Note sulla versione di Microsoft Office Communicator 2007

Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2007

Fare riferimento alle presenti note sulla versione di Microsoft® Office Communicator 2007 per informazioni sui problemi noti di Office Communicator 2007.

Contenuto dell'articolo

Articoli della Knowledge Base (KB) sui problemi noti

Note sulla versione

Torna all'inizio

Articoli della Knowledge Base (KB) sui problemi noti

Torna all'inizio

Note sulla versione

Il presente documento contiene informazioni importanti che è necessario conoscere prima di implementare e utilizzare il client di Office Communicator 2007.

Contenuto delle note

Chiamate audio

Videoconferenze

Configurazione audio e video

Cronologia conversazioni

Voce di controllo di accesso alla connettività pubblica a Internet

Integrazione di Office

Integrazione dell'applicazione

Installazione

Pacchetto dell'interfaccia utente multilingue (MUI)

Supporto lingua

Interoperabilità con Communicator 2005

Interoperabilità con Windows Messenger 5.1

Interoperabilità con Windows Live Messenger

Chiamate audio

Office Communicator non riesce ad effettuare chiamate VoIP con utenti esterni dopo aver stabilito la connessione tramite una rete privata virtuale (VPN)

PROBLEMA:     Nel caso siano stati configurati server SIP interni ed esterni, se l'utente effettua l'accesso a Office Communicator da casa tramite una rete privata virtuale (VPN), e si collega successivamente mediante una VPN, Office Communicator si disconnette automaticamente e ripete l'accesso. In tal caso, l'utente non può effettuare chiamate VoIP perché non è possibile risolvere il nome di dominio completo (FQDN) del Media Relay.
RISOLUZIONE:     L'unica soluzione nota consiste nel disconnettersi manualmente e ripetere l'accesso immettendo nuovamente le proprie credenziali.

Office Communicator potrebbe non riuscire a rispondere ad alcuni tipi di sistemi IVR tramite la selezione a toni in multifrequenza (DTMF) se il chiamante ha impostato l'inoltro chiamate

PROBLEMA:     Se un utente chiama un altro utente che ha impostato l'inoltro chiamate di Communicator per inoltrare immediatamente una chiamata o reindirizzare le chiamate senza risposta a un sistema IVR che prevede, ad esempio, una selezione a toni in multifrequenza [DTMF]), Communicator non è in grado di rispondere perché non dispone di una tratta in uscita in grado di supportare la selezione DTMF. Il chiamante potrebbe sentire un messaggio proveniente dal sistema IVR che richiede la pressione di un tasto, ma premendo 1 o 2 per selezionare un'opzione, non viene effettuato alcun invio. In questo caso, la finestra Conversazione di Communicator visualizza ancora lo stato di chiamata all'utente desiderato.
SOLUZIONE:     Questo problema dovrebbe verificarsi solo con alcuni sistemi IVR. In questi casi, la soluzione consiste nell'attendere l'avvenuta connessione della chiamata, ossia, lo stato della finestra Conversazione deve cambiare dallo stato di chiamata allo stato di connessione all'utente desiderato, in modo da visualizzare i controlli delle chiamate prima di premere i tasti DTMF. In altri casi, non c'è soluzione e la chiamata potrebbe non riuscire mai a raggiungere lo stato di connessione.

I contatti bloccati possono contattare l'utente se trasferito da un altro contatto

PROBLEMA:     Se Andrea imposta il livello di accesso di Federico su Bloccato, Federico non può contattare Andrea direttamente. Tuttavia, se Federico contatta Sara e Sara trasferisce Federico ad Andrea, Communicator non riesce a bloccare il trasferimento, anche se Andrea ha impostato il livello di Federico su Bloccato.
SOLUZIONE:     Non ci sono soluzioni al problema.

Torna all'inizio

Videoconferenze

Le videoconferenze avviano automaticamente il video dopo aver effettuato l'accesso ad una conferenza

PROBLEMA:     L'avviso di invito alla videoconferenza indica che un contatto sta invitando un utente ad una chiamata in conferenza, ma non distingue tra una conferenza audio e una videoconferenza. Un utente può partecipare ad una conferenza senza sapere se si tratti di una videoconferenza e se la propria webcam sia in grado di supportare il flusso video dopo aver effettuato l'accesso alla conferenza.
SOLUZIONE:     L'utente può coprire la fotocamera o puntarla verso un altro punto dell'ambiente quando non è in uso. In alternativa, quando viene visualizzato il riquadro del video, a indicare che il flusso video sta per iniziare, l'utente può mettere in pausa il flusso video in uscita premendo l'apposito pulsante.

