Novità di Excel 2016 per Windows

Con l'abbonamento a Office 365 si ottengono regolarmente le caratteristiche nuove e migliorate di Office 2016. Questo articolo illustra le caratteristiche disponibili attualmente.

Ultimi aggiornamenti per Excel per Windows Desktop

Ecco le novità e le funzionalità migliorate dell'aggiornamento di agosto 2017, versione 1708 (build 8431.2079). Trovare la versione di Office in uso.

Inserire modelli 3D per vedere tutto nella giusta prospettiva

Usare il 3D per aumentare l'impatto visivo e creativo delle cartelle di lavoro. Basta inserire un modello 3D e quindi ruotarlo di 360 gradi.

Scaricare un modello e provare a usare questa funzionalità.

ALTRE INFORMAZIONI

Modello 3D con punti di manipolazione di rotazione

Lavorare in modo più rapido e produttivo

Icone di Excel, del foglio di lavoro e della lampadina

Se si hanno cartelle di lavoro complesse con più fogli, è possibile aprirle più velocemente con Excel e usare le formule con grandi intervalli, filtrare molte righe e copiare e incollare in modo più rapido.

Nuovi effetti input penna

Elenco a discesa Penna con Effetti input penna

Con le nuove penne metalliche e gli effetti input penna, come arcobaleno, galassia, lava, oceano, oro, argento e altro, si possono esprimere le proprie idee con stile.

ALTRE INFORMAZIONI

Come provare per primi le nuove caratteristiche?

Iscrivendosi al programma Office Insider, si riceveranno in anteprima le nuove caratteristiche e si potrà esprimere la propria opinione in merito.

PARTECIPARE A OFFICE INSIDER

Il browser in uso non supporta le funzionalità video. Installare Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

Altre informazioni sui rilasci

Quando si ottengono le nuove caratteristiche?
A volte le nuove caratteristiche di Office 365 vengono distribuite in periodi diversi a tutti gli abbonati.

Come vengono distribuite le caratteristiche

Elenco completo di tutti gli aggiornamenti
Sono disponibili informazioni su tutti i rilasci dai canali per le applicazioni client di Office 365.

Versioni più recenti

Novità per gli utenti non abbonati
Non si è abbonati a Office 365 ma si usa Office 2016? Ecco cosa è disponibile nella propria versione.

Novità di Office 2016

Versioni precedenti

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di luglio 2017, versione 1707 (build 8326.2058).
Trovare la versione di Office in uso.

Modifica collaborativa

Qui vengono mostrate le icone delle persone che partecipano alla creazione condivisa

Collaborare contemporaneamente con altri utenti nella cartella di lavoro. Una stessa cartella di lavoro di Excel può essere aperta e modificata da più persone. Questo scenario è detto creazione condivisa. Quando si lavora in modalità condivisa, le modifiche apportate dagli altri saranno visibili nell'arco di pochi secondi.

ALTRE INFORMAZIONI

Salvataggio automatico in Excel

Barra del titolo in Excel con l'interruttore del salvataggio automatico

Le modifiche vengono salvate automaticamente per le cartelle di lavoro archiviate nel cloud e le modifiche degli altri sono visibili dopo pochi secondi. Salvare i file in OneDrive, OneDrive for Business o SharePoint Online.

ALTRE INFORMAZIONI

Suoni utili che migliorano l'accessibilità

Visualizzazione parziale delle impostazioni di accessibilità di Excel

Attivare i segnali audio per ottenere indicazioni utili mentre si lavora. Sono disponibili in Opzioni > Accessibilità. Non sono necessari componenti aggiuntivi.

ALTRE INFORMAZIONI

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di giugno 2017, versione 1706 (build 8229.2073).
Trovare la versione di Office in uso.

Set di penne personalizzabili e portatili

Raccolta penne

È possibile creare un set personale di penne in base alle esigenze. Office memorizza il set di penne in Word, Excel e PowerPoint in tutti i dispositivi Windows.

ALTRE INFORMAZIONI

Accesso rapido ai formati apice e pedice

Barra di accesso rapido con i comandi Apice e Pedice

Per avere sempre a portata di mano i comandi Apice e Pedice, è possibile aggiungerli alla barra multifunzione o alla barra di accesso rapido.

ALTRE INFORMAZIONI

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Altri miglioramenti relativi all'aggiunta di una colonna da esempi: in Editor di query l'opzione Colonna da esempi è stata migliorata in modo da supportare i suggerimenti, più operazioni di data/ora e nuove trasformazioni.

  • Nuovo connettore Azure Data Lake Store: il team di sviluppo lavora costantemente all'aggiunta di nuovi connettori. Ora è possibile importare dati dal servizio di analisi Azure Data Lake Store.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di maggio 2017, versione 1705 (build 8201.2075).
Trovare la versione di Office in uso.

Funzionalità di importazione avanzata dei dati

È possibile importare e modellare i dati da diverse origini con facilità. Si possono gestire le query e le connessioni delle cartelle di lavoro con il riquadro laterale Query e connessioni e condividere query con altri tramite file ODC.

ALTRE INFORMAZIONI

Riquadro Query e connessioni di Recupera e trasforma

Nuova trasformazione dei dati: Aggiungi colonna da esempi

Pulsante Colonna da esempi nella scheda Aggiungi colonna dell'Editor di query

Nell'Editor di query è possibile creare una nuova colonna fornendo valori di esempio. Mentre si digita, Excel rileva le trasformazioni necessarie e mostra un'anteprima della nuova colonna.

ALTRE INFORMAZIONI

Nuove modalità di copia

Piccola tabella con una cella copiata.

A grande richiesta, dopo aver copiato una cella, ora con questo aggiornamento è possibile eseguire altre attività come digitare testo o inserire celle, prima di incollarla.

Icona di Azure Marketplace

Importante: a partire dal 31 marzo 2017 i servizi dati non sono più disponibili in Azure Marketplace. Se si vuole continuare a usare il servizio, contattare il proprio provider di servizi per conoscere le opzioni disponibili.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di aprile 2017, versione 1704 (build 8067.2115).
Trovare la versione di Office in uso.

Personalizzare il layout predefinito della tabella pivot

Configurare una tabella pivot secondo le proprie preferenze. Scegliere come visualizzare i subtotali, i totali complessivi e il layout dei report, quindi salvare le impostazioni come predefinite. La volta successiva che si crea una tabella pivot, si inizierà con quel layout.

ALTRE INFORMAZIONI: IMPOSTARE LE OPZIONI DI LAYOUT PREDEFINITO DELLE TABELLE PIVOT | CREARE E FORMATTARE TABELLE PIVOT CON RISORSE DI FORMAZIONE GRATUITE SU LINKEDIN LEARNING

Il browser in uso non supporta le funzionalità video. Installare Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

Inserire collegamenti recenti

Inserire collegamenti recenti

Inserire facilmente collegamenti ipertestuali in siti Web o file recenti basati sul cloud e creare nomi visualizzati significativi per gli utenti che usano utilità per la lettura dello schermo. Per aggiungere un collegamento a un file usato di recente, nella scheda Inserisci scegliere Collegamento e selezionare un file dall'elenco visualizzato.

ALTRE INFORMAZIONI

Partecipare alla community di Excel

Informazioni su come usare Excel, discutere del proprio lavoro, condividere suggerimenti e consigli e connettersi con esperti che creano e usano il prodotto. La community aiuta a risolvere problemi con il prodotto grazie alle risposte fornite da altri membri competenti.

PARTECIPA OGGI STESSO

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Nuova trasformazione - Aggiungi colonna in base a esempi: nell'editor di query creare una nuova colonna specificando un insieme di esempi dell'output desiderato. In base a questi esempi, Excel rileverà e applicherà automaticamente le trasformazioni necessarie.

    Questo significa che non è necessario avere alcuna competenza in algoritmi o logica complessa per trasformare o estrarre dati da altre colonne, né sapere come definire tali trasformazioni nell'editor di query.

  • Nuova trasformazione - Suddividi colonna (in base al delimitatore/al numero di caratteri) in righe: una nuova opzione di trasformazione nelle finestre di dialogo Suddividi colonna in base al delimitatore e Suddividi colonna in base al numero di caratteri consente di specificare se suddividere in nuove colonne (comportamento predefinito precedente) o in nuove righe. Questa nuova opzione è disponibile nella sezione Opzioni avanzate di entrambe le finestre di dialogo.

  • Nuova trasformazione - Modalità Di base per l'operazione Raggruppa per: nella finestra di dialogo di trasformazione Raggruppa per usare la nuova modalità Di base per raggruppare per una singola colonna e definire una singola colonna di output. Passare tra le modalità Di base e Avanzata selezionando una delle due opzioni nella parte superiore della finestra di dialogo.

  • "Vai alla colonna" nell'editor di query: è possibile trovare rapidamente colonne nell'editor di query scegliendo Home > Vai alla colonna sulla barra multifunzione dell'editor di query. Cercare la colonna desiderata nell'elenco e selezionarla.

  • Connettore SAP HANA - Miglioramenti all'esperienza di input dei parametri: l'esperienza di input dei parametri per il connettore SAP HANA è stata migliorata. Ora è possibile filtrare l'elenco dei parametri in modo da visualizzare solo quelli che servono. La nuova finestra popup per i controlli di input a selezione singola o multipla consente di visualizzare facilmente l'ID e la didascalia di ogni valore di parametro, oltre che di eseguire ricerche nell'elenco di valori in base a uno di questi due campi. In questo modo è più facile fornire i valori e gli ID di input.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di marzo 2017, versione 1703 (build 7967.2139).
Trovare la versione di Office in uso.

Introduzione al tipo di carattere Dubai

La nuova famiglia di tipi di carattere di alta qualità è ottimizzata per migliorare la leggibilità e supporta le lingue arabe e dell'Europa occidentale.

ALTRE INFORMAZIONI

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Combina binari - possibilità di specificare un file di esempio da usare: l'esperienza Combina binari è stata migliorata grazie al feedback degli utenti. In questa versione è possibile scegliere quale file di esempio usare per selezionare gli oggetti o specificare passaggi di trasformazione personalizzati. La selezione predefinita è il primo file nella cartella ma può essere personalizzata facilmente.

