Indicatori di prestazioni chiave (KPI) in PowerPivot

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Indicatori di prestazioni chiave (indicatori KPI) sono misure visive delle prestazioni. Un indicatore KPI in base a un campo calcolato specifico, è progettato per aiutare gli utenti di valutare rapidamente il valore corrente e lo stato di una metrica rispetto a un valore di destinazione definito. L'indicatore KPI indicare le prestazioni del valore, definito da un misura di Base (noto anche come campo calcolato in PowerPivot in Excel 2013), rispetto a un valore di destinazione , definiti anche da una misura o da un valore assoluto. Se il modello non contiene misure, vedere creare una misura.

Tabella pivot con KPI
Tabella pivot con il nome completo dei dipendenti in righe e KPI delle vendite in valori

Creare un indicatore KPI

  1. Nella visualizzazione dati, fare clic sulla tabella che contiene la misura che verrà utilizzata come la misura di Base. Se non è già stato creato una misura di base, vedere creare una misura.

  2. Assicurarsi che l'area calcoli sia visualizzata. In caso contrario, in PowerPivot fare clic su Home> Area calcoli.

    L'area di calcolo verrà visualizzata sotto la tabella attualmente attiva.

  3. Nell'Area di calcolo, fare doppio clic sul campo calcolato che verrà fungere la misura di base (valore) e quindi scegliere Crea KPI.

  4. In Definisci valore di destinazione selezionare una delle seguenti opzioni:

    Selezionare misura e quindi scegliere una misura di destinazione nella casella.

    Nota : Se non sono presenti campi nella casella, non sono presenti campi calcolati nel modello. È necessario creare una misura.

    Selezionare Valore assoluto e quindi digitare un valore numerico.

  5. In Definisci soglie stato fare clic e trascinare i valori soglia minimo e massimo.

  6. In Seleziona stile icona fare clic su un tipo di immagine.

  7. Fare clic su Descrizioni e quindi digitare le descrizioni per KPI, valore, stato e destinazione.

Modificare un indicatore KPI

  • Nell'Area calcoli destro la misura che funge dalla misura di base (valore) dell'indicatore KPI e quindi fare clic su Modifica impostazioni KPI.

Eliminare un indicatore KPI

  • Nell'Area calcoli destro la misura che funge dalla misura di base (valore) dell'indicatore KPI e quindi scegliere Elimina KPI.

    Eliminazione di un indicatore KPI non eliminare la misura di base o misura di destinazione (se è stata definita).

Altre informazioni sugli indicatori KPI

Nella terminologia aziendale, un indicatore KPI rappresenta una misurazione quantificabile per la valutazione degli obiettivi aziendali. Il reparto vendite di un'organizzazione potrebbe ad esempio usare un indicatore KPI per misurare il profitto lordo mensile rispetto al profitto lordo previsto. Il reparto contabilità potrebbe misurare le spese mensili rispetto ai ricavi per valutare i costi, mentre un reparto risorse umane potrebbe misurare l'avvicendamento trimestrale dei dipendenti. Ognuno di questi rappresenta un esempio di indicatore KPI. I professionisti aziendali usano spesso indicatori KPI raggruppati in una scorecard aziendale per ottenere un riepilogo cronologico immediato e accurato del successo aziendale o per identificare le tendenze.

Un KPI include:

Valore di base

Un valore di base viene definito da un campo calcolato che restituisce un valore. Tale valore può essere, ad esempio, creato come un'aggregazione di vendite oppure creato per definire il profitto per un dato periodo.

Valore di destinazione

Un valore di destinazione viene definito da un campo calcolato che restituisce un valore o da un valore assoluto. Un campo calcolato può essere usato, ad esempio, come valore di destinazione in base al quale i responsabili di un'azienda desiderano confrontare l'avanzamento del reparto vendite verso una determinata quota, dove il campo calcolato del budget rappresenta il valore di destinazione. Un esempio di uso di un valore assoluto come valore di destinazione è il caso di un responsabile delle risorse umane che desidera valutare il numero di giorni di assenza per malattia di ogni dipendente rispetto alla media, dove tale numero medio di giorni rappresenta il valore assoluto.

