Informazioni generali sul filtro per la posta indesiderata

Informazioni generali sul filtro per la posta indesiderata

La posta indesiderata è fastidiosa per tutti. Il filtro per la posta indesiderata di Outlook non impedisce che la posta indesiderata venga recapitata, ma esegue un'operazione molto utile, ovvero sposta i messaggi sospetti nella cartella Posta indesiderata.

Suggerimenti : È buona norma controllare periodicamente se tra i messaggi nella cartella Posta indesiderata ve ne sono di legittimi che sono stati erroneamente considerati posta indesiderata. Se si trovano messaggi legittimi, è possibile trascinarli nella cartella Posta in arrivo o in qualsiasi altra cartella. È anche possibile contrassegnare un elemento come attendibile eseguendo le operazioni seguenti:

  • Fare clic su Home > Posta indesiderata > Attendibile.

Per impostazione predefinita, il filtro per la posta indesiderata è attivato e il livello di protezione è impostato su Disattiva filtro automatico. Per rendere il filtro più restrittivo, è possibile cambiare il livello di protezione applicato. Il filtro per la posta indesiderata valuta ogni messaggio in arrivo in base a vari fattori, ad esempio l'ora di invio e il contenuto del messaggio.

Per modificare le opzioni del filtro per la posta indesiderata, eseguire le operazioni seguenti:

  • Fare clic su Home > Posta indesiderata > Opzioni posta indesiderata.

Elenchi per il filtro per la posta indesiderata

Mentre il filtro per la posta indesiderata controlla automaticamente i messaggi in arrivo, gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata consentono di controllare ciò che viene considerato posta indesiderata. È possibile aggiungere nomi, indirizzi di posta elettronica e domini a questi elenchi, in modo che il filtro ignori i messaggi provenienti da fonti attendibili o blocchi i messaggi provenienti da indirizzi di posta elettronica e domini specifici che l'utente non conosce o non reputa attendibili.

Elenco Mittenti attendibili    I messaggi provenienti dagli indirizzi di posta elettronica e dai nomi di dominio inclusi nell'elenco Mittenti attendibili non vengono mai considerati posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto. A questo elenco è possibile aggiungere nomi dell'elenco Contatti e altri corrispondenti. Se si usa un account di Microsoft Exchange Server, tutti i nomi e gli indirizzi dell'elenco indirizzi globale vengono automaticamente considerati attendibili. L'elenco Mittenti attendibili può contenere al massimo 1024 voci.

Elenco Destinatari attendibili    Se si è inclusi in liste di distribuzione, è possibile aggiungere il mittente all'elenco Destinatari attendibili. I messaggi inviati a questi indirizzi di posta elettronica o nomi di dominio non vengono mai considerati posta indesiderata, indipendentemente dal loro contenuto.

Elenco Mittenti bloccati    È possibile bloccare facilmente i messaggi di mittenti specifici aggiungendo i relativi indirizzi di posta elettronica o nomi di dominio all'elenco Mittenti bloccati. Quando si aggiunge un nome o un indirizzo di posta elettronica a questo elenco, Outlook sposta automaticamente i messaggi in arrivo provenienti da tale fonte nella cartella Posta indesiderata. I messaggi provenienti dagli utenti o dai nomi di dominio inclusi nell'elenco verranno sempre considerati posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto. L'elenco Mittenti bloccati può contenere al massimo 500 voci.

Elenco domini di primo livello bloccati    Per bloccare messaggi di posta elettronica indesiderati provenienti da altri paesi/aree geografiche, è possibile aggiungere le estensioni all'elenco domini di primo livello bloccati. Se ad esempio si selezionano le caselle CA [Canada], US [Stati Uniti] e MX [Messico] nell'elenco, verranno bloccati i messaggi provenienti da indirizzi di posta elettronica che terminano in ca, us e mx.

Elenco codifiche bloccate    Per bloccare un messaggio di posta elettronica indesiderato visualizzato in un altro set di caratteri o alfabeto, è possibile aggiungere le codifiche all'elenco codifiche bloccate.

Differenze nel filtro per la posta indesiderata quando la modalità cache è attivata o disattivata

Se si usa un account di Exchange, si ha accesso a un'ulteriore serie di strumenti per contrastare la posta indesiderata.

  • Se si usa la modalità cache o si esegue il download in un file di dati di Outlook (con estensione pst)    Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata vengono salvati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer. Poiché questi elenchi vengono usati anche dal server per valutare i messaggi, se si aggiunge un mittente nell'elenco Mittenti bloccati, i messaggi inviati da tale mittente vengono spostati nella cartella Posta indesiderata sul server e non vengono valutati da Outlook.

