Glossario di Excel

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

3D

RISPOSTE

B

C

D

E

F

G

H

Si

J

G

M

N

O

P

DOMANDE

R

S

T

U

V

W

X

3D

Torna all'inizio

riferimento 3D

Riferimento a un intervallo che si estende su due o più fogli di lavoro di una cartella di lavoro.

pareti e base di grafico 3D

Aree che circondano molti tipi di grafici 3D e che ne stabiliscono le dimensioni e i limiti. Nell'area del tracciato vengono visualizzate due pareti e una base.

A

Torna all'inizio

attivare

Rendere attivo o selezionare il foglio di lavoro o il foglio grafico. Il foglio attivato determinerà quali barre dei menu e quali schede saranno visualizzate. Per attivare un foglio, fare clic sulla scheda del foglio nella cartella di lavoro.

cella attiva

Cella selezionata in cui vengono immessi i dati quando si inizia la digitazione. È attiva una sola cella alla volta. La cella attiva è evidenziata da un bordo spesso.

foglio attivo

Foglio in uso in una cartella di lavoro. Il nome sulla scheda del foglio attivo è in grassetto.

indirizzo

Percorso di un oggetto, un documento, un file, una pagina o un'altra destinazione. Un indirizzo può essere un URL (indirizzo Web) o un percorso UNC (indirizzo di rete) e può includere un punto specifico all'interno di un file, ad esempio un segnalibro di Word o un intervallo di celle di Excel.

cartella di avvio alternativa

Cartella alternativa alla cartella XLStart, che può contenere le cartelle di lavoro o altri file da aprire automaticamente quando si avvia Excel e i modelli che si desidera siano disponibili quando si creano nuove cartelle di lavoro.

cartella di avvio alternativa

Cartella alternativa alla cartella XLStart, che può contenere le cartelle di lavoro o altri file da aprire automaticamente quando si avvia Excel e i modelli che si desidera siano disponibili quando si creano nuove cartelle di lavoro.

argomento

Valori utilizzati da una funzione per eseguire operazioni o calcoli. Il tipo di argomento utilizzato da una funzione è specifico per quella funzione. Argomenti comunemente utilizzati nelle funzioni includono numeri, testo, riferimenti di cella e nomi.

matrice

Utilizzata per definire singole formule che producono più risultati o che operano su un gruppo di argomenti disposti in righe e colonne. Un intervallo di matrice condivide una formula comune, una costante di matrice è invece un gruppo di costanti utilizzato come argomento.

formula in forma di matrice

Formula che esegue più calcoli su uno o più insiemi di valori, quindi restituisce un unico risultato o più risultati. Le formule in forma di matrice sono racchiuse tra parentesi graffe { } e vengono immesse premendo CTRL+MAIUSC+INVIO.

rapporto di tabella pivot associato

Rapporto di tabella pivot che fornisce i dati di origine al rapporto di grafico pivot. Viene creato automaticamente quando si crea un nuovo rapporto di grafico pivot. Quando si modifica il layout di uno dei rapporti, viene modificato anche l'altro.

formattazione automatica

Insieme di formati di cella predefiniti, come la dimensione del carattere, i motivi e l'allineamento, che è possibile applicare a un intervallo di dati. Verranno determinati automaticamente i livelli di riepilogo e dettaglio nell'intervallo selezionato e conseguentemente saranno applicati i formati appropriati.

asse

Linea di contorno dell'area del tracciato di un grafico utilizzata come riferimento per la misurazione. L'asse Y è generalmente l'asse verticale e contiene i dati, mentre l'asse X è generalmente l'asse orizzontale e contiene le categorie.

I

Torna all'inizio

indirizzo di base

Percorso relativo che viene utilizzato come indirizzo di destinazione quando si inserisce un collegamento ipertestuale. L'indirizzo di base può essere un indirizzo Internet (URL) oppure il percorso di una cartella sul disco rigido o in una rete.

bordo

Una linea decorativa che può essere applicata alle celle del foglio di lavoro o oggetti, ad esempio grafici, immagini o caselle di testo. Bordi distinguere, evidenziare o raggruppare gli elementi.

C

Torna all'inizio

colonna calcolata

In una tabella di Excel, una colonna calcolata utilizza una formula che regola per ogni riga. Si espande automaticamente per includere altre righe in modo che la formula venga estesa immediatamente a tali righe.

campo calcolato (database)

Campo nel set di risultati di una query che visualizza il risultato di un'espressione invece dei dati recuperati da un database.

campo calcolato (rapporto di tabella pivot)

Campo di un rapporto di tabella pivot o grafico pivot che utilizza una formula creata dall'utente. I campi calcolati possono eseguire calcoli utilizzando il contenuto di altri campi del rapporto di tabella pivot o grafico pivot.

elemento calcolato

Elemento contenuto in un campo di tabella pivot o di grafico pivot che utilizza una formula creata dall'utente. Gli elementi calcolati possono eseguire calcoli utilizzando il contenuto di altri elementi nello stesso campo del rapporto di tabella pivot o grafico pivot.

asse delle categorie

Asse di un grafico che rappresenta le categorie per ciascun punto dati. Su tale asse vengono indicati valori di testo scelti dall'utente, come Trim 1, Trim 2 e Trim 3. Non possono essere visualizzati valori numerici in scala.

campo categoria

Campo visualizzato nell'area delle categorie del rapporto di grafico pivot. Gli elementi di un campo categoria vengono visualizzati come etichette sull'asse delle categorie.

cella

Casella formata dall'intersezione di una riga e colonna in un foglio di lavoro o una tabella, in cui è possibile immettere informazioni.

riferimento di cella

Coppia di coordinate che identifica la posizione di una cella nel foglio di lavoro. Ad esempio, il riferimento alla cella situata all'intersezione della colonna B con la riga 3 è B3.

autorità di certificazione

Organizzazione commerciale, o gruppo di una società, che utilizza strumenti come Microsoft Certificate Server per fornire certificati digitali che possono essere utilizzati dagli sviluppatori di software per firmare le macro e dagli utenti per firmare i documenti.

