Rimuovere o consentire un riferimento circolare

Si supponga di avere immesso una formula che non funziona e di ricevere un messaggio relativo a un "riferimento circolare". Questo problema, che si verifica molto spesso, accade perché la formula tenta di calcolare se stessa e la caratteristica del calcolo iterativo è disattivata. Ecco cosa si ottiene:

Formula che causa un riferimento circolare

La formula =D1+D2+D3 non funziona perché si trova nella cella D3 e cerca di calcolare se stessa. Per risolvere il problema, è possibile spostare la formula in un'altra cella (nella barra della formula premere CTRL+X per tagliare la formula, selezionare un'altra cella e premere CTRL+V).

Un altro errore comune consiste nell'usare una funzione che include un riferimento a se stessa. Ad esempio, la cella F3 contiene =SOMMA(A3:F3). Ecco un esempio:

Il browser in uso non supporta le funzionalità video. Installare Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

È possibile anche provare una di queste tecniche:

  • Se è appena stata immessa una formula, iniziare dalla cella corrispondente e controllare innanzitutto se è stato immesso un riferimento alla cella stessa. È ad esempio possibile che la cella A3 contenga la formula =(A1+A2)/A3. Le formule come =A1+1, nella cella A1, causano anche errori di riferimenti circolari.

Cercare inoltre eventuali riferimenti indiretti. Si verificano quando si inserisce una formula nella cella A1 che usa un'altra formula nella cella B1 che a sua volta si riferisce alla cella A1. Questo non solo crea confusione all'utente, ma anche e soprattutto a Excel.

  • Se non si riesce a trovare l'errore, fare clic sulla scheda Formule, fare clic sulla freccia accanto a Controllo errori, scegliere Riferimenti circolari e quindi fare clic sulla prima cella elencata nel sottomenu.

    Comando Riferimenti circolari

  • Controllare la formula contenuta nella cella. Nel caso non sia possibile determinare se il riferimento circolare è causato da questa cella, fare clic sulla cella successiva nel sottomenu Riferimenti circolari.

  • Proseguire con il controllo e la correzione dei riferimenti circolari nella cartella di lavoro ripetendo le operazioni dei passaggi da 1 a 3 fino a quando le parole "Riferimenti circolari" scompariranno dalla barra di stato.

Suggerimenti    

  • Nella barra di stato nell'angolo in basso a sinistra vengono visualizzati l'indicazione Riferimenti circolari e l'indirizzo di cella di un riferimento circolare.

    Se riferimenti circolari sono presenti in altri fogli di lavoro, ma non in quello attivo, nella barra di stato viene visualizzata solo l'indicazione "Riferimenti circolari" senza indirizzi di cella.

  • È possibile spostarsi tra le celle di un riferimento circolare facendo doppio clic sulla freccia di relazione, che indica la cella che influisce sul valore della cella selezionata. Per visualizzare la freccia di relazione, fare clic su Formule e quindi su Individua precedenti o su Individua dipendenti.

    Individua precedenti

Informazioni sul messaggio di avviso relativo ai riferimenti circolari

La prima volta che Excel trova un riferimento circolare, viene visualizzato un messaggio di avviso. Fare clic su OK o chiudere la finestra del messaggio.

Quando si chiude il messaggio, Excel visualizza uno zero oppure l'ultimo valore calcolato nella cella. In alcuni casi una formula può essere infatti eseguita correttamente prima del relativo calcolo. Ad esempio, una formula che usa la funzione SE può funzionare fino a quando un utente non immette un argomento (un dato necessario per la corretta esecuzione della formula) che determina il calcolo della formula. In tal caso, Excel mantiene il valore dell'ultimo calcolo eseguito.

Se si sospetta che in una cella sia presente un riferimento circolare che non mostra uno zero, effettuare l'operazione seguente:

  • Fare clic sulla formula nella barra della formula, quindi premere INVIO.

