Flusso delle chiamate con ExpressRoute

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Questo articolo illustra i principi di base del flusso delle chiamate per Skype for Business online ed ExpressRoute, e fornisce alcuni esempi dettagliati di flussi delle chiamate per una maggiore comprensione e per eseguire una corretta programmazione.

Se stai distribuendo Skype for Business online come parte di Office 365, Skype for Business Server Hybrid o Skype for Business Cloud Connector Edition, dovrai conoscere la comunicazione tra il client e i server Skype for Business e il flusso delle chiamate per poter pianificare, distribuire e utilizzare i servizi Skype for Business online e risolvere i problemi relativi.

Panoramica sul flusso delle chiamate

Questo documento descrive i segmenti di rete che possono portare i dati per questi flussi delle chiamate, aiutandoti a capire quale traffico rimarrà locale sulla rete rispetto al traffico che viaggerà attraverso Internet o ExpressRoute. Conoscere il traffico utilizzato da ExpressRoute ti aiuta a valutare i benefici che riceverà la tua azienda dal suo utilizzo, oltre a capirne le istruzioni di distribuzione in modo da convalidare e risolvere i problemi della distribuzione una volta che avrai deciso di utilizzarlo.

Sui flussi delle chiamate qui descritti può influire una serie di fattori che puoi controllare, come regole firewall, configurazione NAT, proxy e configurazione dei router. In questo documento si suppone che siano state applicate le impostazioni consigliate. Tali impostazioni consigliate sono descritte in:

Le impostazioni e le configurazioni che non hanno seguito i passaggi di impostazione presenti nella documentazione possono comportare flussi delle chiamate diversi rispetto a quelli qui illustrati. Inoltre, potresti trovarti di fronte a problemi di configurazione quali percorsi di rete asimmetrici e non ottimali, oppure protocolli di trasporto non ottimali. Il routing asimmetrico rappresenta una considerazione importante quando riguarda ExpressRoute, poiché quest’ultimo introduce un secondo percorso a Office 365, creando la possibilità di un percorso di traffico che utilizza Internet in una direzione e un altro percorso che utilizza ExpressRoute nell’altra direzione. Ciò può causare il blocco del traffico nella direzione di ritorno se attraversa un firewall con stato.

Segmenti di rete e tipi di traffico

Segmenti di rete

Prima di illustrare il flusso delle chiamate, dobbiamo definire alcuni termini che ti aiuteranno a comprendere i segmenti di rete e i tipi di elementi multimediali utilizzati in Skype for Business online.

I diagrammi relativi ai flussi delle chiamate illustrati di seguito mostrano quattro diversi segmenti di rete, ciascuno dei quali è gestito da organizzazioni diverse (la tua rete interna, il tuo provider di servizi di rete e i relativi partner peer-to-peer Internet e infine Microsoft), con diverse caratteristiche di prestazioni. Per le linee guida sui target delle prestazioni di rete, consulta Qualità multimediale e prestazioni della connettività di rete in Skype for Business online.

Di seguito puoi vedere ciascun segmento di rete di cui parleremo.

Segmenti di rete del flusso delle chiamate.

La tua rete Si tratta del segmento di rete che fa parte della rete complessiva da te controllata e gestita. Ciò include tutti i collegamenti all’interno dei tuoi uffici, sia cablati che wireless, tra gli edifici degli uffici, verso centri dati locali e infine i collegamenti a provider Internet o partner ExpressRoute.

In genere, nel perimetro della tua rete sono presenti uno o più DMZ con firewall e/o server proxy che consentono di applicare i criteri di sicurezza della tua organizzazione e che permettono solo il traffico di rete da te impostato e configurato. Poiché è gestita da te, avrai un controllo diretto sulle prestazioni della tua rete, ed è pertanto consigliato il completamento delle valutazioni di rete per convalidare le prestazioni sia all’interno dei siti della tua rete, sia dalla tua rete a Skype for Business online. Per vedere i requisiti delle prestazioni, consulta Qualità multimediale e prestazioni della connettività di rete in Skype for Business online.

