Migliorare le prestazioni di esecuzione di Access

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

In questo articolo vengono forniti alcuni suggerimenti su come migliorare le prestazioni di un database di Microsoft Office Access, rendendo più veloci numerose operazioni sul database, quali l'esecuzione di report o l'apertura di maschere basate su query complesse.

Uno dei modi più efficaci di migliorare le prestazioni di un database consiste nel creare degli indici per i campi utilizzati con maggiore frequenza. Questa procedura garantisce un risultato migliore di qualsiasi suggerimento riportato nel presente articolo. In Access alcuni indici vengono creati automaticamente, ma è opportuno valutare se sia necessario crearne di aggiuntivi per migliorare le prestazioni.

In questo articolo non vengono illustrate modi per ottimizzare le prestazioni di oggetti di database specifici, ad esempio mediante la creazione di un indice. Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo creare e utilizzare un indice per migliorare le prestazioni e i collegamenti nella sezione Vedere anche.

In questo articolo

Migliorare le prestazioni di un database locale

Migliorare le prestazioni in un ambiente multiutente

Migliorare le prestazioni di Access nel computer in uso

Migliorare le prestazioni di un database locale

Le istruzioni riportate di seguito consentono di ottimizzare le prestazioni di un database locale di Access, ovvero un database che non è in rete, ma risiede su un disco rigido locale.

Disattivare Correzione automatica nome

Impostare il database per compattare e ripristinare automaticamente

Aprire il database in accesso esclusivo

Disattivare le opzioni di correzione automatica

Disattivare la funzione Correzione automatica nome

La funzione Correzione automatica nome fa sì che la funzionalità degli oggetti di database che dipendono da altri oggetti resti intatta anche se questi ultimi vengono rinominati. Ad esempio, se si rinomina una tabella che viene utilizzata da determinate query, la funzione Correzione automatica nome garantisce che tali query continuino a essere compilate nonostante la modifica. Questa funzione è utile, ma può causare un rallentamento delle prestazioni.

Se la struttura del database è stabile e i relativi oggetti non verranno rinominati, la funzione Correzione automatica nome può essere tranquillamente disattivata a favore di migliori prestazioni.

  1. Aprire il database che si intende ottimizzare.

  2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Opzioni di Access.

  3. Nel riquadro sinistro della finestra di dialogo Opzioni di Access scegliere Database corrente.

  4. Nel riquadro destro, in Opzioni di Correzione automatica nome, deselezionare tutte le caselle di controllo.

Impostare l'opzione per compattare e ripristinare automaticamente il database

Nel corso del tempo le prestazioni di un database possono risultare più lente a causa dello spazio allocato a oggetti eliminati o temporanei. Il comando Compatta e ripristina database consente di rimuovere lo spazio altrimenti sprecato e di garantire maggiore efficienza e velocità di esecuzione al database. È possibile impostare un'opzione per eseguire automaticamente il comando Compatta e ripristina database alla chiusura del database stesso.

  1. Aprire il database che si intende ottimizzare.

  2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Opzioni di Access.

  3. Nel riquadro sinistro della finestra di dialogo Opzioni di Access scegliere Database corrente.

  4. Nel riquadro destro, in Opzioni applicazione, selezionare la casella di controllo Compatta alla chiusura.

Aprire il database in modalità esclusiva

Se il database viene utilizzato da un'unica persona, per evitare che altri utenti utilizzino il database nello stesso momento, è possibile aprirlo in modalità esclusivo. Questa operazione garantisce inoltre migliori prestazioni.

  1. Avviare Access senza aprire un database. Chiudere eventuali database già aperti.

  2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Apri.

  3. Nella finestra di dialogo Apri selezionare il file del database che si intende aprire. Per cercare il file del database, utilizzare l'elenco Cerca in.

  4. Fare clic sulla freccia sul pulsante Apri, quindi scegliere Apertura esclusiva.

Disattivare le opzioni di Correzione automatica

Per impostazione predefinita, in Access l'ortografia viene corretta durante la digitazione. L'opzione Correzione automatica può essere disattivata al fine di migliorare le prestazioni.