Importante    In molti casi, se si creano ulteriori formule con riferimenti circolari, il messaggio di avviso non verrà rivisualizzato. L'elenco seguente include solo alcuni degli scenari in cui verrà visualizzato il messaggio di avviso:

  • Si crea la prima istanza di un riferimento circolare in qualsiasi cartella di lavoro aperta

  • Si rimuovono tutti i riferimenti circolari in tutte le cartelle di lavoro aperte e quindi si crea un nuovo riferimento circolare

  • Si chiudono tutte le cartelle di lavoro, si crea una nuova cartella di lavoro e quindi si immette una formula che contiene un riferimento circolare

  • Si apre una cartella di lavoro che contiene un riferimento circolare

  • Senza altre cartelle di lavoro aperte, si apre una cartella di lavoro e si crea un riferimento circolare

Informazioni sul calcolo iterativo

In alcuni casi i riferimenti circolari possono essere utili perché determinano l'iterazione di una funzione, ovvero una ripetizione della funzione finché non viene soddisfatta una condizione numerica specifica. L'iterazione può rallentare le prestazioni del computer ed è per questo che i calcoli iterativi in genere sono disattivati in Excel.

A meno che non si sia esperti in calcoli iterativi, è preferibile non lasciare intatti i riferimenti circolari. Se si mantengono, invece, è possibile abilitare i calcoli iterativi, ma è necessario determinare quante volte la formula dovrà eseguire il ricalcolo. Se si attivano i calcoli iterativi senza modificare i valori per il numero massimo di iterazioni o lo scarto consentito, il calcolo verrà arrestato dopo 100 iterazioni oppure quando tutti i valori nel riferimento circolare subiranno variazioni inferiori a 0,001 tra un'iterazione e l'altra, a seconda di quale condizione si verifica per prima. È tuttavia possibile impostare il numero massimo di iterazioni e l'entità delle variazioni accettabili.

  1. Se si usa Excel 2010 o versione successiva, fare clic su File > Opzioni > Formule. Se si usa Excel per Mac, fare clic sul menu Excel e quindi scegliere Preferenze > Calcolo.

    Se si usa Excel 2007 fare clic sul pulsante Microsoft Office icona del pulsante , quindi su Opzioni di Excel e infine sulla categoria Formule.

  2. Selezionare la casella di controllo Attiva calcolo iterativo nella sezione Opzioni di calcolo. Nel Mac fare clic su Usa calcolo iterativo.

  3. Per impostare il numero massimo di ricalcoli, digitare il numero di iterazioni nella casella Numero massimo. Più alto è il numero di iterazioni, maggiore sarà il tempo necessario per il calcolo del foglio di lavoro.

  4. Digitare il valore minimo richiesto per continuare l'iterazione nella casella Scarto consentito. Si tratta dello scarto minimo in qualsiasi valore calcolato. Più basso è il numero immesso, maggiori saranno la precisione del risultato e il tempo necessario per il calcolo del foglio di lavoro.

Esistono tre possibili risultati per un calcolo iterativo:

  • Convergenza della soluzione, ovvero si raggiunge un risultato finale stabile. Questa è la condizione auspicabile.

  • Divergenza della soluzione, ovvero con ogni iterazione aumenta la differenza tra il risultato corrente e quello precedente.

  • Alternanza di due valori. Ad esempio, il risultato dopo la prima iterazione è 1, dopo l'iterazione successiva è 10, dopo quella successiva è 1 e così via.

Inizio pagina

Servono altre informazioni?

È sempre possibile rivolgersi a un esperto nella Tech Community di Excel, ottenere supporto nella community Microsoft o suggerire una nuova caratteristica o un miglioramento in Excel UserVoice.

Vedere anche

Panoramica delle formule in Excel

Come evitare errori nelle formule

Trovare e correggere errori nelle formule

Scelte rapide da tastiera e tasti funzione di Excel

Funzioni di Excel (in ordine alfabetico)

Funzioni di Excel (in base alla categoria)

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×