RANGO (funzione RANGO)

Questo articolo descrive la sintassi della formula e l'uso della funzione RANGO.UG in Microsoft Excel.

Descrizione

Restituisce il rango di un numero in un elenco di numeri. Il rango di un numero è la sua dimensione in rapporto agli altri valori presenti nell'elenco. Nel caso in cui fosse necessario ordinare l'elenco, il rango del numero corrisponderebbe alla rispettiva posizione.

Importante : Questa funzione è stata sostituita con una o più nuove funzioni in grado di offrire una maggiore precisione e i cui nomi richiamano in modo più appropriato il relativo utilizzo. Benché tale funzione sia ancora disponibile per motivi di compatibilità con le versioni precedenti, è opportuno prendere in considerazione da subito l'utilizzo delle nuove funzioni, dal momento che la funzione di compatibilità potrebbe non essere disponibile nelle versioni future di Excel.

Per ulteriori informazioni sulle nuove funzioni, vedere RANGO.MEDIA (Funzione RANGO.MEDIA) e RANGO.UG (Funzione RANGO.UG).

Sintassi

RANGO(num; rif; [ordine])

Gli argomenti della sintassi della funzione RANGO sono i seguenti:

  • Num     Obbligatorio. Numero di cui si desidera trovare il rango.

  • Rif     Obbligatorio. Matrice di numeri o riferimento a un elenco di numeri. I valori in rif che non sono di tipo numerico vengono ignorati.

  • Ordine     Facoltativo. Numero che specifica come classificare num.

    Se ordine è 0 o è omesso, num verrà ordinato come se rif fosse un elenco in ordine decrescente.

    Se ordine è un valore diverso da zero, num verrà ordinato come se rif fosse un elenco in ordine crescente.

Osservazioni

  • RANGO attribuisce lo stesso rango ai numeri doppi. Tuttavia, la presenza di numeri doppi cambia i ranghi di numeri successivi. Ad esempio, se in un elenco di interi, ordinati in senso ascendente, il numero 10 appare due volte e ha un rango uguale a 5, il numero 11 avrà un rango uguale a 7 e nessun numero potrà avere un rango uguale a 6.

  • In alcuni casi è necessario utilizzare una definizione di rango in cui vengano tenute in considerazione le dipendenze. Nell'esempio precedente è possibile modificare in 5,5 il rango per il numero 10, aggiungendo il seguente fattore di correzione al valore restituito da RANGO. Questo fattore di correzione è appropriato sia nel caso in cui il rango venga calcolato in ordine decrescente (ordine = 0 o omesso) o in ordine crescente (ordine = valore diverso da 0).

    Fattore di correzione per ranghi dipendenti=[CONT(rif) + 1 – RANGO(numero, rif, 0) – RANGO(numero, rif, 1)]/2.

    Nel seguente esempio, RANGO(A2,A1:A5,1) è pari a 3. Il fattore di correzione è (5 + 1 – 2 – 3)/2 = 0,5 e il rango modificato in cui si tiene conto delle dipendenze è 3 + 0,5 = 3,5. Se tale numero è presente una sola volta in rif, il fattore di correzione sarà uguale a 0, poiché RANGO non dovrà essere adeguato.

Esempio

Copiare i dati di esempio contenuti nella tabella seguente e incollarli nella cella A1 di un nuovo foglio di lavoro di Excel. Per visualizzare i risultati delle formule, selezionarle, premere F2 e quindi premere INVIO. Se necessario, è possibile regolare la larghezza delle colonne per visualizzare tutti i dati.

Dati

7

3,5

3,5

1

2

Formula

Descrizione (risultato)

Risultato

=RANGO(A3;A2:A6;1)

Rango di 3,5 nell'elenco indicato (3)

3

=RANGO(A2;A2:A6;1)

Rango di 7 nell'elenco indicato (5)

5

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×