Opzioni di migrazione di SharePoint 2007 da valutare

Alla fine del ciclo di vita e del supporto dei prodotti Microsoft SharePoint Server (come Microsoft SharePoint Server 2007), gli aggiornamenti e le migrazioni possono richiedere tempo. È consigliabile conoscere la data di fine del ciclo di vita e pianificare il lavoro in anticipo.

Comuni strategie di aggiornamento per SharePoint

Sono disponibili più metodi per eseguire l'aggiornamento di un ambiente di SharePoint Server. Se si ha una farm di Microsoft Office SharePoint Server 2007, ecco alcuni esempi dei metodi di aggiornamento:

  • Collegamento di database

  • Aggiornamento affiancato

  • Aggiornamento sul posto

  • Aggiornamento ibrido (sul posto con database scollegati/collegamento di database separato)

  • Ibridi di SharePoint (connessione online a SharePoint locale)

  • Spostare manualmente i dati tra le raccolte siti o le raccolte

  • Aggiornamento procedura guidata FastTrack a Office 365 (Assistente per la distribuzione di SharePoint Online)

  • API di migrazione a SharePoint Online (SPO) in Office 365

Qual è piano più adatto alle proprie esigenze?

La conoscenza delle capacità e dello scopo della farm è un punto di forza sul piano tattico per quanto riguarda l'aggiornamento. Il modo in cui gli utenti usano la farm di SharePoint aiuta a scegliere tra le opzioni.

Suggerimento : Microsoft Office SharePoint Server 2007 prevede anche un aggiornamento graduale che non è illustrato in questo articolo. Per visualizzare un elenco di articoli sugli aggiornamenti specifici del passaggio, vedere Roadmap della fine del ciclo di vita di SharePoint Server 2007.

Ricordarsi di controllare il ciclo di vita del prodotto e i requisiti di sistema per qualsiasi versione di SharePoint a cui si esegue l'aggiornamento, in modo da sapere quando si renderà necessario il prossimo aggiornamento e per essere certi di avere l'hardware necessario a supportare il proprio piano. Se, ad esempio, si vogliono pianificare altri aggiornamenti di un prodotto legacy come SharePoint Server 2010, accertarsi di conoscerne la data di fine del ciclo di vita.

Se si prevede di trasferire alcuni o tutti i siti di SharePoint in Office 365 nel cloud, è il momento opportuno per inserire un segnalibro in un collegamento alle descrizioni dei servizi per Office 365, necessarie per ottenere più informazioni sulle caratteristiche di SharePoint Online e sulle eventuali differenze rispetto a SharePoint Server locale. Aggiornare le farm di Microsoft Office SharePoint Server 2007 funzionali. Se alcuni siti dell'installazione sono danneggiati, correggere gli errori prima di eseguire l'aggiornamento.

Nota sulla gestione dei rischi

I metodi come quello "affiancato" sono importanti nello schema della logica di aggiornamento. Quando si esegue l'aggiornamento affiancato, si mantiene la propria farm di Microsoft Office SharePoint Server 2007, ma si crea la versione successiva in base a essa (SharePoint Server 2010) in un nuovo hardware. Ciò si rivela utile in tre modi:

  1. Si può usufruire di una posizione in cui archiviare i backup dei database di Microsoft Office SharePoint Server 2007 per aggiornarli separatamente, usando il collegamento di database.

  2. Se si scopre che solo una piccola parte delle raccolte documenti e di altre informazioni di importanza critica viene usata dalla propria farm di Microsoft Office SharePoint Server 2007, è possibile scegliere di spostare manualmente i dati da Microsoft Office SharePoint Server 2007 a SharePoint Server 2010 o aggiornare alla versione successiva solo siti e siti Web specifici, facilitando il proprio lavoro.

  3. Minore è il numero di operazioni dirette eseguite nella server farm di Microsoft Office SharePoint Server 2007, più sicuri saranno i dati in essa contenuti durante l'aggiornamento.

