze di accessibilità tipiche

Cecità o ipovisione

  • Scelte rapide da tastiera (nessuna azione del mouse).

  • Ordine di tabulazione e riferimenti prevedibili nelle pagine Web (incluse le finestre di dialogo), che consentano al pubblico di crearsi un modello mentale della pagina e non perdere l'orientamento.

  • Feedback udibile dalle utilità per la lettura dello schermo, un tipo di assistive technology.

  • Alternative agli elementi visivi (immagini, icone e così via) e testo descrittivo per tutte le immagini (anche quelle solo decorative), ad esempio testo alternativo.

  • Trascrizioni audio per i video e impostazioni per i lettori video, ad esempio possibilità di disattivare la riproduzione automatica per evitare la sovrapposizione tra l'audio del video e il feeback udibile dell'utilità per la lettura dello schermo.

  • Linguaggio chiaro e inclusivo, che non faccia sempre riferimento al "vedere" un elemento. Ad esempio, invece di usare, "Vedere xyz", usare "Xyz è incluso". Anziché dire semplicemente "Guardare il video", fornire un'alternativa: "Guardare il video o ascoltare la trascrizione audio".

  • Caratteri tipografici di grandi dimensioni che agevolano la lettura del testo e testo di colore nero o a contrasto elevato.

Per informazioni su come Microsoft risponde alle esigenze di questo segmento di pubblico, passare alla Guida Microsoft per utenti non vedenti o ipovedenti.

Daltonismo

Il daltonismo ha due forme principali: difficoltà nel distinguere tra il rosso e il verde e difficoltà nel distinguere tra il blu e il giallo. Nella personalizzazione del sito, considerare quanto segue:

  • Alternative all'uso del colore per evidenziare le informazioni importanti. Assicurarsi che colore non sia l'unico mezzo usato nel sito per trasmettere informazioni. Ad esempio, assicurarsi che un collegamento ipertestuale evidenziato con un colore sia anche sottolineato, in modo che un utente daltonico riconosca il collegamento anche se non vede il colore.

  • Colori brillanti o combinazioni colori a contrasto elevato alle estremità opposte dello spettro di colori. Ad esempio, le combinazioni in bianco e nero aiutano le persone affette da daltonismo a distinguere i colori.

  • Sfondi semplici senza motivi dietro il testo nelle pagine Web.

Per altre informazioni, vedere Disabilità visive: daltonismo

Abilità manuali limitate o disabilità motorie

  • Scelte rapide da tastiera (nessuna azione del mouse o azioni limitate).

  • Possibilità di annullare le azioni principali, ad esempio fornire un pulsante Annulla quando si elimina un canale in un portale video per assicurarsi che l'utente possa rimediare agli eventuali errori fatti con un dispositivo di input.

  • Modi per ignorare i lunghi elenchi, ad esempio collegamenti che consentono di passare all'inizio, alla fine o alla sezione successiva di una pagina in un sito.

  • Collegamenti composti da qualcosa di più di un paio di parole, che possono essere difficili da selezionare. Ad esempio, invece di usare "fare clic qui", includere il titolo completo per il collegamento, che probabilmente è più lungo.

Sordità o deficit uditivi

  • Didascalie e trascrizioni testuali per i video.

  • Trascrizioni testuali per l'audio.

  • Alternative alle indicazioni acustiche.

  • Linguaggio chiaro e inclusivo, con alternative alle indicazioni di "ascoltare" un elemento. Ad esempio, anziché dire "Ascoltare l'audio", usare "Ascoltare l'audio o leggere la trascrizione testuale".

Disabilità cognitive, ad esempio dislessia o disturbi da deficit dell'attenzione

Le persone affette da dislessia hanno difficoltà a leggere il testo sulla pagina, perché ai loro occhi le lettere risultano confuse e distorte. Hanno esigenze simili a quelle degli utenti ipovedenti, in particolare la riduzione del carico di lavoro di lettura. Possono trarre vantaggio anche dall'uso di tipi di carattere familiari, come Arial o Calibri. Evitare il corsivo, la formattazione tutto maiuscolo e la sottolineatura.

