Opzioni della riga di comando per i prodotti Microsoft Office

Quando si avvia un prodotto Microsoft Office, il processo di avvio viene eseguito in modo standard. Microsoft Word, ad esempio, visualizza la schermata iniziale di Word e carica il modello Normal. Si supponga, tuttavia, di voler avviare Word senza schermata iniziale e di voler caricare un modello diverso dal modello Normal. Oppure, di voler personalizzare ulteriormente il processo caricando un componente aggiuntivo o eseguendo una macro all'avvio. È possibile aggiungere opzioni simili al comando di avvio dell'app di Office usando sottocomandi denominati opzioni della riga di comando.

Se si vuole usare la personalizzazione una sola volta, è possibile digitare il comando e passare alla finestra di dialogo Esegui (menu Start) in Microsoft Windows. Se si vuole usare la stessa opzione più volte o tutte le volte che si avvia l'app, è possibile creare un collegamento al desktop che consenta di avviare l'applicazione con la stessa opzione e i relativi parametri. Questo articolo illustra come eseguire entrambe le operazioni e include una tabella in cui sono elencati tutti i parametri e le opzioni disponibili nelle app desktop di Office.

Quando si usa un'opzione della riga di comando, non è necessario digitare l'intero comando di avvio al prompt dei comandi. È possibile avviare l'app di Office come di consueto, facendo clic sull'icona dell'applicazione sul desktop oppure sul nome dell'applicazione nel menu Start. Tutti i metodi di avvio hanno essenzialmente lo stesso scopo: eseguono il file EXE dell'app, anche se l'utente non digita effettivamente il comando né lo visualizza.

Un'opzione della riga di comando è un modificatore che viene aggiunto al file EXE. Un file di avvio con un'opzione è simile al seguente.

 outlook.exe /nopreview

In questo esempio, un'opzione della riga di comando è stata aggiunta al file EXE per Microsoft Outlook. L'opzione è costituita da una barra (/) e da una parola o un'abbreviazione che indica l'azione dell'opzione. Questa opzione indica a Outlook di avviarsi senza visualizzare il riquadro di lettura.

Un'opzione a volte è seguita da una o più istruzioni specifiche denominate parametri, che forniscono all'applicazione altre informazioni su come eseguire il comando EXE. Ad esempio, il comando seguente indica a Outlook di caricare un nome di profilo specifico all'avvio.

outlook exe /profile profilename

I nomi delle opzioni non possono essere abbreviati e non fanno distinzione tra maiuscole e minuscole. Tuttavia, a volte i parametri corrispondenti fanno distinzione tra maiuscole e minuscole.

Ecco i nomi dei comandi di avvio per i prodotti Office Word, Excel, PowerPoint, Visualizzatore di PowerPoint, Outlook e Access.

Word

winword.exe

Excel

excel.exe

PowerPoint

powerpnt.exe

Visualizzatore di PowerPoint

pptview.exe

Outlook

outlook.exe

Access

msaccess.exe

Quando si usa uno dei comandi di avvio di Office, è necessario specificare il percorso completo del file EXE del prodotto. Verificare il percorso del file nel computer. Questa tabella mostra i percorsi dei file EXE se sono stati accettati i percorsi di cartella predefiniti durante l'installazione.

In Office 2007

Windows a 32 bit: C:\Programmi\Microsoft Office\Office12\

Windows a 64 bit: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\Office12\

In Office 2010

Windows a 32 bit: C:\Programmi\Microsoft Office\Office14\

Windows a 64 bit: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\Office14\

In Office 2013

Windows a 32 bit: C:\Programmi\Microsoft Office\Office15\

Windows a 64 bit: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\Office15\

In Office 2016

Windows a 32 bit: C:\Programmi\Microsoft Office\Office16\

Windows a 64 bit: C:\Programmi (x86)\Microsoft Office\Office16\

  1. In Windows 10 fare clic sull'icona di ricerca o Cortana nella barra delle applicazioni, digitare Esegui, quindi fare clic su Prompt dei comandi nei risultati.