cronologia delle modifiche

In una cartella di lavoro condivisa, le informazioni che vengono registrate sulle modifiche apportate nelle sessioni di modifica precedenti. Le informazioni includono l'autore della modifica, la data della modifica e i dati modificati.

area del grafico

L'intero grafico e tutti gli elementi che lo compongono.

foglio grafico

Foglio di una cartella di lavoro contenente solo un grafico. Risulta utile quando si desidera visualizzare un grafico o un rapporto di grafico pivot separatamente dai dati del foglio di lavoro o di un rapporto di tabella pivot.

campo colonna

Campo a cui è assegnato un orientamento di colonna in un rapporto di tabella pivot. Gli elementi associati a un campo colonna vengono visualizzati come etichette di colonna.

intestazione di colonna

Area ombreggiata nella parte superiore di ogni colonna del riquadro Dati, che contiene il nome del campo.

intestazione di colonna

Area in grigio, contraddistinta da lettere o da numeri, nella parte superiore di ogni colonna. Fare clic sull'intestazione di colonna per selezionare un'intera colonna. Per aumentare o ridurre la larghezza di una colonna, trascinare la linea a destra dell'intestazione.

criteri di confronto

Insieme di condizioni di ricerca utilizzate per trovare i dati. I criteri di confronto possono essere una serie di caratteri di cui si desidera trovare la corrispondenza, ad esempio "Northwind Traders" o un'espressione, ad esempio ">300".

operatore di confronto

Segno utilizzato nei criteri di confronto per confrontare due valori. I sei operatori di confronto standard sono = Uguale a, > Maggiore di, < Minore di, >= Maggiore o uguale a, <= Minore o uguale a e <> Diverso da.

formato condizionale

Formato, come l'ombreggiatura di una cella o il colore di carattere, applicato automaticamente alle celle quando si verifica una condizione specificata.

tabella di consolidamento

Tabella di risultati combinati che viene visualizzata nell'area di destinazione. La tabella di consolidamento viene creata applicando la funzione di riepilogo selezionata ai valori dell'area di origine specificata.

costante

Valore non calcolato. Ad esempio, il numero 210 e il testo ''Entrate trimestrali'' sono costanti. Un'espressione o un valore risultante da un'espressione non sono costanti.

vincoli

Limitazioni poste per un problema del Risolutore. È possibile applicare i vincoli alle celle modificabili, alla cella di destinazione o ad altre celle direttamente o indirettamente correlate alla cella di destinazione.

area di copia

Le celle copiate quando si desidera incollare dati in un'altra posizione. Dopo la copia, attorno alle celle viene visualizzato un bordo tratteggiato per indicare che sono state copiate.

criteri

Condizioni specificate per limitare i record da includere nel set di risultati di una query. Il seguente criterio, ad esempio, seleziona i record per i quali il valore del campo Importo ordini è maggiore di 30.000: Importo ordini > 30000.

riquadro Criteri

Area della finestra che visualizza i criteri utilizzati per limitare i record inclusi nel set di risultati di una query.

area corrente

Blocco di celle non vuote che include la cella o le celle selezionate. L'area si estende in tutte le direzioni fino alla prima riga o colonna vuota.

calcolo personalizzato

Metodo per riepilogare i valori contenuti nell'area dati di un rapporto di tabella pivot utilizzando i valori contenuti in altre celle dell'area dati. Per utilizzare un campo dati per creare calcoli personalizzati, utilizzare l'elenco Mostra dati nella finestra di dialogo Campo tabella pivot.

D

Torna all'inizio

modulo dati

Finestra di dialogo che visualizza un record completo alla volta. È possibile utilizzare moduli dati per aggiungere, modificare, individuare ed eliminare record.

etichetta dati

Etichetta che fornisce informazioni aggiuntive su un indicatore di dati, che rappresenta una singola coordinata o un singolo valore derivati da una cella di un foglio dati.)

indicatori di dati

Barra, area, punto, sezione o altro simbolo di un grafico che rappresenta una singola coordinata o un singolo valore derivati da una cella di un foglio dati. Gli indicatori di dati relativi in un grafico costituiscono una serie di dati.

riquadro Dati

Area della finestra che visualizza il set di risultati della query.

punti dati

Singoli valori tracciati in un grafico. I punti dati correlati costituiscono una serie di dati. I punti dati sono rappresentati da barre, colonne, linee, sezioni di torte o anelli, punti e varie altre forme dette indicatori di dati.

area dati

Intervallo di celle contenente dati e limitato da celle vuote o dai bordi del foglio dati.

serie di dati

Punti dati correlati tracciati in un grafico e derivati dalle righe o dalle colonne di un foglio dati. Ogni serie di dati di un grafico è visualizzata con un colore o un motivo univoco. In un grafico è possibile tracciare una o più serie di dati. Nei grafici a torta è possibile rappresentare una sola serie di dati.

serie di dati

Punti dati correlati tracciati in un grafico. Ogni serie di dati in un grafico è visualizzata con un colore o un motivo univoco ed è rappresentata nella legenda del grafico. In un grafico, è possibile tracciare una o più serie di dati. Nei grafici a torta è possibile rappresentare una sola serie di dati.

origine dati

Insieme memorizzato di informazioni sull'origine dei dati utilizzate per la connessione a un database. Un'origine dati può includere il nome e la posizione del server di database, il nome del driver di database e le informazioni necessarie per l'accesso.

driver origine dati

File di programma utilizzato per connettersi a un database specifico. Ogni programma o sistema di gestione di database richiede un driver specifico.

tabella dati

Intervallo di celle che visualizza il risultato della sostituzione di valori diversi in una o più formule. Esistono due tipi di tabelle dati: tabelle a input singolo e tabelle a input doppio.

tabella dati nei grafici

Griglia che può essere aggiunta ad alcuni grafici e che contiene i dati numerici utilizzati per creare il grafico. La tabella dati è in genere associata all'asse delle categorie del grafico e sostituisce le etichette di graduazione.