  1. Aprire il database che si intende ottimizzare.

  2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Opzioni di Access.

  3. Nel riquadro sinistro della finestra di dialogo Opzioni di Access scegliere Strumenti di correzione.

  4. Nel riquadro destro, in Opzioni di correzione automatica, fare clic sul comando omonimo.

  5. Nella finestra di dialogo Correzione automatica deselezionare le caselle di controllo relative alle opzioni che non si desidera utilizzare.

    Nota : Per ottenere un miglioramento delle prestazioni non è necessario disattivare tutte le opzioni, tuttavia se si deseleziona un numero maggiore di opzioni si otterrà un risultato migliore.

Torna all'inizio

Migliorare le prestazioni in un ambiente multiutente

Le istruzioni riportate di seguito consentono di ottimizzare le prestazioni dei database di Microsoft Access utilizzati in un ambiente multiutente.

Dividere il database

Modificare l'impostazione di blocco a livello di pagina o di record

Scegliere un'impostazione di blocco dei record appropriata

Regolare l'aggiornamento di rete e aggiornare le impostazioni

Dividere il database

Dividere un database significa spostare le tabelle di dati in un file del database su un server di rete, il cosiddetto database back-end. Tutti gli altri oggetti del database, quali query, maschere e report vengono spostati in un altro file del database, denominato database front-end. Gli utenti mantengono una copia del database front-end in locale sul proprio computer. Ciò consentirà di migliorare le prestazioni, in quanto ad essere inviati attraverso la rete saranno solo i dati.

Tale operazione viene eseguita mediante la Divisione guidata database.

  • Nel gruppo Sposta dati della scheda Strumenti Database fare clic su Database di Access.

Modificare l'impostazione di blocco a livello di pagina o di record

Determinate quantità di dati vengono bloccate automaticamente durante la modifica dei record. Tale quantità dipende dall'impostazione di blocco che è stata selezionata. Per garantire prestazioni migliori, si consiglia di selezionare il blocco a livello di pagina. Sebbene ciò possa causare una diminuzione della disponibilità dei dati, questa impostazione blocca un numero maggiore di dati rispetto al blocco a livello di record.

  • Blocco a livello di pagina    Questa impostazione prevede il blocco della pagina che contiene il record. Per pagina si intende l'area di memoria in cui si trova il record. Se è stata attivata questa impostazione, la modifica di un record potrebbe portare al blocco di altri record memorizzati nelle vicinanze. Tuttavia, le prestazioni sono di norma migliori se si imposta il blocco a livello di pagina anziché a livello di record.

  • Blocco a livello di record    Questa impostazione prevede il blocco unicamente del record che si sta modificando. Gli altri record non vengono coinvolti.

Modificare l'impostazione di blocco a livello di pagina o di record   

  1. Aprire il database che si intende modificare.

  2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Opzioni di Access.

  3. Fare clic su Impostazioni avanzate nel riquadro sinistro.

  4. Nel riquadro destro, nella sezione Impostazioni avanzate, selezionare o deselezionare la casella di controllo Apri i database con blocco a livello di record.

Scegliere un'adeguata impostazione di blocco del record

In Access, i record vengono bloccati durante le operazioni di modifica. Il numero di record che vengono bloccati e il tempo in cui restano bloccati dipendono dall'impostazione di blocco del record che è stata selezionata.

  • Nessun blocco     Questa impostazione prevede che la pagina o il record venga bloccato solo in seguito al salvataggio delle modifiche, con una conseguente maggiore disponibilità dei dati. D'altra parte possono però verificarsi dei conflitti di dati, ovvero modifiche apportate allo stesso record contemporaneamente. In questo caso, l'utente deve decidere quale versione dei dati intende mantenere. Sebbene questa sia di norma la soluzione che garantisce maggiore rapidità, i conflitti di dati potrebbero ribaltare totalmente la situazione.