  • Se si lavora in rete     Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata vengono salvati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer, ma solo se la caratteristica Posta indesiderata è abilitata in Outlook Web Access o Outlook Web App. Poiché questi elenchi vengono usati anche dal server per valutare i messaggi, se si aggiunge un mittente nell'elenco Mittenti bloccati, i messaggi inviati da tale mittente vengono spostati nella cartella Posta indesiderata sul server e non vengono valutati da Outlook.

Funzionamento del filtro per la posta indesiderata

Per ogni messaggio in arrivo il filtro per la posta indesiderata determina se può trattarsi di posta indesiderata in base a vari fattori, tra cui l'ora di spedizione e il contenuto del messaggio. Per impostazione predefinita, il filtro per la posta indesiderata è attivato e il livello di protezione è impostato su Basso, in modo da intercettare solo la posta indesiderata più ovvia. Per rendere il filtro più selettivo, è possibile cambiare il livello di protezione applicato.

Nota : Il filtro per la posta indesdierata di Outlook non impedisce che la posta indesiderata venga recapitata, ma sposta i messaggi sospetti nella cartella Posta indesiderata.

Le impostazioni del filtro per la posta indesiderata possono essere modificate nella finestra di dialogo Opzioni posta indesiderata.

  • Nella scheda Home passare al gruppo Elimina, fare clic su Posta indesiderata e quindi su Opzioni posta indesiderata.

Cartella Posta indesiderata

Tutti i messaggi sospetti vengono spostati nella cartella Posta indesiderata. È buona norma controllare periodicamente se tra i messaggi nella cartella Posta indesiderata ve ne sono di legittimi che sono stati erroneamente considerati posta indesiderata. Se si trovano messaggi legittimi, è possibile trascinarli nella cartella Posta in arrivo o in qualsiasi altra cartella. È anche possibile contrassegnare un elemento come attendibile eseguendo le operazioni seguenti:

  • Nel gruppo Elimina della scheda Home fare clic su Posta indesiderata e quindi su Attendibile.

Elenchi per il filtro per la posta indesiderata

Mentre il filtro per la posta indesiderata controlla automaticamente i messaggi in arrivo, gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata consentono di esercitare un maggiore controllo su ciò che deve essere considerato posta indesiderata. È possibile aggiungere nomi, indirizzi di posta elettronica e domini a questi elenchi, in modo che il filtro consenta messaggi provenienti da fonti attendibili per l'utente o blocchi messaggi provenienti da indirizzi di posta elettronica o domini che l'utente non conosce o non ritiene attendibili.

Elenco Mittenti attendibili     I messaggi provenienti dagli indirizzi di posta elettronica e dai nomi di dominio inclusi nell'elenco Mittenti attendibili non vengono mai considerati posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto del messaggio. A questo elenco è possibile aggiungere nomi dell'elenco Contatti e altri corrispondenti. Se si utilizza un account di Microsoft Exchange Server, tutti i nomi e gli indirizzi dell'elenco indirizzi globale vengono automaticamente considerati attendibili.

Elenco Destinatari attendibili     Se si è inclusi in liste di distribuzione, è possibile aggiungere il mittente all'elenco Destinatari attendibili. I messaggi inviati a questi indirizzi di posta elettronica o nomi di dominio non vengono mai considerati posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto del messaggio.

Elenco Mittenti bloccati     È possibile bloccare facilmente i messaggi di mittenti specifici aggiungendo i relativi indirizzi di posta elettronica o nomi di dominio all'elenco Mittenti bloccati. Quando si aggiunge un nome o un indirizzo di posta elettronica a tale elenco, i messaggi in arrivo vengono spostati automaticamente nella cartella Posta indesiderata. I messaggi provenienti dagli utenti o dai nomi di dominio inclusi nell'elenco vengono sempre classificati come indesiderati, indipendentemente dal contenuto del messaggio.

Elenco domini di primo livello bloccati     Per bloccare messaggi di posta elettronica indesiderati provenienti da altri paesi/aree geografiche, è possibile aggiungere gli identificativi corrispondenti all'Elenco domini di primo livello bloccati. Se ad esempio si selezionano le caselle di controllo CA [Canada], US [Stati Uniti] e MX [Messico] nell'elenco, verranno bloccati i messaggi che terminano in .ca, .us e .mx.

Elenco codifiche bloccate     Per bloccare messaggi indesiderati visualizzati con un altro set di caratteri o alfabeto, è possibile aggiungere le codifiche all'Elenco codifiche bloccate.