convalida dei dati

Caratteristica di Excel che consente di definire restrizioni sui tipi di dati che è possibile o è necessario immettere in una cella. È inoltre possibile visualizzare messaggi per indicare all'utente il formato corretto dell'immissione e informarlo in caso di immissioni non corrette.

database

Insieme di dati correlati a un particolare oggetto o scopo. All'interno di un database le informazioni su una particolare entità, ad esempio un dipendente o un ordine, sono suddivise in tabelle, record e campi.

conversazione DDE

Interazione tra due applicazioni che comunicano e scambiano dati tramite funzioni e codice speciali, funzionalità nota come scambio dinamico dei dati (DDE, Dynamic Data Exchange.)

cartella di lavoro di avvio predefinita

La nuova cartella di lavoro non ancora salvata che viene visualizzata all'avvio di Excel. La cartella di lavoro di avvio predefinita viene visualizzata solo se non sono state incluse altre cartelle di lavoro nella cartella XLStart.

modello di cartella di lavoro predefinito

Il modello Cartella.xlt creato per modificare il formato predefinito delle nuove cartelle di lavoro. È possibile utilizzare il modello per creare una cartella di lavoro vuota quando si avvia Excel oppure è possibile creare una nuova cartella di lavoro senza specificare un modello.

modello di foglio di lavoro predefinito

Il modello Foglio.xlt creato per modificare il formato predefinito dei nuovi fogli di lavoro vuoti. È possibile utilizzare il modello per creare un foglio di lavoro vuoto quando se ne aggiunge uno a una cartella di lavoro.

dipendenti

Celle contenenti formule che fanno riferimento ad altre celle. Se ad esempio la cella D10 contiene la formula =B5, la cella D10 è una dipendente della cella B5.

area di destinazione

Intervallo di celle selezionato per la visualizzazione dei dati riepilogati in un consolidamento. L'area di destinazione può trovarsi nello stesso foglio di lavoro dei dati di origine oppure in un foglio di lavoro diverso. Un foglio di lavoro può contenere un solo consolidamento.

dati dettaglio

Per i subtotali automatici e le strutture del foglio di lavoro, le righe o le colonne di subtotali che vengono calcolate dai dati di riepilogo. I dati dettaglio sono in genere adiacenti ai dati di riepilogo, al di sopra o a sinistra di essi.

linee di proiezione

Nei grafici a linee e ad area, le linee che vanno da una categoria all'asse delle categorie (X). Utili nei grafici ad area per evidenziare la fine di un indicatore di dati e l'inizio del successivo.

elenco a discesa

Controllo disponibile in un menu, una barra degli strumenti o una finestra di dialogo che visualizza un elenco di opzioni quando si fa clic sulla freccia posta accanto alla casella di riepilogo.

campo dei valori

Campo di una tabella, un elenco o un database di origine contenente i dati riepilogati in un rapporto di tabella pivot o grafico pivot. Un campo dei valori contiene in genere dati numerici, quali statistiche o totali.

area dei valori

La parte di un rapporto di tabella pivot contenente dati di riepilogo. I valori contenuti in ogni cella dell'area dati rappresentano un riepilogo dei dati provenienti dalle righe o dai record di origine.

E

Torna all'inizio

grafico incorporato

Grafico inserito in un foglio di lavoro invece che in un foglio grafico separato. I grafici incorporati sono utili per visualizzare o stampare un grafico o un rapporto di grafico pivot con i relativi dati di origine o altre informazioni contenute nel foglio di lavoro.

barre di errore

Utilizzate in genere nei dati statistici o scientifici, le barre di errore indicano l'errore potenziale (o margine di errore) relativo a ogni indicatore di dati di una serie.

componente aggiuntivo di Excel

Componenti che è possibile installare nel computer per aggiungere comandi e funzioni a Excel. Queste applicazioni aggiuntive sono specifiche di Excel. Altri componenti aggiuntivi disponibili per Excel o Microsoft Office sono componenti aggiuntivi COM (Component Object Model).

tabella Excel

Precedentemente nota come elenco Excel, consente di creare, formattare ed espandere per organizzare i dati del foglio di lavoro.

espressione

Combinazione di operatori, nomi di campi, funzioni, valori letterali e costanti che restituisce un singolo valore. Le espressioni possono specificare criteri, ad esempio Importo ordini>10000, oppure eseguire calcoli sui valori dei campi, ad esempio Prezzo*Quantità.

dati esterni

Dati memorizzati in un database, ad esempio di Access, dBASE o SQL Server, distinto da Query e dal programma da cui si è avviato Query.

dati esterni

Dati memorizzati esternamente a Excel, ad esempio in database creati in Access, dBASE, SQL Server o in un server Web.

intervallo di dati esterno

Intervallo di dati importato in un foglio di lavoro, ma proveniente da un'origine esterna a Excel, quale un database o un file di testo. È possibile formattare i dati in Excel o utilizzarli per i calcoli come qualsiasi altro dato.

riferimento esterno

Riferimento a una cella o a un intervallo contenuto in un'altra cartella di lavoro di Excel oppure un riferimento a un nome definito in un'altra cartella di lavoro.

F

Torna all'inizio

campo (database)

Categoria di informazioni, ad esempio cognome o totale ordine, memorizzata in una tabella. Quando Query visualizza un set di risultati nel riquadro Dati, i campi sono rappresenti come colonne.

campo (rapporto di tabella pivot)

In un rapporto di tabella pivot o di grafico pivot, categoria di dati derivata da un campo nei dati di origine. I rapporti di tabella pivot contengono campi riga, colonna, pagina e dati mentre i rapporti di grafico pivot contengono campi serie, categoria, pagina e dati.

quadratino di riempimento

Quadratino nero nell'angolo inferiore destro della selezione. Quando si posiziona il puntatore del mouse sul quadratino di riempimento, il puntatore assume la forma di una croce nera.

filtrare

Visualizzare solo le righe di un elenco che soddisfano le condizioni specificate. Utilizzare il comando Filtro automatico per visualizzare solo le righe corrispondenti a uno o più valori, valori calcolati o condizioni specifici.