I metodi come l'aggiornamento sul posto agiranno direttamente nella farm di Microsoft Office SharePoint Server 2007, concedendo meno opzioni semplici per abbandonare un percorso e ricominciare dall'ambiente intatto. Per quanto possibile, incorporare alcune misure di sicurezza (ad esempio la creazione e la verifica dei backup dell'ambiente originale). Ad esempio, se la farm di Microsoft Office SharePoint Server 2007 è virtuale ed è duplicata ai fini del backup e ripristino, eseguire il backup e ripristinare i database più recenti prima dell'intervallo di servizio per l'aggiornamento. Sapere che è possibile ripristinare i backup dei database non offre soltanto una sicurezza intrinseca, ma anche una certa tranquillità.

Suggerimento : È disponibile la documentazione sulle procedure consigliate per Microsoft Office SharePoint Server2007, SharePoint Server 2010, SharePoint Server 2013 e SharePoint Server 2016. È anche possibile cercare tra i Microsoft Partner chi ha esperienza con gli aggiornamenti o le migrazioni a Office 365.

Preparare un piano

Se è necessario eseguire l'aggiornamento ci vuole un piano, e in questi casi non esiste una soluzione valida per ogni contesto. Il piano potrebbe essere semplice come "Creare un abbonamento a Office 365 con SharePoint Online, registrare un dominio a cui reindirizzare gli utenti per il salvataggio dei propri file", ma potrebbe essere anche più complesso. Sta all'amministratore decidere, e tutto si riduce alle reali esigenze dell'amministratore e dei suoi utenti.

Nota : È rischioso operare con un software il cui ciclo di vita è terminato. I problemi rilevati nei prodotti per cui non è più disponibile il supporto non verranno più corretti. Ciò significa anche se, qualora insorgessero nuove minacce per la sicurezza, non saranno disponibili patch o aggiornamenti di sicurezza perché i prodotti giunti alla fine del ciclo di vita non sono più supportati. È consigliabile evitare questo inconveniente.

Prima di tutto, occorre conoscere la farm

Durante l'aggiornamento, il processo decisionale dovrebbe basarsi sull'utilità della farm per l'organizzazione. Quali necessità soddisfa? Qual è il suo ruolo? Ogni farm nell'azienda può avere un diverso ruolo. Alcune della farm di SharePoint possono essere critiche, altre possono essere archivi di file sicuri. Se poi la farm ha diversi ruoli contemporaneamente, può essere necessario sapere cosa fanno le raccolte siti, i siti Web o persino le raccolte documenti, quali sono le eventuali personalizzazioni e qual è la loro importanza. L'analisi dei dati a questo livello può sembrare laboriosa, ma consente di risparmiare tempo e sforzi per acquisire padronanza del dominio prima del suo aggiornamento o della sua migrazione. Quando si conosceranno tutti gli elementi mobili e le parti più importanti, si saprà anche quali saranno ormai superati e possono essere abbandonati. Queste informazioni saranno di particolare aiuto per i progetti futuri.

Quali sono, quindi, le caratteristiche più importanti della farm di SharePoint Server rilevate dagli utenti?

  • Caratteristiche di SharePoint predefinite

  • Il grande corpo dati (ad esempio un archivio di file)

  • Disponibilità

  • App, web part o documenti critici nella farm (farm particolarmente importante)

  • Standard di conformità soddisfatti

  • Personalizzazioni

Se si esegue un'operazione essenziale per la propria attività dalla farm di SharePoint, ad esempio se questa funge da grande catalogo di dati critici sui requisiti del servizio clienti, si può aggiungere un segno di spunta accanto ad "App critiche", ma anche accanto a "Disponibilità", vale a dire che la propria azienda subirebbe un impatto negativo qualora non fosse possibile usare SharePoint per qualche tempo. Analogamente, è possibile selezionare "Personalizzazioni" perché i servizi critici offerti dalla farm sono basati su codice personalizzato, sulle definizioni di sito o su una serie di personalizzazioni interattive.