  • Suddividi colonna in base al delimitatore - rilevamento automatico del carattere delimitatore: quando si suddividono le colonne in base al delimitatore usando l'editor di query (Home > Dividi colonna), Excel popola automaticamente il campo Delimitatore in base a ciò che è presente nelle righe di anteprima dei dati. Se necessario, è comunque possibile cambiare il delimitatore.

  • Connettore DB2 - opzione per specificare Raccolta pacchetti: Nella sezione Opzioni avanzate della finestra di dialogo del connettore DB2, specificare la raccolta pacchetti a cui connettersi, all'interno di un determinato server DB2. Tenere presente che questa opzione può essere usata solo con il driver Microsoft IBM DB2.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di febbraio 2017, versione 1702 (build 7870.2020).
Trovare la versione di Office in uso.

Rimozione dello sfondo più facile

Caratteristica di rimozione dello sfondo

Ora lo sfondo di un'immagine può essere rimosso e modificato in modo più semplice. Excel rileva automaticamente l'area dello sfondo generale, quindi non è più necessario disegnare un rettangolo intorno al primo piano dell'immagine.

È anche possibile disegnare linee a mano libera usando la matita Matita per disegnare le tabelle per contrassegnare le aree da mantenere o rimuovere, senza più limitarsi a tracciare solo linee rette.

ALTRE INFORMAZIONI

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Supporto per le estensioni di file uguali nei connettori per i formati di testo e CSV: l'elenco di estensioni di file supportate nei connettori Da testo e Da CSV è stato rivisto. Come primo passaggio del flusso di importazione per entrambi i connettori, trovare e selezionare un file di testo (TXT), con valori delimitati da virgole (CSV) o di testo formattato con valori delimitati da spazi (PRN). Passare all'opzione di filtro "Tutti i file (*.*)" per importare i dati da qualsiasi altro file non in elenco.

  • Connettori ODBC e OLEDB - Supporto per "Seleziona tabelle correlate": Quando si usano i connettori ODBC e OLEDB, ora è disponibile il pulsante Seleziona tabelle correlate nella finestra di dialogo Strumento di navigazione. Questa opzione, già disponibile per altre origini dati relazionali, consente di selezionare facilmente le tabelle direttamente correlate al set di tabelle già selezionate nella finestra di dialogo Strumento di navigazione.

  • Connettore Cartella avanzata – Supporto per "Combina" dalla finestra di dialogo Anteprima dati: In un aggiornamento precedente abbiamo fornito un set di miglioramenti all'esperienza "Combina binari". Questo mese sono stati apportati ulteriori miglioramenti alla caratteristica. È possibile combinare più file direttamente dalla finestra di dialogo Anteprima dati della cartella all'interno del flusso Dati, senza dover accedere all'editor di query. Usare l'opzione Combina o Combina e carica per definire ulteriormente i dati prima di caricarli nel modello di dati.

  • Opzione "Modifica tipo con impostazioni locali" nei menu a discesa Tipo di colonna all'interno dell'editor di query: Nell'editor di query è possibile visualizzare e modificare i tipi di colonna usando il menu a discesa Tipo di colonna nell'area di anteprima. In questa versione è stata aggiunta l'opzione Modifica tipo con impostazioni locali a questo elenco a discesa, che in precedenza era disponibile facendo clic con il pulsante destro del mouse sull'intestazione di colonna > Modifica tipo > Uso delle impostazioni locali. Questa opzione specifica il tipo di colonna desiderato e le impostazioni locali da usare per la conversione e modifica la procedura con cui i valori di testo vengono riconosciuti e convertiti in altri tipi di dati, ad esempio Date, Numeri e così via.

  • Opzione "Inserisci passaggio dopo" nell'editor di query: Usare la nuova opzione del menu di scelta rapida nella finestra Editor di query per inserire facilmente nuovi passaggi nelle query esistenti. Inserire un nuovo passaggio personalizzato subito dopo il passaggio selezionato, che può essere il passaggio finale o qualsiasi passaggio precedente all'interno della query.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di gennaio 2017, versione 1701 (build 7766.2060).
Trovare la versione di Office in uso.

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Connettore di SQL Server migliorato - Supporto per il failover di SQL: Abbiamo migliorato il connettore di SQL Server e aggiunto una nuova opzione per abilitare il failover di SQL Server. Questo articolo di MSDN fornisce altre informazioni su questa opzione. Questa nuova opzione è disponibile nella sezione Opzioni avanzate della finestra di dialogo del connettore di SQL Server.

  • Nuova trasformazione - Espansione orizzontale degli elenchi: È stata semplificata l'estrazione dei valori dei dati da una colonna contenente elenchi annidati. In precedenza, gli elenchi annidati potevano essere espansi all'interno di una colonna di tabella, e il risultato era una nuova riga alla tabella per ogni elemento all'interno dell'elenco annidato. Questa trasformazione è disponibile nelle intestazioni di colonna in una colonna Elenco oppure scegliendo Espandi sulla barra multifunzione.

    Dopo aver selezionato questa opzione, verrà richiesto di fornire un delimitatore da usare nella nuova colonna. Verrà chiesto di scegliere da un elenco di delimitatori predefiniti o di specificare un delimitatore personalizzato, che può anche includere caratteri speciali. La trasformazione trasformerà la colonna con elenchi annidati in una colonna di testo.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di dicembre 2016, versione 1612 (build 7668.2066).

Selezione con lazo a portata di mano

Excel include ora l'opzione Selezione con lazo Pulsante Selezione con lazo nella scheda Disegno in PowerPoint , uno strumento in formato libero per la selezione di input penna. Con lo strumento attivato, è sufficiente trascinare per selezionare un'area specifica di un disegno a penna e quindi modificare l'oggetto nel modo desiderato. Per altre informazioni, vedere Disegnare e scrivere con l'input penna in Office.

Usare la penna digitale per selezionare e modificare gli oggetti

In Excel è possibile selezionare un'area anche senza toccare lo strumento di selezione sulla barra multifunzione, usando una penna digitale. Basta premere il pulsante della penna ed effettuare la selezione disegnando con la penna. Quindi, la penna può essere usata per spostare, ridimensionare o ruotare l'oggetto input penna. Per altre informazioni, vedere Disegnare e scrivere con l'input penna in Office.

Visualizzare e ripristinare le modifiche nelle cartelle di lavoro condivise

Visualizzare rapidamente chi ha apportato modifiche in cartelle di lavoro condivise e ripristinare facilmente le versioni precedenti. Per altre informazioni, vedere Visualizzare le versioni storiche dei file di Office.

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Nuovo connettore OLEDB: In questo aggiornamento viene abilitata la connettività ai driver OLEDB con il nuovo connettore OLEDB. Oltre all'ampia gamma di origini predefinite supportate, OLEDB aumenta notevolmente il numero di origini da cui gli utenti possono ora importare con le funzionalità Recupera e trasforma in Excel.

  • Esperienza "Combina binari" migliorata durante l'importazione da qualsiasi cartella: Uno degli scenari più popolari in Excel consiste nello sfruttare uno dei connettori di tipo cartella (ad esempio, Cartella, Cartella SharePoint, ecc.) per combinare più file con lo stesso schema in una singola tabella logica.

  • Supporto per il tipo di dati di percentuale: Con questo aggiornamento, è stato aggiunto il supporto per i tipi di dati percentuale per poterli usare facilmente nelle operazioni aritmetiche per gli scenari Recupera e trasforma. Un valore di input come "5%" verrà automaticamente riconosciuto come valore percentuale e convertito in un numero decimale con una precisione di 2 cifre (vale a dire 0,05), che può quindi essere usato in operazioni aritmetiche all'interno di un foglio di calcolo, l'Editor di query o il modello di dati.

  • Esperienza di "creazione delle funzioni" migliorata: Da oggi è anche più facile aggiornare le definizioni delle funzioni senza la necessità di gestire il codice M sottostante.

  • Prestazioni migliorate per il connettore OData: Con questo aggiornamento verrà aggiunto il supporto per l'inserimento delle operazioni Espandi record da eseguire nel servizio OData sottostante. Il risultato sarà un miglioramento delle prestazioni quando si espandono i record da un feed OData.

  • Pulsanti Ingrandisci/Ripristina nelle finestre di dialogo Strumento di spostamento e Dipendenze query: le finestre di dialogo Strumento di spostamento e Dipendenze query, attivate dall'Editor di query, supportano il ridimensionamento delle finestre mediante trascinamento dei bordi in basso a destra della finestra. In questa versione è anche possibile ingrandire o ripristinare queste finestre di dialogo esponendo le icone Ingrandisci e Ripristina nell'angolo in alto a destra delle finestre di dialogo.

Per altre informazioni, vedere il blog di Power BI.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di novembre 2016, versione 1611 (build 7571.2072).

Nuovi grafici a mappa

Grafico a mappa di Excel con dati Valore

È possibile creare un grafico a mappa per confrontare i valori e mostrare le categorie in varie aree geografiche. Questo tipo di grafico è utile quando i dati includono aree geografiche, come paesi/aree geografiche, stati, contee o codici postali. Guardare un rapido video di grafico a mappa.

Nuove icone disponibili nella scheda Inserisci

Si vuole inserire un'icona che rappresenti un'idea o un concetto, senza disegnarla personalmente? Fare clic sul pulsante Icona nella scheda Inserisci. Scegliere una categoria, ad esempio persone, tecnologia o sport. Fare quindi clic sull'icona che rappresenta l'idea o il concetto che si vuole comunicare.

Salva rapidamente nelle cartelle recenti

Questa caratteristica è stata aggiunta a grande richiesta dei clienti: passando a File > Salva con nome > Recenti viene visualizzato un elenco delle cartelle usate di recente in cui è possibile salvare i documenti.

Miglioramenti all'accessibilità

È stato migliorato il supporto per l'Assistente vocale e altri strumenti di assistive technology che consentono di leggere celle, creare tabelle, ordinare dati e altro ancora. Per altre informazioni, vedere Novità relative all'accessibilità per Excel.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di ottobre 2016, versione 1610 (build 7466.2038).

Formato Scalable Vector Graphics

Ora è possibile inserire e utilizzare file SVG (Scalable Vector Graphics). Per altre informazioni, vedere Inserire immagini SVG.