Tipi di account di posta elettronica supportati dal filtro per la posta indesiderata

È possibile usare il filtro per la posta indesiderata con i tipi di account di posta elettronica seguenti:

  • Account di Exchange in modalità cache

  • Account di Exchange per il recapito della posta in un File di dati di Outlook (.pst)

  • Account POP3

  • Account IMAP

  • Outlook Connector per Outlook.com (in precedenza Hotmail)

  • Microsoft Outlook Connector per IBM Lotus Domino

Se si vuole modificare il proprio profilo, esportare una copia degli elenchi per la posta indesiderata prima di apportare le modifiche, quindi importare le informazioni in Outlook. In questo modo non sarà necessario ricreare gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata.

Differenze nel filtro per la posta indesiderata quando la modalità cache è attivata o disattivata

Se si usa un account di Exchange, si ha accesso a un altro livello di funzionalità e strumenti per contrastare la posta indesiderata.

  • Se si usa la modalità cache o si esegue il download in un file di dati di Outlook (pst)     Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata vengono salvati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer. Dato che questi elenchi vengono usati dal server anche per valutare i messaggi, i messaggi inviati da un mittente incluso nell'elenco Mittenti bloccati vengono spostati nella cartella Posta indesiderata del server e non vengono valutati da Outlook.

  • Se si lavora online     Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata vengono salvati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer, ma solo se la caratteristica Posta indesiderata è abilitata in Outlook Web Access o Outlook Web App. Dato che questi elenchi vengono usati dal server anche per valutare i messaggi, i messaggi inviati da un mittente incluso nell'elenco Mittenti bloccati vengono spostati nella cartella Posta indesiderata del server e non vengono valutati da Outlook.

Funzionamento del filtro per la posta indesiderata

Per ogni messaggio in arrivo il filtro per la posta indesiderata determina se si tratta di posta indesiderata in base a vari fattori, tra cui l'ora di invio e il contenuto del messaggio. Per impostazione predefinita, il filtro per la posta indesiderata è attivato e il livello di protezione è impostato su Basso. Questo livello consente di intercettare solo la posta indesiderata più ovvia. Per rendere il filtro più restrittivo, è possibile cambiare il livello della protezione. Inoltre, il filtro per la posta indesiderata può essere aggiornato periodicamente per garantire la protezione contro le tecniche più recenti usate dagli spammer per inviare i messaggi indesiderati alla Posta in arrivo.

Nota : Il filtro per la posta indesiderata di Outlook non impedisce che la posta indesiderata venga recapitata, ma la inoltra alla cartella Posta indesiderata anziché alla cartella Posta in arrivo. Sono disponibili soluzioni di terze parti che su questo fronte possono risultare più aggressive.

Suggerimento : È possibile controllare molte delle impostazioni del filtro per la posta indesiderata dalla finestra di dialogo Opzioni posta indesiderata. Nel menu Azioni nella Posta in arrivo passare a Posta indesiderata e fare clic su Opzioni posta indesiderata.

Cartella Posta indesiderata

Qualsiasi messaggio intercettato dal filtro per la posta indesiderata viene spostato in una cartella speciale denominata Posta indesiderata. È consigliabile eseguire periodicamente una revisione dei messaggi contenuti nella cartella Posta indesiderata per verificare che non si tratti di messaggi legittimi da leggere. Se sono messaggi legittimi, è possibile spostarli nuovamente nella cartella Posta in arrivo contrassegnandoli come attendibili o trascinarli in qualsiasi altra cartella.

Cartella Posta indesiderata

Elenchi per il filtro per la posta indesiderata

Anche se il filtro per la posta indesiderata filtra automaticamente i messaggi in arrivo, gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata consentono di esercitare un maggiore controllo su ciò che deve essere considerato posta indesiderata. Con questi elenchi è possibile consentire la ricezione di messaggi provenienti da fonti attendibili per l'utente o bloccare i messaggi inviati da indirizzi di posta elettronica o domini che l'utente non conosce o non ritiene attendibili.

Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata sono cinque

Elenco Mittenti attendibili

Elenco Destinatari attendibili

Elenco Mittenti bloccati

Internazionale - Elenco domini di primo livello bloccati

Internazionale - Elenco codifiche bloccate

Elenco Mittenti attendibili

Mittenti attendibili

Se un messaggio di posta elettronica viene contrassegnato erroneamente dal filtro come posta indesiderata, è possibile aggiungere il mittente di tale messaggio all'elenco Mittenti attendibili. L'elenco Mittenti attendibili può essere anche creato manualmente nella finestra di dialogo Opzioni posta indesiderata. Gli indirizzi di posta elettronica e i nomi di dominio inclusi nell'elenco Mittenti attendibili non vengono mai considerati come posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto del messaggio.