    In Windows 8 premere il tasto Windows, digitare Esegui e premere INVIO.

    In Windows 7 fare clic su Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi fare clic su Esegui.

  2. Nella finestra di dialogo Esegui digitare le virgolette di apertura, immettere il percorso completo del file EXE dell'app, quindi digitare le virgolette di chiusura. In alternativa scegliere Sfoglia per individuare e selezionare il file. In questo caso, le virgolette verranno aggiunte automaticamente.

  3. Dopo le virgolette di chiusura digitare uno spazio e quindi l'opzione, ad esempio:

    "c:\program files\microsoft office\office15\outlook.exe" /nopreview
    

Al successivo avvio, l'app verrà aperta normalmente. Per impostare l'avvio personalizzato in modo da poterlo riutilizzare in futuro, vedere la sezione successiva.

Tenere presente quanto segue relativamente all'uso delle opzioni della riga di comando:

  • È possibile usare una sola opzione alla volta. Non è possibile avviare un'app di Office con più opzioni.

  • Se il parametro è un percorso di una cartella nel computer o un nome file contenente spazi, racchiuderlo tra virgolette doppi, ad esempio /t "Report mensile.dotx".

  • Le opzioni e i parametri non tengono conto della distinzione tra maiuscole e minuscole. Ad esempio, le funzioni /RO equivalgono alle funzioni /ro.

  • Includere uno spazio prima di ogni opzione e uno prima di ogni parametro.

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul desktop di Windows, scegliere Nuovo e quindi Collegamento dal menu di scelta rapida.

  2. Nella casella Immettere il percorso per il collegamento della procedura guidata Crea collegamento digitare le virgolette doppie ("), immettere il percorso completo del EXE dell'app (incluso il nome del file) e quindi digitare di nuovo le virgolette doppie. In alternativa, fare clic su Sfoglia per individuare e selezionare il file. In questo caso, le virgolette doppie vengono aggiunte automaticamente.

  3. Dopo la virgoletta di chiusura, digitare uno spazio e quindi l'opzione e gli eventuali parametri. Se il parametro è un percorso incluso nel computer, e quest'ultimo contiene uno spazio, sarà necessario racchiuderlo tra virgolette. Ad esempio:

    "c:\program files\microsoft office\office15\excel.exe" /r "c:\My Folder\book1.xlsx"
    
  4. Fare clic su Avanti.

  5. Nella casella Immettere il nome del collegamento digitare un nome per il collegamento e quindi fare clic su Fine.

    Il collegamento verrà creato e sarà accessibile dal desktop.

Quando si vuole usare il collegamento per avviare l'app, fare doppio clic su di esso.

Per aggiungere il collegamento del desktop al menu Start di Windows, fare clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento e quindi scegliere Aggiungi a menu di avvio dal menu di scelta rapida.

Elenco di opzioni della riga di comando per i prodotti Office

Ogni prodotto Office include un set diverso di opzioni della riga di comando.

Nota: Questi elenchi non includono tutte le opzioni aggiunte da Office 2007. Se si usano le opzioni della riga di comando e si vogliono informazioni sulle opzioni più recenti disponibili, rispondere o No alla domanda "Queste informazioni sono risultate utili?" alla fine di questo argomento. Quindi, nella finestra visualizzata, indicare il prodotto Office e la versione a cui si è interessati.

Opzione e parametro

Descrizione

/safe

Avvia Word in modalità provvisoria.

/q

Avvia Word senza visualizzare la schermata iniziale di Word.

/ttemplatename

Avvia Word con un nuovo documento basato su un modello diverso dal modello Normal.

Esempio    Per avviare Word con un documento basato su un modello chiamato Fax.dotx, archiviato nell'unità C, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

/tc:\Myfax.dotx

Nota : Non includere spazi tra l'opzione e il nome del file di modello.