Le persone affette da disturbi da deficit dell'attenzione hanno problemi a concentrarsi su una frase, un'attività e così via. Hanno bisogno di siti con strutture semplici, che li aiutano a focalizzare l'attenzione. Nei siti troppo ricchi di elementi, hanno difficoltà ad elaborare le informazioni. Usare in modo efficace gli spazi vuoti nel layout del sito e usare testo allineato a sinistra, non al centro o giustificato.

Risorse

Storie di utenti Web: in che modo gli utenti disabili usano il Web

Guide di Microsoft per vari tipi di disabilità e idee per gestirli

Identificare i criteri, i requisiti e le linee guida per l'accessibilità dell'azienda

Quando si crea contenuto per il Web o per un sito Intranet aziendale con l'obiettivo di renderlo accessibile per gli utenti disabili, è necessario attenersi ad alcune linee guida sull'accessibilità. Quando ci si allontana dai modelli predefiniti standard per la creazione di siti inclusi in SharePoint, è necessario tenere a mente questo aspetto e fare almeno quanto segue, in base al grado di personalizzazione:

  • Identificare le linee guida e i requisiti stabiliti dall'organizzazione a cui è necessario attenersi durante la creazione di siti, inclusi i siti personalizzati in SharePoint.

  • Contattare la persona incaricata dell'accessibilità all'interno dell'organizzazione e discutere le implicazioni della personalizzazione del sito. Farsi consigliare strumenti per il test di specifici aspetti dell'accessibilità del sito.

  • Condividere i piani relativi al contenuto con l'incaricato dell'accessibilità e far valutare il piano e i progressi della personalizzazione del sito a intervalli regolari, per evitare potenziali problemi di accessibilità.

  • Confrontarsi con le persone disabili all'interno dell'organizzazione e chiedere il loro parere rispetto ai piani di personalizzazione del sito di SharePoint. Questi utenti possono fornire informazioni sulle sfide quotidiane che affrontano quando usano i siti Web in generale e sui problemi specifici che riscontrano nei siti Intranet aziendali. Questo può essere utile per riconsiderare i piani di personalizzazione o, come minimo, per definire obiettivi realistici.

Risorse

Sito Web dedicato all'accessibilità su Microsoft Developer Network (MSDN)

Acquisire familiarità con le linee guida sull'accessibilità più diffuse e accettate per tutti i tipi di siti Web

I siti creati in SharePoint sono siti Web come tutti gli altri. Pertanto, le linee guida generali per la creazione di contenuto accessibile per qualsiasi sito Web sono valide anche per i siti creati o personalizzati in SharePoint. Le linee guida seguenti sono complete e dettagliate.

Linee guida per l'accessibilità dei contenuti Web (WCAG) del World Wide Web Consortium (W3C) Il World Wide Web Consortium è una community internazionale di persone che collaborano allo sviluppo di standard Web, incluse le linee guida per l'accessibilità Web. Le WCAG sono tra le linee guida più complete sull'accessibilità dei siti Web e rappresentano la base delle normative di accessibilità in molti paesi. WCAG è lo standard di fatto per lo sviluppo di siti Web e Intranet moderni.

WebAIM offre guide di riferimento e alla progettazione. WebAIM è un'organizzazione leader in materia di accessibilità, che offre servizi completi di accessibilità Web. La missione di WebAIM è consentire alle organizzazioni di rendere i propri contenuti Web accessibili per gli utenti disabili.

Inoltre, le persone che lavorano per un dipartimento o un'agenzia del governo degli Stati Uniti devono attenersi alle normative federali sugli appalti. Per altre informazioni, vedere gli standard della sezione 508 per le applicazioni e le informazioni dei siti Internet e Intranet basati sul Web.

Raccogliere tutte le competenze acquisite e rendere accessibili le personalizzazioni tipiche nei siti creati in SharePoint

Una volta acquisita familiarità con il concetto di accessibilità come componente di progettazione, oltre che con le implicazioni a livello di accessibilità associate alla modifica dei modelli standard inclusi in SharePoint, si è pronti per personalizzare il sito mantenendolo accessibile.

Ecco alcuni articoli consigliati:

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×