Se SharePoint ha soddisfatto quelle esigenze senza la necessità di fare altro, a parte usare le funzioni incorporate nel software, e in genere si esegue l'aggiornamento e si effettuano le normali operazioni di amministrazione e manutenzione, potrebbe essere stato scelto "SharePoint incorporato". Questo potrebbe anche essere il motivo per mantenere una versione precedente di SharePoint. In altre parole, SharePoint esegue già le operazioni previste e non è stato necessario aggiornarlo fino ad ora, cioè alla fine del ciclo di vita di Microsoft SharePoint Server 2007.

Quando si stila un elenco di questi requisiti, si creano i criteri per l'aggiornamento. In altre parole, per essere preso in considerazione, un aggiornamento deve soddisfare questi requisiti minimi. In questo modo, è possibile escludere i metodi che attualmente non si adattano alle proprie esigenze.

Un semplice esempio di piano

Per eseguire l'aggiornamento di SharePoint potrebbe essere necessario ottenere un più ampio consenso da parte della leadership e degli amministratori. Gli amministratori di SharePoint Server spesso collaborano con gli amministratori di Microsoft SQL Server, collaborano con i team addetti a reti e sicurezza, e molto altro. Quando ci sono molti stakeholder, può essere necessario trovare un accordo sul piano di aggiornamento e migrazione, oppure rettificarlo. Ad esempio, se si esegue la migrazione dei dati in modo che parte dell'azienda usi SharePoint Online in Office 365, sarà probabilmente necessario eseguire l'ottimizzazione o il test delle prestazioni all'interno della rete. I team interessati dovranno essere informati in anticipo.

In questo semplice esempio, è visualizzata una proposta di un amministratore di SharePoint e quindi viene elencato il piano concordato da tutte le parti interessate. Per chiarezza, occorre documentare i contratti e le decisioni.

Il piano inizia dopo un'analisi approfondita di una farm e prova a identificare il ruolo della farm, i punti problematici e altre informazioni importanti che porteranno a restringere la scelta delle opzioni di aggiornamento. In un secondo momento, l'amministratore di SharePoint presenta una proposta di aggiornamento e le parti interessate concordano su un piano d'azione.

Elenco dei requisiti "più importanti" suggerito:

Disponibilità, caratteristiche predefinite in SharePoint e standard di conformità.

  • La maggior parte dei dati si trova in tre raccolte siti, con un'area di lavoro riunioni usata da un team di sviluppo particolarmente importante, di cui si fa un uso intensivo in più fusi orari in tutto il mondo.

  • Ci sono altri 17 siti di cui si fa largo uso.

  • Due raccolte di documenti (area di lavoro riunioni e documenti nella raccolta siti radice) sono le più grandi (oltre 8000 documenti ciascuna). È presente una grande quantità di documenti archiviati e di elenchi con fogli di calcolo allegati.

  • Ci sono 14 elenchi di raccolte con dati sensibili che DEVONO restare in Conformità.

  • È NECESSARIO avere la possibilità di eseguire blocchi e eDiscovery ovunque si vada.

  • Alcuni di questi dati DEVONO rimanere in locale, a causa delle regole InfoSec.

Scelte di aggiornamento e migrazione suggerite:

No

Aggiornare i database con collegamento di database

Aggiornamento sul posto

Aggiornare con le farm affiancate

Aggiornamento ibrido

API di migrazione a SPO in Office 365 (per dati di siti personali)

SharePoint ibrido (non ancora necessario)

Alcuni migrazioni manuale dei dati a SharePoint Online per i dati critici

Aggiornamento procedura guidata FastTrack a Office 365

Piano proposto:

Aggiornare in locale, con le versioni di SharePoint affiancate, alcune virtualizzate, in modo che sia possibile aggiornare prima i database. Passare da SharePoint 2007 a SharePoint 2010. Gli amministratori e gli sviluppatori testano la farm risultante. Gli utenti testano la farm risultante. Risolvere eventuali problemi critici durante questo periodo. Eseguire di nuovo l'aggiornamento affiancato dei database di SharePoint 2010 a SharePoint 2013. Eseguire il test. Test utente/progetto pilota. Risolvere eventuali problemi critici durante questo periodo.