tipo di carattere

Progettazione grafica applicata a tutti i numeri, simboli e caratteri alfabetici. Detto anche tipo o il carattere tipografico. Arial e Courier New sono illustrati esempi di tipi di carattere. Tipi di carattere sono disponibili in genere in dimensioni diverse, ad esempio 10 punti e stili diversi, ad esempio grassetto.

formula

Sequenza di valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure operatori contenuti in una cella che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia sempre con un segno di uguale (=).

barra della formula

Barra disponibile nella parte superiore della finestra di Excel e utilizzata per l'immissione o la modifica di formule o valori contenuti nelle celle o nei grafici. Visualizza il valore costante o la formula memorizzati nella cella attiva.

finestra di dialogo Argomenti funzione

Strumento che semplifica la creazione e la modifica di una formula e che fornisce inoltre informazioni sulle funzioni e i relativi argomenti.

funzione (Microsoft Query)

Espressione che restituisce un valore in base ai risultati del calcolo. In Query si presuppone che le origini dati supportino le funzioni Media, Conteggio, Max, Min e Somma. Alcune origini dati potrebbero non supportare tutte queste funzioni o potrebbero supportarne altre.

funzione (Office Excel)

Formula predefinita che accetta uno o più valori, esegue un'operazione e restituisce uno o più valori. Utilizzare le funzioni per semplificare e abbreviare le formule in un foglio di lavoro, in particolare se si eseguono calcoli lunghi e complessi.

R

Torna all'inizio

ricerca obiettivo

Metodo che consente di trovare un valore specifico per una cella regolando il valore di un'altra cella. Durante la ricerca di un obiettivo, il valore contenuto nella cella specificata viene modificato fino a quando la formula dipendente da tale cella non restituisce il risultato desiderato.

griglia

Un set di linee intersecanti utilizzate per allineare gli oggetti.

griglia nei grafici

Linee che è possibile aggiungere a un grafico che rendono più semplice la visualizzazione e l'esame dei dati. Le griglie si estendono su un'area del grafico che dai segni di graduazione posti su un asse giunge a comprendere l'area del tracciato.

gruppo

Una o più righe o colonne di dettaglio in una struttura o in rapporto di tabella pivot, adiacenti e subordinate a una riga o colonna di riepilogo.

L

Torna all'inizio

linee di Min-Max

Nei grafici a linee 2D, le linee che vanno dal valore massimo a quello minimo in ogni categoria. Le linee di Min-Max vengono spesso utilizzate nei grafici per quotazioni azionarie.

foglio di lavoro Cronologia

Foglio di lavoro separato in cui sono elencate le modifiche registrate in una cartella di lavoro condivisa, inclusi l'autore e la data della modifica, i dati eliminati o sostituiti e le scelte adottate per la risoluzione dei conflitti che si sono verificati.

I

Torna all'inizio

identificatore

Nome di campo utilizzato in un'espressione. Ad esempio, Importo ordini è l'identificatore (nome di campo) di un campo che contiene gli importi degli ordini. È possibile utilizzare un'espressione, ad esempio Prezzo*Quantità, invece di un identificatore.

intersezione implicita

Riferimento a un intervallo di celle anziché a una singola cella, che viene calcolato come una singola cella. Se la cella C10 contiene la formula =B5:B15*5, il valore della cella B10 verrà moltiplicato per 5 perché le celle B10 e C10 sono sulla stessa riga.

indice

Componente di un database che consente di velocizzare la ricerca di dati. Quando una tabella è dotata di un indice, sarà possibile trovare i dati di una tabella cercandoli nell'indice.

inner join

In Query, tipo predefinito di join tra due tabelle tramite il quale vengono selezionati solo i record che presentano gli stessi valori nei campi uniti tramite join. I due record corrispondenti di ogni tabella vengono combinati e visualizzati come un unico record nel set di risultati.

cella di input

Cella in cui viene sostituito ogni valore di input di una tabella dati. È possibile utilizzare come cella di input qualsiasi cella del foglio di lavoro. Sebbene non sia necessario che la cella di input faccia parte della tabella dati, è necessario che le formule della tabella dati facciano riferimento alla cella di input.

riga di inserimento

In un elenco, una riga speciale che semplifica l'immissione dei dati. La riga di inserimento è indicata da un asterisco.

Internet Explorer

Browser che interpreta i file HTML, li formatta come pagine Web e li visualizza. È possibile scaricare Internet Explorer dal sito Web di Microsoft, all'indirizzo http://www.microsoft.com/italy.

elemento

Sottocategoria di un campo nei rapporti di tabella pivot e grafico pivot. Ad esempio, il campo "Mese" potrebbe includere gli elementi "Gennaio", "Febbraio" e così via.

iterazione

Ripetizione dei calcoli di un foglio di lavoro fino al verificarsi di una specifica condizione numerica.

J

Torna all'inizio

join

Connessione tra più tabelle in cui i record corrispondenti di campi correlati vengono combinati e visualizzati come un unico record. I record privi di corrispondenza possono essere inclusi o esclusi, a seconda del tipo di join.

linea di join

In Query, una linea che collega i campi di due tabelle e visualizza così le relazioni tra i dati. Il tipo di join indica quali record sono selezionati per il set di risultati della query.

linea di join

In Query, una linea che collega i campi di due tabelle e visualizza così le relazioni tra i dati. Il tipo di join indica quali record sono selezionati per il set di risultati della query.

giustificare

Regolare la spaziatura orizzontale in modo che il testo viene allineato uniformemente lungo i margini sinistro e destro. Giustificare il testo crea un bordo uniforme su entrambi i lati.

L

Torna all'inizio

legenda

Riquadro per l'identificazione dei motivi o dei colori assegnati alle serie di dati o alle categorie di un grafico.

chiavi legenda

Simboli contenuti nelle legende che illustrano i motivi e i colori assegnati alle serie di dati (o alle categorie) di un grafico. Le chiavi legenda vengono visualizzate a sinistra delle voci della legenda. La formattazione di una chiave legenda implica anche la formattazione degli indicatori di dati associati.

campo o record bloccato

Condizione di un record, campo o altro oggetto di un database che ne consente la visualizzazione ma non la modifica in Query (di sola lettura).

