Gestire la precedenza delle regole di formattazione condizionale

Quando si creano più regole di formattazione condizionale per un intervallo di celle, è importante conoscere le modalità di valutazione di tali regole, cosa accade nel caso di due o più regole in conflitto, l'impatto prodotto sulla valutazione delle regole quando si copia e si incolla, come modificare la precedenza di valutazione e quando interrompere la valutazione delle regole.

È possibile creare, modificare, eliminare e visualizzare tutte le regole di formattazione condizionale della cartella di lavoro usando la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale (nella scheda Home fare clic su Formattazione condizionale e quindi su Gestisci regole).

Menu Formattazione condizionale con il comando Gestisci regole evidenziato

Quando a un intervallo di celle si applicano due o più regole di formattazione condizionale, le regole vengono valutate rispettando l'ordine di precedenza in cui sono elencate in questa finestra di dialogo (dall'alto in basso).

Ecco un esempio con date di scadenza per i cartellini con gli ID dei dipendenti. Vogliamo usare un colore di sfondo giallo per contrassegnare i cartellini con scadenza entro 60 giorni ma non ancora scaduti e un colore di sfondo rosso per i cartellini scaduti.

Dati con formattazione condizionale

In questo esempio, le celle che contengono i numeri di ID di dipendenti che hanno certificati con data di scadenza entro 60 giorni sono formattate in giallo e i numeri di ID dei dipendenti con certificati scaduti sono formattate in rosso. Le regole sono illustrate nella figura seguente.

Regole di formattazione condizionale

La prima regola (che, se vera, imposta il colore di sfondo della cella sul rosso) verifica un valore di data nella colonna B rispetto alla data corrente, ottenuta usando la funzione OGGI in una formula. La formula deve essere assegnata al primo valore dati nella colonna B, che è B2. La formula per questa regola è =B2<OGGI(). Questa formula viene usata per verificare le celle nella colonna B (celle B2:B15). Se la formula di qualunque cella della colonna B restituisce vero, la cella corrispondente nella colonna A (ad esempio, A5 corrisponde a B5, A11 corrisponde a B11) viene formattata con il colore di sfondo rosso. Dopo la valutazione di tutte le celle specificate in Si applica a in base a questa prima regola, viene verificata la seconda regola. Questa formula controlla se i valori nella colonna B sono inferiori a 60 giorni dalla data corrente. Si supponga ad esempio che la data corrente sia 11/08/2010. La cella in B4, 04/10/2010, corrisponde a meno di 60 giorni da oggi, quindi la regola restituisce vero e la regola viene formattata con il colore di sfondo giallo. La formula per questa regola è =B2<OGGI()+60. Le celle precedentemente formattate in rosso dalla prima regola nell'elenco vengono tralasciate.

Le regole che si trovano all'inizio dell'elenco hanno la precedenza rispetto a quelle che si trovano alla fine. Per impostazione predefinita, le nuove regole vengono sempre aggiunte all'inizio dell'elenco, pertanto hanno la precedenza rispetto alle altre. È quindi importante tenere conto dell'ordine di precedenza delle regole, che può comunque essere modificato usando le frecce Sposta su e Sposta giù nella finestra di dialogo.

Frecce Sposta su e Sposta giù

Per un intervallo di celle è possibile avere più regole di formattazione condizionale che restituiscono vero. Ecco come vengono applicate le regole, prima quando non sono in conflitto e poi quando sono in conflitto:

Le regole non sono in conflitto     Se ad esempio una regola formatta il carattere all'interno di una cella in grassetto e un'altra regola formatta il carattere all'interno della stessa cella in rosso, la cella viene formattata in grassetto e di colore rosso. Dal momento che le due formattazioni non sono in conflitto, vengono applicate entrambe le regole.

Le regole sono in conflitto     È il caso ad esempio in cui una regola imposta il colore del carattere di una cella su rosso e un'altra regola imposta il colore del carattere della stessa cella su verde. Dal momento che le due regole sono in conflitto, è possibile applicare una sola regola. Verrà applicata la regola che ha la precedenza, ossia quella più in alto nell'elenco nella finestra di dialogo.

Durante la modifica del foglio di lavoro, è possibile copiare e incollare i valori delle celle che presentano formati condizionali, ricopiare formati condizionali in un intervallo di celle o utilizzare Copia formato. Queste operazioni possono influire sulla precedenza delle regole di formattazione condizionale creando una nuova regola di formattazione condizionale per le celle di destinazione, basata sulle celle di origine.

