Pagina delle proprietà Stored procedure

(Solo Microsoft SQL Server 2000). Include le opzioni che consentono di definire il comportamento della stored procedure con singola istruzione che si desidera creare o modificare.

Routine

Visualizza il nome della stored procedure corrente. Se la stored procedure non è ancora stata salvata, verrà visualizzato il nome predefinito. Non è possibile modificare il nome nella casella. Per assegnare un nome, scegliere Salva o Salva con nome dal menu File.

Tutte le colonne

Specifica che nell'output della stored procedure saranno presenti tutte le colonne di tutte le tabelle correnti visualizzate. La scelta di questa opzione equivale a specificare un asterisco (*) anziché i singoli nomi di colonna nel riquadro SQL.

Valori DISTINCT

Specifica che la query filtrerà tutte le righe duplicate dall'output della stored procedure. Risulta utile se si utilizzano solo alcune colonne di una tabella che potrebbero contenere valori duplicati o se il join di due o più tabelle genera righe duplicate nel set dei risultati. La scelta di questa opzione equivale a inserire la parola DISTINCT nell'istruzione nel riquadro SQL.

NOCOUNT

Impedisce a SQL Server di includere nei risultati della query un messaggio che indica il numero delle righe su cui influisce l'istruzione Transact-SQL nel corpo della stored procedure. Per visualizzare il messaggio, deselezionare la casella di controllo.

Estensione GROUP BY

Specifica che sono disponibili opzioni aggiuntive per le stored procedure basate sulle query di aggregazione.

  • WITH CUBE

Specifica che la query di aggregazione deve generare valori di riepilogo per i gruppi indicati nella clausola GROUP BY. Per creare i gruppi, vengono generati riferimenti incrociati tra le colonne contenute nella clausola GROUP BY e quindi viene applicata la funzione di aggregazione della query per generare valori di riepilogo relativi alle righe di aggregazione aggiuntive. L'opzione WITH CUBE è multidimensionale, ovvero crea riepiloghi da tutte le combinazioni delle funzioni di aggregazione e delle colonne presenti nella query.

  • WITH ROLLUP

Specifica che la query di aggregazione deve generare valori di riepilogo per i gruppi indicati nella clausola GROUP BY. L'opzione WITH ROLLUP è simile all'opzione WITH CUBE, con la differenza che crea solo un tipo di riepilogo per ogni combinazione di colonna e funzione di aggregazione.

  • ALL

Specifica che la query di aggregazione includerà eventuali righe duplicate nel riepilogo.

Proprietario

Visualizza il nome del proprietario della stored procedure, che può essere un ruolo o un utente di SQL Server. Nell'elenco a discesa sono disponibili tutti i ruoli e gli utenti definiti nel database, contraddistinti da due tipi di icone diversi: l'icona di ruolo è caratterizzata da due volti, mentre quella di utente da uno solo.

TOP

(Per database di SQL Server 7.0 o versioni successive). Specifica che la stored procedure includerà una clausola TOP che restituisce nel set di risultati solo le prime n righe o il numero di righe equivalente al primo n percento. Per impostazione predefinita, la stored procedure restituisce nel set di risultati le prime 10 righe.

In questa casella è possibile specificare un numero diverso di righe che devono essere restituite oppure è possibile specificare una percentuale.

  • PERCENT

(Per database di SQL Server 7.0 o versioni successive). Specifica che la stored procedure includerà una clausola TOP che restituisce nel set di risultati solo un numero di righe equivalente al primo n percento.

  • WITH TIES

(Per database di SQL Server 7.0 o versioni successive). Specifica che la stored procedure includerà una clausola WITH TIES, utile se la stored procedure contiene una clausola ORDER BY e una clausola TOP basata su una percentuale. Se la casella è selezionata e la percentuale cade a metà di un set di righe con valori identici nella clausola ORDER BY, la visualizzazione verrà estesa in modo da includere tutte le righe.

Commento SQL

Per inserire testo in questo campo, è possibile digitarlo qui direttamente oppure inserire un commento nel riquadro SQL. Se si inserisce il testo direttamente nel campo, è sufficiente digitarlo. Se invece si inserisce un commento nel riquadro SQL, è necessario utilizzare i delimitatori di commento. Ad esempio:

/* This is comment text entered in the SQL pane */
This is comment text entered directly in the SQL Comment field.

Descrizione

(Solo SQL Server 2000).

Questo campo si differenzia dal campo Commento SQL per due motivi: i valori del campo Descrizione vengono memorizzati in SQL Server come proprietà estese e non è possibile inserire i valori del campo Descrizione dal riquadro SQL.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×