Modificare in blocco le ricerche di contenuto nel Centro sicurezza e conformità di Office 365

È possibile usare l'Editor ricerche in blocco nel Centro sicurezza e conformità di Office 365 per modificare più ricerche di contenuto contemporaneamente. Questo strumento permette di modificare rapidamente query e percorsi di contenuto per una o più ricerche. È quindi possibile eseguire di nuovo le ricerche e ottenere nuovi risultati stimati per le ricerche modificate. L'editor permette inoltre di copiare e incollare query e percorsi di contenuto da un file di Microsoft Excel o di testo. Questo significa che è possibile usare lo strumento Statistiche ricerca per visualizzare le statistiche di una o più ricerche, esportare le statistiche in un file CSV e quindi modificare le query e i percorsi di contenuto in Excel. Usare quindi l'Editor ricerche in blocco per aggiungere le query e i percorsi di contenuto modificati alle ricerche. Dopo aver modificato una o più ricerche, è possibile riavviarle e ottenere nuovi risultati stimati.

Per altre informazioni sull'uso dello strumento Statistiche ricerca, vedere Visualizzare statistiche delle parole chiave per i risultati di Ricerca contenuto.

Usare l'Editor ricerche in blocco per modificare le query

  1. Nel Centro sicurezza e conformità passare a Ricerche e indagini > Ricerca di contenuto.

  2. Nell'elenco delle ricerche selezionare una o più ricerche e quindi fare clic su Editor ricerche in blocco Pulsante Editor ricerche in blocco .

    Selezionare una o più ricerche e quindi fare clic su Editor ricerche in blocco

    Nella pagina Query dell'Editor ricerche in blocco vengono visualizzate le informazioni seguenti.

    La pagina Editor ricerche in blocco visualizza le query per le ricerche selezionate
    1. La colonna Ricerca visualizza il nome della ricerca di contenuto. Come indicato in precedenza, è possibile modificare la query per più ricerche.

    2. La colonna Query visualizza la query per la ricerca di contenuto elencata nella colonna Ricerca. Se la query è stata creata usando l'elenco di parole chiave, le parole chiave sono separate dal testo (c:s). Questo indica che le parole chiave sono collegate dall'operatore OR. Inoltre, se la query include condizioni, le parole chiave e le condizioni sono separate dal testo (c:c). Questo indica che le parole chiave (o le frasi di parole chiave) sono collegate alle condizioni dall'operatore AND. Ad esempio, nello screenshot precedente per la ricerca RicercaContoso1, la query KQL equivalente a customer (c:s) pricing(c:c)(date=2000-01-01..2016-09-30) sarà (customer OR pricing) AND (date=2002-01-01..2016-09-30).

  3. Per modificare una query, fare clic sulla cella della query che si vuole modificare ed eseguire una delle operazioni seguenti. Notare che la cella è racchiusa da una casella blu quando vi si fa clic sopra.

    • Digitare la nuova query nella cella. Notare che non è possibile modificare una parte della query. È necessario digitare l'intera query.

      Oppure

    • Incollare una nuova query nella cella. In questo caso, si presuppone che il testo della query sia stato copiato da un file, ad esempio un file di testo o di Excel.

  4. Dopo aver modificato una o più query nella pagina Query, fare clic su Salva.

    La query modificata viene visualizzata nella colonna Query per la ricerca selezionata.

  5. Fare clic su Chiudi per chiudere l'Editor ricerche in blocco.

  6. Nella pagina Ricerca di contenuto selezionare la ricerca modificata e fare clic su Avvia la ricerca per riavviare la ricerca usando la query modificata.

Ecco alcuni suggerimenti per modificare le query tramite l'Editor ricerche in blocco:

  • Copiare la query esistente, premendo CTRL+C, in un file di testo. Modificare la query nel file di testo e quindi copiare la query modificata e incollarla, premendo CTRL+V, di nuovo nella cella nella pagina Query.

  • È anche possibile copiare query da altre applicazioni, come Microsoft Word o Excel. Tenere presente, tuttavia, che si potrebbero aggiungere caratteri non supportati a una query tramite l'Editor ricerche in blocco. Il modo migliore per impedire l'inserimento di caratteri non supportati consiste nel digitare semplicemente la query in una cella nella pagina Query. In alternativa, è possibile copiare una query da Word o Excel e quindi incollarla in un file di un editor di testo normale, come il Blocco note Microsoft. Salvare quindi il file di testo e selezionare ANSI nell'elenco a discesa Codifica. I caratteri di formattazione e quelli non supportati verranno rimossi. È quindi possibile copiare e incollare la query dal file di testo alla pagina Query.