Internet Si tratta del segmento di rete che fa parte della tua rete complessiva, utilizzato da utenti che si connettono a Skype for Business online dall’esterno della rete, e per tutte le connessioni quando non è stato configurato ExpressRoute. Poiché Internet e tutte le relative connessioni non vengono gestiti da te o da Microsoft, non è possibile determinare le prestazioni e i percorsi di routing, il che influirà in modo determinante sul flusso delle chiamate e sulla qualità complessive.

ExpressRoute Si tratta del segmento di rete che fa parte della tua rete complessiva e che ti garantirà una connessione dedicata e privata alla rete Microsoft. Questa rappresenta l’opzione consigliata per connettere la tua rete alla rete Microsoft (centri dati Office 365) per tutti i carichi di lavoro che dipendono dalla velocità e dalle prestazioni della rete, come nel caso delle comunicazioni in tempo reale di Skype for Business online. Le connessioni di ExpressRoute effettuate tra la tua rete e la rete Microsoft utilizzano provider di connettività ExpressRoute per garantire una rete privata e gestita, con un tempo di attività del 99,9% e supporto QoS (Quality of Service) in grado di migliorare le prestazioni degli elementi multimediali in tempo reale durante i periodi di congestione della rete.

Rete Microsoft Si tratta del segmento di rete che fa parte della tua rete complessiva che supporta i servizi Office 365. Ciò include tutte le comunicazioni tra i server online per Office 365. Ciò può includere il traffico che attraversa la dorsale di rete Microsoft e che viene trasmesso tra regioni geografiche.

Tipi di traffico

Il traffico di rete per Skype for Business online include due ampie categorie, ciascuna delle quali rientra in un percorso separato nel flusso delle chiamate:

Elementi multimediali in tempo reale, ovvero dati incapsulati all’interno del protocollo RTP (Real-time Transport Protocol) che supportano carichi di lavoro audio, video, di condivisione delle applicazioni e di trasferimento dei file. In generale, il traffico degli elementi multimediali è altamente sensibile alla latenza, e pertanto dovresti fare in modo che questo traffico effettui il percorso più diretto possibile, utilizzando UDP come protocollo layer di trasporto anziché TCP poiché quest’ultimo introduce una latenza maggiore.

Segnalazione, rappresenta il collegamento di comunicazione tra client e server o altri client utilizzati per controllare le attività (ad esempio, quando viene iniziata una chiamata) e garantire la messaggistica istantanea. La maggior parte del traffico di segnalazione utilizza il protocollo SIP, anche se alcuni client utilizzano interfacce REST basate su HTTP. Per semplificare, in questo tipo di traffico includiamo una serie di segnalazioni in grado di percorrere connessioni HTTP e HTTPS o TLS. È importante comprendere che questo tipo di traffico è molto meno sensibile alla latenza, ma può causare interruzioni di servizio o timeout delle chiamate se la latenza tra gli endpoint supera diversi secondi.

Le destinazioni per questo traffico sono disponibili in URL e intervalli di indirizzi IP per Office 365 per tutti i servizi di Office 365. Per ciascun URL, viene indicato se quella porzione di traffico può attraversare ExpressRoute per Office 365. Per i diagrammi che indicano che viene ancora utilizzato Internet per certo traffico quando è abilitato ExpressRoute, vedere Azure ExpressRoute per Office 365. È importante comprendere che anche gli URL elencati come indirizzabili attraverso ExpressRoute possono passare anche attraverso Internet. Ciò significa che, in alcuni scenari, la scelta dell’utilizzo di Internet o ExpressRoute dipende dalla posizione del client e dalla configurazione di server proxy e firewall. È inoltre importante comprendere che poiché non tutti gli URL associati a Office 365 possono utilizzare ExpressRoute, è richiesta una connessione a Internet anche se hai acquistato ExpressRoute da un partner ExpressRoute.

Il traffico che può essere inviato solo attraverso Internet include dipendenze Internet comuni come CRL (Certificate Revocation List), ricerche e risoluzioni dei nomi DNS, URL per servizi Office 365 condivisi quali l’interfaccia di amministrazione Office 365 e alcune funzionalità di comunicazione non in tempo reale di Skype for Business online quali telemetria e federazione per l’interoperabilità con Skype per utenti, oltre a elementi multimediali con streaming per Skype Meeting Broadcast. Per aiutarti a decidere, consulta Routing con ExpressRoute per Office 365 per ulteriori considerazioni quando pianifichi il routing della rete.

