Informazioni dettagliate sulle impostazioni di archiviazione automatica

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

L'archiviazione automatica semplifica la gestione dello spazio nella cassetta postale o nel server di posta elettronica in uso spostando automaticamente gli elementi in un percorso di archiviazione. A seconda delle opzioni, l'archiviazione automatica esegue una o entrambe le azioni seguenti:

  • Gli elementi vengono spostati dalla posizione originale, in genere una delle cartelle attive, a una cartella di archivio.

    Cartelle in cui vengono spostati gli elementi

    Il file di archivio è un file di dati di Outlook (con estensione pst). Quando si esegue l'archiviazione automatica per la prima volta, il file di archivio viene creato automaticamente. La posizione in cui viene creato il file dipende dal sistema operativo in esecuzione nel computer.

    • Windows 7     C:\Utenti\NomeUtente\Documenti\File di Outlook\archive.pst

    • Windows Vista     C:\Utenti\NomeUtente\AppData\Local\Microsoft\Outlook\Archive.pst

    • Windows XP     C:\Documents and Settings\NomeUtente\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Microsoft\Outlook\Archive.pst

      Le cartelle indicate in questo articolo non sono disponibili

      Alcune delle cartelle potrebbero essere nascoste. Per visualizzare cartelle nascoste in Windows, eseguire le operazioni seguenti:

      • Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Pannello di controllo.

      • Fare clic su Opzioni cartella.

        Per individuare Opzioni cartella, digitare Opzioni cartella nella casella di ricerca nella parte superiore della finestra. Nel Pannello di controllo per Windows XP digitare Opzioni cartella nella casella Indirizzo.

      • Nell'elenco delle impostazioni Avanzate della scheda Visualizzazione, in File e cartelle, selezionare Mostra file e cartelle nascosti nel gruppo Cartelle e file nascosti.

  • Gli elementi che hanno superato il periodo di permanenza vengono eliminati in modo permanente.

Nota : Se si sceglie di eliminare gli elementi, questi non vengono archiviati. Se si sceglie di archiviare gli elementi, questi non possono essere eliminati da un'operazione di archiviazione automatica. In seguito all'archiviazione, gli elementi possono essere eliminati solo manualmente.

Per altre informazioni sull'archiviazione automatica, vedere Backup o eliminazione di elementi tramite l'archiviazione automatica.

Periodi di permanenza degli elementi di Outlook

Qualsiasi elemento di Outlook che abbia superato il periodo di permanenza viene incluso nella successiva operazione di archiviazione automatica, a meno che non sia stato contrassegnato in modo specifico per l'esclusione. Il periodo di permanenza predefinito per ogni cartella di Outlook viene indicato di seguito:

Cartella

Periodo di permanenza

Posta in arrivo e Bozze

6 mesi

Posta inviata e Posta eliminata

2 mesi

Posta in uscita

3 mesi

Calendario

6 mesi

Attività

6 mesi

Note 

6 mesi

Diario

6 mesi

Nota : Il periodo di permanenza predefinito, ovvero 6 mesi, viene applicato anche alle cartelle create personalmente che contengono lo stesso tipo di elementi delle cartelle Posta in arrivo, Calendario, Attività, Note o Diario, ad esempio una cartella di posta elettronica creata per i rapporti di stato ricevuti da un collega o una cartella di contatti in cui inserire i contatti personali.

Determinazione del periodo di permanenza di un elemento

Tipo di elemento

Inizio del periodo di permanenza

Messaggio di posta elettronica

Data/ora di ricezione o dell'ultima operazione di modifica e salvataggio del messaggio, in base a quale è più recente. Un esempio di modifica di un messaggio è il contrassegno del messaggio come letto o da leggere.

Riunione, evento o appuntamento del Calendario

Data dell'ultima operazione di modifica e salvataggio dell'elemento. Gli elementi ricorrenti non vengono archiviati automaticamente.