Nota sulla sicurezza : I modelli possono contenere virus macro, quindi occorre prestare attenzione quando li si apre o quando si creano file basati su nuovi modelli. Prendere le precauzioni descritte di seguito: eseguire un software antivirus aggiornato nel computer, impostare il livello di sicurezza delle macro su elevato, deselezionare la casella di controllo Considera attendibili tutti i modelli e i componenti aggiuntivi installati, usare le firme digitali e gestire un elenco di origini attendibili.

/t filename

Avvia Word e apre un file esistente.

Esempio    Per avviare Word e aprire il file modello Fax.dotx, archiviato nell'unità C, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

/t c:\Myfax.dotx

Esempio    Per avviare Word e aprire più file, ad esempio File.docx e File2.docx, tutti archiviati nell'unità C, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

/t c:\MyFile.docx c:\MyFile2.docx

/f filename

Avvia Word con un nuovo documento basato su un file esistente.

Esempio    Per avviare Word e creare un nuovo documento basato su un file File.docx, archiviato sul desktop, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

/f "c:\Documents and Settings\All Users\Desktop\MyFile.docx"

/h http://filename

Avvia Word e apre una copia di sola lettura di un documento archiviato in un sito di Microsoft Windows SharePoint Services. Il sito deve trovarsi in un computer che esegue Word 2007 o versioni successive o Microsoft Windows SharePoint Services 2.0 o versione successiva.

Esempio    Per avviare Word e aprire una copia del file File.docx, archiviato in una raccolta documenti nell'URL http://MySite/Documents, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

/h http://MySite/Documents/MyFile.docx

Nota : Se si estrae il documento, l'opzione /h non produce alcun effetto. Word apre il file per consentirne la modifica.

/pxslt

Avvia Word e apre un documento XML esistente basato sul file XSLT (Extensible Stylesheet Language Transformation) specificato.

Esempio    Per avviare Word e applicare XSLT MyTransform, archiviato nell'unità C, nel file XML Data.xml, anch'esso archiviato nell'unità C, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

/pc:\MyTransform.xsl c:\Data.xml

/a

Avvia Word e impedisce il caricamento automatico di componenti aggiuntivi e modelli globali, incluso il modello Normal. L'opzione /a consente anche di bloccare i file delle impostazioni.

/ladd-in

Avvia Word e carica un componente aggiuntivo specifico di Word.

Esempio    Per avviare Word e caricare il componente aggiuntivo Sales.dll, archiviato nell'unità C, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

/lc:\Sales.dll

Nota : Non includere spazi tra l'opzione e il nome del componente aggiuntivo.

Nota sulla sicurezza : Prestare particolare attenzione quando si eseguono file eseguibili o codice nelle macro o nelle applicazioni, perché possono essere usati per eseguire azioni che potrebbero compromettere la sicurezza del computer e dei dati.

/m

Avvia Word senza eseguire macro AutoExec.

/mmacroname

Avvia Word ed esegue una macro specifica. L'opzione /m impedisce anche l'esecuzione di macro AutoExec.

Esempio    Per avviare Word ed eseguire la macro Salelead, digitare quanto segue al prompt dei comandi:

/mSalelead

Nota : Non includere spazi tra l'opzione e il nome della macro.

Le macro possono contenere virus, quindi prestare attenzione quando le si esegue. Prendere le precauzioni descritte di seguito: eseguire un software antivirus aggiornato nel computer, impostare il livello di sicurezza delle macro su elevato, deselezionare la casella di controllo Considera attendibili tutti i modelli e i componenti aggiuntivi installati, usare le firme digitali e gestire un elenco di autori attendibili.

/n

Avvia una nuova istanza di Word senza documenti aperti. I documenti aperti in ogni istanza di Word non verranno visualizzati come scelte nell'elenco Cambia finestra delle altre istanze.

/w

Avvia una nuova istanza di Word con un documento vuoto. I documenti aperti in ogni istanza di Word non verranno visualizzati come scelte nell'elenco Cambia finestra delle altre istanze.