Principi dei flussi delle chiamate con Skype for Business

Prima di entrare nei dettagli di scenari di flussi delle chiamate specifici, esistono sei principi generali che ti aiutano a comprendere i flussi delle chiamate per Skype for Business.

  1. Una conferenza Skype for Business viene ospitata nella stessa regione in cui è presente l’organizzatore della conferenza. Questa si trova nel cloud Office 365 se l'organizzatore è un utente online, oppure in un centro dati locale se l’organizzatore della riunione è un utente locale.

  2. Il traffico multimediale inviato da un client a una conferenza ospitata viene sempre diretto al server che ospita la conferenza. Questo può rappresentare un server locale interno a un centro dati da te gestito, o un server online interno al cloud Office 365. Tuttavia, viene sempre utilizzato un server perimetrale per il flusso multimediale per le conferenze online.

  3. Il traffico multimediale per le chiamate peer-to-peer effettua il percorso più diretto disponibile. Il percorso preferito è diretto al peer (client) remoto, ma se tale percorso non è disponibile a causa di un blocco del traffico da parte del firewall o per altri motivi, il traffico verrà inoltrato da uno o più server perimetrali.

  4. Il traffico di segnalazione viene sempre diretto verso il server che ospita l’utente, sia online o locale. Se non è possibile connettersi direttamente al server front end, verrà utilizzato un server perimetrale.

  5. Gli utenti che partecipano a una conferenza ospitata online utilizzeranno sempre un server perimetrale (o due, se richiesto dalle configurazioni del firewall client).

  6. Gli utenti che partecipano a una conferenza ospitata localmente in genere non useranno un server perimetrale se la connessione avviene dall’interno della stessa rete che contiene la distribuzione locale, e utilizzeranno uno o due server perimetrali quando la connessione avviene dall’esterno della rete.

Per ulteriori informazioni sui dettagli relativi al percorso multimediale scelto, consulta ICE - Connettività degli elementi multimediali perimetrali. Anche se questo video riguarda Lync Server 2013, i principi e i protocolli citati si applicano anche a Skype for Business.

Flussi delle chiamate di Skype for Business con ExpressRoute

Ora che hai ottenuto informazioni sui quattro diversi segmenti di rete e su alcuni principi guida generali per i flussi delle chiamate di Skype for Business, puoi usare queste informazioni per comprendere quale traffico Skype for Business attraverserà un segmento di rete ExpressRoute.

In generale, il traffico di rete attraverserà la connessione ExpressRoute se un endpoint è nella tua rete e l’altro endpoint è nel centro dati Office 365. Ciò includerà il traffico di segnalazione tra client e server, il traffico multimediale utilizzato durante le conferenze telefoniche, o le chiamate peer-to-peer che utilizzano un server perimetrale online.

Il traffico non attraverserà la connessione ExpressRoute se entrambi gli endpoint sono in grado di comunicare direttamente attraverso Internet o si trovano all’interno della tua rete. Ciò includerà gli elementi multimediali per le chiamate peer-to-peer, il traffico Internet destinato a una distribuzione locale, o qualsiasi traffico tra Internet e i server perimetrali Office 365. Un esempio di ciò potrebbe essere un utente che partecipa a una conferenza online da un hotel.

Flusso delle chiamate di base di Skype for Business

Per aiutarti ad applicare i principi generali dei flussi delle chiamate Skype for Business descritti in precedenza, la seguente sessione di questo articolo presenta diversi diagrammi di riferimento. Non si tratta di un elenco completo di tutti i flussi delle chiamate possibili, ma serve per aiutarti ad applicare i principi illustrati in precedenza. In aggiunta, gli scenari nei diagrammi sono stati scelti per trattare tipi di distribuzione comuni quali Skype for Business online, Business Server Hybrid, Business Cloud Connector Edition e, in un caso speciale, Skype Meeting Broadcast.

