Internazionalizzazione (Power Query)

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Nota : Power Query si chiama Recupera e trasforma in Excel 2016. Le informazioni di questo articolo si applicano a entrambi. Per altre informazioni,v edere Recupera e trasforma in Excel 2016.

Power Query sono disponibili varie funzionalità di internazionalizzazione per visualizzare i dati delle impostazioni locali. Nei sistemi operativi Windows, le impostazioni locali sono un set di informazioni sulle preferenze utente correlati per l'utente lingua, ambiente e/o le convenzioni.

In questo articolo

Visualizzazione dei dati in un formato localizzato

Importare un file di testo o CSV da origini file diverse

Definire le impostazioni locali predefinite

Usare impostazioni locali non predefinite in un'operazione Modifica tipo

Visualizzazione dei dati in un formato localizzato

Power Query utilizza le impostazioni locali del sistema operativo e impostazioni internazionali per visualizzare le anteprime dei dati nell'Editor di Query utilizzando il formato previsto per le impostazioni locali. Ad esempio visualizzazione delle date in "Gg/MM/YYYY" rispetto a formato "Gg/MM/aaaa" all'interno di Editor di Power Query.

Importare un file di testo o CSV da origini file diverse

Con Power Query è possibile personalizzare l'Origine file di un file di testo o CSV importato.

Per importare file di testo o CSV da origini file diverse

  1. Importare un file di testo o CSV.

  2. Fare clic sull'icona con l'ingranaggio ( Immagine del layout Elenco processo ) accanto a Origine.

  3. Nella finestra di dialogo Valori delimitati da virgole selezionare le impostazioni locali.

  4. Fare clic su OK.

Definire le impostazioni locali predefinite

Quando si crea una nuova cartella di lavoro di Excel che contiene query di Power Query, Power Query seleziona le impostazioni locali correnti del sistema operativo come impostazioni locali predefinite. Questa impostazione determina il modo in cui Power Query interpreta i dati importati da origini di testo e i valori numerici e di data e ora. Quando si invia una cartella di lavoro di Excel contenente query di Power Query a un altro utente, le Impostazioni locali rimangono quelle specificate dall'autore o dall'ultima persona che ha salvato il documento. In questo modo si garantiscono risultati di Power Query coerenti indipendentemente dalle impostazioni locali del sistema operativo.

Per modificare le Impostazioni locali della query

  1. Nel gruppo della barra multifunzione Impostazioni cartella di lavoro selezionare le Impostazioni locali dall'elenco a discesa.

Esempio di report con valori univoci

Usare impostazioni locali non predefinite in un'operazione Modifica tipo

Oltre alle Impostazioni locali predefinite per la cartella di lavoro, è possibile specificare impostazioni locali non predefinite da usare quando si applica un'operazione Modifica tipo specifica (su una o più colonne all'interno di una tabella). Questo è utile quando si importano dati con impostazioni internazionali diverse tra più query ma è presente un'impostazione predefinita preferita per uniformare il comportamento all'interno di tutte le query nella cartella di lavoro.

L'operazione Modifica tipo permette di specificare il tipo dei dati di destinazione e le impostazioni locali da usare per la conversione.

Per definire impostazioni locali non predefinite

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una colonna della query.

  2. Fare clic su Modifica tipo > Impostazioni locali utente.

  3. Nella finestra di dialogo Modifica tipo con impostazioni locali:

    • Per modificare il tipo di dati di destinazione, selezionare un Tipo di dati.

    • Per modificare le impostazioni locali, selezionare le Impostazioni locali desiderate.

  4. Fare clic su OK.

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×