  • Record modificati     Questa impostazione prevede che il record venga bloccato non appena l'utente inizia l'operazione di modifica. Ne consegue che i record restano bloccati per più tempo, mentre i conflitti di dati sono meno frequenti.

  • Tutti i record     Questa impostazione prevede che tutti i record in una tabella vengano bloccati mentre le maschere o i fogli dati che utilizzano la tabella sono aperti. Ciò consente di migliorare le prestazioni per l'utente che sta apportando le modifiche ai dati nella tabella ma, rispetto alle altre opzioni, questa limita la possibilità che altri utenti siano in grado di modificare i dati.

Modificare l'impostazione di blocco dei record   

  1. Aprire il database che si intende modificare.

  2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Opzioni di Access.

  3. Fare clic su Impostazioni avanzate nel riquadro sinistro.

  4. Nel riquadro destro, nella sezione Impostazioni avanzate, selezionare l'opzione desiderata in Blocco record predefinito.

Regolare le impostazioni di aggiornamento della rete

Modificare, a seconda delle esigenze, le impostazioni Intervallo aggiornamenti (sec), Intervallo tentativi aggiornamento (msec), Numero tentativi aggiornamento e Intervallo aggiornamenti ODBC (sec).

Le impostazioni Intervallo tentativi aggiornamento (msec) e Numero tentativi aggiornamento vengono utilizzate per specificare la frequenza e il numero di volte in cui l'applicazione cerca di salvare un record bloccato da un altro utente.

Le impostazioni Intervallo aggiornamenti ODBC (sec) e Intervallo aggiornamenti (sec) hanno lo scopo di controllare la frequenza con cui vengono aggiornati i dati. L'aggiornamento si applica solo ai dati già esistenti nel foglio dati o nella maschera e non implica il riordino dei record, la visualizzazione dei nuovi record o la rimozione dei record eliminati o dei risultati di query che non corrispondono più ai criteri specificati. Per visualizzare queste modifiche, è necessario rieseguire le query sui record sottostanti per il foglio dati o la maschera.

Modificare l'aggiornamento di rete e aggiornare le impostazioni   

  1. Aprire il database per il quale si desidera migliorare le prestazioni di esecuzione.

  2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Opzioni di Access.

  3. Fare clic su Impostazioni avanzate nel riquadro sinistro.

  4. Nel riquadro destro, nella sezione Impostazioni avanzate, modificare le opzioni a seconda delle proprie esigenze.

Suggerimento : Per rieseguire una query, premere MAIUSC+F9.

Torna all'inizio

Migliorare le prestazioni di Access sul computer in uso

Le istruzioni riportate di seguito consentono di migliorare le prestazioni di Access, sia che il database risieda sul computer in uso, sia che risieda su una rete.

Disattivare le animazioni di interfaccia utente

Disattivare gli smart tag

Chiudere gli altri programmi non utilizzati

Aggiungere RAM al computer

Pulire le unità disco rigido

Disattivare i servizi di Windows che non richiedono

Regolare le impostazioni di memoria virtuale

Non usare uno screen saver

Non usare un'immagine di sfondo

Disattivare le animazioni dell'interfaccia utente

L'interfaccia utente di Access è costituita anche da animazioni che vengono visualizzate, ad esempio, quando si aprono i menu. Sebbene le animazioni rendano più semplice l'utilizzo dell'interfaccia, possono anche rallentare il database. È quindi possibile disattivarle per migliorare le prestazioni.

  1. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Opzioni di Access.

  2. Fare clic su Impostazioni avanzate nel riquadro sinistro.

  3. Nel riquadro destro, in Visualizza, deselezionare la casella di controllo Mostra animazioni.

Disattivare gli smart tag

Se non vengono utilizzati, disattivare gli smart tag per migliorare le prestazioni.

  1. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office e quindi scegliere Opzioni di Access.

  2. Fare clic su Impostazioni avanzate nel riquadro sinistro.

  3. Nel riquadro destro, in Visualizza, deselezionare le caselle di controllo Mostra smart tag nei fogli dati e Mostra smart tag nelle maschere e nei report.

