Esportare dati XML

Dopo avere importato dati XML, mappato i dati alle celle nel foglio di lavoro e apportato modifiche ai dati, spesso si esportano o si salvano i dati in un file XML.

Importante :  Quando si creano mapping XML e si esportano i dati di Excel in file di dati XML, il numero di righe che è possibile esportare è limitato a un massimo di 65.536. Se il file ha più di 65.536 righe, Excel esporterà le prime (N. righe resto 65537) righe. Ad esempio, se il foglio di lavoro ha 70.000 righe, Excel esporterà 70000 resto 65537 = 4464 righe. È consigliabile 1) usare il formato xlsx oppure 2) salvare il file come Foglio di calcolo XML 2003 (*.xml), con il quale vengono persi i mapping, o ancora 3) eliminare tutte le righe successive alla 65.536 e quindi ripetere l'esportazione, mantenendo i mapping ma perdendo i dati alla fine del file.

Ecco come esportare i dati XML dal foglio di lavoro:

  1. Fare clic su Sviluppo > Esporta.

    Se la scheda Sviluppo non è visibile, vedere Visualizzare la scheda Sviluppo.

  2. Se viene visualizzata una piccola finestra di dialogo Esporta XML, fare clic sul mapping XML da usare e quindi su OK.

    Questa finestra di dialogo viene visualizzata solo se non è selezionata una tabella XML e se la cartella di lavoro ha più di un mapping XML.

  3. Nella casella Nome file della finestra di dialogo Esporta XML più grande digitare un nome per il file di dati XML.

  4. Fare clic su Esporta.

    Nota : Se il foglio di lavoro contiene intestazioni o etichette diverse dai nomi degli elementi XML nel mapping XML, Excel userà i nomi degli elementi XML per esportare o salvare i dati XML del foglio di lavoro.

Ecco come esportare i dati XML da un foglio di lavoro che ha più di 65.536 righe:

  1. Sottrarre 65537 dal numero totale di righe nel file. Si ottiene così il numero x di righe.

  2. Eliminare x righe dall'inizio del foglio di lavoro di Excel.

  3. Esportare il foglio di lavoro come file di dati XML.

  4. Chiudere e riaprire il foglio di lavoro di Excel.

  5. Eliminare tutti i dati dopo il totale x, quindi esportare il file come file di dati XML.

    Con questa procedura si otterranno le righe rimanenti. A questo punto si avranno due file di esportazione XML, che combinati formano il foglio di lavoro originale.

Salvare i dati XML contenuti in celle mappate in un file di dati XML

Per assicurare la compatibilità con le funzionalità XML delle versioni precedenti, è possibile salvare il file come file di dati XML (*.xml) invece di usare il comando Esporta.

  1. Premere CTRL+S per salvare il file.

    In questo modo le eventuali modifiche apportate alla cartella di lavoro non andranno perse quando si salva la cartella di lavoro come file di dati XML.

  2. In Excel 2010 e 2013 fare clic su File > Salva con nome e quindi selezionare il percorso in cui salvare il file.

    In Excel 2007 fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office , sulla freccia accanto a Salva con nome e quindi su Altri formati.

  3. Nella casella Nome file digitare un nome per il file di dati XML.

  4. Nell'elenco Tipo file selezionare Dati XML e fare clic su Salva.

  5. Se si riceve un messaggio che informa che il salvataggio del file come file di dati XML potrebbe causare la perdita di alcune funzionalità, fare clic su Continua.

  6. Se viene visualizzata una piccola finestra di dialogo Esporta XML, fare clic sul mapping XML da usare e quindi su OK.

    Questa finestra di dialogo viene visualizzata solo se non è selezionata una tabella XML e se la cartella di lavoro ha più di un mapping XML.

  7. Nella casella Nome file della finestra di dialogo Esporta XML più grande digitare un nome per il file di dati XML.

  8. Fare clic su Esporta.

Nota : Se il foglio di lavoro contiene intestazioni o etichette diverse dai nomi degli elementi XML nel mapping XML, Excel userà i nomi degli elementi XML per esportare o salvare i dati XML del foglio di lavoro.

Problemi comuni relativi all'esportazione di dati XML

Durante l'esportazione di dati XML potrebbero essere visualizzati messaggi simili a quelli riportati di seguito.

Il mapping XML può essere esportato, ma alcuni elementi necessari non sono mappati

I motivi per cui viene visualizzato questo messaggio possono essere diversi:

  • Il mapping XML associato alla tabella XML contiene uno o più elementi necessari che non sono mappati alla tabella XML.