Nota : Un sottoinsieme del traffico utilizzato da Skype for Business non può essere inviato attraverso ExpressRoute e verrà sempre inviato attraverso un percorso Internet. Consulta URL e intervalli di indirizzi IP per Office 365 per determinare gli URL interessati.

Chiamate peer-to-peer per utenti Office 365 dall’interno della rete del cliente

Per le chiamate peer-to-peer, il traffico multimediale effettua il percorso più diretto verso la destinazione. Tuttavia, il traffico di segnalazione è diretto a un centro dati Office 365 dove è ospitato l’utente online. Poiché entrambi gli utenti si trovano sulla stessa rete WAN e nulla impedisce ai client di comunicare direttamente, il flusso dell’elemento multimediale avviene direttamente tra essi. Il traffico di segnalazione per entrambi gli utenti attraversa la connessione ExpressRoute destinata al centro dati di ciascuna organizzazione. Per il flusso delle chiamate di questo scenario, guarda qui.

Flusso delle chiamate peer-to-peer

Flusso delle chiamate con una chiamata peer-to-peer.

Utente online sulla tua rete che partecipa a una conferenza ospitata online

Nell’esempio peer-to-peer, il traffico multimediale effettua sempre il percorso più diretto verso la propria destinazione, tuttavia per una conferenza online la destinazione è nel cloud Office 365. Ciò significa che il traffico multimediale per tutti gli utenti che partecipano alla conferenza dall’interno della tua rete attraverserà la connessione ExpressRoute, mentre il traffico di segnalazione verrà indirizzato al cloud Office 365. Il grafico seguente mostra che sia gli elementi multimediali che il traffico di segnalazione attraverseranno la connessione ExpressRoute per un utente all’interno della tua rete, mentre attraverseranno direttamente Internet per gli utenti connessi a Internet dall’esterno della rete. Ad esempio, da un bar o da un albergo.

Ricorda che la posizione della conferenza viene definita dall’organizzatore della riunione e non dai partecipanti. Ciò significa che se la riunione è stata pianificata da un cliente locale, il flusso del traffico multimediale non verrà inviato al cloud Office 365 attraverso ExpressRoute, ma attraverserà Internet verso il centro dati locale dell’organizzatore della riunione.

La destinazione degli elementi multimediali per le conferenze online sarà un centro dati interno al cloud Office 365, ma il centro dati potrebbe trovarsi in una diversa regione geografica rispetto agli utenti che partecipano alla conferenza. Ciò è possibile in uno dei due casi riportati di seguito:

  • Se l’organizzatore della riunione proviene da un’azienda diversa rispetto ai partecipanti, e la relativa organizzazione è ospitata in una località geografica o paese/regione diversa.

  • Se un utente partecipa da un paese o una regione diversa rispetto alla posizione dell’organizzazione dell’azienda, sia per il fatto che l’azienda è una multinazionale o che l’utente è in viaggio.

La buona notizia circa l’uso di ExpressRoute in questo scenario è che con il componente aggiuntivo premium ExpressRoute, i dati che seguono il percorso ExpressRoute passeranno automaticamente attraverso la dorsale di Microsoft indipendentemente dalla regione geografica dell’organizzatore del centro dati dell’organizzazione della riunione.

Flusso delle chiamate di un utente online con riunione online

Flusso delle chiamate per una chiamata in conferenza ospitata.

Partecipare a una conferenza ospitata da un utente locale in una distribuzione Business Server Hybrid

Ricorda che i server delle conferenze che supportano le conferenze ospitate sono determinati dalla posizione dell’organizzatore della riunione. In questo scenario, il flusso degli elementi multimediali per tutti gli utenti che partecipano a una conferenza pianificata da un utente locale in una distribuzione Business Server Hybrid avverrà verso un centro dati locale.  Il traffico di segnalazione per gli utenti ospitati online verrà stabilito attraverso la rispettiva organizzazione nel cloud Office 365, mentre per gli elementi multimediali verrà tentata una connessione diretta. In questo scenario, poiché entrambi gli utenti stanno effettuando la connessione all’interno della tua rete, è possibile una connessione multimediale diretta, e pertanto ExpressRoute viene utilizzato solo per il traffico di segnalazione per l’utente ospitato online. Se un utente ospitato online effettua la connessione da Internet, l’elemento multimediale può attraversare ExpressRoute se per la connessione viene utilizzato un server perimetrale online.