Torna all'inizio

Configurazione audio e video

Non si riesce a riprodurre il file audio personalizzato in Communicator

PROBLEMA:     L'avviso di invito alla videoconferenza indica che un contatto sta invitando un utente ad una chiamata in conferenza, ma non distingue tra una conferenza audio e una videoconferenza. Un utente può partecipare ad una conferenza senza sapere se si tratti di una videoconferenza e se la propria webcam sia in grado di supportare il flusso video dopo aver effettuato l'accesso alla conferenza.
SOLUZIONE:     L'utente può coprire la fotocamera o puntarla verso un altro punto dell'ambiente quando non è in uso. In alternativa, quando viene visualizzato il riquadro del video, a indicare che il flusso video sta per iniziare, l'utente può mettere in pausa il flusso video in uscita premendo l'apposito pulsante.

I dati del dispositivo HID non vengono aggiornati dopo aver effettuato la disconnessione e la riconnessione entro un breve intervallo di tempo

PROBLEMA:     Se un utente effettua la disconnessione e la riconnessione di un dispositivo HID entro un breve intervallo di tempo, ad esempio, da uno a tre secondi, i dati della selezione a toni e del LED non vengono aggiornati.
SOLUZIONE:     Attendere 10 secondi tra la disconnessione e la riconnessione del dispositivo.

Se, durante l'esecuzione di Communicator, vengono apportate modifiche al dispositivo audio di sistema predefinito, è necessario riavviare Communicator

PROBLEMA:    Se, durante l'esecuzione di Communicator, vengono apportate modifiche al dispositivo audio di sistema predefinito tramite il Pannello di controllo di Windows, le modifiche non hanno effetto fino a quando non si esce da Communicator e non si riavvia l'applicazione.
SOLUZIONE:     Uscire da Communicator e riavviare l'applicazione.

Il rilevamento del dispositivo audio o video non riesce in Windows Vista se l'utente collega il dispositivo ad un'altra porta USB

PROBLEMA:    Se l'utente seleziona il dispositivo audio o video preferito per le conversazioni con Communicator, scollega il dispositivo e lo ricollega ad un'altra porta USB, Communicator potrebbe non riconoscere il dispositivo perché Windows assegna nomi diversi. Questo problema è limitato a Windows Vista®.
SOLUZIONE:     L'utente può ricollegare il dispositivo alla porta iniziale.

Problemi noti sui supporti relativi a specifici dispositivi

PROBLEMA:    Si potrebbe riscontrare un peggioramento della qualità dei supporti a causa di problemi noti con alcuni dispositivi hardware.
SOLUZIONE:     Per un elenco dei problemi noti relativi a specifici dispositivi, leggere il seguente articolo della Knowledge Base.

La webcam presenta problemi all'inizio di una videochiamata su computer con Windows Vista

PROBLEMA:    Su alcuni computer portatili/monitor in cui la webcam è integrata nel display e in cui è installato Windows Vista, la webcam potrebbe visualizzare una schermata vuota all'inizio della chiamata. Questo problema è causato da un bug presente nel driver Windows Vista USB Video Class.
SOLUZIONE:     Gli utenti possono scaricare un hotfix per risolvere il problema. Per informazioni al riguardo, vedere l'articolo 931812 della Knowledge Base di Office Communicator 2007. Una volta applicato l'hotfix, la webcam verrà avviata normalmente. In alcuni casi, l'utente potrebbe riscontrare un ritardo di 5 secondi durante il quale l'interfaccia utente si blocca e al termine del quale la webcam dovrebbe funzionare normalmente.