I

Torna all'inizio

intervallo mappato

Intervallo in un elenco XML collegato a un elemento in un mapping XML.

matrice

Matrice rettangolare di valori o intervallo di celle unito ad altre matrici o intervalli al fine di generare diverse somme o prodotti. In Excel sono disponibili funzioni matrice predefinite per il calcolo delle somme o dei prodotti.

cella unita

Singola cella ottenuta tramite l'unione di due o più celle selezionate. Il riferimento di cella per una cella unita corrisponde alla prima cella in alto a sinistra nell'intervallo selezionato in origine.

controllo Microsoft Excel

Controllo nativo di Excel che non sia un controllo ActiveX.

Guida di Microsoft Visual Basic

Per visualizzare la Guida di Visual Basic in Excel, nel gruppo Codice della scheda Sviluppo fare clic su Visual Basic, quindi scegliere Guida in linea Microsoft Visual Basic dal menu ?

media mobile

Sequenza di medie calcolate su parti di una serie di dati. In un grafico, una media mobile è utile per limitare le oscillazioni dei dati in modo che il modello o la tendenza siano individuabili più chiaramente.

bordo tratteggiato

Bordo animato visualizzato attorno a un intervallo del foglio di lavoro che è stato tagliato o copiato. Per annullare un bordo tratteggiato, premere ESC.

etichette di categoria a più livelli

Etichette di categoria in un grafico che, in base ai dati del foglio di lavoro, vengono visualizzate automaticamente su più righe in una gerarchia. L'intestazione Prodotti agricoli, ad esempio, potrebbe essere visualizzata al di sopra di una riga con le intestazioni Tofu, Mele e Pere.

N

Torna all'inizio

nome

Parola o stringa di caratteri che rappresenta una cella, un intervallo di celle, una formula o un valore costante. Utilizzare nomi chiaramente comprensibili, ad esempio Prodotti, per fare riferimento a intervalli di difficile interpretazione, come Vendite!C20:C30.

casella Nome

Casella all'estrema sinistra della barra della formula che identifica la cella, l'elemento del grafico o l'oggetto disegno selezionato. Per assegnare un nome a una cella o a un intervallo, digitarlo nella casella Nome e premere INVIO. Per spostarsi su una cella denominata e selezionarla, fare clic sul nome nella casella Nome.

selezione non adiacente

Selezione di due o più celle o intervalli non contigui. Quando si tracciano selezioni non adiacenti in un grafico, assicurarsi che le selezioni abbiano una forma rettangolare nel loro complesso.

origine dati non OLAP

Dati sottostanti a un rapporto di tabella pivot o grafico pivot provenienti da un'origine diversa da un database OLAP, ad esempio database relazionali, elenchi in fogli di lavoro di Excel e database di file di testo.

O

Torna all'inizio

ObjectLink

Formato di dati OLE che descrive un oggetto collegato e ne identifica la classe, il nome del documento e il nome. Questi dati sono stringhe a terminazione Null.

file cubo non in linea

File creato sul disco rigido o in una condivisione di rete per memorizzare i dati di origine OLAP per un rapporto di tabella pivot o grafico pivot. I file cubo non in linea consentono di continuare a utilizzare un rapporto anche quando non si è connessi al server OLAP.

OLAP

Tecnologia database ottimizzata per la creazione di query e rapporti, in alternativa all'elaborazione di transazioni. I dati OLAP sono organizzati gerarchicamente e memorizzati in cubi anziché in tabelle.

provider OLAP

Software che fornisce l'accesso a un determinato tipo di database OLAP. Tale software può contenere un driver di origine dati e un software client necessario per la connessione a un database.

operando

Elemento presente su entrambi i lati di un operatore in una formula. In Excel gli operandi possono essere valori, riferimenti di cella, nomi, etichette e funzioni.

operatore

Un segno o un simbolo che specifica il tipo di calcolo da eseguire in un'espressione. Esistono operatori matematici, di confronto, logici e di riferimento.

join esterno

In Query, join in cui vengono selezionati tutti i record di una tabella, anche se non esistono record corrispondenti in un'altra tabella. I record corrispondenti vengono combinati e visualizzati come singolo record. I record privi di corrispondenza nell'altra tabella vengono visualizzati vuoti.

join esterno

Join in cui vengono selezionati tutti i record di una tabella, anche se non esistono record corrispondenti in un'altra tabella. I record corrispondenti vengono combinati e visualizzati come singolo record. I record privi di corrispondenza nell'altra tabella vengono visualizzati vuoti.

struttura

Dati di un foglio di lavoro in cui le righe o le colonne dei dati dettaglio sono raggruppate in modo da consentire la creazione di rapporti di riepilogo. Una struttura consente di riepilogare un intero foglio di lavoro o una parte selezionata.

dati struttura

Dati contenuti in una struttura di un foglio di lavoro. I dati di una struttura includono sia i dati di riepilogo, sia le righe o le colonne di dettaglio della struttura.

simboli di struttura

Simboli utilizzati per modificare la visualizzazione di un foglio di lavoro dotato di una struttura. È possibile visualizzare o nascondere i dati di dettaglio facendo clic sul segno più, sul segno meno o sui numeri 1, 2, 3 o 4 che indicano il livello di struttura.

OwnerLink

Formato di dati OLE che descrive un oggetto incorporato e ne identifica la classe, il nome del documento e il nome. Questi dati sono stringhe a terminazione Null.