/r

Registra di nuovo Word nel Registro di sistema di Windows. Questa opzione avvia Word, esegue l'installazione di Office, aggiorna il Registro di sistema di Windows e quindi si chiude.

/x

Avvia Word dalla shell del sistema operativo, in modo che Word risponda a una sola richiesta DDE (Dynamic Data Exchange), ad esempio per stampare un documento a livello di programmazione.

/ztemplatename

Funziona come l'opzione /t. Tuttavia, l'opzione /z può essere usata con Word per generare un evento di avvio e un nuovo evento, mentre l'opzione /t genera solo un evento di avvio.

Opzione e parametro

Descrizione

percorso cartella di lavoro | nome file

Questo parametro non richiede un'opzione.

Avvia Excel e apre il file specificato.

Esempio

excel.exe "c:\My Folder\book1.xlsx"

oppure

excel.exe http://MySite/Book1.xlsx

/r percorso cartella di lavoro | nome file

Apre una cartella di lavoro specifica in sola lettura.

Esempio

excel.exe /r "c:\My Folder\book1.xlsx"

oppure

excel.exe /r http://MySite/Book1.xlsx

/t percorso cartella di lavoro | nome file

Avvia Excel e apre il file specificato come modello.

Esempio

excel.exe /t "c:\My Folder\book_name.xlsx".

o

excel.exe /t http://MySite/book_name.xlsx

/n percorso cartella di lavoro | nome file

Simile a /t, avvia Excel e apre il file specificato come modello.

Esempio

excel.exe /n "c:\My Folder\book_name.xlsx".

o

excel.exe /n http://MySite/book_name.xlsx

/e o /embed

Impedisce la visualizzazione della schermata iniziale di Excel e l'apertura di una nuova cartella di lavoro vuota.

Esempio

excel.exe /e

/p percorso cartella di lavoro

Specifica una cartella come cartella di lavoro attiva (ad esempio la cartella a cui punta la finestra di dialogo Salva con nome).

Esempio

excel.exe /p "c:\My Folder"

/s o /safemode

Fa in modo che vengano ignorati tutti i file memorizzati nelle directory di avvio, ad esempio la cartella XLStart predefinita che si trova nella directory di installazione di Excel o di Microsoft Office.

Esempio

excel.exe /s

/m

Crea una nuova cartella di lavoro contenente un singolo foglio macro XML.

Esempio

excel.exe /m

/a IDprog

Avvia Excel e carica il componente aggiuntivo di automazione specificato dall'IDprog del componente aggiuntivo stesso.

Esempio

excel.exe /a MyProgId.MyProgID2.1

/x

Avvia una nuova istanza (un processo separato) di Excel.

Esempio

excel.exe /x "c:\My Folder\book1.xlsx"

oppure

excel.exe /x http://MySite/Book1.xlsx

Ecco le opzioni della riga di comando disponibili per PowerPoint.

Opzione o parametro

Azione

/B

Avvia PowerPoint con una nuova presentazione vuota.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /B

/C

Avvia PowerPoint con il file specificato aperto e avvia anche il servizio di conferenze Microsoft Windows NetMeeting.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /C PresentazioneNetMeeting.pptx

Nota : Se si usa questa opzione senza specificare un file, PowerPoint si avvia senza presentazioni aperte e il servizio di conferenze NetMeeting non viene avviato.

/EMBEDDING

Avvia PowerPoint senza visualizzare la finestra dell'applicazione Office PowerPoint 2007. Gli sviluppatori usano questa opzione quando verificano i componenti aggiuntivi.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /EMBEDDING

/M MACRO

Esegue una macro in una presentazione specificata.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /M file.pptm "Macro"

"Macro" è una macro del file file.pptm.

/N

Avvia PowerPoint e crea una nuova presentazione.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /N "Percorso\nomemodello.potx"

Questo esempio specifica il nome del modello su cui si basa la nuova presentazione, ovvero nomemodello.potx.

Se non viene fornito il nome di un modello, PowerPoint avvia una nuova presentazione basata sul modello vuoto. Di fatto, equivale a usare l'opzione /N senza un nome di modello.

