Ripristinare una cassetta postale inattiva in Office 365

Una cassetta postale inattiva (che è un tipo di cassetta postale eliminata temporaneamente) viene utilizzata per mantenere la posta elettronica di un precedente dipendente dopo che quest'ultimo ha lasciato l'organizzazione. Se un altro dipendente assume le responsabilità del dipendente rimosso o se quest'ultimo ritorna nell'organizzazione, esistono due modi che consentono di rendere disponibile il contenuto della cassetta postale inattiva a un utente:

  • Ripristinare una cassetta postale inattiva      Se l'altro dipendente assume le responsabilità di un dipendente rimosso o se un altro utente deve accedere al contenuto della cassetta postale inattiva, è possibile ripristinare (o unire) il contenuto della cassetta postale inattiva in una cassetta postale esistente. È inoltre possibile ripristinare l'archivio da una cassetta postale inattiva. Dopo il ripristino, la cassetta postale inattiva viene mantenuta e viene conservata come una cassetta postale inattiva. In questo argomento vengono descritte le procedure per il ripristino di una cassetta postale inattiva.

  • Recuperare una cassetta postale inattiva      Se l'ex dipendente torna nell'organizzazione oppure se un nuovo dipendente viene assunto per ricoprire il ruolo dell'ex dipendente, è possibile recuperare i contenuti della cassetta postale inattiva. Questo metodo consente di convertire la cassetta postale inattiva in una nuova cassetta postale con il contenuto della cassetta postale inattiva. Dopo essere stata recuperata, la cassetta postale inattiva non esiste più. Per le procedure dettagliate, vedere Recuperare una cassetta postale inattiva in Office 365.

Per altre informazioni sulle differenze tra ripristino e recupero di una cassetta postale inattiva, vedere la sezione Altre informazioni.

Informazioni preliminari

  • È necessario usare PowerShell di Exchange Online per ripristinare una cassetta postale inattiva. Non è possibile usare l'interfaccia di amministrazione di Exchange. Per istruzioni dettagliate, vedere Connettersi a PowerShell di Exchange Online.

  • Eseguire il comando seguente in PowerShell di Exchange Online per ottenere informazioni di identità per le cassette postali inattive dell'organizzazione.

    Get-Mailbox -InactiveMailboxOnly | FL Name,DistinguishedName,ExchangeGuid,PrimarySmtpAddress

    Usare le informazioni restituite da questo comando per ripristinare una cassetta postale inattiva specifica.

  • Per altre informazioni sulle cassette postali inattive, vedere Cassette postali inattive in Office 365.

Ripristinare una cassetta postale inattiva

Usare il cmdlet New-MailboxRestoreRequest con i parametri SourceMailbox e TargetMailbox per ripristinare il contenuto di una cassetta postale inattiva in una cassetta postale esistente. Per altre informazioni sull'uso di questo cmdlet, vedere New-MailboxRestoreRequest.

  1. Creare una variabile che contiene le proprietà della cassetta postale inattiva.

    $InactiveMailbox = Get-Mailbox -InactiveMailboxOnly -Identity <identity of inactive mailbox>

    Importante : Nel comando precedente, usare il valore della proprietà DistinguishedName o ExchangeGUID per identificare la cassetta postale inattiva. Queste proprietà sono univoche per ogni cassetta postale nell'organizzazione, mentre è possibile che una cassetta postale attiva e una cassetta postale inattiva possano avere lo stesso indirizzo SMTP primario.

  2. Ripristinare il contenuto della cassetta postale inattiva in una cassetta postale esistente. Il contenuto della cassetta postale inattiva (cassetta postale di origine) viene unito nelle cartelle corrispondenti nella cassetta postale esistente (cassetta postale di destinazione).

    New-MailboxRestoreRequest -SourceMailbox $InactiveMailbox.DistinguishedName -TargetMailbox newemployee@contoso.com -AllowLegacyDNMismatch

    In alternativa, è possibile specificare una cartella di primo livello nella cassetta postale di destinazione in cui si desidera ripristinare il contenuto dalla cassetta postale inattiva. Se la cartella di destinazione specificata o la struttura di cartelle di destinazione non esiste già nella cassetta postale di destinazione, viene creata durante il processo di ripristino.