I valori della chiave del Registro di sistema devono essere impostati per l'esecuzione di videochiamate punto a punto con una webcam compatibile con VGA

PROBLEMA:    Per effettuare videochiamate punto a punto con una webcam compatibile con VGA, sia il chiamante che il destinatario della chiamata devono aver impostato i valori appropriati della chiave del Registro di sistema sul computer.
SOLUZIONE:     Per abilitare la modalità video VGA in una videochiamata punto a punto, è necessario:

  1. Disporre di un computer dual-core o superiore (su computer inferiori, si potrebbero riscontare problemi relativi alle prestazioni, come, ad esempio, all'audio).

  2. Collegare al computer una webcam compatibile con VGA, come Microsoft LifeCam NX6000.

  3. Impostare le chiavi del Registro di sistema riportate di seguito sia per il chiamante che per il destinatario della videochiamata.
    [HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\RTC\Quality]
    "MaxAllowedSendVideoSize"=dword:00000002
    "MaxAllowedReceiveVideoSize"=dword:00000002

  4. Una volta impostate le chiavi del Registro di sistema, sia il chiamante che il destinatario devono riavviare Communicator.

Nota : La modalità VGA viene abilitata solo per le videochiamate punto a punto, non per le videoconferenze a più utenti. Una volta abilitata la modalità video VGA, non sarà più possibile interoperare con il client di Live Communications Server 2005.

Torna all'inizio

Cronologia conversazioni

Le emoticon non vengono salvate se Communicator archivia una sessione di cronologia delle conversazioni in un messaggio di Outlook

PROBLEMA:    Le emoticon utilizzate in una sessione di messaggistica immediata non appaiono in un messaggio della cronologia conversazioni archiviato nella cartella Cronologia conversazioni di Outlook.
SOLUZIONE:     Nessuna soluzione al problema.

La voce della cronologia conversazioni relativa ad una conferenza pianificata da Outlook elenca il chiamante della conferenza e i partecipanti come sconosciuti

PROBLEMA:    Quando si effettua l'accesso ad una conferenza pianificata da Outlook, i nomi dei partecipanti non vengono salvati se la conversazione viene terminata e salvata in Outlook.
SOLUZIONE:     Nessuna soluzione al problema.

Torna all'inizio

Voce di controllo di accesso alla connettività pubblica a Internet

Se si effettua l'aggiornamento dalla versione Office Communicator Public Beta, nella quale la voce di controllo di accesso alla connettività pubblica a Internet non è stata spostata dall'elenco degli elementi bloccati, è necessario rimuovere questa voce

PROBLEMA:    In Office Communicator 2007 (Public Beta), la voce di controllo di accesso pubblica era bloccata per impostazione predefinita. Se non è stata rimossa manualmente, questa voce sarà presente in Office Communicator 2007 RTM.
SOLUZIONE:    Per ricevere una notifica quando si viene aggiunti all'elenco contatti dei contatti di messaggistica immediata pubblica, è necessario rimuovere la voce di controllo di accesso pubblica dall'elenco degli elementi bloccati.

Torna all'inizio

Integrazione di Office

Se Outlook 2007 viene eseguito in modalità cache, gli elementi relativi alla casella vocale e alle conversazioni non effettuate non vengono visualizzati e l'indicatore del messaggio in attesa non viene aggiornato

PROBLEMA:    Se Outlook 2007 viene eseguito in modalità cache e si riceve un nuovo elemento nella casella vocale o nelle chiamate perse, l'indicatore del messaggio in attesa nella finestra di Office Communicator, in alcuni casi, non viene aggiornato. Analogamente, si sono verificate situazioni in cui gli elementi della casella vocale o delle conversazioni perse non sono stati visualizzati nella cartella Casella vocale o Conversazioni non effettuate di Outlook. SOLUZIONE:    Se è presente un elemento nella cartella Casella vocale o Conversazioni non effettuate di Office Outlook 2007, è possibile abilitare la funzionalità dell'indicatore del messaggio in attesa espandendo il nodo della ricerca di cartelle in Outlook 2007, facendo clic sulla corrispondente cartella di ricerca (Conversazioni non effettuate o Casella vocale), quindi selezionando un elemento all'interno delle cartelle e contrassegnandolo come letto o non letto. Se non sono presenti elementi nella cartella Casella vocale o Conversazioni non effettuate, non c'è soluzione al problema. Il team di Office Communicator sta collaborando con il team di Office Outlook per trovare una soluzione al problema.