/O

Avvia PowerPoint e specifica un elenco di file da aprire.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /O Nome file1.pptx, Nome file2.pptx

/P

Stampa la presentazione sulla stampante predefinita usando le impostazioni predefinite.

Quando si usa l'opzione /P, PowerPoint visualizza la finestra di dialogo Stampa prima della stampa. Dopo aver scelto le opzioni e aver fatto clic su OK, la finestra di dialogo si chiude, PowerPoint stampa il file e quindi si chiude. Se non si vuole visualizzare PowerPoint, usare l'opzione /PT.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /P "File.pptx"

/PT

Stampa la presentazione sulla stampante specificata usando le impostazioni predefinite.

Se non si vuole visualizzare PowerPoint, usare l'opzione /PT.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /PT "NomeStampante" "" "" "File.pptx"

NomeStampante è il nome della stampante visualizzata nella casella Nome in Stampante nella finestra di dialogo Stampa. Le virgolette vuote sono necessarie. Le virgolette attorno a NomeStampante e al percorso del file PPTX sono necessarie solo se in uno dei nomi sono inclusi degli spazi, ma è sempre consigliabile usarle.

/PMO

Stampa il file specificato, ma visualizza la finestra di dialogo Stampa.

Quando si usa l'opzione /P, PowerPoint visualizza la finestra di dialogo Stampa prima della stampa. Dopo aver scelto le opzioni e aver fatto clic su OK, la finestra di dialogo si chiude, PowerPoint stampa il file e quindi si chiude. Se non si vuole visualizzare PowerPoint, usare l'opzione /PT.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /PMO "File.pptx"

/RESTORE

Ripristina PowerPoint allo stato precedente alla chiusura anomala dell'applicazione. Quando PowerPoint viene riavviato, prova a recuperare e ripristinare le presentazioni e alcuni aspetti dello stato dell'applicazione precedenti alla chiusura.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /RESTORE

/S

Apre il file della presentazione specificata come presentazione.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\POWERPNT.exe" /S "Presentazione1.pptx"

Ecco le opzioni della riga di comando disponibili per il visualizzatore di PowerPoint.

Opzione o parametro

Azione

/D

Visualizza la finestra di dialogo Apri al termine della presentazione.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\PPTVIEW.exe" /D

/L

Legge una playlist di presentazioni di PowerPoint contenuta all'interno di un file di testo.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\PPTVIEW.exe" /L "Play_List.txt "

Nota : Il file della playlist è un elenco di nomi dei file di presentazione preceduti, se necessario, dal percorso. Non è possibile aggiungere altre opzioni della riga di comando alle singole presentazioni all'interno della playlist.

/N#

Apre la presentazione su un numero di diapositiva specificato, invece che sulla diapositiva 1.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\PPTVIEW.exe" /N5 "Presentazione.pptx"

Questo esempio visualizza la diapositiva 5 di Presentazione.pptx.

/S

Avvia il visualizzatore senza mostrare la schermata iniziale.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\PPTVIEW.exe" /S

/P

Invia la presentazione a una stampante e stampa il file.

Esempio: "c:\programmi\microsoft office\office12\PPTVIEW.exe" /P "Presentazione.pptx"

Questo esempio stampa il file Presentazione.pptx.

Opzione

Descrizione

/a

Crea un elemento aggiungendo il file specificato come allegato.

Esempio:

  • "c:\programmi\microsoft office\office15\outlook.exe" /a "c:\documenti\etichette.doc"

Se non si specifica il tipo di elemento, verrà automaticamente usato il tipo IPM.Note. Questa opzione non può essere usata con classi messaggio non basate su Outlook.

/altvba nomefileotm

Apre il programma VBA specificato in nomefileotm anziché %appdata%\microsoft\outlook\vbaproject.otm.

/c classemessaggio

Crea un nuovo elemento della classe messaggio specificata (moduli di Outlook o altri moduli MAPI validi).

