Relazioni in Power View

Nota: Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l'articolo in lingua inglese per riferimento.

Quando si creano report Power View su dati derivanti da origini diverse, è necessario creare relazioni tra i dati per generare report e creare visualizzazioni basate su tutti i dati. Creando relazioni, si uniscono i dati in un'unità coesiva chiamata modello di dati.

Il browser in uso non supporta le funzionalità video. Installare Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

Per creare le relazioni si può procedere in vari modi. In questo argomento verrà descritto come crearle in Power View. Per altre informazioni sulle relazioni in generale:

Creare una relazione tra due tabelle

Creare un modello di dati in Excel

Relazioni e modelli di dati

Quando si crea una relazione, si genera un modello di dati unendo dati da origini dati non correlate in precedenza. Per altre informazioni sui modelli di dati, vedere Creare un modello di dati in Excel.

Inizio pagina

Creare una relazione in Power View

Una relazione è una connessione tra due tabelle di dati, ognuna basata su una colonna contenente dati simili o identici. Ad esempio, le tabelle Olympic Host City e CountryRegion possono essere correlate tra loro perché contengono entrambe una colonna in cui è archiviato un codice geografico a 3 cifre.

  1. Nella scheda Power View > relazioni. Verrà aperta la finestra Gestisci relazioni . Da qui è possibile creare nuove relazioni, modificare, disattivare ed eliminare relazioni esistenti

  2. Per creare una nuova relazione, scegliere Nuovo. Verrà aperta la finestra Crea relazioni.

  3. Quando si definisce una relazione, si connette una colonna di origine nella prima tabella, detta anche colonna della chiave esterna, a una colonna di destinazione nella seconda tabella, detta anche colonna della chiave primaria.

    Nota: I valori nella colonna di destinazione correlata devono essere univoci, altrimenti Excel non crea la relazione.

  4. Selezionare la tabelladi origine. Ad esempio, discipline.

  5. Selezionare la colonna della tabella da usare come origine o chiave esterna. Ad esempio, SportID.

  6. Selezionare la tabella correlata. Ad esempio, sport.

  7. In Colonna correlata selezionare la colonna da usare come destinazione o chiave primaria.

A volte Excel compila questo campo se esiste una corrispondenza esatta per il nome di colonna. Ad esempio, SportID.

  1. Fare clic su OK.

Power View crea la relazione e la aggiunge al modello di dati sottostante. Ora è possibile creare le visualizzazioni in base ai dati di entrambe le tabelle, in questo esempio le tabelle Disciplines e Sports.

Le relazioni, indipendentemente da dove vengono create, consentono di eseguire operazioni come:

  • Combinare dati da tabelle diverse e origini dati diverse in una sola visualizzazione

  • Filtrare, evidenziare, aggregare e sezionare una o più visualizzazioni con campi di tabelle non correlate in precedenza

  • Esaminare l'impatto sulle visualizzazioni dei dati provenienti da una tabella non correlata in precedenza

Inizio pagina

Vedere anche

Video su Power View e Power Pivot

Power View: esplorare, visualizzare e presentare i dati

Esercitazione: importare dati in Excel e creare un modello di dati

Proprietà dei report di Power Pivot per Power View

PowerPivot: potente strumento di analisi e modellazione dei dati in Excel

Inizio pagina

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×