Chiudere i programmi inutilizzati

Chiudere gli altri programmi consente di mettere a disposizione di Access maggiore memoria, riducendo così l'utilizzo del disco e migliorando le prestazioni.

Nota : È inoltre consigliabile terminare determinati programmi che continuano ad essere eseguiti in background anche dopo averli chiusi. Questi programmi possono essere individuati nell'area di notifica. Prestare particolare attenzione prima di uscire da tali programmi, in quanto alcuni di essi potrebbero essere necessari per il funzionamento del computer. In caso di dubbi, non terminare il programma.

Aggiungere RAM al computer in uso

Aggiungere RAM al computer in uso consente di eseguire più rapidamente query di dimensioni maggiori e di tenere aperti più oggetti del database contemporaneamente. Inoltre, la RAM è più veloce della memoria virtuale su un'unità di disco rigido. Aggiungendo RAM si riduce l'utilizzo del disco e si migliorano le prestazioni.

Pulire le unità del disco rigido

Eseguire i seguenti passaggi periodicamente:

  1. Eliminare dal computer in uso i file che non sono più necessari.

  2. Eliminare i file temporanei Internet.

  3. Svuotare il Cestino.

  4. Compattare e ripristinare i database. Per ulteriori informazioni, consultare i collegamenti nella sezione Vedere anche.

  5. Deframmentare le unità del disco rigido.

Disabilitare i servizi di Windows non necessari

Se, ad esempio, si dispone di una buona soluzione di backup del desktop, si consiglia di disabilitare il servizio Ripristino configurazione di sistema. La disabilitazione dei servizi di Microsoft Windows che non si utilizzano consente di rendere disponibile più RAM per Access.

Importante : Se si sceglie di procedere in questo modo, tenere traccia dei servizi di Windows disabilitati, al fine di poterli riabilitare senza fatica qualora necessario.

Modificare le impostazioni della memoria virtuale

Nella maggior parte dei casi, l'impostazione predefinita utilizzata da Windows per la memoria virtuale dovrebbe funzionare in modo ottimale. Tuttavia, esistono casi in cui la modifica di questa impostazione può migliorare le prestazioni di Access. Si consiglia di modificare l'impostazione predefinita nei seguenti casi:

  • Non si dispone di molto spazio sull'unità attualmente utilizzata per la memoria virtuale e un'altra unità locale dispone invece di maggiore spazio.

  • Un'unità locale più veloce di quella attuale dispone dello spazio necessario e non è molto utilizzata.

In questi casi, è possibile ottenere migliori prestazioni specificando un'altra unità per la memoria virtuale.

Un altro modo per garantire migliori prestazioni consiste nello specificare una quantità fissa di spazio su disco per la memoria virtuale. Si consiglia di indicare uno spazio per la memoria virtuale che sia una volta e mezzo la quantità di RAM installata sul computer in uso. Ad esempio, se si dispone di 1.024 MB di RAM, specificare 1.536 MB per la memoria virtuale.

Nota : Specificare una quantità superiore di memoria virtuale se si eseguono spesso contemporaneamente diverse applicazioni di grandi dimensioni.

Per ulteriori informazioni su come modificare le impostazioni della memoria virtuale, cercare "modifica memoria virtuale" nella Guida di Windows.

Non utilizzare lo screen saver

Gli screen saver utilizzano memoria e si avviano automaticamente. Grazie ai miglioramenti apportati alla struttura dei monitor, non è più necessario attivare gli screen saver per proteggere il monitor. La disattivazione dello screen saver consente di migliorare leggermente le prestazioni e di ottenere un'esecuzione ottimale.

Suggerimento : Gli screen saver inoltre non proteggono il computer da accessi non autorizzati. Per proteggere il computer quando ci si allontana, premere il tasto LOGO WINDOWS+L.

Non utilizzare uno sfondo del desktop

Impostare lo sfondo del desktop su (Nessuno) può migliorare le prestazioni.

Torna all'inizio

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×