P

Torna all'inizio

interruzione di pagina

Separatore che divide un foglio di lavoro in più pagine per la stampa. In base alle dimensioni del foglio, alle impostazioni dei margini, alle opzioni di ingrandimento e alle posizioni delle interruzioni di pagina manuali inserite dall'utente, vengono inserite interruzioni di pagina automatiche.

anteprima interruzioni di pagina

Visualizzazione del foglio di lavoro che mostra le aree da stampare e la posizione delle interruzioni di pagina. L'area da stampare viene visualizzata in bianco, le interruzioni di pagina automatiche sono rappresentate da linee tratteggiate e quelle manuali da linee continue.

parametro

In Excel è possibile aggiungere, modificare o rimuovere parametri per specificare le celle modificabili nei dati del foglio di lavoro visualizzabile di Excel Services. Quando si salva la cartella di lavoro, le modifiche vengono automaticamente riflesse sul server.

query con parametri

Tipo di query che in fase di esecuzione richiede i valori (criteri) da utilizzare per selezionare i record da inserire nel set di risultati, in modo che sia possibile utilizzare la stessa query per recuperare set di risultati diversi.

password

Metodo utilizzato per proteggere il foglio di lavoro o la cartella di lavoro. Quando si proteggono gli elementi del foglio di lavoro o della cartella di lavoro con una password, è importante non dimenticarla. Senza di essa, infatti, non sarà possibile rimuovere la protezione dalla cartella di lavoro o dal foglio di lavoro. Utilizzare sempre password complesse composte da lettere maiuscole e minuscole, numeri e simboli. Le password che non soddisfano questi requisiti sono considerate deboli. Un esempio di password complessa può essere Y6dh!et5. Un esempio di password vulnerabile è Casa27. Utilizzare comunque password complesse che si possano ricordare in modo da non doverne prendere nota.

area di incollamento

Destinazione dei dati tagliati o copiati negli Appunti di Office.

area pivot

Area del foglio di lavoro in cui si trascinano i campi di tabella pivot o grafico pivot per modificare il layout del rapporto. In un nuovo rapporto, l'area pivot viene indicata da bordi tratteggiati di colore blu nel foglio di lavoro.

campo categoria di un grafico pivot

Campo assegnato a un orientamento di categoria in un rapporto di grafico pivot. Le categorie vengono in genere visualizzate sull'asse orizzontale, o asse X, del grafico.

rapporto di grafico pivot

Grafico che fornisce un'analisi interattiva dei dati, come un rapporto di tabella pivot. È possibile modificare le visualizzazioni dei dati, mostrare livelli diversi di dettaglio o riorganizzare il layout del grafico trascinando i campi e visualizzando o nascondendo gli elementi nei campi.

campo serie di un grafico pivot

Campo assegnato a un orientamento di serie in un rapporto di grafico pivot. Le serie sono rappresentate nella legenda del grafico.

dati di tabella pivot

In un rapporto di tabella pivot, i dati riepilogati che vengono calcolati a partire dai campi dati di una tabella o di un elenco di origine.

totali complessivi di tabella pivot

Valori dei totali di tutte le celle in una riga o in una colonna di un rapporto di tabella pivot. I valori contenuti in una riga o una colonna di totale complessivo vengono calcolati utilizzando la stessa funzione di riepilogo utilizzata nell'area dati del rapporto di tabella pivot.

elenco di tabella pivot

Controllo Microsoft Office Web Components che consente di creare una struttura simile a un rapporto di tabella pivot di Excel. È possibile visualizzare l'elenco di tabella pivot in un browser e modificarne il layout, in modo simile a come si modifica un rapporto di tabella pivot di Excel.

rapporto di tabella pivot

Rapporto interattivo a tabelle incrociate che riepiloga e analizza dati, quali record di database, provenienti da varie origini, incluse quelle esterne a Excel.

rapporto di tabella pivot

Rapporto interattivo a tabelle incrociate che riepiloga e analizza dati, quali record di database, provenienti da varie origini, incluse quelle esterne a Excel.

subtotale di tabella pivot

Riga o colonna che utilizza una funzione di riepilogo per visualizzare il totale degli elementi di dettaglio di un campo tabella pivot.

area del tracciato

Nei grafici 2D, l'area delimitata dagli assi che include tutte le serie di dati. In un grafico 3D, l'area limitata dagli assi che include tutte le serie di dati, i nomi delle categorie, le etichette di graduazione e i titoli degli assi.

punto

Unità di misura corrispondente a 0,036 cm (1/72 di pollice).

precedenti

Celle a cui fa riferimento una formula contenuta in un'altra cella. Ad esempio, se la cella D10 contiene la formula =B5, la cella B5 è una precedente della cella D10.

chiave primaria

Uno o più campi che identificano in modo univoco tutti i record di una tabella. La chiave primaria identifica in modo univoco un record nello stesso modo in cui un numero di targa identifica in modo univoco un'automobile.

area di stampa

Uno o più intervalli di celle selezionati per la stampa quando non si desidera stampare l'intero foglio di lavoro. Se un foglio di lavoro include un'area di stampa viene stampata solo l'area di stampa.

titoli di stampa

Etichette di riga o di colonna che vengono stampate nella parte superiore o sinistra di ogni pagina in un foglio di lavoro stampato.

campi di proprietà

Attributi indipendenti associati agli elementi, o membri, di un cubo OLAP. Ad esempio, se gli elementi Città contengono le proprietà Dimensione e Popolazione memorizzate nel cubo del server, un rapporto di tabella pivot potrà visualizzare la dimensione e la popolazione di ogni città.

proteggere

Impostare un foglio di lavoro o una cartella di lavoro in modo da impedire che altri utenti possano visualizzare o accedere agli elementi specificati di un foglio di lavoro o di una cartella di lavoro.

filtro rapporto

Un campo tramite cui viene utilizzato per filtrare un sottoinsieme di dati in una tabella pivot o grafico pivot report in una pagina per ulteriormente il layout e analisi. È possibile visualizzare un riepilogo di tutti gli elementi in un filtro rapporto o visualizzare un elemento alla volta, che consente di filtrare i dati per tutti gli altri elementi.

Q

Torna all'inizio

query

In Query o Access, strumento per individuare i record che soddisfano le condizioni specificate nell'interrogazione eseguita sui dati memorizzati in un database.

canale query

Il canale query viene utilizzato in una conversazione DDE tra l'applicazione di destinazione e una query specifica, ad esempio Query1, in Query. Per utilizzare un canale query è necessario avere già aperto una finestra della query utilizzando un canale sistema.

struttura query

Tutti gli elementi inclusi nella finestra della query, ovvero tabelle, criteri, l'ordine di disposizione dei campi e così via. La struttura specifica inoltre se è attivata la funzione di query automatica e se è possibile modificare i dati di origine.