Esempi:

  • /c ipm.activity crea una voce del Diario

  • /c ipm.appointment crea un appuntamento

  • /c ipm.contact crea un contatto

  • /c ipm.note crea un messaggio di posta elettronica

  • /c ipm.stickynote crea una nota

  • /c ipm.task crea un'attività

/checkclient

Visualizza un messaggio che chiede di specificare lo strumento di gestione predefinito per posta elettronica, news e contatti.

/cleanautocompletecache

Rimuove tutti i nomi e gli indirizzi di posta elettronica dall'elenco di Completamento automatico (solo Outlook 2013 e 2016).

/cleancategories

Elimina i nomi di categoria personalizzati creati dall'utente e ripristina i nomi predefiniti delle categorie.

/cleanclientrules

Avvia Outlook ed elimina le regole basate sul client.

/cleanconvongoingactions

Elimina la tabella CAT (Conversations Actions Table, tabella azioni conversazioni). Di norma, le voci della tabella CAT relative a un thread di conversazione scadono dopo 30 giorni di inattività. L'opzione della riga di comando elimina tutte le regole relative ai contrassegni e agli spostamenti delle conversazioni immediatamente dopo l'interruzione di ulteriori azioni (solo Outlook 2013 e 2016).

/cleandmrecords

Elimina i record di registrazione salvati quando un responsabile o un delegato rifiuta una convocazione di riunione.

/cleanfinders

Reimposta tutte le cartelle ricerche nella cassetta postale di Microsoft Exchange solo per il primo profilo aperto.

/cleanfromaddresses

Rimuove dal profilo tutte le voci Da aggiunte manualmente.

/cleanmailtipcache

Rimuove tutti i Suggerimenti messaggio dalla cache (solo Outlook 2013 e 2016)

/cleanreminders

Cancella e rigenera i promemoria.

/cleanroamedprefs

Elimina tutte le preferenze comuni precedenti e le copia nuovamente dalle impostazioni locali del computer in cui viene utilizzata l'opzione. Sono incluse le impostazioni del profilo utente comune per i promemoria, le griglie dei periodi di disponibilità, le ore lavorative, la pubblicazione dei calendari e le regole per i contenuti RSS.

/cleanrules

Avvia Outlook ed elimina sia le regole basate sul client e che quelle basate sul server.

Importante Se si hanno più cassette postali o cassette postali aggiuntive nel profilo di Outlook, l'esecuzione dell'opzione della riga di comando /cleanrules elimina le regole da tutte le cassette postali connesse. Quindi, è consigliabile eseguire il comando solo quando il profilo di Outlook contiene l'unica cassetta postale di destinazione.

/cleanserverrules

Avvia Outlook ed elimina sia le regole basate sul client e che quelle basate sul server.

/cleansharing

Rimuove da Impostazioni account tutte le sottoscrizioni per RSS, calendari Internet e SharePoint, mantenendo tutto il contenuto precedentemente scaricato nel computer. Questa opzione è particolarmente utile quando non è possibile eliminare una sottoscrizione direttamente da Outlook 2013.

/cleansniff

Sostituisce il blocco programmatico che determina il computer (se si esegue Outlook su più computer contemporaneamente) da usare per elaborare le riunioni. Il processo di blocco impedisce la generazione di promemoria duplicati. Questa opzione rimuove il blocco sul computer da usare, consentendo ad Outlook di elaborare le riunioni.

/cleansubscriptions

Elimina i messaggi di sottoscrizione e le proprietà relative alle funzionalità corrispondenti.

/cleanweather

Rimuove le città aggiunte alla barra meteo.

/cleanviews

Ripristina le visualizzazioni predefinite. Tutte le visualizzazioni personalizzate create andranno perse.

/embedding

Viene utilizzata senza parametri della riga di comando per le operazioni OLE co-create standard.

/f nomefilemsg

Apre il file di messaggio (con estensione msg) specificato o la ricerca salvata di Microsoft Office (con estensione oss) specificata.