Office Communicator non riesce ad aprire una nota da OneNote per una conversazione dopo aver aggiunto un'immagine grafica alla nota.

PROBLEMA:    Office Communicator non riesce ad aprire una nota creata con Microsoft® Office OneNote™, se è stata aggiunta un'immagine grafica alla nota.
SOLUZIONE:    Non aggiungere immagini grafiche ai file OneNote collegati alle conversazioni di Office Communicator.

Le informazioni sulla presenza di Office Communicator non vengono visualizzate in Office Outlook o SharePoint

PROBLEMA:    Le informazioni sulla presenza di Office Communicator non vengono visualizzate in Office Outlook o Office SharePoint.
SOLUZIONE:    Impostare le chiavi del Registro di sistema riportate di seguito per rendere Communicator l'applicazione predefinita per la visualizzazione delle informazioni sulla presenza tra le applicazioni di Office.
"REG_DWORD HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Common\PersonaMenu\RTCApplication=3"
"REG_DWORD HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\Common\PersonaMenu\RTCApplication=3"

Informazioni sulla presenza obsolete in Office Outlook

PROBLEMA:    Quando si effettua la disconnessione da Office Communicator, i contatti presenti nell'elenco contatti di Communicator potrebbero visualizzare informazioni sulla presenza obsolete.
SOLUZIONE:    Riavviare Office Communicator o Office Outlook.

Le informazioni sulla presenza sono mancanti in Office Outlook

PROBLEMA:    Quando si effettua la disconnessione da Office Communicator, i contatti presenti nell'elenco contatti di Communicator potrebbero visualizzare informazioni sulla presenza obsolete.
SOLUZIONE:    Se Office Communicator viene chiuso e vengono visualizzati i messaggi di posta elettronica all'interno di Outlook mentre Communicator è in fase di chiusura, Outlook potrebbe disconnettersi da Communicator senza visualizzare informazioni sulla presenza, anche se Communicator viene riavviato.

Stato di presenza sconosciuto per alcuni contatti in Office Outlook

PROBLEMA:    Se non è possibile risolvere l'indirizzo di posta elettronica di un utente immesso in Outlook in un indirizzo SIP nella Rubrica di Outlook o in Office Communicator, lo stato di presenza risulta sconosciuto.
SOLUZIONE:    Impostare la chiave del Registro di sistema SetOnlineStatusLevel per consentire ad Outlook di effettuare una chiamata a Microsoft Exchange per risolvere l'indirizzo SIP. L'impostazione di questa chiave può aiutare in particolar modo se l'indirizzo Exchange dell'utente (x400/X500) si trova nel messaggio di posta elettronica.
"HKEY_CURRENT_USER\Software\Policies\Microsoft\Office\12.0\Outlook\IM] "SetOnlineStatusLevel"=dword:00000003"

Torna all'inizio

Integrazione dell'applicazione

I punti di ingresso di Live Meeting non vengono visualizzati nell'interfaccia utente di Office Communicator dopo l'installazione della console di Live Meeting

