Procedura guidata Selezione dati (Connessione a una cartella di lavoro di Microsoft Office Excel)

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Utilizzare le pagine Connessione a una cartella di lavoro di Microsoft Office Excel per individuare e selezionare la cartella di lavoro di Excel contenente i dati da importare e quindi scegliere il foglio di lavoro o l'intervallo da utilizzare.

Specificare la cartella di lavoro da importare

In questa casella sono elencati i file di Excel di uso più recente. Se la casella è vuota, digitarvi il nome della cartella di lavoro di Excel oppure fare clic sul pulsante Sfoglia per individuarlo.

  1. Digitare, selezionare dall'elenco o cercare la cartella di lavoro di Excel contenente i dati da importare.

  2. È possibile che le pagine rimanenti della procedura guidata siano facoltative. Eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Fare clic su Fine se si desidera importare tutti i dati nel primo foglio di lavoro della cartella di lavoro e che un identificatore univoco (colonna chiave) venga scelto automaticamente durante la procedura guidata.

    • Fare clic su Avanti se si desidera continuare la procedura guidata per eseguire una delle operazioni seguenti:

      • Importare dati non contenuti nel primo foglio di lavoro della cartella di lavoro. Per impostazione predefinita, vengono importati solo i dati presenti nel primo foglio di lavoro.

      • Importare solo una parte di un insieme di dati molto grande.

      • Scegliere un identificatore univoco (colonna chiave) anziché consentirne la selezione automatica durante la procedura guidata.

        Facendo clic su Avanti è possibile indicare il foglio di lavoro o l'intervallo da utilizzare nella pagina successiva della procedura guidata.

Specificare il foglio di lavoro o l'intervallo da utilizzare

In questa casella sono elencate tutte le cartelle di lavoro e gli intervalli con nome disponibili nella cartella di lavoro selezionata. Un intervallo è costituito da due o più celle di una cartella di lavoro selezionate in Excel e alle quali è stato successivamente assegnato un nome che consente di identificare l'intervallo.

Nota : Non sono disponibili riferimenti 3-D, ovvero intervalli con nome di celle provenienti da più cartelle di lavoro.

Selezione intervallo personalizzato    Fare clic su questo pulsante per selezionare un determinato insieme di celle. La cartella di lavoro selezionata nella pagina precedente della procedura guidata viene aperta in Excel e viene visualizzata la finestra di dialogo Importa in Visio. È possibile digitare un intervallo nella casella Seleziona intervallo di tale finestra di dialogooppure selezionare le celle direttamente nella cartella di lavoro. In quest'ultimo caso, la finestra di dialogo resta nella parte superiore della cartella di lavoro aperta mentre si effettua la selezione e l'intervallo viene visualizzato nella casella Seleziona intervallo.

Se si sceglie di selezionare un intervallo personalizzato, includere nella selezione tutte le intestazioni di colonna. Nell'immagine seguente viene illustrato un esempio di selezione delle celle in un foglio di lavoro di questo tipo.

Intervallo personalizzato selezionato in Excel

Intestazioni di colonna nella prima riga di dati    Questa casella di controllo risulta selezionata per impostazione predefinita. È consigliabile verificare che la prima cella di ogni colonna del foglio di lavoro di Excel, o dell'intervallo personalizzato, contenga intestazioni di colonna anziché una riga di dati. Tali intestazioni non sono obbligatorie ma semplificano l'utilizzo dei dati importati.

È possibile che le pagine rimanenti della procedura guidata siano facoltative. Eseguire una delle operazioni seguenti:

  • Fare clic su Fine se si desidera che l'identificatore univoco (colonna chiave) venga scelto automaticamente durante la procedura guidata.

  • Fare clic su Avanti per scegliere l'identificatore univoco (colonna chiave).

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×