    Questo esempio consente di copiare elementi e sottocartelle da una cassetta postale inattiva a una cartella denominata "Cassetta postale inattiva" nella struttura di cartelle di primo livello della cassetta postale di destinazione.

    New-MailboxRestoreRequest -SourceMailbox $InactiveMailbox.DistinguishedName -TargetMailbox newemployee@contoso.com -TargetRootFolder "Inactive Mailbox" -AllowLegacyDNMismatch

Inizio pagina

Ripristinare l'archivio da una cassetta postale inattiva

Se una cassetta postale inattiva dispone di una cassetta postale di archiviazione, è anche possibile ripristinarla nella cassetta postale di archiviazione di una cassetta postale esistente. Per ripristinare l'archivio da una cassetta postale inattiva, è necessario aggiungere le opzioni SourceIsArchive e TargetIsAchive al comando utilizzato per ripristinare una cassetta postale inattiva.

  1. Creare una variabile che contiene le proprietà della cassetta postale inattiva.

    $InactiveMailbox = Get-Mailbox -InactiveMailboxOnly -Identity <identity of inactive mailbox>

    Importante : Nel comando precedente, usare il valore della proprietà DistinguishedName o ExchangeGUID per identificare la cassetta postale inattiva. Queste proprietà sono univoche per ogni cassetta postale nell'organizzazione, mentre è possibile che una cassetta postale attiva e una cassetta postale inattiva possano avere lo stesso indirizzo SMTP primario.

  2. Ripristinare il contenuto dell'archivio dalla cassetta postale inattiva (archivio di origine) all'archivio di una cassetta postale esistente (archivio di destinazione). In questo esempio, il contenuto dell'archivio di origine viene copiato in una cartella denominata "Archivio della cassetta postale inattiva" nell'archivio della cassetta postale di destinazione.

    New-MailboxRestoreRequest -SourceMailbox $InactiveMailbox.DistinguishedName -SourceIsArchive -TargetMailbox newemployee@contoso.com -TargetIsArchive -TargetRootFolder "Inactive Mailbox Archive" -AllowLegacyDNMismatch

Inizio pagina

Altre informazioni

  • Qual è la differenza principale tra il recupero e il ripristino di una cassetta postale inattiva?      Quando si recupera una cassetta postale inattiva, la cassetta postale viene sostanzialmente convertita in una nuova cassetta postale, il contenuto e la struttura della cassetta postale vengono conservati e la cassetta postale viene collegata a un nuovo account utente. Dopo il recupero, la cassetta postale inattiva non esiste più e le eventuali modifiche apportate al contenuto della nuova cassetta postale vengono applicate al contenuto originariamente conservato nella cassetta postale inattiva. Al contrario, quando si ripristina una cassetta postale inattiva, il contenuto viene semplicemente copiato in un'altra cassetta postale. La cassetta postale inattiva viene conservata e rimane inattiva. Le eventuali modifiche apportate al contenuto nella cassetta postale di destinazione non vengono applicate al contenuto originale conservato nella cassetta postale inattiva. La cassetta postale inattiva può comunque essere cercata usando lo strumento Ricerca contenuto nel Centro sicurezza e conformità di Office 365, i suoi contenuti possono essere ripristinati in un'altra cassetta postale oppure può essere recuperata o eliminata in un secondo momento.

  • Come si trovano le cassette postali inattive?      Per ottenere un elenco delle cassette postali inattive nell'organizzazione e visualizzare le informazioni utili per il ripristino di una cassetta postale inattiva, è possibile eseguire questo comando.

    Get-Mailbox -InactiveMailboxOnly | FL Name,PrimarySMTPAddress,DistinguishedName,ExchangeGUID,LegacyExchangeDN,ArchiveStatus
  • Usare un blocco per controversia legale o un criterio di conservazione di Office 365 per conservare il contenuto della cassetta postale inattiva.      Se si vuole mantenere lo stato di una cassetta postale inattiva dopo averla ripristinata, è possibile applicare alla cassetta postale di destinazione un blocco per controversia legale o un criterio di conservazione di Office 365 prima di ripristinare la cassetta postale inattiva. Ciò impedirà l'eliminazione definitiva degli elementi della cassetta postale inattiva dopo averli ripristinati nella cassetta postale di destinazione.