Nuovo pulsante Riproduzione input penna

Chi usa l'input penna nei fogli di calcolo ora può ripetere o riavvolgere l'input penna per comprendere meglio il flusso. Oppure possono ripeterlo i colleghi, per accedere a istruzioni dettagliate. Riproduzione input penna è disponibile nella scheda Disegno. Non resta che provare.

Condivisi con me

Può capitare di non riuscire più a trovare il messaggio di posta elettronica che contiene il collegamento a un file di OneDrive condiviso con l'utente corrente. Nessun problema. Con questo aggiornamento si può fare clic su File > Apri > Condivisi con me. Vengono visualizzati tutti i file condivisi con l'utente corrente.

Supporto del formato CSV (UTF-8)

Come ci hanno chiesto gli utenti nel forum di Excel User Voice: ora è possibile aprire e salvare i file CSV che usano la codifica dei caratteri UTF-8. Scegliere File > Salva con nome > Sfoglia. Fare clic sul menu Tipo file per accedere alla nuova opzione CSV UTF-8 (delimitato da virgole). CSV UTF-8 è un formato di file comune che supporta più caratteri rispetto all'opzione CSV esistente di Excel (ANSI). Quali sono le implicazioni? Supporto migliore per l'uso dei dati non in inglese e maggiore facilità di spostamento dei dati in altre applicazioni.

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Connettore Web: È stato aggiunto il supporto per specificare le Intestazioni richieste HTTP nella finestra di dialogo del connettore Web. Gli utenti possono specificare coppie di nome/valore intestazione dalla modalità Avanzata in questa finestra di dialogo.

  • Connettore OData: In questo aggiornamento è stato aggiunto il supporto per il rilevamento di relazione per i feed OData V4. Quando ci si connette ai feed OData V4, gli utenti potranno continuare a usare il pulsante Seleziona tabelle correlate nella finestra di dialogo Strumento di navigazione, che consente di selezionare facilmente tutte le tabelle necessarie per i report.

  • Connettore Oracle: Sono state significativamente migliorate le prestazioni per la visualizzazione in anteprima delle tabelle nella finestra di dialogo Strumento di navigazione quando ci si connette ai database Oracle. Nella maggior parte dei casi, la visualizzazione delle anteprime dovrebbe richiedere fino al 30% di tempo in meno rispetto a prima.

  • Connettore SAP HANA: Sono stati apportati miglioramenti ai controlli di input del parametro nella finestra di dialogo Strumento di navigazione quando ci si connette a SAP HANA.

  • Visualizzazione Dipendenze query dall'Editor di query: Vedere tutte le query e le dipendenze in altre query o origini dati a colpo d'occhio.

  • Supporto della barra multifunzione dell'Editor di query per i valori scalari: È stato aggiunto il supporto della barra multifunzione dell'Editor di query per operazioni comuni relative alle query di tipo scalare. Sono incluse le nuove schede della barra multifunzione contestuale che mostra le trasformazioni comuni per i valori Testo, Data/ora e Numero.

  • Aggiungere una colonna personalizzata in base a una chiamata di funzione: È ora possibile sfruttare semplicemente la nuova operazione Richiama funzione personalizzata dalla scheda Aggiungi colonna sulla barra multifunzione.

  • Le colonne Espandi e Aggrega offrono il supporto per i valori "Carica altro": Con questo aggiornamento è stato aggiunta l'opzione Carica altro all'elenco di colonne Espandi & Aggrega nell'Editor di query in modo che gli utenti possono indicare a Excel di esaminare più righe per rilevare campi e colonne aggiuntivi annidati.

  • Convertire una colonna di tabella in un elenco, ovvero nuova trasformazione: Con questo aggiornamento è stata facilitata la conversione di una determinata colonna all'interno di una tabella in un elenco. Basta selezionare la colonna nell'anteprima dell'Editor di query e usare il pulsante Converti in elenco appena aggiunta nella scheda Trasformazione sulla barra multifunzione.

  • Selezionare durante la digitazione nei menu a discesa: Con questo aggiornamento sono state notevolmente migliorate le interazioni di selezione e spostamento all'interno dei menu a discesa con l'aggiunta di funzionalità di selezione automatica. In questo modo agli utenti è consentito digitare uno o più caratteri che verranno confrontati con il prefisso delle voci di menu a discesa. Questo comportamento è ora disponibile in tutti i menu a discesa Recupera e trasforma, ma è particolarmente utile per i menu con molte voci di elenco (ad esempio la finestra di dialogo Modifica tipo con impostazioni locali o gli elenchi di parametri a valore singolo per SAP HANA, ecc.).

Per altre informazioni, vedere il blog di Power BI.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di settembre 2016, versione 1609 (build 7369.2024).

Nuova formazione su Excel

Nell'Area risorse di Office sono disponibili 10 nuovi corsi su Excel, creati in collaborazione con LinkedIn Learning. I video consentono di apprendere con i propri tempi le principali caratteristiche di Excel 2016, tra cui l'uso delle formule e l'analisi dei dati dei grafici. Si può anche avere accesso illimitato a più di 4.000 corsi video di LinkedIn Learning. Vedere qui tutti i corsi di formazione su Excel disponibili.

Nuovo comando per inviare feedback nel menu File

Si hanno commenti o suggerimenti su Microsoft Office? Microsoft ha bisogno del feedback degli utenti per migliorare i suoi prodotti. In Excel è possibile suggerire nuove caratteristiche e segnalare quelle che piacciono o quelle che non funzionano facendo clic su File > Commenti.

Fare clic su File > Feedback per inviare a Microsoft commenti o suggerimenti su Excel

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Aggiunta del supporto per i parametri di query: è ora possibile aggiungere parametri alle query nell'editor di query. Fare clic su Home > Gestisci parametri > Nuovo parametro.

    Power Query - Opzione Gestisci parametri

    Power Query - Finestra di dialogo Gestisci parametri

  • Creare nuovi query basate su operazioni di unione/accodamento: è ora possibile usare le operazioni di unione e accodamento per creare nuove query nell'editor di query. Fare clic sulla scheda Home. Quindi fare clic sulla freccia in giù accanto a Unisci query e poi su Unisci query come nuova. Per accodare una nuova query, fare clic sulla freccia in giù accanto a Accoda query e poi su Accoda query come nuove.

    Power Query - Opzione Unisci query come nuova

    Power Query - Accoda query come nuove

  • Connettore Web migliorato con anteprima della pagina: l'esperienza del connettore Web è stata migliorata. Ora è possibile visualizzare un'anteprima dinamica di una pagina Web e selezionare le tabelle desiderate per l'importazione. Selezionare Dati > Nuova query > Da altre origini > Da Web. Dopo aver inserito l'URL e fatto clic su OK, verrà visualizzato lo strumento di spostamento. A destra fare clic sul pulsante Visualizzazione Web. Scorrere la pagina. Qualsiasi tabella con tabulazioni e bordi è pronta per l'importazione. Selezionare la tabella desiderata e fare clic su Carica o Modifica per elaborarla ulteriormente.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento di agosto 2016, versione 1608 (build 7341.2032).

La casella Che cosa si vuole fare? nella parte superiore della barra multifunzione è stata aggiornata con ricerca migliorata, contenuti e suggerimenti per rispondere alle domande in modo più preciso e veloce. Ora quando si immette una ricerca per una determinata attività, funzione o domanda viene visualizzata un'ampia varietà di opzioni. Se si tratta di un'attività rapida, Excel consente di eseguirla direttamente dal riquadro Aiutami. Se la domanda posta è più complessa, vengono visualizzati gli argomenti della Guida più utili per le specifiche esigenze. Ora trovare ciò che serve per eseguire un'attività è questione di un attimo.

Fare clic nella casella Aiutami in Excel e digitare l'attività che si vuole eseguire. Aiutami fornirà indicazioni per eseguire l'attività.

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Aggiorna la query, mantieni il layout: ora i formati e le colonne calcolate per i dati importati mediante Recupera e trasforma vengono mantenuti dopo l'aggiornamento di una query.

  • Connettore per SAP HANA migliorato per la selezione di più valori per variabili e parametri: grazie a questo aggiornamento gli utenti possono selezionare più valori per una determinata variabile o parametro durante l'uso del connettore SAP HANA. Questa operazione può essere eseguita nella finestra di dialogo Strumenti di navigazione.

  • Connettore OData migliorato con un'opzione per importare colonne di tipo aperto da feed OData: il connettore OData ora supporta l'importazione di colonne di tipo aperto da feed OData. Prima dell'aggiornamento le colonne di questo tipo non erano supportate in Power Query. Questa opzione è disponibile nella sezione Opzioni avanzate della finestra di dialogo del connettore OData.

    Power Query - Connettore OData migliorato con un'opzione per importare colonne di tipo aperto da feed OData
  • Connettore a database di Access migliorato con l'aggiunta del nuovo pulsante Seleziona tabelle correlate nella finestra di dialogo Strumenti di navigazione: il connettore a database di Access è stato migliorato per consentire agli utenti di selezionare facilmente tabelle correlate con l'aggiunta del pulsante Seleziona tabelle correlate nella finestra di dialogo Strumenti di navigazione. Il comportamento al clic di questo pulsante è lo stesso di tutti gli altri database che supportano già questa funzionalità, ossia vengono selezionate tutte le tabelle che hanno una relazione diretta con una o più delle tabelle già selezionate.

    Power Query - Connettore a database di Access migliorato con l'aggiunta del nuovo pulsante Seleziona tabelle correlate nella finestra di dialogo Strumenti di navigazione
  • Opzione per generare nomi di passaggi in inglese nell'Editor di query: quando nell'Editor di query si creano nuovi passaggi basati sulle trasformazioni dalla barra multifunzione, i nomi di passaggi predefiniti sono basati sul nome della trasformazione (ad esempio SplitColumns, FilteredRows e così via). Questi nomi di passaggi verranno localizzati nella lingua di installazione corrente per Excel.

    Con questo aggiornamento è stata introdotta una nuova opzione che consente agli utenti di cambiare questo comportamento predefinito in modo che i nomi di passaggi generati automaticamente usino il nome inglese per la trasformazione. Ciò consente agli utenti di contribuire alla creazione di un singolo report di Excel usando più versioni desktop localizzate, mantenendo però i nomi dei passaggi riconoscibili da tutte le parti coinvolte (ad esempio tutti in inglese per impostazione predefinita). La nuova impostazione di configurazione è disponibile in Dati > Nuova query > Globale > Impostazioni internazionali per le installazioni non in lingua inglese.