    Nell'elenco gerarchico di elementi del riquadro attività Origine XML gli elementi necessari sono contrassegnati da un asterisco rosso nell'angolo superiore destro dell'icona posta a sinistra di ogni elemento. Per eseguire il mapping di un elemento necessario, trascinarlo nella posizione del foglio di lavoro in cui si vuole inserirlo.

  • L'elemento è una struttura ricorsiva.

    Un esempio comune di struttura ricorsiva è quello di una gerarchia di dipendenti e responsabili in cui gli stessi elementi XML sono annidati in più livelli. Anche se sono stati mappati tutti gli elementi nel riquadro attività Origine XML, Excel non supporta le strutture ricorsive con più livelli di annidamento e pertanto non è in grado di eseguire il mapping di tutti gli elementi.

  • Il contenuto della tabella XML è misto.

    Il contenuto è misto quando un elemento contiene un elemento figlio e testo semplice all'esterno di un elemento figlio, ad esempio nel caso in cui si usino tag di formattazione, come i tag del grassetto, per contrassegnare i dati all'interno di un elemento. Sebbene sia possibile visualizzare l'elemento figlio (se supportato da Excel), il contenuto testuale viene perso durante l'importazione dei dati e non è disponibile durante l'esportazione dei dati, pertanto non è possibile eseguirne il round trip.

Non è possibile esportare i mapping XML contenuti nella cartella di lavoro

Non è possibile esportare un mapping XML se non viene mantenuta la relazione dell'elemento mappato con altri elementi. I motivi per cui non è possibile mantenere la relazione sono i seguenti:

  • La definizione dello schema di un elemento mappato è inclusa in una sequenza con gli attributi seguenti:

    • L'attributo maxoccurs è diverso da 1.

    • La sequenza include la definizione di più elementi figlio diretti oppure l'elemento figlio diretto è rappresentato da un altro compositore.

  • Elementi di pari livello non ripetuti con lo stesso elemento padre ripetuto sono mappati a tabelle XML diverse.

  • Più elementi ripetuti sono mappati alla stessa tabella XML e la ripetizione non è definita da un elemento predecessore.

  • Elementi figlio di elementi padre diversi sono mappati alla stessa tabella XML.

Inoltre, il mapping XML non può essere esportato se contiene uno dei seguenti costrutti di schema XML:

  • Elenco di elenchi    Un elenco di voci contiene un secondo elenco di voci.

  • Dati denormalizzati    Una tabella XML include un elemento per cui è prevista una sola occorrenza in base alla definizione dello schema (attributo maxoccurs impostato su 1). Quando si aggiunge un elemento di questo tipo a una tabella XML, Excel riempie la colonna della tabella con più istanze dell'elemento.

  • Scelta    Un elemento mappato fa parte di un costrutto di schema <choice>.

Excel non può salvare la cartella di lavoro perché non contiene intervalli mappati

La cartella di lavoro può essere salvata nel file di dati XML solo se vengono creati uno o più intervalli mappati.

Se è stato aggiunto un mapping XML alla cartella di lavoro, eseguire le operazioni seguenti per mappare gli elementi XML al foglio di lavoro:

  1. Fare clic su Sviluppo > Origine.

    Comandi XML nella scheda Sviluppo

    Se la scheda Sviluppo non è visibile, vedere Visualizzare la scheda Sviluppo.

  2. Nel riquadro attività Origine XML selezionare gli elementi di cui eseguire il mapping al foglio di lavoro.

    Per selezionare elementi non adiacenti, fare clic sui singoli elementi tenendo premuto CTRL.

  3. Trascinare gli elementi selezionati nella posizione del foglio di lavoro in cui si vuole inserirli.

Se non è ancora stato aggiunto un mapping XML alla cartella di lavoro o se i dati non sono contenuti in una tabella XML, salvare la cartella di lavoro in formato File di cartella di lavoro di Excel con attivazione macro (*.xlsm).

Visualizzare la scheda Sviluppo

Se la scheda Sviluppo non è visibile, eseguire le operazioni seguenti per visualizzarla:

  • In Excel 2013 e Excel 2010:

    1. Fare clic su File > Opzioni.

    2. Fare clic sulla categoria Personalizzazione barra multifunzione.

    3. In Schede principali selezionare la casella Sviluppo e fare clic su OK.

  • In Excel 2007:

    1. Fare clic sul pulsante Microsoft Office Icona del pulsante Office > Opzioni di Excel.

    2. Fare clic sulla categoria Frequenti.

    3. In Opzioni principali per l'utilizzo di Excel selezionare la casella Mostra scheda Sviluppo sulla barra multifunzione e quindi fare clic su OK.

Vedere anche

Panoramica di XML in Excel

Eseguire il mapping tra gli elementi XML e le celle in un mapping XML

Connettersi a un file XML (Power Query)

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×