Flusso delle chiamate per una conferenza ospitata da un utente Business Server Hybrid

Flusso delle chiamate ospitato internamente.

Server perimetrale locale con conferenze ospitate su Office 365

Quando un utente Business Server Hybrid partecipa a una conferenza ospitata online, sappiamo che il traffico di segnalazione e gli elementi multimediali saranno destinati al cloud Office 365, e poiché l’utente partecipa da Internet, verrà in genere effettuato un percorso Internet diretto. Tuttavia, in alcuni casi, come ad esempio a causa di limitazioni del firewall, non è disponibile un percorso Internet diretto. In questo caso, un server perimetrale locale può inoltrare il traffico multimediale, provocandone il ritorno alla tua rete locale prima di attraversare il circuito ExpressRoute verso il cloud Office 365.

Utente locale che partecipa a una conferenza telefonica online utilizzando un server perimetrale locale

Flusso delle chiamate per una conferenza telefonica attraverso un server perimetrale.

Chiamata PSTN utilizzando Skype for Business Cloud Connector Edition

Utilizzo di Skype for Business Online Cloud connettore Edition offre connettività PSTN utilizzando le risorse locali, ad esempio un trunk SIP o un gateway PSTN o utilizzare un dispositivo hardware minimi per l'integrazione con Skype for Business. Con Cloud connettore Edition, gli utenti sono ospitati Online e fungono da utenti Online normale quando non comportano la chiamata plan di messaggistica unificata. Segnalazione per gli scenari PSTN vengano trasferiti tra il client e nel cloud tramite una connessione ExpressRoute se disponibile, e il traffico multimediale che rientri sulla WAN. In questo caso, segnalazione diventa al cloud di Office 365 e termina con il connettore Cloud.

Chiamata PSTN tramite il sistema telefonico in Office 365 e connettore Cloud

Flusso delle chiamate per una chiamata PSTN utilizzando Cloud Connector di Cloud PBX.

Skype Meeting Broadcast con utenti che partecipano da una rete del cliente

L’utilizzo di Skype Meeting Broadcast rappresenta un caso speciale e consiste di una riunione in due parti, dove ciascuna parte dispone di profili di trasporto di rete diversi. La prima parte, la più importante dal punto di vista delle prestazioni di rete, rappresenta la riunione interna. Si tratta della parte in tempo reale della riunione, che include uno o più endpoint di client connessi al server delle conferenze nel cloud Office 365. I dati trasmessi utilizzando questa parte della riunione seguono esattamente l’esempio riportato in precedenza, relativo all’utente Office 365 che partecipa a una conferenza online.

Ciò che rende unica la riunione con Skype Broadcast è che questa viene distribuita a un grande numero di partecipanti utilizzando un servizio di trasmissione in streaming. Questo servizio di trasmissione in streaming non può essere indirizzato attraverso ExpressRoute, ma utilizza invece Internet con il supporto opzionale di servizi CDN (Content Delivery Network). È utile sapere che la trasmissione in streaming rappresenta un flusso di elementi multimediali unidirezionale perché i partecipanti ascoltano ma non parlano e inoltre supporta il buffering, pertanto è molto meno sensibile ai problemi delle prestazioni di rete quali latenza, perdita di pacchetti e instabilità. Il traffico di trasmissione non viene ottimizzato per questi problemi bensì per l’uso della larghezza di banda, dato che esiste potenzialmente un numero molto grande di partecipanti che ricevono gli elementi multimediali in streaming.

Skype Meeting Broadcast con utenti della rete del cliente

Flusso delle chiamate per Skype Meeting Broadcast.

Modelli di flusso delle chiamate per tipo di distribuzione

Per gli esempi di flusso delle chiamate illustrati in precedenza, che illustrano i principi generali che controllano i modelli di traffico, le tabelle seguenti offrono un riepilogo dei modelli di traffico per una grande combinazione di scenari di distribuzione e utilizzo. Queste tabelle non catturano tutte le combinazioni possibili dei flussi delle chiamate, ma dovrebbero aiutarti a comprenderne ulteriormente i principi generali.