    Power Query - Opzione per generare nomi di passaggi in inglese nell'Editor di query
  • Descrizione dei passi di query nell'Editor di query: è stato aggiunto anche un nuovo campo Descrizione per i passi di query nell'Editor di query, che offre all'utente un'opzione per documentare e fornire commenti per le proprie trasformazioni di query. Il nuovo campo Descrizione è accessibile dal menu di scelta rapida in qualsiasi comando Passo di query > Proprietà.

    Power Query - Descrizione dei passi di query nell'Editor di query
  • Estrazione del nome della settimana, del giorno o del mese da una colonna Data/Ora dell'Editor di query: con questo aggiornamento gli utenti possono estrarre i nomi di settimane, giorni o mesi da una determinata colonna Data/Ora. Questa operazione può essere eseguita dalla barra multifunzione dell'Editor di query, usando la scheda Trasforma per modificare una colonna esistente oppure la scheda Aggiungi colonna per inserirne una nuova.

    Queste due opzioni sono disponibili rispettivamente in Data > Giorno > Nome del giorno e Data > Mese > Nome del mese. Si noti che i nomi dei giorni e dei mesi sono localizzati in base all'impostazione locale del file corrente (disponibile nella scheda Dati > Nuova query > Opzioni query > Cartella di lavoro corrente > Impostazioni internazionali per la cartella di lavoro di Excel).

    Power Query - Estrazione del nome della settimana, del giorno o del mese da una colonna Data/Ora dell'Editor di query
  • Unione di date e ore in una colonna Data/Ora dell'Editor di query: un'altra nuova trasformazione aggiunta questo mese consente agli utenti di combinare una colonna Data e una colonna Ora in un'unica colonna Data/Ora. Per farlo basta selezionare le due colonne e fare clic su Combina data e ora nel menu Data o Ora rispettivamente nelle schede Trasforma e Aggiungi colonne.

    Power Query - Unione di date e ore in una colonna Data/Ora dell'Editor di query
  • Estrazione dell'inizio/fine dell'ora da una colonna Data/Ora o da una colonna Ora dell'Editor di query: l'ultima nuova trasformazione di dati di questo mese consente agli utenti di estrarre facilmente l'inizio dell'ora o la fine dell'ora in base a una colonna Data/Ora o Ora. Queste due opzioni sono disponibili nel menu Tempo > Ora nelle schede Trasforma e Aggiungi colonna.

    Power Query - Estrazione dell'inizio/fine dell'ora da una colonna Data/Ora o da una colonna Ora dell'Editor di query
  • Aggiornare la query mantenendo i layout Quando si usa Recupera e trasforma per lavorare con dati esterni, si può scegliere di apportare modifiche alla formattazione o al layout. Si può anche aggiungere una colonna calcolata. In precedenza, questi tipi di modifiche non erano presenti quando si caricavano dati in Excel. Con questo aggiornamento invece la casella di controllo Mantieni orientamento/filtro/layout colonne è attivata per impostazione predefinita. Per accedere alla casella di controllo, fare clic in una tabella di dati esterni e quindi su Progettazione > Proprietà.

  • Comando di timeout disponibile nel connettore Da Web: Ora è possibile impostare il timeout delle query Web per il timeout, nel caso in cui richiedano troppo tempo. Selezionare Dati > Nuova query > Da altre origini > Da Web. Fare clic su Avanzate. Nella parte inferiore della finestra di dialogo specificare il numero di minuti prima del timeout della query.

    Finestra di dialogo Da Web, casella Timeout comando in minuti

  • Supporto per i file delimitati a larghezza fissa nel connettore CSV/testo: Se si ha un testo o un file CSV contenente delimitatori tra le colonne, è possibile impostare la larghezza delle colonne nelle posizioni di caratteri specifici.

    Prima di tutto, avviare il connettore CSV o da testo: Dati > Nuova query > Da file > Da CSV (o Da testo). Quindi selezionare un file che contiene un delimitatore tra i valori. In Delimitatore selezionare a larghezza fissa. Infine, sotto a larghezza fissa specificare la posizione del carattere per ogni interruzione di colonna.

    Comando Delimitatore - Larghezza fissa; 0, 7, 24 specificato per le posizioni dei caratteri

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento delle caratteristiche di luglio 2016, versione 1607 (build 7167.2040).

Pubblica in Power BI

Se si ha una sottoscrizione di Power BI, ora è possibile pubblicare file archiviati localmente in Power BI. Per iniziare, salvare il file nel computer. Quindi fare clic su File > Pubblica > Pubblica in Power BI. Dopo il caricamento, è possibile scegliere il pulsante Passa a Power BI per visualizzare il file nel Web browser.

Nessun avviso durante il salvataggio in formato CSV

In passato veniva visualizzato l'avviso "Il file potrebbe contenere caratteristiche non compatibili con il formato CSV..." A grande richiesta, non verrà più visualizzato quando si salva un file CSV.

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Nuovo connettore per SAP HANA: in questo aggiornamento è stato aggiunto un nuovo connettore per permettere l'importazione di dati da database SAP HANA. Il nuovo connettore è disponibile in Dati > Nuova query > Da database oppure dalla finestra dell'editor di query. Per altre informazioni, vedere Connettersi a un database SAP HANA.

    Finestra di dialogo per l'importazione di database SAP HANA in Power BI per Excel
  • Nuovo connettore Cartella di SharePoint: il nuovo connettore Cartella di SharePoint, disponibile in Dati > Nuova query > Da file, consente di importare dati da più file in una cartella di SharePoint. È simile al connettore Cartella, che consente di importare e combinare più file da una cartella del file System.

    Nuovo connettore per le cartelle di SharePoint in Power BI per Excel
  • Nuova categoria di connettori per Online Services: con questo aggiornamento è stata aggiunta una nuova categoria che include tutti i connettori disponibili per Online Services in Excel. La nuova categoria è disponibile in Dati > Nuova query > Da Microsoft Online Services o nella finestra dell'editor di query.

    Finestra di dialogo dei connettori per Online Services in Power BI per Excel
  • Miglioramento del connettore DB2: in questa versione è stato migliorato il connettore IBM DB2 per permettere di decidere se usare il driver Microsoft per IBM DB2, incluso automaticamente anche nell'installazione di Excel/Power Query. Nella finestra di dialogo del connettore IBM DB2 ora si può selezionare il driver da usare nelle opzioni avanzate.

    Finestra di dialogo dei connettori per database IBM DB2 in Power BI per Excel
  • Miglioramento del connettore per i formati di testo e CSV, che espone ora impostazioni modificabili nella finestra di dialogo di anteprima: in questo aggiornamento sono stati migliorati i connettori per i formati di testo e CSV, per permettere di configurare le impostazioni di base per l'importazione dalla finestra di dialogo di anteprima. Queste impostazioni di importazione includono: File di origine, Delimitatore e Rileva tipo di dati (le strategie includono: in base alle prime 200 righe, in base all'intero set di dati o nessun rilevamento del tipo di dati). A seconda della scelta effettuata, l'anteprima in questa finestra di dialogo viene aggiornata automaticamente. Si può quindi scegliere se caricare direttamente i dati o se prima modificarli per applicare trasformazioni dei dati aggiuntive.

    Miglioramento della finestra di dialogo dei connettori per i formati di testo e CSV in Power BI per Excel
  • Miglioramento del database relazionale: in questo aggiornamento sono stati apportati miglioramenti ai connettori di database relazionale. Ora è disponibile un'opzione che consente di includere informazioni sullo schema come parte della gerarchia di spostamento. Questa opzione è disponibile nelle opzioni avanzate in tutte le finestre di dialogo dei connettori per i database, ad esempio la finestra di dialogo Database SQL Server che segue:

    Miglioramento dei connettori per i database relazionali in Power BI per Excel
  • Miglioramenti apportati alla finestra di dialogo Impostazioni origine dati, tra cui la funzionalità "Cambia origine": ora è possibile aggiornare facilmente la posizione di un'origine dati per tutte le query connesse all'origine dati stessa all'interno di una singola cartella di lavoro di Excel. Prima di questo aggiornamento era necessario aggiornare la posizione dell'origine dati per ognuna delle query. La nuova soluzione permette di eseguire questa operazione in un unico passaggio. Nella finestra di dialogo Impostazioni origine dati è ora disponibile la nuova opzione di ambito Cartella di lavoro corrente, che permette di limitare l'elenco delle origini dati visualizzate solo a quelle usate nel file corrente. Da questa visualizzazione è possibile modificare credenziali, livelli di privacy e altre impostazioni per l'origine dati. In alternativa è possibile usare l'opzione Modifica origine per modificare la posizione dell'origine dati.

    Miglioramenti apportati alla finestra di dialogo Impostazioni origine dati in Power BI per Excel
  • Modalità avanzata della finestra di dialogo Filtra righe nell'editor di query: è stata introdotta una nuova modalità nella finestra di dialogo Filtra righe nell'editor di query. Questa nuova modalità consente di aggiungere più clausole di filtro in un unico passaggio Filtra righe. Prima dell'aggiornamento erano consentite solo due clausole. Consente anche di combinare clausole di filtro in base a più colonne. In precedenza, tutte le clausole venivano applicate a un'unica colonna.

    Finestra di dialogo Filtra righe avanzata nell'editor di query in Power BI per Excel
  • Controlli per l'immissione in linea per la chiamata di funzioni nell'editor di query: è stata migliorata l'anteprima incorporata per le funzioni all'interno della finestra di dialogo dell'editor di query. Ora consente valori di input per la chiamata di funzioni. Questa nuova sezione Immettere i parametri nell'anteprima incorporata delle funzioni è disponibile sia per le funzioni predefinite (funzioni del motore M), sia per le funzioni definite dall'utente.

    Controlli per l'immissione in linea per la chiamata di funzioni nell'editor di query in Power BI per Excel
  • Supporto del riordinamento dei passaggi delle query nell'editor di query tramite movimenti di trascinamento: ora è supportato il riordinamento dei passaggi di query nell'editor di query tramite movimenti di trascinamento. Questa operazione può essere eseguita per ogni query tramite la sezione Passaggi applicati nell'editor di query.

