Introduzione alla verifica dei modelli di modulo

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Per garantire che i modelli di modulo siano facili da utilizzare e raccolgano i tipi di dati corretti, è consigliabile verificare i modelli di modulo prima di pubblicarli e di consentirne la compilazione.

Contenuto dell'articolo

Panoramica

Verifica delle caratteristiche di raccolta dati

Verifica dell'esperienza utente

Informazioni generali

In relazione al numero di utenti che compileranno i moduli basati sul modello di modulo e al tipo di dati che si intende raccogliere, la verifica di un modello di modulo può limitarsi semplicemente alla visualizzazione in anteprima di un modello di modulo destinato a un ristretto gruppo di persone oppure può richiedere la pianificazione di un processo formale che includa un ambiente di prova per verificare la funzionalità di un modello di modulo in tutta l'azienda. Indipendentemente dal numero di utenti a cui è destinato il modello di modulo, la verifica resta una parte importante del processo di progettazione.

La verifica di un modello di modulo prima della pubblicazione consente di eseguire le operazioni seguenti:

  • Assicurarsi che i modelli basati sul modello di modulo raccolgano il tipo di dati corretto verificando che i controlli del modello di modulo siano configurati correttamente.

  • Verificare che tutte le caratteristiche implementate nel modello di modulo funzionino correttamente.

  • Accertarsi che gli utenti possano creare e inviare un nuovo modulo o modificarne uno esistente basato sul modello di modulo.

  • Verificare che il codice gestito del modello di modulo funzioni come previsto.

  • Verificare che i moduli configurati con impostazioni di protezione diverse funzionino come previsto.

Il primo passaggio della verifica di un modello di modulo in genere consiste nella definizione di un piano di testing. Se il modello di modulo è destinato a un ridotto numero di persone, il piano di testing può essere molto semplice e basarsi solo su poche annotazioni. Se invece il modello di modulo verrà utilizzato da un vasto numero di persone, il piano di testing può essere rappresentato da un documento formale nel quale siano descritte le prove che si intende eseguire, i risultati previsti e i criteri che verranno utilizzati per decidere quando il modello di modulo sia pronto per la pubblicazione.

È consigliabile creare il piano di testing durante la fase di pianificazione, prima di iniziare a progettare il modello di modulo. Se la progettazione pianificata del modello di modulo cambia durante la fase di progettazione, sarà necessario modificare il piano di testing di conseguenza. Quando si delinea il piano di testing, accertarsi di includere prove in cui viene immesso il valore corretto e prove in cui viene immesso un valore errato in modo da verificare che solo i valori corretti vengano salvati o inviati. Durante la fase di pianificazione, quando si decide di includere un campo, un controllo o una caratteristica nel modello di modulo, è opportuno valutare o prendere nota del modo in cui si intende verificare tale campo, controllo o caratteristica. Ad esempio, se si desidera aggiungere un controllo al modello di modulo che accetti solo solo numeri positivi compresi tra 1 e 31, nel piano di testing devono essere incluse prove in cui si immette un valore valido, ovvero compreso tra i valori minimo e massimo consentiti, e una prova in cui si immettono caratteri anziché numeri.

In alcuni casi si può scegliere di verificare le caratteristiche e le funzionalità durante la progettazione del modello di modulo. Ad esempio, si può decidere di verificare la convalida dei dati per un controllo subito dopo averla implementata, utilizzando la finestra Anteprima. In questo modo si riducono i tempi di verifica necessari dopo aver completato la progettazione del modello di modulo.

Dopo aver completato la progettazione del modello di modulo, è possibile iniziare la verifica in base al piano di testing, annotando eventuali problemi rilevati. Prima di risolvere un problema, è tuttavia necessario determinare se sia il caso di risolverlo in questa fase. In relazione alla pianificazione per la distribuzione del modello di modulo, può essere opportuno risolvere i problemi relativi ai dati, ad esempio formule che generano risultati non validi, prima dei problemi relativi all'aspetto, come il colore del modello di modulo o la posizione dei controlli. Dopo aver risolto un problema, è necessario eseguire di nuovo la stessa prova per verificare che il problema sia stato effettivamente risolto e che non siano stati introdotti nuovi errori.

Durante questo processo di verifica, è possibile decidere che sono necessarie nuove caratteristiche o modifiche alla struttura originale del modello di modulo. Prima di implementare tali modifiche, è necessario valutare le conseguenze dell'implementazione e della prova di queste nuove caratteristiche. È infatti possibile che le nuove caratteristiche alterino la stabilità delle caratteristiche esistenti. Ogni volta che di aggiunge una nuova caratteristica a un modello di modulo, è necessario aggiornare il piano di testing per includere la verifica di tale caratteristica. Se le conseguenze dell'implementazione di queste nuove caratteristiche comporteranno un ritardo nella distribuzione pianificata del modello di modulo, può essere opportuno rimandarne l'implementazione a una fase successiva.