/finder

Apre finestra di dialogo Ricerca avanzata.

/hol nomefilehol

Apre il file con estensione hol specificato.

/ical nomefileics

Apre il file con estensione ics specificato.

/importNK2

Importa il contenuto di un file con estensione .nk2 che contiene l'elenco dei nomi alternativi usati dal controllo automatico dei nomi e dalle funzionalità di completamento automatico.

/importprf nomefileprf

Avvia Outlook e apre o importa il profilo MAPI (*.prf) definito. Se Outlook è già aperto, il profilo da importare verrà accodato per l'avvio normale successivo.

/launchtraininghelp idargomento

Apre una finestra della Guida visualizzando l'argomento specificato da idargomento.

/m nomepostaelettronica

Consente all'utente di aggiungere un nome di posta elettronica nell'elemento. Funziona solo se utilizzata insieme al parametro della riga di comando /c.

Esempio:

  • Outlook.exe /c ipm.note /m nomepostaelettronica

/nopreview

Avvia Outlook con il riquadro di lettura disattivato.

/p nomefilemsg

Stampa il messaggio (con estensione msg) specificato.

/profile nomeprofilo

Carica il profilo specificato. Se il nome del profilo contiene spazi, racchiuderlo tra virgolette (" ").

/profiles

Apre la finestra di dialogo Scegli profilo indipendentemente dalle impostazione della finestra Opzioni, accessibile dal menu Strumenti.

/promptimportprf

Ha funzioni simili all'opzione /importprf tranne per il fatto che viene visualizzata una richiesta e l'utente ha la possibilità di annullare l'importazione.

/recycle

Avvia Outlook tramite una finestra di Outlook esistente, se disponibile. Viene usata insieme all'opzione /explorer o /folder.

/remigratecategories

Avvia Outlook e avvia le operazioni seguenti sulla cassetta postale predefinita:

  • Aggiorna alle categorie a colori di Outlook 2013 i contrassegni per il completamento a più colori.

  • Aggiorna le etichette dei calendari alle categorie a colori di Outlook 2013.

  • Aggiunge all'Elenco categorie principali tutte le categorie utilizzate con elementi non riguardanti la posta.

Nota : Corrisponde al comando Aggiorna a categorie a colori disponibile in tutte le finestre delle proprietà delle cassette postali di Outlook.

/resetfolders

Ripristina le cartelle mancanti nella posizione di recapito predefinita.

/resetfoldernames

Ripristina i nomi predefiniti delle cartelle, ad esempio Posta in arrivo o Posta inviata, nella lingua corrente dell'interfaccia utente di Office.

Se ad esempio si esegue la connessione alla cassetta postale di Outlook tramite un'interfaccia utente in lingua russa, non sarà possibile modificare i nomi di cartella predefiniti per la lingua russa. Per visualizzare i nomi di cartella predefiniti in un'altra lingua, ad esempio in giapponese o italiano, è possibile usare questa opzione dopo aver modificato la lingua dell'interfaccia utente o avere installato una versione di Outlook in un'altra lingua.

/resetformregions

Svuota la cache delle aree modulo e ricarica le definizioni delle aree dal Registro di sistema di Windows.

/resetnavpane

Cancella e rigenera il riquadro delle cartelle per il profilo corrente.

/resetquicksteps

Ripristina le azioni rapide predefinite. Tutte le azioni rapide create dall'utente vengono eliminate.

/resetsearchcriteria

Reimposta tutti i criteri di Ricerca immediata in modo che il set di criteri predefinito venga visualizzato in tutti i moduli.

/resetsharedfolders

Rimuove tutte le cartelle condivise dal riquadro delle cartelle.

/restore

Cerca di aprire lo stesso profilo e le stesse cartelle che erano aperte prima di una chiusura anomala di Outlook (solo Outlook 2013 e 2016).

/rpcdiag

Apre Outlook e visualizza la finestra di dialogo relativa allo stato di connessione per una chiamata di procedura remota (RPC).

