Protezione dalla posta indesiderata in Office 365

La posta indesiderata ricevuta in Office 365 sta diventando troppa? Abbiamo incorporato diversi filtri per la posta indesiderata nel servizio Office 365 o Exchange Online Protection, che proteggono la posta elettronica dal momento in cui si riceve il primo messaggio. Per impedire il recapito di posta indesiderata in Office 365, è possibile modificare un'impostazione di protezione per gestire un problema specifico dell'organizzazione, ad esempio la ricezione di una grande quantità di posta indesiderata da un determinato mittente, oppure ottimizzare semplicemente le impostazioni in base alle esigenze dell'organizzazione. A questo scopo è possibile modificare le impostazioni di filtro della posta indesiderata nel Centro sicurezza e conformità di Office 365.

Opzioni di filtro della posta indesiderata in Office 365

Il filtro connessioni    controlla la reputazione del mittente prima di consentire il recapito di un messaggio. È possibile creare un elenco indirizzi consentiti, o elenco di mittenti attendibili, per fare in modo che ogni messaggio inviato da un indirizzo IP o intervallo di indirizzi IP specifico venga sempre ricevuto. Si può anche creare un elenco di indirizzi IP da cui bloccare i messaggi, detto elenco indirizzi IP bloccati. Per altre informazioni, vedere Configurare i criteri di filtro delle connessioni. Se la posta indesiderata in Office 365 è un problema, usare il filtro connessioni per impedirne il recapito.

Per i clienti che usano Office 365 Enterprise E5 o hanno acquistato licenze di Advanced Threat Protection (ATP), il filtro connessioni viene usato dalla tecnologia anti-spoofing per creare elenchi indirizzi consentiti e bloccati di mittenti che effettuano lo spoofing del dominio. Per saperne di più, vedere Altre informazioni sulla tecnologia anti-spoofing.

Il filtro posta indesiderata    verifica le caratteristiche dei messaggi coerenti con la posta indesiderata. È possibile cambiare le azioni da intraprendere sui messaggi identificati come posta indesiderata e scegliere se filtrare quelli scritti in determinate lingue o inviati da determinati paesi o aree geografiche. Si possono anche attivare le opzioni avanzate di filtro della posta indesiderata, se si vuole adottare un approccio più aggressivo. Inoltre, è possibile configurare le notifiche di posta indesiderata per l'utente finale, per informarlo quando determinati messaggi destinati a lui sono stati invece messi in quarantena (l'invio di messaggi in quarantena è una delle azioni configurabili). Da queste notifiche gli utenti finali possono identificare i falsi positivi e segnalarli a Microsoft a scopo di analisi. Per altre informazioni, vedere Configurare i criteri di filtro della posta indesiderata. Usare il filtro della posta indesiderata se si riceve troppa posta indesiderata in Office 365. Usare il filtro connessioni per impedire il recapito di posta indesiderata in Office 365.

Importante : Per gli utenti della versione autonoma di Exchange Online Protection: per impostazione predefinita, i filtri della posta indesiderata di Exchange Online Protection inviano i messaggi identificati come posta indesiderata nella cartella Posta indesiderata di ogni destinatario. Tuttavia, per fare in modo che l'azione Sposta messaggio nella cartella Posta indesiderata funzioni con le cassette postali locali, è necessario configurare due regole di trasporto di Exchange nei server locali per rilevare le intestazioni di posta indesiderata aggiunte da Exchange Online Protection. Per altre informazioni, vedere Assicurarsi che la posta indesiderata venga instradata nella cartella Posta indesiderata di ogni utente.

Informazioni aggiuntive in caso di ricezione di troppa posta indesiderata in Office 365

Il video seguente offre una panoramica della configurazione del filtro della posta indesiderata in Exchange Online Protection.

Il browser in uso non supporta le funzionalità video. Installare Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

Per altre informazioni, vedere Configurare i criteri di filtro della posta indesiderata.

Controllare i messaggi in uscita per bloccare la posta indesiderata in Office 365

L'impostazione Filtro in uscita    controlla che gli utenti non inviino posta indesiderata. Ad esempio, il computer di un utente potrebbe contenere malware che causa l'invio di messaggi di posta indesiderata, pertanto è stato integrato nel prodotto un apposito meccanismo di protezione. Non è possibile disattivare il filtro in uscita, ma si possono configurare le impostazioni descritte in Configurare i criteri di posta indesiderata in uscita. Se la posta indesiderata in Office 365 è un problema, usare il filtro in uscita per impedirne il recapito in Exchange Online.

Operazioni avanzate: altri modi per filtrare la posta indesiderata in Office 365

Regole di trasporto    Se, oltre al filtro della posta indesiderata predefinito, si vogliono creare regole personalizzate basate sui criteri aziendali, la caratteristica Regole di trasporto offre un altro filtro che consente di impedire il recapito di posta indesiderata in Office 365. Ad esempio, è possibile usare le regole di trasporto per impostare il livello di probabilità di posta indesiderata per i messaggi che corrispondono a specifiche condizioni, come descritto in Creare una regola di trasporto che imposta il livello di probabilità di posta indesiderata di un messaggio.

Il processo di autenticazione della posta elettronica    include tecniche che usano il Domain Name System (DNS) per aggiungere ai messaggi di posta elettronica informazioni verificabili sul mittente. Gli amministratori di Office 365 più esperti possono usare queste tecnologie di autenticazione della posta elettronica:

Per evitare problemi di posta indesiderata, phishing e spoofing in Office 365, usare SPF, DKIM e DMARC insieme.

Impostazioni gestite dall'utente finale    Per informazioni sul modo in cui gli utenti finali possono gestire le impostazioni per la posta indesiderata nel proprio computer, vedere Informazioni generali sul filtro per la posta indesiderata (per gli utenti di Microsoft Outlook) o Informazioni sulla posta indesiderata e sul phishing (per gli utenti di Outlook Web App). Se si usa Exchange Online Protection per proteggere le cassette postali locali, usare la sincronizzazione della directory per assicurarsi che queste impostazioni vengano sincronizzate con il servizio. Per altre informazioni sulla sincronizzazione della directory, vedere la sezione che spiega come usare la sincronizzazione della directory per gestire gli utenti di posta elettronica in Gestire gli utenti di posta elettronica in Exchange Online Protection.

Altre informazioni

Blog: Perché la posta indesiderata e il phishing passano attraverso Office 365?

Domande frequenti sulla protezione dalla posta indesiderata

Evitare che la posta elettronica venga erroneamente contrassegnata come posta indesiderata tramite un elenco di indirizzi attendibili o altre tecniche

Come impostare i filtri per bloccare i messaggi di posta indesiderata in Office 365

Differenza tra la posta indesiderata e la posta elettronica inviata in blocco

Intestazioni dei messaggi di posta indesiderata

Posta indesiderata costituita da falsi rapporti di mancato recapito ed Exchange Online Protection

Serve ulteriore assistenza?

Ottenere assistenza dai forum della community di Office 365 Amministratori: Accedere e creare una richiesta di servizio Amministratori: Contattare il supporto
Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×