Il processo di prova può essere una combinazione della verifica delle funzionalità e dell'aspetto del modulo e della verifica del processo di creazione e invio di un nuovo modulo o della modifica di un modulo esistente basato sul modello di modulo. Per verificare la funzionalità del modulo è necessario anche accertarsi che i dati raccolti nel modulo siano corretti. Per verificare i dati può essere necessario controllare le caratteristiche di Microsoft Office InfoPath implementate nel modello di modulo, quali la formattazione condizionale, la convalida dei dati e il codice, oltre ad assicurarsi che nel modello di modulo vengano raccolti i dati corretti. È inoltre necessario verificare il processo di creazione di un nuovo modulo, di invio di un nuovo modulo e di modifica di un modulo esistente. Verificando i dati e il processo è possibile assicurarsi che nei moduli basati sul modello di modulo vengano raccolti e salvati i dati corretti.

Inizio pagina

Verifica delle caratteristiche di raccolta dati

In InfoPath sono disponibili numerose caratteristiche, tra cui la formattazione condizionale, la convalida dei dati, le formule, le regole e il codice, che consentono agli utenti di immettere dati corretti nel modulo. Queste caratteristiche possono essere verificate per appurarne la corretta configurazione visualizzando il modello di modulo in anteprima. Quando si visualizza un modello di modulo in anteprima, in InfoPath viene aperta una nuova finestra Anteprima contenente un modulo basato sul modello di modulo che può essere utilizzato per verificare le caratteristiche.

Se capita di utilizzare più volte lo stesso gruppo di dati per verificare il modello di modulo, è possibile salvare un modulo con dati di esempio e quindi configurare il modello di modulo affinché utilizzi tale modulo con i dati di esempio ogni volta che si visualizza il modello di modulo in anteprima. In questo modo non sarà necessario immettere lo stesso gruppo di dati per ogni anteprima del modello di modulo. I dati di esempio possono essere utilizzati per verificare che i controlli e i campi del modello di modulo siano configurati in modo da accettare i dati corretti oppure è possibile salvare un modulo con dati di esempio non validi per verificare che il modello di modulo risponda in modo appropriato all'immissione di dati non validi.

Inizio pagina

Verifica dell'esperienza utente

Per verificare il processo che gli utenti eseguiranno per la compilazione e l'invio di un modulo basato sul modello di modulo, è necessario pubblicare il modello di modulo in un ambiente di prova. Possibilmente, l'ambiente di prova dovrebbe essere simile all'ambiente di produzione in cui gli utenti accederanno ai moduli basati sul modello di modulo e li compileranno. Ad esempio, se l'ambiente di produzione è una rete Microsoft Windows gestita da più server che eseguono Microsoft Windows Server 2003 con un database Microsoft SQL Server, l'ambiente di prova deve essere rappresentato da una rete Windows separata, gestita da un server specifico. Le verifiche non devono essere eseguite nell'ambiente di produzione in quanto è possibile che influiscano sugli utenti dell'ambiente di produzione o sui dati memorizzati su tali server.

Nell'ambiente di prova è possibile verificare il processo di creazione e invio di un nuovo modulo o di modifica di un modulo esistente e assicurarsi che i dati vengano inviati alle corrette origini dati esterne. L'ambiente di prova può inoltre essere utilizzato per verificare i piani di emergenza, ad esempio la procedura da seguire in caso di disconnessione del server quando un utente ha creato ma non ancora inviato un modulo.

Suggerimento : Un altro modo per verificare il processo di accesso, compilazione e invio dei moduli consiste nell'invitare alcuni utenti abituali a utilizzare il modello di modulo prima di metterlo a disposizione di tutti gli utenti. In questo modo è possibile ottenere una conferma che gli utenti siano in grado di compilare con facilità i moduli basati sul modello di modulo e che possano creare e inviare nuovi moduli o modificare moduli esistenti. Durante questo periodo, è possibile raccogliere commenti e suggerimenti utili sul modo in cui gli utenti intendono utilizzare praticamente il modello di modulo per poi modificare il modello di modulo in base alle indicazioni ricevute. Alcuni utenti possono, ad esempio, avere problemi a utilizzare un determinato controllo e questo comportamento non era stato previsto durante la progettazione del modello di modulo. Senza una verifica con gli utenti potenziali un comportamento di questo tipo potrebbe essere scoperto solo dopo la distribuzione del modello di modulo.

Inizio pagina

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×