Se si copiano e si incollano i valori delle celle con formati condizionali in un foglio di lavoro aperto in un'altra istanza di Excel, vale a dire in un altro processo di Excel in esecuzione contemporanea nel computer, nella seconda istanza non vengono create regole di formattazione condizionale e il formato non viene copiato.

Se una regola di formattazione per un intervallo di celle risulta vera, ha la precedenza su un formato manuale esistente. È possibile applicare un formato manuale usando i pulsanti nel gruppo Carattere della scheda Home (Excel 2016/2013) o nel gruppo Celle della scheda Home (Excel 2010/2007). L'eliminazione della regola di formattazione condizionale non comporta l'eliminazione della formattazione manuale per l'intervallo di celle.

La formattazione manuale non è elencata nella finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale, né viene utilizzata per stabilire la precedenza.

Per garantire la compatibilità con le versioni di Excel precedenti a Excel 2007, è possibile selezionare la casella di controllo Interrompi se Vera nella finestra di dialogo Gestisci regole per simulare la visualizzazione della formattazione condizionale nelle versioni precedenti di Excel che non supportano più di tre regole di formattazione condizionale o più regole applicate allo stesso intervallo.

Se ad esempio sono state impostate più di tre regole di formattazione condizionale per un intervallo di celle e si sta utilizzando una versione di Excel antecedente a Excel 2007 verranno eseguite le operazioni seguenti:

  • Verranno valutate soltanto le prime tre regole.

  • Verrà applicata la prima regola vera nell'ordine di precedenza.

  • Verranno ignorate le regole successive nell'ordine di precedenza se sono vere.

Nella tabella seguente vengono riepilogate tutte le condizioni possibili per le prime tre regole:

Se la regola

è

E se la regola

è

E se la regola

è

Verranno eseguite le operazioni seguenti

Uno

TRUE

Due

True o False

Tre

True o False

La regola uno verrà applicata e le regole due e tre verranno ignorate.

Uno

FALSE

Due

TRUE

Tre

True o False

La regola due verrà applicata e la regola tre verrà ignorata.

Uno

FALSE

Due

FALSE

Tre

TRUE

La regola tre verrà applicata.

Uno

FALSE

Due

FALSE

Tre

FALSE

Non verranno applicate regole.

È possibile selezionare o deselezionare la casella di controllo Interrompi se Vera per modificare il comportamento predefinito:

  • Per valutare solo la prima regola, selezionare la casella di controllo Interrompi se vera per la prima regola.

  • Per valutare solo la prima e la seconda regola, selezionare la casella di controllo Interrompi se Vera per la seconda regola.

Non è possibile selezionare o deselezionare la casella di controllo Interrompi se Vera se la regola esegue la formattazione usando una barra dei dati, una scala dei colori o un set di icone.

Modificare la precedenza delle regole di formattazione condizionale

  1. Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale e quindi su Gestisci regole.

    Menu Formattazione condizionale con il comando Gestisci regole evidenziato

    Vengono visualizzate le regole di formattazione condizionale per la selezione corrente in cui è indicato il tipo di regola, il formato, l'intervallo di celle cui si applica la regola e l'impostazione Interrompi se Vera.

    Se la regola desiderata non viene visualizzata, verificare nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per se è selezionato l'intervallo di celle, il foglio di lavoro, la tabella o il rapporto di tabella pivot corretto.

  2. Selezionare una regola. È possibile selezionare una sola regola per volta.

  3. Per spostare la regola selezionata in alto nell'ordine di precedenza, fare clic su Sposta su. Per spostare la regola selezionata verso il basso nell'ordine di precedenza, fare clic su Sposta giù.

    Frecce Sposta su e Sposta giù

  4. È possibile interrompere la valutazione delle regole in corrispondenza di una regola specifica selezionando la casella di controllo Interrompi se Vera.

Servono altre informazioni?

È sempre possibile rivolgersi a un esperto nella Tech Community di Excel, ottenere supporto nella community Microsoft o suggerire una nuova caratteristica o un miglioramento in Excel UserVoice.

Vedere anche

Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali

Copiare la formattazione condizionale

Rimuovere la formattazione condizionale

Usare una formula per applicare la formattazione condizionale

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×