    Riordinamento dei passaggi delle query tramite movimenti di trascinamento in Power BI per Excel
  • Supporto per il controllo selezione data per valori di data di input nelle finestre di dialogo Filtra righe e Colonne condizionali: in questo aggiornamento è possibile sfruttare un controllo selezione data per specificare valori di data di input nelle finestre di dialogo Filtra righe e Colonne condizionali.

    Supporto per il controllo selezione data per valori di data di input nelle finestre di dialogo Filtra righe e Colonne condizionali in Power BI per Excel
  • Nuova voce di menu di scelta rapida per creare nuove query dal riquadro Query nell'editor di query: ora è possibile aggiungere una nuova query nel riquadro Query nell'editor di query. Fare clic con il pulsante destro del mouse sullo sfondo del riquadro o su un nodo del gruppo di query. Questa novità offre un'esperienza più intuitiva per l'aggiunta di nuove query quando si usa il riquadro dell'editor di query. Inoltre, quando si fa clic con il pulsante destro del mouse su un gruppo di query, la nuova query viene aggiunta al gruppo selezionato.

    Nuova voce di menu di scelta rapida per creare nuove query dal riquadro Query nell'editor di query in Power BI per Excel

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento delle caratteristiche di giugno 2016, versione 1606 (build 7070.2022).

Convertire disegni a penna in forme

In un aggiornamento precedente è stata aggiunta una nuova scheda Disegno per i dispositivi con touchscreen. In questa scheda è possibile selezionare gli stili dell'input penna e inserire annotazioni a penna. Con questo aggiornamento, invece, è possibile convertire le annotazioni a penna in forme. È sufficiente selezionarle e quindi scegliere Converti in forme. In questo modo si è liberi di disegnare a mano libera senza rinunciare all'uniformità e alla standardizzazione delle forme grafiche di Office. Per altre informazioni sull'input penna in Office, vedere Disegnare e scrivere con l'input penna in Office.

Tabelle pivot OLAP più veloci

Se si lavora con connessioni a server OLAP, ora le tabelle pivot sono più veloci. L'aggiornamento di giugno 2016 contiene miglioramenti delle prestazioni per le query e la cache in questa potente caratteristica. I vantaggi saranno visibili sia quando si usano le tabelle pivot per rispondere a domande occasionali, sia quando si creano cartelle di lavoro complesse con decine di tabelle pivot. Che le tabelle pivot siano connesse a un modello multidimensionale o a un modello tabulare, qualsiasi tabella pivot connessa a Microsoft SQL Server Analysis Services, a un provider OLAP di terze parti o al modello di dati di Power Pivot presenterà dati aggiornati più velocemente. Inoltre, se si disabilitano i subtotali e i totali complessivi, ora le tabelle pivot eseguono le operazioni di aggiornamento, espansione, compressione e il drill-down dei dati in modo molto più rapido. Maggiori sono le dimensioni della tabella pivot, maggiore sarà il potenziale miglioramento. In particolare, sono stati apportati miglioramenti in tre aree principali dell'esecuzione di query sui server OLAP:

  • Maggiore efficienza delle query: Excel eseguirà una query per i subtotali e i totali complessivi solo se sono necessari per il rendering dei risultati della tabella pivot. Questo vuol dire che il server OLAP impiegherà meno tempo per completare l'elaborazione della query e occorrerà meno tempo per il trasferimento dei risultati tramite la connessione di rete. È sufficiente disabilitare i subtotali e i totali complessivi nella scheda Progettazione della tabella pivot come si farebbe normalmente. Vedere: Mostrare e nascondere i subtotali in una tabella pivot

  • Riduzione del numero di query: Excel aggiorna i dati in modo più intelligente. Ora le query vengono aggiornate solo quando sono state effettivamente modificate e l'aggiornamento è necessario.

  • Cache più intelligenti: quando viene recuperato lo schema della tabella pivot, ora viene condiviso con tutte le tabelle pivot della stessa connessione, riducendo ulteriormente il numero di query.

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Colonne condizionali:con questo aggiornamento, da oggi è estremamente facile per gli utenti creare nuove colonne nelle query in base ai valori di una colonna diversa. Un caso di utilizzo tipico include la creazione di un insieme di "contenitori" o "categorie" in base a intervalli di una colonna di valori continua, ad esempio classificare l'indice di massa corporea (IMC) di una persona in "Sottopeso", "Normale", "Sovrappeso" o "Obeso" in base a intervalli di valori IMC noti, oppure definire categorie come "Questa settimana", "Settimana scorsa" e così via in base a una colonna Data. In precedenza questa operazione era possibile solo creando colonne personalizzate e acquisendo la logica condizionale con una serie di istruzioni "if-then-else". Queste espressioni possono diventare rapidamente molto complesse da creare e gestire man mano che si aggiungono nuove condizioni. A partire da questo aggiornamento, gli utenti possono definire un set di regole e valori di output per la nuova colonna in base ai valori presenti in altre colonne delle tabelle. A questo scopo si usa la nuova finestra di dialogo Colonne condizionali, disponibile nell'Editor di query nella scheda "Aggiungi colonna" della barra multifunzione.

    Power Query - Colonne condizionali
  • Indicatore del tipo di colonna nelle intestazioni di colonna dell'anteprima dell'Editor di query:in questo aggiornamento sono stati aggiunti indicatori dei tipi di colonna nelle intestazioni di colonna all'interno dell'anteprima dell'Editor di query. Questi nuovi indicatori consentono di comprendere rapidamente il tipo di ognuna delle colonne della tabella, oltre che di modificarlo semplicemente facendo clic sull'indicatore oppure usando le opzioni della barra multifunzione già disponibili, ovvero il menu a discesa Tipo di dati nella scheda Home o il comando per Rileva tipo di dati nella scheda Trasforma.

    Power Query - Indicatore del tipo di colonna nelle intestazioni di colonna dell'anteprima dell'editor di query
  • Riordinare query e gruppi di query nell'Editor di query usando movimenti di trascinamento: ora è possibile riordinare facilmente le query e i gruppi di query all'interno del riquadro Query dell'Editor di query selezionando uno o più oggetti e trascinandoli nella destinazione desiderata. Questo è utile per riordinare gli elementi all'interno di un determinato gruppo (livello principale) e anche per spostare oggetti in un gruppo di query. L'aggiunta di movimenti di trascinamento al riquadro Query all'interno dell'Editor di query migliora notevolmente l'esperienza utente rispetto alla riorganizzazione di query e gruppi di query, in precedenza possibile solo tramite opzioni di menu di scelta rapida.

    Power Query - Riordinamento di query e gruppi di query all'interno dell'editor di query tramite movimenti di trascinamento
  • Menu di gestione delle query nell'Editor di query:con questo aggiornamento, all'interno della scheda Home dell'Editor di query, sulla barra multifunzione, è stato aggiunto un nuovo menu a discesa "Gestisci" per la query. Questo menu mostra le operazioni di gestione comuni per una query, come Elimina, Duplica e Riferimento.

    Power Query - Menu per la gestione delle query nell'editor di query

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento delle caratteristiche di maggio 2016, versione 1605 (build 6965.2053).

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Rimozione degli spazi tramite il menu Filtro colonna: con questo aggiornamento è stata aggiunta una nuova opzione di filtro dei dati che consente di rimuovere tutte le righe in cui il valore per la colonna corrente è nullo o vuoto. L'opzione è accessibile tramite il menu a discesa Filtro colonna.

    Power Query - Rimozione degli elementi vuoti tramite il menu Filtro colonna
  • Conversione dei valori di durata in anni: questa nuova opzione di trasformazione è disponibile nelle schede Trasforma o Aggiungi colonna. Il menu a discesa Durata contiene una nuova voce "Totale anni", che consente di calcolare il totale degli anni in base a una colonna di tipo Durata. La logica applicata è dividere il numero totale di giorni per 365.

    Power Query - Conversione dei valori di durata in anni
  • Mantieni duplicati: questa nuova trasformazione consente di mantenere solo le righe che contengono valori duplicati nelle colonne selezionate. Prima dell'aggiornamento era disponibile solo l'opzione "Rimuovi duplicati". Per accedere alla nuova opzione, sulla barra multifunzione fare clic sul pulsante di menu combinato Home > Rimuovi duplicati e quindi selezionare Mantieni duplicati.

    Power Query - Mantenimento dei duplicati
  • Suggerimenti per "Valori di input di esempio" nella finestra di dialogo "Modifica tipo con impostazioni locali": Power Query consente agli utenti di cambiare il tipo di una colonna tenendo in considerazione le impostazioni e i formati locali o internazionali in base a cui vengono rappresentati i dati. Questa operazione può essere eseguita configurando il valore Impostazioni locali per l'intera cartella di lavoro (in Dati > Nuova query > Opzioni query > Cartella di lavoro corrente > Caricamento dati) e può essere personalizzata per ogni specifico passaggio "Modifica tipo" nelle query. Nella finestra di dialogo "Modifica tipo con impostazioni locali", accessibile facendo clic su un'intestazione di colonna nell'anteprima dell'Editor di query e scegliendo Modifica tipo > Uso delle impostazioni locali, ora gli utenti possono ottenere alcuni valori di esempio per il formato di input previsto durante la selezione di tipi e impostazioni locali specifiche.

    Power Query - Suggerimenti per valori di input di esempio nella finestra di dialogo Modifica tipo con impostazioni locali
  • Supporto di spazi vuoti e avanzamento riga nell'anteprima dell'Editor di query: con questo aggiornamento è stato aggiunto il supporto per la visualizzazione degli spazi vuoti nelle celle di dati all'interno dell'anteprima dell'Editor di query. Vengono visualizzati tutti gli spazi vuoti, compresi gli avanzamenti riga. Si può selezionare l'opzione "Mostra spazi vuoti" (comportamento predefinito) o non mostrarli (comportamento precedente) nella scheda Visualizza sulla barra multifunzione dell'Editor di query.