I dati vengono trasmessi ed elencati come locali all’organizzazione, e non lasciano la rete del cliente, Internet o ExpressRoute. I modelli elencati di seguito si basano sulle impostazioni di rete più comuni, ad esempio firewall, federazione e Internet, e presuppongono che tutte le organizzazioni coinvolte in flussi tra più utenti o federati dispongano di ExpressRoute. In pratica, disporre di impostazioni diverse può risultare in modelli di traffico diversi rispetto a quelli elencati di seguito.

Flussi delle chiamate per Skype for Business online

Gli scenari di utilizzo di Skype for Business online coinvolgono utenti ospitati online, e possono rappresentare chiamate dalla tua rete interna o da Internet. I server locali non fanno parte di questi scenari, pertanto il flusso di tutti gli elementi multimediali correlati a conferenze o PSTN verrà indirizzato verso il cloud Office 365, mentre anche il server perimetrale degli utenti online sarà sul cloud.

Riepilogo dei flussi delle chiamate per Skype for Business online

Scenario di utilizzo

Endpoint

Percorso del traffico di segnalazione

Percorso degli elementi multimediali

Flusso di esempio

Note

Chiamate peer-to-peer

Due client, entrambi sulla tua rete.

ExpressRoute

locale

Chiamate peer-to-peer per utenti Office 365 dall’interno della rete del cliente

Chiamate peer-to-peer

Due client, uno sulla tua rete (interno) e l’altro su Internet (esterno).

Utente interno: ExpressRoute

Utente esterno: Internet

Utente interno: ExpressRoute

Utente esterno: Da Internet al server perimetrale Office 365.

Utente online sulla tua rete che partecipa a una conferenza ospitata online

Presuppone che il firewall blocchi le connessioni dirette tra client, il che richiede un server perimetrale online. Il traffico dall’utente interno al server perimetrale online segue un percorso simile a quello del server delle conferenze per la conferenza telefonica.

Chiamata peer-to-peer a un utente di un’organizzazione federata

Due client, uno sulla tua rete (interno) e uno presso l’utente online sulla rete dell’organizzazione federata (federato).

ExpressRoute

ExpressRoute

Utente online sulla tua rete che partecipa a una conferenza ospitata online

Presuppone un firewall che blocchi le connessioni dirette tra client, il che richiede un server perimetrale online. Il traffico dall’utente interno al server perimetrale online segue un percorso simile a quello del server delle conferenze per la conferenza telefonica.

Partecipare a una conferenza telefonica da parte di un utente in una rete del cliente

Il client è sulla tua rete e il server delle conferenze è nel cloud Office 365.

ExpressRoute

ExpressRoute

Utente online sulla tua rete che partecipa a una conferenza ospitata online

Partecipare a una conferenza telefonica da parte di un utente in Internet

Il client è su Internet e il server delle conferenze è nel cloud Office 365.

Internet

Internet

Utente online sulla tua rete che partecipa a una conferenza ospitata online

Partecipare a una conferenza ospitata da un server locale di un’altra azienda

Il client è sulla tua rete e il server delle conferenze è in un centro dati di terze parti.

Internet

Internet

Non applicabile

Poiché il server delle conferenze che ospita la conferenza si trova su una rete locale di un cliente diverso, attraverso il cloud Microsoft non passerà alcun dato.

Chiamata PSTN

Client in rete dei clienti e i server sistema telefonico in cloud di Office 365

ExpressRoute

ExpressRoute

Utente online sulla tua rete che partecipa a una conferenza ospitata online

Chiamata PSTN

Client di internet e i server sistema telefonico in cloud di Office 365

Internet

Internet

Non applicabile

Il flusso degli elementi multimediali e il traffico di segnalazione verrà indirizzato verso il centro dati Office 365. Poiché l’endpoint del client è in Internet, il flusso di tutti i dati verrà indirizzato verso il centro dati Microsoft attraverso Internet (anche se per la connettività è necessario un server perimetrale online).

Nota : ExpressRoute verrà utilizzato sul percorso multimediale dall’utente situato sulla rete aziendale a un server perimetrale online, ma non verrà utilizzato per il server perimetrale della distribuzione locale di un altro cliente.