/rununittests

/safe

Avvia Outlook senza il riquadro di lettura o le personalizzazioni delle barre degli strumenti. I componenti aggiuntivi COM (Component Object Model) vengono disattivati.

/safe:1

Avvia Outlook con il riquadro di lettura disattivato.

/safe:3

I componenti aggiuntivi COM (Component Object Model), sia nativi che gestiti, vengono disattivati.

/select nomecartella

Avvia Outlook aprendo in una nuova finestra la cartella specificata. Per aprire Outlook e visualizzare il calendario predefinito, ad esempio, è possibile utilizzare: "c:\programmi\microsoft office\office15\outlook.exe" /select outlook:calendar.

/share feed://URL/nomefile

/share stssync://URL

/share web://URL/nomefile

Specifica l'URL di una condivisione da connettere ad Outlook. Per connettere a Outlook un elenco SharePoint, ad esempio, usare stssync://URL.

/sniff

Avvia Outlook, impone il rilevamento delle nuove convocazioni di riunioni nella cartella Posta in arrivo e quindi le aggiunge al Calendario.

/t nomefileoft

Apre il file con estensione oft specificato.

/v nomefilevcf

Apre il file con estensione vcf specificato.

/vcal nomefilevcs

Apre il file con estensione vcs specificato.

Opzione

Parametro

Descrizione

Nessuna

database

Apre il database specificato o un progetto di Microsoft Access. È possibile includere un percorso, se necessario. Se il percorso contiene spazi, racchiuderlo tra virgolette.

/excl

Nessuno

Apre il database di Access specificato per l'accesso a esclusivo. Per aprire il database per l'utilizzo condiviso in un ambiente multiutente, omettere questa opzione. Si applica solo ai database di Access.

/ ro

Nessuno

Apre il database di Access specificato o un progetto di Access in sola lettura.

/runtime

Nessuno

Specifica che Access verrà avviato con le opzioni della versione di runtime.

/profile

profilo utente

Avvia Access usando le opzioni nel profilo utente specificato invece delle impostazioni standard del Registro di sistema di Windows create durante l'installazione di Access. Questa impostazione sostituisce l'opzione /ini usata nelle versioni di Access precedenti ad Access 95 per specificare un file di inizializzazione.

/compact

database di destinazione o progetto di Access di destinazione

Compatta e ripristina il database di Access oppure compatta il progetto di Access specificato prima dell'opzione /compact, quindi chiude Access. Se si omette un nome file di destinazione dopo l'opzione /compact, il file viene compattato con il nome e nella cartella originali. Per compattare con un nome diverso, specificare un file di destinazione. Se il percorso specificato include spazi, racchiudere il percorso tra virgolette.

Se si specifica un nome file nel parametro database di destinazione o nel progetto di Access di destinazione, ma non si include un percorso, il file di destinazione viene creato nella cartella di database predefinita specificata in Access. Questa impostazione può essere modificata nella finestra di dialogo Opzioni di Access.

In un progetto di Access questa opzione compatta il file del progetto di Access (con estensione adp), ma non il database di Microsoft SQL Server.

/x

macro

Apre il database di Access specificato prima dell'opzione /x e quindi esegue la macro specificata. Un altro modo per eseguire una macro quando si apre un database consiste nel creare una macro denominata AutoExec.

Le macro possono contenere virus, quindi prestare attenzione quando le si esegue. Prendere le precauzioni descritte di seguito: eseguire un software antivirus aggiornato nel computer, usare il Centro protezione per disabilitare tutte le macro tranne quelle con firma digitale e gestire un elenco di origini attendibili per le macro.

/ cmd

Nessuno

Specifica che l'elemento successivo nella riga di comando è il valore che verrà restituito dalla funzione Command. Questa deve essere l'ultima opzione della riga di comando. È possibile usare un punto e virgola (;) al posto di /cmd.

Usare questa opzione per specificare un argomento della riga di comando che può essere usato nel codice Visual Basic, Applications Edition (VBA).

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×