  • Abilitare il blocco della conservazione sulla cassetta postale di destinazione prima di ripristinare una cassetta postale inattiva.      Poiché gli elementi di una cassetta postale inattiva potrebbero non essere recenti, prendere in considerazione di abilitare un blocco della conservazione sulla cassetta postale di destinazione prima di ripristinare una cassetta postale inattiva. Quando si applica un blocco della conservazione a una cassetta postale, il criterio di conservazione assegnato non verrà elaborato finché il blocco della conservazione non viene rimosso o scade. In questo modo il proprietario della cassetta postale di destinazione ha tutto il tempo per gestire i messaggi meno recenti della cassetta postale inattiva. In caso contrario, i criteri di conservazione potrebbero eliminare gli elementi meno recenti (o spostarli nella cassetta postale di archiviazione, se abilitata) che sono scaduti in base alle impostazioni di conservazione configurate per la cassetta postale di destinazione. Per altre informazioni, vedere Applicare a una cassetta postale il blocco della conservazione in Exchange Online.

  • Cosa consente di fare l'opzione AllowLegacyDNMismatch?      Negli esempi precedenti sul ripristino di una cassetta postale inattiva, l'opzione AllowLegacyDNMismatch viene utilizzata per consentire il ripristino della cassetta postale inattiva in una cassetta postale di destinazione diversa. In un comune scenario di ripristino, l'obiettivo è quello di ripristinare il contenuto in cui le cassette postali di origine e di destinazione sono la stessa cassetta postale. In questo caso, per impostazione predefinita, il cmdlet New-MailboxRestoreRequest consente di verificare che il valore della proprietà LegacyExchangeDN per le cassette postali di origine e di destinazione sia lo stesso. Ciò impedisce di ripristinare accidentalmente una cassetta postale di origine nella cassetta postale di destinazione errata. Se si tenta di ripristinare una cassetta postale inattiva senza l'utilizzo dell'opzione AllowLegacyDNMismatch, il comando potrebbe avere esito negativo se le cassette postali di origine e di destinazione presentano valori diversi per la proprietà LegacyExchangeDN.

  • È possibile utilizzare altri parametri con il cmdlet New-MailboxRestoreRequest per implementare scenari di ripristino diversi per le cassette postali inattive.      Ad esempio, è possibile eseguire questo comando per ripristinare l'archivio dalla cassetta postale inattiva nella cassetta postale principale della cassetta postale di destinazione.

    New-MailboxRestoreRequest -SourceMailbox <inactive mailbox> -SourceIsArchive -TargetMailbox <target mailbox> -TargetRootFolder "Inactive Mailbox Archive" -AllowLegacyDNMismatch

    È inoltre possibile ripristinare la cassetta postale principale inattiva nell'archivio della cassetta postale di destinazione eseguendo questo comando.

    New-MailboxRestoreRequest -SourceMailbox <inactive mailbox> -TargetMailbox <target mailbox> -TargetIsArchive -TargetRootFolder "Inactive Mailbox" -AllowLegacyDNMismatch
  • Cosa consente di fare il parametro TargetRootFolder?      Come descritto in precedenza, è possibile utilizzare il parametro TargetRootFolder per specificare una cartella nel livello superiore della struttura della cartella (denominato anche radice) nella cassetta postale di destinazione in cui ripristinare il contenuto della cassetta postale inattiva. Se non si utilizza questo parametro, gli elementi della cassetta postale inattiva vengono uniti in cartelle predefinite corrispondenti della cassetta postale di destinazione e le cartelle personalizzate vengono ricreate nella radice della cassetta postale di destinazione. Le seguenti illustrazioni evidenziano le differenze nell'utilizzo o meno del parametro TargetRootFolder.

    Gerarchia delle cartelle nella cassetta postale di destinazione quando il parametro TargetRootFolder non viene usato

    Screenshot che mostra quando il parametro TargetRootFolder non viene usato

     

    Gerarchia delle cartelle nella cassetta postale di destinazione quando il parametro TargetRootFolder viene usato

    Screenshot che mostra quando il parametro TargetRootFolder viene usato

Inizio pagina

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×