Soglie di stato

Una soglia di stato viene definita dall'intervallo tra una soglia minima e una massima. La soglia di stato viene visualizzata con un diagramma per consentire agli utenti di determinare facilmente lo stato del valore di base rispetto al valore di destinazione.

Esempio

Il responsabile vendite di Adventure Works vuole creare una tabella pivot da usare per visualizzare rapidamente se i dipendenti addetti alle vendite soddisfano o meno le rispettive quote di vendite per un determinato periodo (anno). Nella tabella pivot dovranno essere visualizzati, per ogni dipendente, l'importo in dollari delle vendite effettive, l'importo in dollari della quota di vendite e un semplice grafico con l'indicazione dello stato, ovvero se la quota di vendite di ognuno è inferiore, uguale o superiore a quella definita. Vuole inoltre poter sezionare i dati per anno.

A tale scopo il responsabile vendite sceglie di aggiungere un KPI vendite alla cartella di lavoro AdventureWorks. Creerà quindi una tabella pivot con i campi (campi calcolati e KPI) e i filtri dei dati per analizzare se la forza vendita soddisfa o meno le rispettive quote.

In PowerPivot viene creato un campo calcolato nella colonna SalesAmount della tabella FactResellerSales che indica l'importo in dollari delle vendite effettive per ogni dipendente addetto alle vendite. Tale campo calcolato definirà il valore di base dell'indicatore KPI. Il responsabile vendite può selezionare una colonna e fare clic su Somma automatica nella scheda Home o digitare una formula nella barra della formula.

Il campo calcolato Sales viene creato con la formula seguente:

Sales:=SUM(FactResellerSales[SalesAmount])

Nella colonna SalesAmountQuota della tabella FactSalesQuota è definita una quota vendite per ogni dipendente. I valori in questa colonna verranno usati come campo calcolato di destinazione (valore) nell'indicatore KPI.

Il campo calcolato SalesAmountQuota viene creato con la formula seguente:

Destinazione SalesAmountQuota:=Sum(FactSalesQuota[SalesAmountQuota])

Nota : Tra la colonna EmployeeKey nella tabella FactSalesQuota e la colonna EmployeeKey nella tabella DimEmployees esiste una relazione, che risulta necessaria per rappresentare nella tabella FactSalesQuota ogni dipendente addetto alle vendite incluso nella tabella DimEmployees.

Dopo aver creato i campi calcolati da usare come valore di base e valore di destinazione dell'indicatore KPI, il campo calcolato Sales verrà esteso a un nuovo KPI vendite. Nel KPI vendite il campo calcolato di destinazione SalesAmountQuota viene definito come valore di destinazione. La soglia di stato viene definita come intervallo sotto forma di percentuale, la cui destinazione è pari al 100%, a indicare che le vendite effettive definite dal campo calcolato Sales hanno soddisfatto l'importo della quota definito nel campo calcolato di destinazione SalesAmountQuota. Le percentuali minima e massima sono definite sulla barra di stato e viene selezionato un tipo di grafico.

KPI in PowerPivot

Indicatori di prestazioni chiave in PowerPivot

A questo punto il responsabile vendite può creare una tabella pivot aggiungendo il valore di base, il valore di destinazione e lo stato dell'indicatore KPI al campo Valori. La colonna Employees viene aggiunta al campo RowLabel e la colonna CalendarYear viene aggiunta come filtro dei dati.

Il responsabile vendite può quindi visualizzare rapidamente lo stato delle vendite per il reparto vendite, sezionare per anno l'importo delle vendite effettive, l'importo della quota di vendite e lo stato per ogni dipendente addetto alle vendite. Può inoltre analizzare le tendenze di vendita negli anni per determinare se è necessario o meno modificare la quota di vendite per un dipendente.

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×