    Power Query - Supporto per gli spazi vuoti e gli avanzamenti riga nell'anteprima dell'editor di query.
  • Possibilità di disabilitare le anteprime nella finestra Strumento di navigazione: con questo aggiornamento è stata aggiunta un'opzione per disabilitare le anteprime nella finestra di dialogo Strumento di navigazione. In questo modo gli utenti possono ridurre il numero di chiamate all'origine dati per il recupero delle anteprime.

    Power Query - Possibilità di disabilitare le anteprime dalla finestra dello strumento di spostamento
  • Supporto del nome tecnico nella finestra Strumento di navigazione: alcune origini dati supportano il concetto di "nome tecnico" per gli oggetti all'interno dell'origine. I nomi tecnici servono per fornire all'utente finale che si connette all'origine dati un nome più significativo rispetto al "nome fisico" dell'oggetto. In questo aggiornamento, alla finestra di dialogo Strumento di navigazione è stata aggiunta una nuova opzione che consente agli utenti di passare dal "nome fisico" (comportamento precedente) al "nome tecnico" (nuovo comportamento).

  • Ridenominazione delle query direttamente dal riquadro Query dell'Editor di query: con questo aggiornamento, ora è possibile rinominare le query direttamente dal riquadro Query dell'Editor di query. Per rinominare una query da questo riquadro è sufficiente selezionare la query, fare clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Rinomina. In alternativa, fare doppio clic sul nome della query oppure selezionarla e premere F2.

    Power Query - Ridenominazione delle query direttamente dal riquadro Query dell'editor di query
  • Supporto di Timeout comando nell'esperienza utente: con questo aggiornamento, gli utenti hanno ora la possibilità di specificare un valore Timeout comando (in minuti) per la connessione a origini di database. Si tratta di un miglioramento significativo dell'esperienza perché prima dell'aggiornamento questa personalizzazione era possibile solo creando una formula personalizzata. La nuova opzione Timeout comando è disponibile nella sezione "Opzioni avanzate" nelle finestre di dialogo delle origini dati.

    Power Query - Supporto per il timeout del comando nell'esperienza utente
  • Opzione per la disabilitazione dei prompt relativi al livello di privacy a livello di computer (inclusa una chiave del Registro di sistema) Power Query consente di combinare i dati da più origini dati in un'unica cartella di lavoro. Quando si gestiscono più origini dati, gli utenti possono definire query che richiedono l'invio di dati da un'origine dati a un'altra. Per impedire la divulgazione accidentale di dati privati o aziendali, Power Query offre una caratteristica denominata "Livelli di privacy" che consente agli utenti di specificare il livello di privacy (Pubblica, Aziendale o Privata) per ogni origine dati a cui si connettono quando provano a combinare dati da più origini. In base al livello di privacy selezionato, Power Query garantisce che i dati di un'origine privata non vengono inviati ad altre origini e che i dati da un'origine aziendale vengano inviati solo a origini all'interno dell'organizzazione. In alcuni casi, l'imposizione della privacy può essere di intralcio agli utenti che vogliono definire combinazioni di dati che aggirano questa caratteristica per la privacy. Un altro potenziale effetto dei livelli di privacy è che, quando si combinano i dati da più origini tra cui non è previsto lo scambio di dati a causa dei relativi livelli di privacy, Power Query compensa la limitazione scaricando i dati in locale per combinarli in modo sicuro. Questo può causare una riduzione delle prestazioni, perché i dati di tutte le origini coinvolte dovranno essere memorizzati nella cache locale e combinati in memoria. Per questi casi, gli utenti hanno la possibilità di ignorare i livelli di privacy come impostazione della cartella di lavoro corrente. Tuttavia, dato che questa opzione è disponibile solo per file e per utente, sarà comunque necessario abilitarla per ogni cartella di lavoro che si intende usare. Inoltre, l'opzione per ignorare le impostazioni di privacy deve essere selezionata da ogni utente della cartella di lavoro, quindi una persona che apre un file XLSX di un altro utente nel proprio computer dovrà fornire i livelli di privacy per le origini dati coinvolte nel report oppure disabilitare manualmente questa caratteristica nella finestra di dialogo Opzioni (in Opzioni query > Cartella di lavoro corrente > sezione Privacy).

    In questa versione è stata introdotta una nuova impostazione che consente a utenti e aziende di selezionare uno dei comportamenti seguenti:

    • Combina sempre i dati in base alle impostazioni del livello di privacy per ogni origine: questa nuova opzione consente agli utenti di imporre l'applicazione dei livelli di privacy per ogni file XLSX nel proprio computer, indipendentemente dal fatto che l'impostazione del livello di privacy per la cartella di lavoro corrente sia abilitata o disabilitata.

    • Combina i dati in base alle impostazioni del livello di privacy di ogni file: questo è il comportamento predefinito e corrisponde al comportamento di Power Query nelle versioni precedenti.

    • Ignora sempre impostazioni del livello di privacy: questa nuova opzione consente agli utenti di ignorare sempre le impostazioni del livello di privacy per ogni file XLSX nel proprio computer, indipendentemente dalle impostazioni per la cartella di lavoro corrente.

    Queste opzioni sono disponibili nella finestra di dialogo Opzioni query:

    Power Query - Opzione per la disabilitazione dei prompt relativi al livello di privacy per ogni computer (incluse le chiavi del Registro di sistema)

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento delle caratteristiche di aprile 2016, versione 1604 (build 6868.2062).

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Connettore ODBC - supporto per la selezione di DSN di sistema/utente: una richiesta comune da parte dei clienti che usano il connettore ODBC era la possibilità di selezionare da un elenco di DSN disponibili nel computer quando si specificano i dettagli di connessione nella procedura guidata Importa dati da ODBC di Power Query in Excel. Con questo aggiornamento è stato aggiunto un nuovo menu a discesa, che consente di selezionare un DSN esistente dall'elenco di DSN di sistema/utente disponibili nel computer. Oltre a selezionare un DSN esistente, è possibile specificare altri dettagli relativi alla stringa di connessione oppure selezionare "Nessuna" nell'elenco a discesa DSN per specificare una stringa di connessione completa indipendentemente da qualsiasi DSN esistente (equivalente al comportamento prima dell'aggiornamento).

    Power Query - Connettore ODBC - Supporto per la selezione di DSN di utente/sistema
  • Connettore CSV - possibilità di specificare il delimitatore di colonna nella finestra di dialogo di origine: la finestra di dialogo Origine per il connettore CSV è stata migliorata, in modo che gli utenti possano personalizzare l'opzione Delimitatore di colonna. Prima dell'aggiornamento, l'opzione Delimitatore di colonna poteva essere modificata solo intervenendo sulla formula "M" sottostante per il passaggio Origine.

    Power Query - Connettore CSV - Possibilità di specificare un delimitatore di colonna nella finestra di dialogo Origine

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento delle caratteristiche di marzo 2016, versione 1603 (build 6769.2015).

Aggiornamenti per Recupera e trasforma e il componente aggiuntivo Power Query

  • Filtro in base alla data non più vecchia/più recente: nell'Editor di query è stata aggiunta una nuova opzione di filtro per le colonne Data/Ora, che consente agli utenti di filtrare in base alla data non più vecchia o non più recente all'interno della colonna corrente.

    Power Query - Filtro in base alla prima/ultima data consentita
  • Filtro in base ai precedenti N minuti/ore/secondi: un nuovo filtro Data/Ora consente di filtrare i valori entro i precedenti N minuti/ore/secondi. Il filtro è accessibile dall'opzione Precedenti nel menu dei filtri per le colonne Data/Ora.

    Power Query - Filtro in base al precedente numero di secondi/minuti/ore

    È quindi possibile definire le opzioni di filtro specificando il valore e selezionando l'ambito di filtro desiderato nell'elenco discesa. Notare le nuove opzioni per ore, minuti e secondi aggiunte in questo aggiornamento.

    Power Query - Definizione delle opzioni di filtro con ore, minuti e secondi
  • Possibilità di copiare e incollare query da Power BI Desktop a Excel: sappiamo che spesso gli utenti si servono di più strumenti nelle proprie attività quotidiane e usano Excel insieme a Power BI Desktop per scenari di creazione di dashboard e condivisione. In un aggiornamento precedente è stata abilitata la possibilità di copiare e incollare query tra cartelle di lavoro di Excel diverse. Questo aggiornamento consente agli utenti di copiare e incollare facilmente le query tra Excel e Power BI Desktop. Ora è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse su una query o un gruppo di query nel riquadro attività Query della cartella di lavoro di Excel per copiarle e poi incollarle direttamente nel riquadro attività Query dell'Editor di Query per Power BI Desktop. Per copiare query da Power BI Desktop a Excel si usa una procedura analoga.

  • Supporto di caratteri speciali in una colonna divisa: in precedenza è stato aggiunto il supporto per l'uso dei caratteri speciali nella finestra di dialogo Sostituisci valori per trovare e sostituire valori. In questo aggiornamento, la stessa funzionalità è stata abilitata per le operazioni Suddividi colonna in base al delimitatore.

    Power Query - Supporto per caratteri speciali in una colonna divisa
  • Aggiornamento delle anteprime nella finestra di dialogo Merge di query: ora è possibile aggiornare le anteprime delle tabelle nella finestra di dialogo Merge di query in modo che gli utenti possono selezionare le colonne corrispondenti usando gli ultimi dati disponibili.

    Power Query - Aggiornamento delle anteprime nella finestra di dialogo Unisci query
  • Carattere a spaziatura fissa per l'anteprima dell'Editor di query: ora è possibile personalizzare l'anteprima dell'Editor di query in modo da visualizzare il contenuto con un tipo di carattere a spaziatura fissa. Questa opzione di personalizzazione è disponibile nella scheda Visualizza.

    Power Query - Carattere a spaziatura fissa per l'anteprima dell'editor di query
  • Esperienza di chiamata delle funzioni migliorata: ora è possibile chiamare funzioni direttamente dalla finestra di dialogo Strumento di navigazione. Questo consente di richiamare e visualizzare in anteprima i risultati di una chiamata di funzione su un'origine dati, ad esempio SQL Server. Si possono specificare i parametri di funzione direttamente nella finestra Strumento di navigazione:

    Power Query - Esperienza migliorata per la chiamata di funzioni

    E quindi visualizzare in anteprima i risultati nella stessa posizione:

    Power Query - Anteprima dei risultati sul posto
  • Opzione per impostare le credenziali a livello di server: ora si può configurare l'ambito per le proprie credenziali quando viene richiesto l'inserimento delle credenziali di database, usando l'apposito pulsante di opzione disponibile nella parte inferiore della finestra di dialogo Credenziali.