I

Torna all'inizio

intervallo

Due o più celle in un foglio. È possibile che le celle di un intervallo siano adiacenti o non adiacenti.

sola lettura

Impostazione che consente di leggere o copiare un file, ma non di modificarlo o salvarlo.

record

Insieme di informazioni su una particolare persona, luogo, evento o cosa. Quando Query visualizza un set di risultati nel riquadro Dati, i campi sono rappresentati come righe.

aggiornare (intervallo di dati esterno)

Aggiornare i dati provenienti da un'origine dati esterna. Ogni volta che si aggiornano i dati, nel database verrà visualizzata la versione più recente delle informazioni, incluse le modifiche apportate ai dati.

aggiornare (rapporto di tabella pivot)

Aggiornare il contenuto di un rapporto di tabella pivot o grafico pivot in base alle modifiche dei dati di origine sottostanti. Se il rapporto è basato su dati esterni, l'aggiornamento eseguirà la query sottostante per recuperare i dati nuovi o modificati.

analisi di regressione

Tipo di analisi statistica utilizzata per le previsioni. L'analisi di regressione stima i rapporti tra le variabili in modo che sia possibile valutare l'andamento di una determinata variabile in funzione delle altre.

riferimento relativo

In una formula, indirizzo di una cella basato sulla posizione relativa della cella contenente la formula e della cella a cui si fa riferimento. Se si copia la formula, il riferimento viene modificato automaticamente. Un riferimento relativo ha formato A1.

riferimento remoto

Riferimento a dati memorizzati in un documento da un altro programma.

modello di rapporto

Modello di Excel (file xlt) che include una o più query o rapporti di tabella pivot basati su dati esterni. Quando si salva un modello di rapporto, nel modello viene salvata la definizione della query, ma non vengono memorizzati i dati recuperati tramite la query.

set di risultati

Insieme dei record risultanti dall'esecuzione di una query. Il set di risultati di una query può essere visualizzato in Query oppure lo si può importare in un foglio di lavoro di Excel per eseguire ulteriori analisi.

intestazione di riga

Area in grigio numerata visualizzata a sinistra di ogni riga. Fare clic sull'intestazione di riga per selezionare un'intera riga. Per aumentare o ridurre l'altezza di una riga, trascinare la linea al di sotto dell'intestazione.

etichetta di riga

Campo a cui è assegnato un orientamento di riga in un rapporto di tabella pivot.

valore R al quadrato

Indicatore compreso tra 0 e 1 che indica il grado di corrispondenza tra i valori stimati per la linea di tendenza e i valori reali. Una linea di tendenza risulta più precisa quando il relativo valore R al quadrato è uguale o prossimo a 1. Denominato anche coefficiente di determinazione.

S

Torna all'inizio

scenario

Set denominato di valori di input che è possibile sostituire in un modello di foglio di lavoro.

BLOC SCORR

Quando il blocco scorrimento è attivato, i tasti di direzione consentiranno di scorrere il foglio attivo anziché rendere attiva una cella diversa. Per attivare o disattivare il blocco scorrimento, premere il tasto BLOC SCORR.

sezione

Qualsiasi combinazione di un foglio di lavoro, una visualizzazione e uno scenario scelti al momento della creazione di un rapporto. Un rapporto può contenere diverse sezioni.

selezionare

Evidenziare una cella o un intervallo di celle in un foglio di lavoro. Il comando o l'operazione successiva verrà eseguita sulle celle selezionate.

pulsante Seleziona tutto

Rettangolo grigio nell'angolo superiore sinistro di un foglio dati, nel punto in cui le intestazioni di riga e di colonna si incontrano. Fare clic su questo pulsante per selezionare tutte le celle di un foglio dati.

asse delle serie

Asse di un grafico che rappresenta la profondità in un grafico 3D effettivo. Su tale asse vengono indicati i nomi delle serie come valori di testo scelti dall'utente. Non possono essere visualizzati valori numerici in scala.

campo serie

Campo visualizzato nell'area delle serie del rapporto di grafico pivot. Gli elementi di un campo serie sono elencati nella legenda e forniscono i nomi delle singole serie di dati.

linee delle serie

In istogrammi e grafici 2D a barre in pila, le linee di connessione degli indicatori di dati in ogni serie di dati. Sono utilizzate per evidenziare la differenza di misura di ogni serie.

cartella di lavoro condivisa

Cartella di lavoro impostata in modo che ne sia consentita la visualizzazione e la modifica contemporanea da parte di più utenti di una rete. Ogni utente che salva la cartella potrà vedere le modifiche apportate dagli altri utenti.

singola cella mappata

Cella collegata a un elemento non ripetuto in un mapping XML.

tipo di ordinamento

Metodo per organizzare i dati in base al valore o al tipo di dati. È possibile ordinare i dati alfabeticamente, numericamente o per data. I tipi di ordinamento utilizzano un ordine crescente (da 1 a 9, da A a Z) o decrescente (da 9 a 1, da Z a A).

aree di origine

Intervalli di celle consolidati nell'area di destinazione specificata. Le aree di origine possono essere disponibili in qualsiasi foglio di lavoro di una cartella di lavoro, in altre cartelle di lavoro aperte o chiuse oppure in fogli di lavoro di Lotus 1-2-3.

dati di origine

Elenco o tabella utilizzata per creare un rapporto di tabella pivot o di grafico pivot. I dati di origine possono derivare da una tabella o da un intervallo di Excel, da un database o da un cubo esterno oppure da un altro rapporto di tabella pivot.