Inizio pagina

Usare l'Editor ricerche in blocco per modificare i percorsi di contenuto

  1. Nell'Editor ricerche in blocco per una o più ricerche selezionate fare clic sulla casella di abilitazione dell'editor dei percorsi in blocco e quindi sul collegamento Percorsi visualizzato nella pagina.

    Nella pagina Percorsi dell'Editor ricerche in blocco vengono visualizzate le informazioni seguenti.

    Fare clic sull'opzione di abilitazione dell'Editor ricerche in blocco e quindi su Percorsi per aggiungere o rimuovere percorsi di contenuto
    1. Scegli le cassette postali in cui eseguire la ricerca   Questa sezione visualizza una colonna per ogni ricerca di contenuto selezionata e una riga per ogni cassetta postale inclusa nella ricerca. Un segno di spunta indica che la cassetta postale è inclusa nella ricerca. È possibile aggiungere altre cassette postali a una ricerca digitando l'indirizzo di posta elettronica della cassetta postale in una riga vuota e quindi facendo clic sulla casella di controllo accanto alla ricerca di contenuto a cui si vuole aggiungere la cassetta postale. In alternativa, è possibile rimuovere una cassetta postale da una ricerca deselezionando la casella di controllo corrispondente.

    2. Scegli i siti di SharePoint in cui eseguire la ricerca   Questa sezione visualizza una riga per ogni sito di SharePoint e OneDrive incluso in ogni ricerca di contenuto selezionata. Un segno di spunta indica che il sito è incluso nella ricerca. È possibile aggiungere altri siti a una ricerca digitando l'URL del sito in una riga vuota e quindi facendo clic sulla casella di controllo accanto alla ricerca di contenuto a cui si vuole aggiungere il sito. In alternativa, è possibile rimuovere un sito da una ricerca deselezionando la casella di controllo corrispondente.

    3. Scegli altre opzioni di ricerca   Questa sezione indica se elementi non indicizzati e cartelle pubbliche sono inclusi nella ricerca. Per includere questi elementi, assicurarsi che la casella di controllo sia selezionata. Per rimuoverli, deselezionare la casella di controllo.

  2. Dopo aver modificato una o più delle sezioni nella pagina Percorsi, fare clic su Salva.

    I percorsi di contenuto modificati vengono visualizzati nella sezione appropriata per le ricerche selezionate.

  3. Fare clic su Chiudi per chiudere l'Editor ricerche in blocco.

  4. Nella pagina Ricerca di contenuto selezionare la ricerca modificata e fare clic su Avvia la ricerca per riavviare la ricerca usando i percorsi di contenuto modificati.

Ecco alcuni suggerimenti per modificare i percorsi di contenuto tramite l'Editor ricerche in blocco:

  • È possibile modificare le ricerche di contenuto in modo da cercare in tutte le cassette postali o tutti i siti nell'organizzazione digitando Tutti in una riga vuota nella sezione Scegli le cassette postali in cui eseguire la ricerca o Scegli i siti di SharePoint in cui eseguire la ricerca e quindi facendo clic sulla casella di controllo.

  • È possibile aggiungere più percorsi di contenuto a una o più ricerche copiando più righe da un file di testo o di Excel e quindi incollandole in una sezione nella pagina Percorsi. Dopo aver aggiunto nuovi percorsi, assicurarsi di selezionare la casella di controllo per ogni ricerca a cui si vuole aggiungere il percorso.

    Suggerimento : Per generare rapidamente un elenco di indirizzi di posta elettronica per tutti gli utenti nell'organizzazione, eseguire il comando di PowerShell fornito nel passaggio 2 dell'articolo Usare Ricerca contenuto per cercare un elenco di utenti nella cassetta postale e nel sito di OneDrive for Business. In alternativa, usare lo script fornito nel passaggio 2 dell'articolo Assegnare autorizzazioni eDiscovery ai siti di OneDrive for Business per generare un elenco di tutti i siti di OneDrive for Business nell'organizzazione. Sarà necessario aggiungere l'URL del dominio del sito personale dell'organizzazione, ad esempio https://contoso-my.sharepoint.com) ai siti di OneDrive for Business creati dallo script. Dopo aver creato l'elenco di indirizzi di posta elettronica o di siti di OneDrive for Business, questi possono essere copiati e incollati nella pagina Percorsi nell'Editor ricerche in blocco.

  • Dopo aver fatto clic su Salva per salvare le modifiche nell'Editor ricerche in blocco, verrà convalidato l'indirizzo di posta elettronica per le cassette postali aggiunte a una ricerca. Se l'indirizzo di posta elettronica non esiste, verrà visualizzato un messaggio di errore indicante che non è possibile individuare la cassetta postale. Gli URL per i siti non vengono convalidati.

Inizio pagina

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×