    Power Query - Opzione per impostare le credenziali a livello di server
  • Aggiunta di un prefisso/suffisso a una colonna di testo: ora è possibile aggiungere un prefisso/suffisso a una colonna di testo esistente tramite l'Editor di query, usando l'apposita opzione in Trasforma (modifica della colonna sul posto) oppure in Aggiungi colonna per creare una nuova colonna (disponibile in Colonna Testo > Formato).

    Power Query - Aggiunta di un prefisso/suffisso a una colonna di testo

Aggiornamenti di Power Pivot in Excel 2016

  • Salvataggio della visualizzazione del diagramma delle relazioni come immagine: gli utenti di Excel 2016 possono ora salvare la visualizzazione del diagramma del modello di dati come file di immagini ad alta risoluzione, che potrà essere usato per la condivisione, la stampa o l'analisi del modello di dati. Per creare il file di immagine, nel componente aggiuntivo Power Pivot fare clic su File e quindi selezionare Salva visualizzazione come immagine.

    Power Pivot - Salvataggio come immagine della visualizzazione del diagramma delle relazioni
  • La finestra di dialogo Modifica relazione migliorata consente di creare relazioni tra i dati più rapide e accurate: gli utenti di Power Pivot per Excel 2016 possono ora aggiungere o modificare manualmente una relazione tra tabelle durante l'esplorazione di un campione dei dati, fino a cinque righe di dati in una tabella selezionata. Questo consente di creare relazioni in modo più rapido e accurato senza bisogno di tornare alla visualizzazione dati ogni volta che si vuole creare o modificare una relazione tra tabelle.

    Power Pivot - Miglioramento della finestra di dialogo Modifica relazione
  • Selezione delle tabelle usando lo spostamento tramite tastiera:: nella finestra di dialogo Modifica relazione digitare la prima lettera di un nome di tabella per spostarsi sulla prima colonna il cui nome inizia con la lettera selezionata.

  • Selezione delle colonne usando lo spostamento tra colonne: nella finestra di dialogo Modifica relazione digitare la prima lettera di un nome di colonna per spostarsi sulla prima colonna il cui nome inizia con la lettera selezionata. Digitare di nuovo la stessa lettera per passare alla colonna successiva il cui nome inizia con la lettera selezionata.

  • Suggerimento automatico della colonna con lo stesso nome in entrambe le tabelle: dopo aver selezionato la prima tabella e colonna, nella selezione della seconda tabella, se è presente una colonna con lo stesso nome, viene selezionata automaticamente (funziona in entrambi i sensi).

  • Correzioni che migliorano l'esperienza utente complessiva di modellazione: 1) il modello di dati di Power Pivot non viene più perso quando si usano cartelle di lavoro nascoste, 2) una cartella di lavoro di Excel 2010 con un modello di dati ora può essere aggiornata a Excel 2016 e 3) è possibile aggiungere una colonna calcolata in Power Pivot, a meno che non contenga una formula.

Per un elenco completo relativo a questo aggiornamento cliente, visitare la pagina sulle correzioni a Power Pivot e al motore Analysis Services in Excel 2016.

Tutti gli utenti di Excel 2016 possono ottenere l'ultimo aggiornamento cliente installando gli aggiornamenti seguenti. Si noti che per entrambi sono disponibili le versioni a 32 e a 64 bit, dunque assicurarsi di scaricare la versione corretta:

  • KB3114374- Aggiornamento di Office Excel 2016 dell'8 dicembre 2015.

  • KB3114297 -Power Pivot in Office Excel 2016 dell'8 dicembre 2015.

Ecco le novità e le caratteristiche migliorate dell'aggiornamento delle caratteristiche di gennaio 2016, versione 1601 (build 6568.2025).

Grafici a imbuto

I grafici a imbuto mostrano i valori relativi a più fasi di un processo. In genere i valori diminuiscono gradualmente, dando al grafico l'aspetto di un imbuto. Altre informazioni sui grafici a imbuto.

Grafico a imbuto che mostra una pipeline delle vendite, con le fasi nella prima colonna e i valori nella seconda

Completamento automatico migliorato

La caratteristica di completamento automatico non ha più la complessità delle versioni precedenti. Si supponga ad esempio di voler usare la funzione GIORNI.LAVORATIVI.TOT, ma di non ricordarne l'ortografia esatta. Se si digita semplicemente =GIORNI, il menu di completamento automatico restituisce tutte le funzioni che contengono "GIORNI", inclusa GIORNI.LAVORATIVI.TOT. Nelle versioni precedenti è necessario digitare il nome esatto della funzione.

TESTO.UNISCI

Questa funzione unisce il testo di più intervalli, separando ogni elemento con un delimitatore specificato dall'utente. Altre informazioni sulla funzione TESTO.UNISCI.

CONCATENA

Questa nuova funzione è una versione migliorata della funzione CONCATENA. Prima di tutto è più breve e facile da digitare. Ma supporta anche i riferimenti di intervallo oltre ai riferimenti di cella. Altre informazioni.

PIÙ.SE

Stanchi di digitare complicate funzioni SE annidate? La funzione PIÙ.SE è la soluzione. Con questa funzione le condizioni vengono testate nell'ordine specificato dall'utente. Se il test viene superato, viene restituito il risultato. Se nessuna delle condizioni viene soddisfatta, è anche possibile specificare di individuare tutte le istanze. Altre informazioni sulla funzione PIÙ.SE.

SWITCH

La funzione SWITCH valuta un'espressione rispetto a un elenco di valori in ordine e restituisce il primo risultato corrispondente. Se non trova un risultato corrispondente, restituisce il valore alternativo specificato. Dettagli ed esempi.

MAX.PIÙ.SE

Questa funzione restituisce il numero più grande in un intervallo che soddisfa uno o più criteri. Altre informazioni.

MIN.PIÙ.SE

Questa funzione è simile a MAX.PIÙ.SE, ma restituisce il numero più piccolo in un intervallo che soddisfa uno o più criteri. Altre informazioni sulla funzione MIN.PIÙ.SE

Tema Nero

Il tema di Office con il più elevato contrasto è ora disponibile. Per modificare il tema di Office, scegliere File > Account e quindi fare clic sul menu a discesa accanto a Tema di Office. Il tema scelto verrà applicato a tutte le app di Office. Per altre informazioni sui temi di Office, vedere Cambiare l'aspetto di Office 2016 per Windows con i temi di Office.

In questa versione iniziale sono disponibili per la prima volta le applicazioni di Office 2016: versione 1509 (build 4229.1024).

Sei nuovi tipi di grafico

Le visualizzazioni sono fondamentali per un'efficace analisi dei dati, oltre che per creazione di rappresentazioni visive accattivanti. In Excel 2016 sono stati aggiunti sei nuovi grafici, con le stesse opzioni avanzate di formattazione già disponibili, che consentono di creare le visualizzazioni più comuni di dati finanziari o gerarchici oppure di evidenziare le proprietà statistiche dei dati.

Fare clic su Inserisci grafico gerarchico nella scheda Inserisci per usare il grafico Mappa ad albero o Radiale, fare clic su Inserisci grafico a cascata o azionario per vedere Cascata oppure fare clic su Inserisci grafico statistico per vedere Istogramma, Pareto o Scatola e baffi.

Icone per l'inserimento di grafici gerarchici, a cascata, azionari o statistici in Excel 2016 per Windows

Oppure fare clic su Grafici consigliati > Tutti i grafici per vedere tutti i nuovi grafici.

Visualizza i nuovi grafici in PowerPoint 2016

Recupero e trasformazione di query

Prima dell'avvio dell'analisi, è necessario essere in grado di ottenere i dati appropriati per la questione aziendale a cui dare una risposta. Excel 2016 include funzionalità predefinite che consentono di recuperare e trasformare i dati in modo rapido e immediato, permettendo di trovare e raggruppare tutti i dati necessari in un'unica posizione. Queste nuove funzionalità, in precedenza disponibili solo in un componente aggiuntivo distinto chiamato Power Query, sono native all'interno di Excel. Accedervi dal gruppo Recupera e trasforma della scheda Dati.

Origini dati per la query

Previsione con un clic

Nelle versioni precedenti di Excel sono disponibili solo le previsioni lineari. In Excel 2016 la funzione PREVISIONE è stata ampliata per consentire previsioni basate su perequazione esponenziale, ad esempio PREVISIONE.EST()… Questa funzionalità è anche disponibile come pulsante di previsione con un clic. Nella scheda Dati fare clic sul pulsante Foglio previsioni per creare rapidamente una visualizzazione di previsione della serie di dati. Nella procedura guidata è anche possibile trovare opzioni per modificare i comuni parametri di revisione, come la stagionalità, che vengono automaticamente individuati tramite intervalli predefiniti e di confidenza.

Parte di un foglio di calcolo con la tabella dei numeri previsti e un grafico di previsione

Mappe 3D

Power Map, il famoso strumento Microsoft per la visualizzazione geospaziale 3D, è stato rinominato e ora è incorporato in Excel 2016 a disposizione di tutti i clienti. Questo set innovativo di funzionalità per la creazione di rappresentazioni visive si chiama ora Mappe 3D ed è accessibile insieme agli altri strumenti di visualizzazione facendo clic su Mappa 3D nella scheda Inserisci.

Tour di Power Map impostato sulla riproduzione

Approfondimenti calendario Modelli finanziari

È possibile usare i nuovi modelli Rendiconto finanziario personale e Analisi titoli azionari per tenere traccia di quanto si guadagna, quanto e come si spende, oltre che per analizzare rapidamente e confrontare l'andamento di determinati titoli azionari nel corso del tempo.

Modello

Visualizzare il calendario come dashboard e approfondire i dati per gestire meglio il proprio tempo e identificare nuovi modi per sfruttare al meglio le giornate.