  • Tutti gli indirizzi di posta elettronica presenti nei Contatti vengono inclusi in questo elenco a condizione che sia selezionata la casella di controllo Considera inoltre attendibili i mittenti inclusi nei Contatti personali in Opzioni posta indesiderata, come prevede l'impostazione predefinita. Con tale impostazione, i messaggi provenienti dagli utenti inclusi nella cartella Contatti non verranno mai considerati come posta indesiderata.

  • Gli indirizzi di posta elettronica di utenti che non sono elencati nei Contatti ma con i quali si intrattengono scambi di corrispondenza vengono inclusi in questo elenco a condizione che sia selezionata la casella di controllo Aggiungi automaticamente i destinatari dei miei messaggi all'elenco Mittenti attendibili. La casella di controllo non è selezionata per impostazione predefinita.

    • L'indirizzo di posta elettronica di un destinatario viene salvato nell'elenco per impostazione predefinita solo quando si crea e si invia manualmente un messaggio in Outlook, non quando il messaggio viene generato automaticamente da un programma.

    • Questa casella di controllo non consente di aggiungere liste di distribuzione personali.

    • Se si risponde accidentalmente a un messaggio di posta elettronica di uno spammer mentre la casella di controllo è selezionata, ad esempio inviando una richiesta per annullare l'iscrizione alla lista di distribuzione dello spammer, l'indirizzo di posta elettronica di tale spammer verrà aggiunto all'elenco Mittenti attendibili. Se si nota la presenza di messaggi successivi dello spammer nella cartella Posta in arrivo, è necessario aggiungere tale indirizzo all'elenco Mittenti bloccati e rimuovere la voce corrispondente dall'elenco Mittenti attendibili. Se lo stesso indirizzo è incluso sia nell'elenco Mittenti bloccati che nell'elenco Mittenti attendibili, quest'ultimo elenco avrà la precedenza e l'indirizzo non verrà considerato inattendibile.

  • Se si usa un account di Exchange, usato più spesso in ambito aziendale che per la posta elettronica domestica o personale, tutti i nomi e gli indirizzi di posta elettronica nell'Elenco indirizzi globale vengono automaticamente considerati attendibili.

  • È anche possibile configurare Outlook in modo che accetti i messaggi solo dalle persone incluse nell'elenco Mittenti attendibili. Questa configurazione si trova in una casella di controllo nella scheda Opzioni in Opzioni posta indesiderata.

Elenco Destinatari attendibili

Destinatario attendibile

Se si è inclusi in liste di distribuzione, è possibile aggiungere il mittente all'elenco Destinatari attendibili. I messaggi inviati a questi indirizzi di posta elettronica o nomi di dominio non vengono mai considerati posta indesiderata, indipendentemente dal loro contenuto.

Elenco Mittenti bloccati

Mittenti bloccati

È possibile bloccare facilmente i messaggi di mittenti specifici aggiungendo i relativi indirizzi di posta elettronica o nomi di dominio all'elenco Mittenti bloccati. Quando si aggiunge un nome o un indirizzo di posta elettronica a tale elenco, i messaggi in arrivo vengono spostati automaticamente dall'origine nella cartella Posta indesiderata. I messaggi provenienti dagli utenti o dai nomi di dominio inclusi nell'elenco verranno sempre considerati come posta indesiderata, indipendentemente dal contenuto del messaggio.

  • Se si hanno elenchi esistenti con nomi e indirizzi attendibili o bloccati, è possibile importarli in Outlook.

  • È possibile aggiungere un mittente o un destinatario del messaggio a qualsiasi elenco per il filtro per la posta indesiderata facendo clic con il pulsante destro del mouse sul messaggio nella cartella Posta in arrivo o in altre cartelle di posta, scegliendo Posta indesiderata e facendo clic sull'opzione desiderata.

Internazionale - Elenco domini di primo livello bloccati

Internazionale

Per bloccare messaggi di posta elettronica indesiderati provenienti da altri paesi, è possibile aggiungere gli identificativi di paese all'Elenco domini di primo livello bloccati.