Flussi delle chiamate per Skype for Business Hybrid

I flussi delle chiamate di Skype for Business Hybrid si applicano quando è presente una distribuzione Skype for Business che include almeno alcuni utenti ospitati localmente. Il flusso delle chiamate in questa sezione include sia le conferenze locali, sia le chiamate peer-to-peer o PSTN con almeno un utente ospitato localmente.

Scenario di utilizzo

Endpoint

Percorso del traffico di segnalazione

Percorso degli elementi multimediali

Flusso di esempio

Note

Chiamate peer-to-peer

Due client, entrambi sulla rete del cliente e ospitati localmente

Locale

locale

Chiamate peer-to-peer per utenti Office 365 dall’interno della rete del cliente

Poiché gli utenti sono ospitati localmente, il flusso del traffico di segnalazione avviene localmente verso il centro dati locale anziché verso il cloud Office 365.

Chiamate peer-to-peer

Due client, che si connettono entrambi dalla rete del cliente. Uno è ospitato online, mentre l’altro è ospitato localmente.

Utente online: ExpressRoute

Utente locale: locale

locale

Chiamate peer-to-peer per utenti Office 365 dall’interno della rete del cliente

Solo l’utente ospitato localmente invia il traffico di segnalazione al cloud Office 365.

Chiamata peer-to-peer a un utente di un’organizzazione federata

Due client, un utente locale sulla rete del cliente (interno) e un utente online presso la rete dell’azienda federata (federato).

Utente interno: locale

Utente federato: ExpressRoute

Internet o ExpressRoute (dipende se viene utilizzato un server perimetrale online o locale)

Utente online sulla tua rete che partecipa a una conferenza ospitata online e parte di un server perimetrale interno con conferenze ospitate su Office 365 (per il traffico multimediale).

Presuppone un firewall che blocchi le connessioni dirette tra client, il che richiede un server perimetrale online. La negoziazione ICE fornirà per la connettività sia server online (da parte dell’utente online), sia server perimetrali locali (da parte dell’utente locale).

Partecipare a una conferenza telefonica da parte di un utente in una rete del cliente (conferenza pianificata dall’utente online)

L’utente locale è sulla tua rete e il server delle conferenze è nel cloud Office 365.

ExpressRoute

ExpressRoute

Utente online sulla tua rete che partecipa a una conferenza ospitata online

Le risorse del server per la conferenza telefonica vengono definite dall’organizzatore della riunione. In questo caso è stata pianificata da un utente online, pertanto le risorse si trovano nel cloud Office 365.

Chiamata PSTN

Utente locale sulla tua rete e centro dati Skype for Business locale.

Locale

Locale

Chiamata PSTN utilizzando Skype for Business Cloud Connector Edition

Scenario simile a quello per l’uso di Cloud Connector Edition, eccetto per il fatto che l’utente è ospitato localmente, quindi il traffico di segnalazione rimane all’interno della tua rete.

Flussi delle chiamate per Skype for Business con Cloud Connector

Gli utenti che effettuano la connessione a Cloud Connector Edition sono tutti ospitati online. Ciò significa che la conferenza sarà online, e il traffico di segnalazione segue gli stessi modelli degli utenti online. Per gli scenari diversi da quelli delle chiamate PSTN, il flusso delle chiamate sarà esattamente quello descritto in precedenza per Skype for Business online.

Scenario di utilizzo

Endpoint

Percorso del traffico di segnalazione

Percorso degli elementi multimediali

Flusso di esempio

Note

Chiamata PSTN

Utente online sulla tua rete che utilizza Cloud Connector Edition.

locale

locale

Chiamata PSTN utilizzando Skype for Business Cloud Connector Edition

Chiamata PSTN

Utente online che utilizza Internet con Cloud Connector Edition.

Internet

Internet

Combinazione di server perimetrale interno con conferenze ospitate su Office 365 e Chiamata PSTN utilizzando Skype for Business Cloud Connector Edition.

Gli utenti Internet effettueranno la connessione attraverso il server perimetrale incluso in Cloud Connector, mentre Cloud Connector effettuerà la connessione alla rete PSTN.

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×