SQL

Linguaggio utilizzato per recuperare, aggiornare e gestire i dati. Quando si crea una query, Query utilizza il linguaggio SQL per creare l'istruzione SQL SELECT corrispondente. Se si conosce il linguaggio SQL, è possibile visualizzare o modificare l'istruzione SQL SELECT.

carattere standard

Tipo di carattere predefinito per i fogli di lavoro. Il carattere standard determina il carattere predefinito per lo stile di cella Normale.

dati di riepilogo

Tutte le righe o le colonne in cui sono riepilogati i dati dettaglio dei subtotali automatici e delle strutture del foglio di lavoro. I dati di riepilogo sono in genere adiacenti ai dati dettaglio, al di sotto di essi.

funzione di riepilogo

Tipo di calcolo che combina dati di origine in un rapporto di tabella pivot o in una tabella di consolidamento oppure quando vengono inseriti subtotali automatici in un database o in un elenco. Di seguito sono riportati alcuni esempi di funzioni riepilogo: SOMMA, CONTA.NUMERI e MEDIA.

canale sistema

Utilizzato in una conversazione DDE tra applicazioni per ottenere informazioni relative al sistema, quali le connessioni correnti, le query aperte e lo stato dell'applicazione di destinazione.

R

Torna all'inizio

riquadro Tabella

Area della finestra della query in cui sono visualizzate le tabelle di una query. Ogni tabella visualizza i campi da cui è possibile recuperare i dati.

modello

Cartella di lavoro creata per essere utilizzata come base per altre cartelle di lavoro simili. È possibile creare modelli per le cartelle di lavoro e per i fogli di lavoro. Il modello predefinito per le cartelle di lavoro è denominato Cartella.xtl mentre il modello predefinito per i fogli di lavoro è denominato Foglio.xlt.

casella di testo

Oggetto rettangolare in un foglio di lavoro o in un grafico in cui è possibile digitare testo.

segni di graduazione ed etichette di graduazione

I segni di graduazione sono piccole linee di misurazione, simili alle tacche di un righello, che intersecano un asse. Le etichette di graduazione identificano le categorie, i valori o le serie del grafico.

titoli nei grafici

Testo descrittivo allineato automaticamente a un asse o centrato nella parte superiore di un grafico.

riga Totale

Riga speciale in un elenco che include una selezione di funzioni di aggregazione utili per l'utilizzo di dati numerici.

totali

Uno dei cinque tipi di calcolo predefiniti in Query: Somma, Media, Conteggio, Min e Max.

frecce di individuazione

Frecce che indicano le relazioni tra la cella attiva e le celle correlate. Le frecce di individuazione degli errori sono blu quando si estendono da una cella che fornisce dati a un'altra cella, mentre sono rosse se una cella contiene un valore di errore, ad esempio #DIV/0!.

linea di tendenza

Rappresentazione grafica delle tendenze nelle serie di dati, ad esempio una linea inclinata verso l'altro per rappresentare un incremento delle vendite in un determinato periodo. Le linee di tendenza vengono utilizzate per lo studio dei problemi di previsione, noti anche con il nome di analisi di regressione.

etichetta della linea di tendenza

Testo facoltativo per una linea di tendenza, che può includere l'equazione di regressione o il valore di R al quadrato (oppure entrambi). È possibile formattare o spostare un'etichetta della linea di tendenza, ma non è possibile ridimensionarla.

B

Torna all'inizio

barre crescenti-decrescenti

Nei grafici a linee con più serie di dati, le barre che indicano la differenza tra le coordinate della prima e dell'ultima serie.

A

Torna all'inizio

valore

Testo, data, numero o input logico che completa una condizione che deve soddisfare un campo per la ricerca o filtro. Ad esempio, il campo autore con uguale condizione < b > </b > deve includere un valore, ad esempio < b > John </b >, per il completamento.

asse dei valori

Asse di un grafico che rappresenta i valori numerici in scala.

vertici

Piccoli quadratini neri trascinabili che vengono visualizzati alle estremità e alle intersezioni di linee o curve in determinate forme, ad esempio figure a mano libera, disegni a mano libera e curve, quando si modificano i punti di una forma.

vertici

Piccoli quadratini neri trascinabili che vengono visualizzati alle estremità e alle intersezioni di linee o curve in determinate forme, ad esempio le figure e i disegni a mano libera e le curve.

visualizzazione

Insieme di impostazioni di visualizzazione e di stampa che è possibile denominare e applicare a una cartella di lavoro. È possibile creare più di una visualizzazione della stessa cartella di lavoro senza salvare copie separate della cartella.

Q

Torna all'inizio

query Web

Query che recupera dati memorizzati in una rete Intranet o su Internet.

analisi di simulazione

Modifica dei valori contenuti nelle celle per verificare in che modo tale operazione influisce sul risultato delle formule nel foglio di lavoro. Un esempio di analisi di simulazione è la variazione del tasso di interesse utilizzato in una tabella di ammortamento per determinare l'importo totale dei pagamenti.

workbook

File di programma foglio di lavoro create in Excel. Una cartella di lavoro contiene fogli di lavoro di righe e colonne in cui è possibile immettere e calcolare i dati.

foglio di lavoro

Documento principale utilizzato in Excel per la memorizzazione e l'elaborazione dei dati. Un foglio di lavoro, denominato anche foglio di calcolo, è costituito da celle disposte in righe e colonne ed è sempre memorizzato in una cartella di lavoro.

file di area di lavoro

File in cui vengono salvate le informazioni di visualizzazione per le cartelle di lavoro aperte, in modo da poter riprendere il lavoro in seguito con le stesse impostazioni di dimensione della finestra, area di stampa, ingrandimento dello schermo e visualizzazione. Un file di area di lavoro non contiene le cartelle di lavoro.

Web

Sistema che consente di spostarsi su Internet o in un insieme di cartelle di lavoro e altri documenti di Office collegati tramite collegamenti ipertestuali e posizionati in una condivisione di rete, in una rete Intranet aziendale o su Internet. Quando si utilizza un browser, il Web appare come una raccolta di testo, immagini, suoni e filmati digitali.

a capo automatico

Nel testo, per interrompere la riga del testo automaticamente raggiungere un margine o un oggetto e continuare il testo in una nuova riga.

X

Torna all'inizio

XML

Extensible Markup Language (XML): Una forma abbreviata di Standard Generalized Markup Language (SGML) che consente agli sviluppatori di creare tag personalizzati che offrono flessibilità per l'organizzazione e presentare le informazioni.

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×