Ricerca e uso di parole chiave nel Centro eDiscovery

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Le parole chiave sono utili per limitare il contenuto specifico prodotto tramite l'esportazione di un caso di eDiscovery. Creando ricerche mirate, si aumenta la probabilità che il contenuto sia applicabile a un caso e si riduce la quantità di contenuto da gestire.

L'organizzazione potrebbe creare un caso di eDiscovery in seguito alla richiesta di potenziali prove per controversie legali, indagini o controlli.

Filtri e query

Quando si crea un caso, vi si aggiungono set di individuazione. Un set di individuazione include le origini contenuto, come siti secondari di SharePoint e cassette postali di Exchange, che potrebbero riguardare un caso. I filtri consentono di limitare il contenuto dell'origine, ad esempio per parole chiave, per un intervallo di date di inizio e fine, oppure per autore o mittente.

Dopo aver identificato le origini contenuto, è possibile usare query per limitare ulteriormente il contenuto da esportare per essere esaminato o per fornirlo a un consulente e/o al richiedente. È possibile creare un filtro usando parole chiave, intervalli di date, autore/destinatario, domini e ricerche per prossimità.

Nota : Affinché il contenuto essere individuati, è necessario essere a ricerca per indicizzazione dal servizio di ricerca. Per ulteriori informazioni sui tipi di file predefinito che la ricerca per indicizzazione, vedere l'articolo predefiniti estensioni di file a ricerca per indicizzazione e tipi di file in SharePoint Server 2013 analizzati predefiniti.

Operatori e prossimità nelle parole chiave

È possibile usare operatori speciali, quali gli operatori Booleani e di prossimità, per creare relazioni tra più parole chiave. Gli operatori devono essere scritti con tutte lettere maiuscole. Se è necessario usare più operatori, è possibile raggrupparli tra parentesi per determinare l'ordine in cui vengono applicati.

Ad esempio, se si cerca contenuto con il termine dirigenti, ma non si vuole trovare il termine quando è presente nel titolo di un report usato di frequente nell'organizzazione chiamato Incarichi dirigenti, si può usare la frase dirigenti NOT incarichi per limitare il numero di voci restituite da 300 a 188, eliminando tutti i documenti che contengono la parola incarichi.

Nota :  Se si specificano due parole senza operatore, si presuppone la presenza di un operatore AND implicito, ad esempio: "pasta patate" equivale a "pasta AND patate".

Usare

Per

Esempio

AND

Trovare contenuto che includa tutte le parole o le frasi che separa.

risk AND value AND VAR trova il contenuto che include tutte e tre le parole

OR

Trovare contenuto che includa una delle parole o delle frasi che separa.

risk OR VAR trova il contenuto che include una delle parole.

NOT

Escludere il contenuto che include il termine in una frase.

Executive NOT Summary trova tutto il contenuto che include il termine Executive ma in cui non è presente il termine Summary.

( )

Raggruppare parole o frasi per indicare l'ordine in cui vengono applicate.

(Risk AND management) OR (VAR OR Value-at-risk)

NEAR(n)

Consente di trovare parole vicine, dove il valore n corrisponde al numero di parole che le separano. Se non viene specificato alcun numero, la distanza predefinita è di 8 parole.

Mid NEAR(5) Office trova "Mid and Back Office" e "Mid-Office" e "Mid, Back, and Front Office".

Uso di caratteri jolly

I caratteri jolly consentono di espandere le parole chiave per includere termini che contengono una parte di una parola chiave oppure termini che ortografia alternativa.

Usare

Per

Esempio

* alla fine della parola

Consente di trovare termini che contengono la parola radice ed eventuali lettere aggiuntive.

rischi* restituisce "rischio", "rischi", "rischiato", "rischiare" e "rischioso"

Regole di base per l'uso di parole chiave in filtri e query

  • Un filtro o una query contenuto può includere parole, frasi tra virgolette e termini che usano le parole chiave e le proprietà. Separare i termini con spazi.

  • Le parole di uso comune, ad esempio il, la e da, e i numeri composti da una sola cifra vengono ignorati.

  • Se una frase è racchiusa tra virgolette, la ricerca restituirà le corrispondenze esatte della frase digitata presenti nell'ambito scelto. Se è presente una variazione tra la frase tra virgolette e il contenuto effettivo, tale contenuto non verrà incluso tra i risultati.

  • Gli operatori (ad esempio gli operatori booleani) come OR ed AND devono essere scritti tutti in maiuscole.