Miglioramenti alle tabelle pivot

Excel è noto per le esperienze flessibili e complete di analisi che offre tramite il familiare ambiente di creazione delle tabelle pivot. In Excel 2010 ed Excel 2013, questa esperienza è stata sensibilmente migliorata con l'introduzione di Power Pivot e del modello di dati, che offrono la possibilità di creare facilmente modelli sofisticati da tutti i dati, migliorarli con misure e indicatori KPI e quindi eseguire calcoli su diverse milioni di righe ad alta velocità. Ecco alcuni miglioramenti apportati ad Excel 2016 per consentire all'utente di dedicare meno tempo alla gestione dei dati e più tempo a individuare le informazioni utili e significative.

Il rilevamento automatico di relazioni    scopre e crea relazioni tra le tabelle usate per il modello di dati della cartella di lavoro, così non è necessario farlo manualmente. Excel 2016 riconosce quando l'analisi richiede di collegare tra loro due o più tabelle e invia un avviso corrispondente. Con un clic del mouse vengono create relazioni in modo che si possa sfruttarle immediatamente.

Le operazioni di creazione, modifica ed eliminazione di misure personalizzate    possono ora essere eseguite direttamente dall'elenco dei campi delle tabelle pivot, con un notevole risparmio di tempo quando è necessario aggiungere altri calcoli per l'analisi.

Il raggruppamento temporale automatico    consente di usare i campi temporali (anno, trimestre, mese) in modo più efficace nella tabella pivot, grazie al rilevamento e al raggruppamento automatici. Una volta raggruppati i campi, è possibile trascinarli nella tabella pivot con un'unica operazione e iniziare immediatamente l'analisi tra diversi livelli di tempo con funzionalità drill-down.

I pulsanti drill-down dei grafici pivot    consentono di fare zoom avanti e indietro tra i gruppi temporali e altre strutture gerarchiche all'interno dei dati.

La ricerca negli elenchi dei campi delle tabelle pivot    consente di accedere ai campi importanti nell'intero set di dati.

La ridenominazione intelligente    offre la possibilità di rinominare tabelle e colonne nel modello di dati della cartella di lavoro. Con ogni modifica, Excel 2016 aggiorna automaticamente le tabelle e i calcoli correlati nell'intera cartella di lavoro, inclusi tutti i fogli di calcolo e le formule DAX.

Sono anche stati apportati numerosi miglioramenti per l'usabilità   . Ad esempio, l'aggiornamento ritardato consente di eseguire più modifiche in Power Pivot senza la necessità di aspettare che ognuna di esse venga propagata nell'intera cartella di lavoro. Le modifiche verranno infatti propagate una alla volta, dopo che la finestra di Power Pivot viene chiusa.

Tabella pivot con callout che mostrano le nuove caratteristiche di Excel 2016

Filtro dei dati a selezione multipla

Ora è possibile selezionare più elementi in un filtro dei dati di Excel nei dispositivi di tocco. Si tratta di un cambiamento rispetto alle versioni precedenti di Excel in cui è possibile selezionare un unico elemento alla volta usando l'input tocco. È anche possibile passare alla modalità di selezione multipla del filtro dei dati usando il nuovo pulsante situato nell'etichetta corrispondente.

Opzioni del filtro dei dati con il pulsante di selezione multipla evidenziato

Pubblicazione e condivisione dell'analisi con Power BI

Un report non è completo se non offre la possibilità di condividerlo con le persone giuste. Dopo aver preparato l'analisi dei dati, è possibile condividerla con il proprio gruppo di lavoro o con i clienti con un singolo pulsante tramite Power BI. Una volta pubblicati i modelli di dati in Power BI, è possibile usarli per creare rapidamente report e dashboard interattivi. Con il supporto di Excel Online incorporato nel servizio Power BI, è anche possibile visualizzare fogli di lavoro di Excel completamente formattati.

Scheda Pubblica in Excel 2016 con il pulsante Pubblica in Power BI

Formattazione delle forme rapide

Questa caratteristica aumenta il numero degli stili di forma predefiniti aggiungendo nuovi stili preimpostati in Excel.

Raccolta stili forme che mostra i nuovi stili predefiniti in Excel 2016 per Windows

Inserimento delle immagini con l'orientamento corretto

Con la rotazione automatica, le immagini inserite in Excel vengono automaticamente ruotate in base all'orientamento della fotocamera. Dopo l'inserimento, è possibile ruotare manualmente le immagini in qualsiasi posizione. Questa funzione ha effetto solo sulle nuove immagini inserite, mentre non si applica alle immagini già presenti nei documenti.

Eseguire rapidamente le attività con Aiutami

Sulla barra multifunzione di Excel 2016 si noterà una casella con il testo Che cosa si vuole fare?. Si tratta di un campo di testo in cui è possibile immettere parole e frasi correlate all'attività che si vuole eseguire per accedere rapidamente alle caratteristiche da usare o alle azioni da completare. È possibile scegliere di chiedere assistenza per quello che si sta cercando oppure eseguire una ricerca intelligente sul termine immesso.

Casella Aiutami sulla barra multifunzione di Excel 2016

Casella Aiutami con testo a cascata e risultati in Excel 2016 per Windows

Informazioni approfondite sulle attività da svolgere

Il riquadro Approfondimenti, con tecnologia Bing, offre molto di più di semplici definizioni. Basta fare clic con il pulsante destro del mouse su una parola o una frase e scegliere Ricerca intelligente per aprire il riquadro Approfondimenti contenente definizioni, articoli Wiki e ricerche correlate dal Web. È anche possibile eseguire una ricerca intelligente in qualsiasi momento passando a Revisione > Ricerca intelligente e immettendo una query.

Ricerca intelligente nel menu di scelta rapida in Excel 2016 per Windows

Riquadro Approfondimenti in Excel 2016 per Windows

Equazioni a penna

L'inclusione di equazioni matematiche è ora molto più semplice. Basta scegliere Inserisci > Equazione > Equazione a penna per includere in qualsiasi momento un'equazione matematica complessa nella cartella di lavoro. In un dispositivo con touchscreen è possibile usare il dito o uno stilo per scrivere a mano equazioni matematiche che verranno convertite in testo da Excel. Se non si ha un dispositivo di questo tipo, è anche possibile usare un mouse per scrivere. È inoltre possibile cancellare, selezionare e correggere man mano che si scrive.

Pulsante Equazione sulla barra multifunzione di Excel 2016

Riquadro Equazione a penna in PowerPoint

Condivisione più semplice

Scegliere la scheda Condividi sulla barra multifunzione per condividere il foglio di calcolo con altri utenti in SharePoint, OneDrive o OneDrive for Business.

Queste modifiche uniscono due aspetti chiave della collaborazione: chi ha accesso a un determinato documento e chi sta attualmente collaborando con l'utente al documento. Ora è possibile visualizzare entrambe le informazioni in un'unica posizione nella finestra di dialogo Condividi.

Riquadro Condividi in Excel 2016 per Windows

Cronologia versioni migliorata

Ora è possibile scegliere File > Cronologia per visualizzare un elenco completo delle modifiche apportate alla cartella di lavoro e per accedere alle versioni precedenti.

Riquadro Cronologia in Excel 2016 per Windows

Nota : Questa caratteristica è supportata solo per i file archiviati in OneDrive for Business o SharePoint.

Nuovi temi

Menu a discesa Tema di Office, con le opzioni A colori, Grigio scuro e Bianco

Sono ora disponibili tre nuovi temi di Office che è possibile applicare: A colori, Grigio scuro e Bianco. Per accedere a questi temi, scegliere File>Opzioni> Generale e quindi fare clic sul menu a discesa accanto a Tema di Office.

Prevenzione della perdita dei dati in Excel

La caratteristica aziendale di prevenzione della perdita dei dati, molto apprezzata in Outlook, è stata introdotta in Excel per consentire l'analisi in tempo reale dei contenuti in base a un set di criteri predefiniti per i tipi di dati sensibili più comuni (ad esempio numero di carta di credito, numero di previdenza sociale e numero di conto corrente). Consentirà inoltre la sincronizzazione dei criteri di prevenzione della perdita dei dati da Office 365 in Excel, Word e PowerPoint e offrirà alle organizzazioni criteri unificati per i contenuti archiviati in Exchange, SharePoint e OneDrive for Business.

Immagine di un messaggio di suggerimento per i criteri

Aggiornamenti più recenti per i partecipanti al programma Office Insider per Excel

Continuare a leggere per conoscere le novità della versione 1708 (build 8431.2046) per il livello Insider Slow, quindi inviare la propria opinione. I feedback preliminari degli utenti sono preziosi. Chiediamo a tutti di continuare a inviarli.

Lavorare in modo più rapido e produttivo.

Se si hanno cartelle di lavoro complesse con più fogli, è possibile aprirle più velocemente con Excel e usare le formule con grandi intervalli, filtrare molte righe e copiare e incollare in modo più rapido.

Il browser in uso non supporta le funzionalità video. Installare Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

Nuovi effetti input penna

Elenco a discesa Penna con Effetti input penna

Con le nuove penne metalliche e gli effetti input penna, come arcobaleno, galassia, lava, oceano, oro, argento e altro, si possono esprimere le proprie idee con stile.

ALTRE INFORMAZIONI

Ancora più funzionalità, ancora più veloce

Tutte le nuove caratteristiche per i partecipanti al programma Office Insider

Tutte le nuove caratteristiche di tutte le app di Office e informazioni su versione e build.

Novità per i partecipanti al programma Office Insider

Come provare le nuove caratteristiche più velocemente?

Registrarsi al livello Office Insider FAST per accedere alle ultime caratteristiche ancora più velocemente.

Vedere "Come posso acconsentire esplicitamente a partecipare?" nelle domande frequenti su Office Insider

Partecipare alla community

Community - Forum per i partecipanti al programma Office Insider

Community di Office Insider

Connettersi con persone interessate alla tecnologia e ottenere supporto dalla community di Office Insider.

Visitare la community

Twitter per Office Insider

Seguici su @OfficeInsider

Partecipare alle attività della community di esperti e appassionati che contribuisce a plasmare il futuro di Office.

Seguici su Twitter

Dove inviare il feedback

L'opinione degli utenti sugli aspetti positivi e negativi dei prodotti e sui possibili miglioramenti è importante. Per segnalare problemi o inviare feedback, fare clic su File > Feedback da qualsiasi app di Office 2016. Per contattarci, si può anche inserire un post nella community di Office Insider o inviare un tweet a @OfficeInsider.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×