PROBLEMA:    Una volta installata la console di Live Meeting, i menu Condividi informazioni con Live Meeting e Riunione immediata con il servizio Live Meeting non vengono visualizzati nell'interfaccia utente di Office Communicator. Le voci di menu dovrebbe apparire nel menu di Communicator se si fa clic con il pulsante destro del mouse su un contatto presente nell'elenco contatti. I menu di Live Meeting dovrebbero essere anche disponibili se si preme il pulsante Opzioni della finestra Conversazione di Communicator. Il programma di installazione della console di Live Meeting scrive le chiavi del Registro di sistema di Office Communicator in HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Shared\UcClient\. Se la console di Live Meeting viene installata con privilegi di utente, le chiavi del Registro di sistema di Office Communicator non vengono scritte nel registro. In tal caso, l'utente non è in grado di passare al server o al servizio Live Meeting né ricevere inviti del servizio Live Meeting inviati tramite Communicator. Inoltre, se l'utente o l'amministratore non configurano il server o gli account del servizio Live Meeting, i menu di Live Meeting non verranno visualizzati nell'interfaccia utente di Communicator. Per ulteriori informazioni sulle chiavi del Registro di sistema condivise tra Office Communicator e Office Live Meeting, vedere l'Appendice C, "Distribuzione del client Microsoft Office Live Meeting 2007 con Office Communications Server 2007".
SOLUZIONE:    L'utente o l'amministratore devono installare la console di Live Meeting con privilegi di amministratore. Per Windows Vista, l'utente o l'amministratore devono installare Live Meeting in modalità di approvazione dell'amministratore. Una volta installata la console di Live Meeting, l'utente o l'amministratore devono configurare gli account utente di Live Meeting. Per configurare Live Meeting dal client di Live Meeting, avviare Live Meeting, fare clic sulla freccia in giù nella barra del titolo di Live Meeting, fare clic su Apri account utente nella finestra di dialogo Account utente, specificare le informazioni richieste e fare clic su Verifica connessione. In alternativa, l'amministratore può impostare le chiavi del Registro di sistema. Prima di poter visualizzare i punti di ingresso di Live Meeting nell'interfaccia utente di Office Communicator, l'utente deve disconnettersi da Communicator ed effettuare nuovamente l'accesso. Per eseguire questa operazione, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona di Communicator nella barra delle applicazioni, fare clic su Esci, riavviare Communicator ed effettuare nuovamente l'accesso. Per verificare la disponibilità dei menu di Live Meeting, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse su un contatto nell'elenco contatti di Communicator. In base alle opzioni specificate dalle chiavi del Registro di sistema o configurate nella finestra di dialogo Account utente di Live Meeting, i menu Condividi informazioni con Live Meeting e Riunione immediata con il servizio Live Meeting dovrebbero apparire.

Gli inviti di Live Meeting inviati da Communicator 2005 vengono ignorati da Communicator 2007

PROBLEMA:    Se un utente di Communicator 2005 invia un invito di condivisione applicazioni al server o al servizio Live Meeting 2005, l'utente di Communicator 2007 riceverà un invito che sembra un invito di messaggistica immediata. L'utente di Communicator 2005 non riceverà un messaggio di errore che informa che l'utente di Communicator 2007 non può partecipare alla conferenza e che l'invito raggiungerà il timeout. L'utente di Communicator 2007 non riceverà mai un invito alla conferenza.
SOLUZIONE:    Communicator 2007 non supporta il contenuto dell'invito di condivisione applicazioni di Communicator 2005. Nessuna soluzione al problema.

Il sito SharePoint non visualizza l'indicatore di stato della presenza accanto al nome utente

PROBLEMA:    Accanto al nome di un utente di Office Communicator visualizzato in un sito Windows SharePoint Server 3.0 (come, ad esempio, il proprietario di un documento) potrebbe non comparire un indicatore di stato della presenza sul sito SharePoint. Questo problema, di solito, è causato da un indirizzo SIP mancante o errato impostato dall'utente in SharePoint.
SOLUZIONE:    L'utente o l'amministratore del sito SharePoint devono correggere l'indirizzo SIP mancante o errato in SharePoint facendo clic sul nome utente per aprire il relativo profilo, scegliendo di modificare la voce errata, inserendo l'indirizzo SIP appropriato e facendo clic su OK.

Torna all'inizio

Installazione

Communicator non riesce ad annullare l'installazione

PROBLEMA:    Durante l'installazione di Office Communicator, se si tenta di annullare l'installazione una volta visualizzato il messaggio relativo alla scrittura dei valori del Registro di sistema, Communicator sembra annullare l'installazione e visualizza un messaggio che informa che l'installazione di Microsoft Office Communicator non è stata completata. Sebbene Communicator sembri annullare l'installazione, in realtà l'installazione non viene annullata
SOLUZIONE:    Nessuna soluzione al problema.

Torna all'inizio

Pacchetto dell'interfaccia utente multilingue

Il pacchetto dell'interfaccia utente multilingue non funziona se viene installato in una cartella diversa da quella di Communicator

PROBLEMA:    Se il pacchetto dell'interfaccia utente multilingue e Communicator non vengono installati nella stessa cartella, il pacchetto dell'interfaccia utente multilingue non funziona.
SOLUZIONE:    Assicurarsi di installare il pacchetto dell'interfaccia utente multilingue e Communicator nella stessa cartella.