  • Considerare se una ricerca federata ibrida con SharePoint Online soddisfa le proprie esigenze.

  • Prendere in considerazione l'assistenza di FastTrack se si vuole eseguire l'aggiornamento a SharePoint Online da qui.

  • Determinare se è possibile distribuire le raccolte siti a un abbonamento a Office 365. (Office 365 soddisfa molti standard di conformità. Office 365 ha eDiscovery e può eseguire blocchi attraverso il centro conformità).

In caso contrario, proseguire con un aggiornamento affiancato a SharePoint Server 2016.

Nota : Tra una raccomandazione e l'altra degli amministratori che pianificano l'aggiornamento e il processo effettivo ci sono le conversazioni che hanno luogo con altri stakeholder, su cui si basa l'aggiornamento. Ad esempio, a volte l'aspetto economico impone agli amministratori di cambiare i propri piani. Qualunque sia la decisione finale, occorre documentare qual è il piano concordato per il futuro. Potrebbe avere un aspetto simile al seguente:

Piano d'azione suggerito:

In locale, si usa un ambiente virtuale per creare le versioni predefinite SharePoint Server 2010 e 2013. SharePoint Server 2016 verrà compilato in un nuovo hardware che soddisfa i requisiti di sistema per la versione 2016. Verranno eseguiti i collegamenti dei database per aggiornarli da SharePoint Server 2007, passando per tutte le versioni incluse tra questa versione e SharePoint Server 2016. In questa fase le personalizzazioni di base vengono ricreate e testate nell'ambiente di SharePoint Server 2016, se le funzionalità native non soddisfano già le proprie esigenze. Se l'esito è positivo, si avrà una farm locale nel nuovo hardware con database aggiornati e meno personalizzazioni. È necessario allegare i database del contenuto aggiornati alle nuove raccolte siti in SharePoint Server 2013, testare, eseguire il test utente/progetto pilota e quindi eseguire un cutover DNS nel nuovo ambiente di SharePoint Server 2016 per l'uso in tempo reale.

  • Al momento non verrà presa in considerazione la ricerca ibrida federata tra SharePoint Server 2016 e SharePoint Online.

  • Circa il 35% dei siti può essere trasformato in nuovi siti SPO con domini personali o, infine, diventa archiviazione di OneDrive for Business. Cercare altre opportunità per convertire i siti o instradare nuovi siti a SPO.

  • Una parte della migrazione sarà manuale, con il trascinamento della selezione ai siti personali di OneDrive for Business, e un'altra parte usando le API di migrazione.

Procedure più dettagliate o una serie di collegamenti a istruzioni di aggiornamento specifiche dovranno seguire un piano specifico. Il computer MOSS 2007 non deve essere disattivato e gli ambienti virtuali devono essere mantenuti a scopo di confronto. Tuttavia, l'aggiornamento sarà completato quando gli utenti verranno reindirizzati a SharePoint Server 2016.

Spesso i fattori principali nella scelta di un metodo sono il costo totale dell'aggiornamento e il costo nel tempo (altre informazioni su questo argomento sono disponibili nell'articolo della Roadmap alla migrazione di SharePoint). Tuttavia, una pianificazione preliminare risulterà notevolmente utile nel definire le aspettative, scegliere con attenzione e formulare un piano di successo.

Collegamenti correlati

Criteri del ciclo di vita e Ricerca ciclo di vita Microsoft

Cercare tra i Microsoft Partner chi può aiutare ad aggiornare o a eseguire la migrazione

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×