Attività

Data di completamento o data dell'ultima operazione di modifica e salvataggio dell'attività. Le attività non contrassegnate come completate non vengono archiviate automaticamente. Le attività assegnate ad altri utenti vengono archiviate solo se contrassegnate come completate.

Nota

Data dell'ultima operazione di modifica e salvataggio della nota.

Voce di diario

Data di creazione della voce di diario o data dell'ultima operazione di modifica e salvataggio.

Contatto

I contatti non vengono archiviati per impostazione predefinita, ma possono essere archiviati manualmente.

Inizio pagina

Impostazioni e opzioni di archiviazione automatica

Per informazioni sulle impostazioni e sulle opzioni che è possibile applicare durante la personalizzazione dell'archiviazione automatica, vedere le descrizioni seguenti.

Finestra di dialogo Impostazioni archiviazione automatica

Archivia automaticamente ogni n giorni    Scegliere la frequenza di esecuzione dell'archiviazione automatica. L'archiviazione di molti elementi contemporaneamente potrebbe rallentare le prestazioni del computer. È quindi consigliabile usare l'archiviazione automatica più frequentemente per ridurre il numero di elementi elaborati.

Per disattivare l'archiviazione automatica, deselezionare la casella di controllo Archivia automaticamente ogni n giorni.

Avvisa prima di archiviare automaticamente    Specificare se si desidera ricevere un promemoria prima che gli elementi di Outlook vengano elaborati tramite l'archiviazione automatica. Quando viene visualizzata la richiesta, è possibile fare clic su No nel promemoria per annullare la sessione di archiviazione automatica.

Elimina gli elementi scaduti (solo cartelle posta elettronica)    Questa opzione è disattivata per impostazione predefinita. Selezionare questa casella di controllo per eliminare i messaggi al termine del relativo periodo di permanenza.

Archivia o elimina i vecchi elementi    Selezionare questa opzione se si desidera configurare o modificare le impostazioni indicate di seguito. Se questa casella di controllo è deselezionata, l'archiviazione automatica viene eseguita utilizzando le impostazioni predefinite.

Mostra cartella archivi nell'elenco delle cartelle    Selezionare questa casella di controllo per fare in modo che la cartella di archivio sia elencata con le altre cartelle di lavoro nel riquadro di spostamento. Se non si utilizza questa opzione, sarà comunque possibile aprire la cartella di archivio. A tale scopo, fare clic sulla scheda File, sulla scheda Apri e quindi su Apri file di dati di Outlook.

Elimina gli elementi dopo    Specificare l'intervallo di tempo dopo il quale si desidera che gli elementi vengano archiviati, in giorni, settimane o mesi. È possibile configurare un periodo di un giorno fino a un massimo di 60 mesi.

Sposta i vecchi elementi in    Selezionare questa casella di controllo per archiviare i vecchi elementi anziché eliminarli automaticamente. Nella casella viene visualizzata la cartella predefinita. Per utilizzare una cartella diversa, immettere il percorso della cartella nella casella oppure fare clic su Sfoglia. La selezione di questa opzione comporta la deselezione dell'opzione Elimina permanentemente i vecchi elementi.

Elimina permanentemente i vecchi elementi    Questa opzione consente di eliminare tutti gli elementi scaduti. Tali elementi non vengono spostati, né viene mantenuta alcuna copia di archivio. La selezione di questa opzione comporta la deselezione dell'opzione Sposta i vecchi elementi in.

Applica ora a tutte le cartelle    Questa opzione consente di applicare le impostazioni di archiviazione automatica, incluse le modifiche apportate, a tutte le cartelle. Per specificare impostazioni univoche per una o più cartelle, non selezionare questa opzione, ma fare invece clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella, scegliere Proprietà e quindi passare alla scheda Archiviazione automatica per modificare le impostazioni di ciascuna cartella desiderata.

Inizio pagina

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×