Torna all'inizio

Supporto lingua

È richiesto un supporto lingua supplementare per le lingue con alfabeti non latini o con scrittura da destra verso sinistra

PROBLEMA:    Si possono verificare problemi se viene installata una versione di Communicator localizzata per lingue come l'arabo, l'ebraico, l'hindi e il thailandese oppure se il pacchetto dell'interfaccia utente multilingue e il sistema operativo in uso non supportano lingue con alfabeti non latini o con scrittura da destra verso sinistra.
SOLUZIONE:    È possibile installare file di supporto lingua supplementare dal Pannello di controllo, facendo clic su Opzioni internazionali e della lingua, selezionando la scheda Lingue e scegliendo l'opzione Installa i file delle lingue con alfabeti non latini e lingue destra-sinistra.

Torna all'inizio

Interoperabilità con Communicator 2005

PROBLEMA:    Tra il client di Office Communicator 2005 e il client di Office Communicator 2007, si verificano i problemi di interoperabilità riportati di seguito.

  • La condivisione applicazioni con NetMeeting non è più disponibile con Office Communicator 2007. Se un utente di Communicator 2005 invia un invito di condivisione applicazioni ad un utente di Communicator 2007, l'invito non verrà inviato.

  • La condivisione applicazioni con NetMeeting non è più disponibile con Office Communicator 2007. Se un utente di Communicator 2005 invia un invito di condivisione applicazioni ad un utente di Communicator 2007, l'invito non verrà inviato.

  • Il passaggio di contatti in una pagina a schede tramite i metodi HTTP GET/POST non è più supportato. Con Office Communicator 2007, gli sviluppatori possono passare informazioni contestuali a una pagina a schede tramite una chiamata a uno script nella scheda. Per ulteriori informazioni sulle schede personalizzate, vedere la Guida alla distribuzione di Microsoft Office Communicator 2007.

  • Gli stati di presenza avanzati in Microsoft Office Communicator 2007 non sono visibili nei client di Office Communicator 2005.

  • L'inoltro in base alla posizione non è più disponibile in Office Communicator 2007.

  • Il flusso video si blocca talvolta durante le chiamate audio/videochiamate tra Office 2005 e Office Communicator 2007.

  • Se un utente di Office Communicator 2005 chiama un numero abilitato alla funzionalità Enterprise Voice di Office Communicator 2007, l'utente di Office Communicator 2007 non riesce ad aggiungere il video alla chiamata.

  • L'aggiunta o la rimozione delle modalità audio/video non è supportata nelle chiamate effettuate da un client di Communicator 2007 verso un client di Communicator 2005, se il livello di crittografia di quest'ultimo viene impostato su obbligatorio o rifiutato dai criteri del dominio.

  • Se un utente di Communicator 2007 stabilisce una conversazione di messaggistica immediata con un utente di Communicator 2005, quest'ultimo viene aggiunto dal primo utente all'elenco Contatti recenti. Di conseguenza, l'utente di Communicator 2005 riceve un avviso che lo informa di essere stato aggiunto all'elenco contatti del client di Communicator 2007. In realtà, l'utente è stato aggiunto solo all'elenco Contatti recenti, non all'elenco contatti. Tuttavia, al momento, gli utenti di Communicator 2005 non sono in grado di distinguere tra gli avvisi generati dopo essere stati aggiunti all'elenco Contatti recenti e gli avvisi generati dopo essere stati aggiunti all'elenco contatti.


SOLUZIONE:    Nessuna soluzione al problema.

Torna all'inizio

Interoperabilità con Windows Messenger 5.1

Limitazioni

PROBLEMA:    Gli stati di presenza avanzati in Office Communicator 2007 non sono supportati in Windows Messenger 5.1
SOLUZIONE:    Non ci sono soluzioni al problema.

Torna all'inizio

Interoperabilità con Windows Live Messenger

Limitazioni

PROBLEMA:     Il servizio Windows Live non supporta la partecipazione di un utente di Windows Live Messenger ad una conferenza di Office Communicator 2007.
SOLUZIONE:    Il servizio Windows Live prevede di supportare questa funzione in futuro.

Torna all'inizio

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×