Tale elenco consente di bloccare gli indirizzi di posta elettronica che terminano con un dominio di primo livello specificato. Se ad esempio si selezionano le caselle di controllo CA [Canada], US [Stati Uniti] e MX [Messico] nell'elenco, verranno bloccati i messaggi che terminano in .ca, .us e .mx. Nell'elenco vengono visualizzati identificativi di paese aggiuntivi.

Elenco delle codifiche internazionali bloccate

Internazionale

Per bloccare messaggi di posta elettronica indesiderati visualizzati in un'altra lingua, è possibile aggiungere le codifiche all'Elenco codifiche bloccate.

Questo elenco consente di bloccare tutti gli indirizzi di posta elettronica in una codifica della lingua specificata, nota anche come set di caratteri. Attualmente, la maggior parte della posta indesiderata viene inviata con la codifica US-ASCII. Il resto viene inviato con altre codifiche internazionali di vario tipo. L'Elenco codifiche bloccate consente di escludere con un filtro i messaggi indesiderati visualizzati in lingue sconosciute.

Nota : 

  • Le codifiche Unicode non sono incluse nell'Elenco codifiche bloccate.

  • Ai messaggi con codifiche sconosciute o non specificate verrà applicato il filtro per la posta elettronica normale.

Tipi di account di posta elettronica supportati dal filtro per la posta indesiderata

È possibile utilizzare il filtro per la posta indesiderata con i tipi di account di posta elettronica seguenti:

  • Account di Exchange in modalità cache

  • Account di Exchange per il recapito della posta in un File delle cartelle personali (.pst)

  • Account HTTP (Windows Live Mail)

  • Account POP3

  • Account IMAP

  • Microsoft Office Outlook Connector per IBM Lotus Domino

  • Outlook Connector per MSN

Tutti gli account di posta elettronica inclusi nello stesso profilo di Outlook condividono gli stessi elenchi e impostazioni per il controllo della posta indesiderata. Se ad esempio si ha sia un account di Exchange che di Windows Live Mail, ognuno dei due account include la relativa cartella Posta indesiderata. Se invece si ha sia un account di Exchange che un account POP3, la posta indesiderata per entrambi gli account si trova nella cartella Posta indesiderata relativa all'account di Exchange.

Prima di modificare il profilo, è consigliabile esportare una copia degli elenchi per il controllo della posta indesiderata e quindi importare le informazioni in Outlook. In questo modo, non sarà necessario creare nuovamente gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata.

Filtro per la posta indesiderata in versioni diverse di Microsoft Exchange

L'uso di Outlook in un ambiente con Microsoft Exchange, usato più spesso in ambito aziendale che per la posta elettronica domestica o personale, offre un altro livello di funzionalità e strumenti per contrastare la posta indesiderata.

Microsoft Exchange Server 2003

  • Se si utilizza la modalità cache o si esegue il download in un file delle cartelle personali (pst)    Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata vengono memorizzati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer. Poiché tali elenchi vengono inoltre utilizzati dal server per valutare i messaggi, se un mittente è incluso nell'elenco Mittenti bloccati, i messaggi inviati da tale mittente verranno spostati nella cartella Posta indesiderata del server e non verranno valutati da Outlook.

  • Se si lavora in rete     Gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata vengono memorizzati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer, ma solo se la caratteristica Posta indesiderata è stata attivata in Outlook Web Access. Poiché tali elenchi vengono inoltre utilizzati dal server per valutare i messaggi, se un mittente è incluso nell'elenco Mittenti bloccati, i messaggi inviati da tale mittente verranno spostati nella cartella Posta indesiderata del server e non verranno valutati da Outlook.

Microsoft Exchange Server 2000 e versioni precedenti

  • Se si utilizza la modalità cache o si esegue il download in un file delle cartelle personali (pst)    È possibile creare e utilizzare gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata, che vengono memorizzati nel server e sono disponibili da qualsiasi computer utilizzato. Si noti che, se si utilizza sia la modalità cache che l'opzione per il download in un file delle cartelle personali (pst) come posizione di recapito predefinita, gli elenchi per il filtro per la posta indesiderata saranno disponibili solo nel computer utilizzato per l'aggiunta di nomi e indirizzi.

  • Se si lavora in rete     Il filtro per la posta indesiderata non è disponibile.

Filtro per i messaggi di phishing

Alcuni messaggi di posta indesiderata possono essere pericolosi o fraudolenti. Il filtro per la posta indesiderata valuta automaticamente anche i singoli messaggi in arrivo per scoprire se sono sospetti, potenzialmente fraudolenti o parte di un attacco di phishing. Per altre informazioni, vedere Abilitare o disabilitare i collegamenti e le funzionalità nei messaggi di phishing.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×