  • Se una proprietà di un contenuto di SharePoint o Exchange non è elencata nel menu a discesa Specifica proprietà, è possibile cercarla mediante parole chiave. Per trovare una corrispondenza esatta, racchiudere la proprietà tra virgolette oppure, per trovare solo corrispondenze parziali che iniziano con le lettere digitate, non racchiudere la proprietà tra virgolette. Ad esempio, se si cerca filename:"Budget" (con virgolette), la ricerca restituirà un file con nome "Budget.xlsx". Se si cerca filename:budget (senza virgolette) la ricerca restituirà anche i file "Budget_Corrente.xlsx" e "Budget_Futuro.xlsx".

  • Nota : Una query deve contenere un termine da trovare. Se una query contiene solo termini da escludere, verrà generato un messaggio di errore.

Esempi di applicazione delle regole

Parole chiave

Risultati di esempio

Executive Briefing

Tutto il contenuto che include Executive e Briefing, in qualsiasi punto del documento, della pagina, del messaggio o dei metadati.

"Executive Briefing"

Tutto il contenuto che include la frase esatta "Executive Briefing, in qualsiasi punto del documento, della pagina o del messaggio.

"Executive Briefing" AND "Executive Summary"

Tutto il contenuto che include le frasi esatte "Executive Briefing" ed "Executive Summary" in qualsiasi punto del documento, della pagina, del messaggio o dei metadati.

filename:budget

Qualsiasi file il cui nome contiene la parola preventivo, ad esempio Previsioni preventivo 2014.docx, Priorità preventivo 2015.pptx, Pianificazione preventivo 2014.xlsx, Analisi preventivo 2014.xlsx e così via

filename:2014 budget filetype:xlsx

Fogli di lavoro di Excel che contengono la frase 2014 budget, ad esempio "Pianificazione 2014 budget.xlsx" e "Revisione 2014 budget.xlsx"

Ambito delle query

Una query può riguardare tutto il contenuto di un caso, uno specifico set di eDiscovery oppure una specifica origine contenuto (ad esempio contenuto Web, condivisione di file o cassetta postale) in un set di eDiscovery. Limitare l'ambito può essere utile per identificare il contenuto giusto, specialmente se il caso è vasto e i risultati della ricerca in altre origini o set di eDiscovery non sono pertinenti.

Importante :  Se l'opzione Seleziona origini è selezionata, eventuali filtri aggiunti nel set di eDiscovery non vengono inclusi.

Per impostare l'ambito di una query, fare clic su Modifica ambito della query e quindi selezionare Tutto il contenuto dei casi, Seleziona set eDiscovery o Seleziona origini.

L'opzione Tutto il contenuto dei casi include tutto il contenuto dell'elenco di origini, con eventuali filtri del set eDiscovery applicati. È anche possibile includere altri percorsi di contenuto e cassette postali durante l'impostazione dell'ambito della query.

Visualizzazione delle query e risoluzione dei problemi specifici

Dopo aver eseguito una query, è possibile visualizzare i risultati di SharePoint in base alla pertinenza alla query oppure in base alla data. È possibile ottenere un'anteprima del documento passando il puntatore del mouse sul titolo corrispondente.

Per limitare il numero di elementi esportati, è possibile definire in modo ancora più preciso i risultati in base all'estensione del file e in base alle proprietà, ad esempio Autore o Titolo. Un valore di precisazione applicato a SharePoint non incide sui risultati di Exchange e viceversa.

È possibile visualizzare la sintassi della query e ridurre i dati di Exchange ridondanti nella pagina Opzioni di query avanzate.

Nella finestra di dialogo della query fare clic sul collegamento Opzioni di query avanzate. Verrà visualizzata la sintassi di base della query per Exchange e SharePoint, le origini contenuto incluse nella query, eventuali filtri per la query ed altre precisazioni. È anche possibile eliminare i dati di Exchange ridondanti.

Altre informazioni su eDiscovery

Per altre informazioni sui casi di eDiscovery, vedere gli articoli seguenti:

Scenario: eDiscovery in SharePoint Server 2013 ed Exchange Server 2013

Pianificare e gestire casi di eDiscovery

Aggiunta di contenuto in un caso di eDiscovery e applicazione del blocco alle origini contenuto

Predefiniti a ricerca per indicizzazione estensioni di file e analizzare i tipi di file in SharePoint Server 2013

Panoramica della ricerca per indicizzazione e proprietà gestite nello SharePoint Server 2013

Creare ed eseguire query di eDiscovery

Esportare contenuto da eDiscovery e creare report

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×