Esempio di valutazione del Risolutore

Il Risolutore fa parte di un insieme di comandi a volte detti anche strumenti di analisi di simulazione. Con il Risolutoreè possibile trovare un valore ottimale (massimo o minimo) per una formula contenuta in una cella, denominata cella obiettivo, soggetta a vincoli o limiti in base ai valori di altre celle nel foglio di lavoro. Il Risolutore controlla inoltre un gruppo di celle, denominate celle variabili semplici o decisionali, che partecipano al calcolo delle formule all'interno di celle obiettivo o celle vincolate. Il Risolutore modifica i valori delle celle variabili decisionali in base ai limiti delle celle vincolate in modo da produrre il risultato desiderato per la cella obiettivo.

È possibile utilizzare il Risolutore per determinare il valore massimo o minimo di una cella modificando le altre. Ad esempio, è possibile modificare l'importo del budget pubblicitario pianificato e osservare gli effetti di tale modifica sull'importo del profitto previsto.

Nell'esempio seguente, gli investimenti pubblicitari di ogni trimestre influenzano il numero di unità vendute, determinando indirettamente il totale del fatturato, le spese correlate e il profitto. Il Risolutore può modificare i budget trimestrali per la pubblicità (celle variabili decisionali B5:C5), fino a un massimo di € 20.000 imposto dal vincolo applicato al budget totale (cella D5), per portare il profitto totale (cella obiettivo D7) al massimo valore possibile. I valori nelle celle variabili vengono utilizzati per calcolare il profitto trimestrale in modo che siano correlati alla formula della cella obiettivo D7, =SOMMA(Q1 Profitto:Q2 Profitto).

Esempio di valutazione del Risolutore

Callout 1 Celle variabili

Callout 2 Cella vincolata

Callout 3 Cella obiettivo

Dopo l'esecuzione del Risolutore, i nuovi valori sono simili a quelli riportati di seguito.

Esempio di valutazione del Risolutore con nuovi valori

Eseguire una delle seguenti operazioni:

Definire e risolvere un problema

  1. Nella scheda Dati, in Analisi, fare clic su Risolutore.

    Scheda dati, gruppo Analisi, componente aggiuntivo Risolutore

    Impossibile visualizzare il Risolutore in Analisi nella scheda Dati

    1. Dal menu Strumenti scegliere Componenti aggiuntivi.

    2. Nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili, selezionare la casella di controllo Risolutore .Xlam, quindi scegliere OK.

  2. Nella casella Imposta obiettivo, immettere un riferimento di cella o il nome della cella obiettivo.

    Nota : La cella obiettivo deve contenere una formula.

  3. Eseguire una delle seguenti procedure:

Per

Eseguire questa operazione

La cella obiettivo deve assumere il valore più elevato possibile

Fare clic su Max.

La cella obiettivo deve assumere il valore più basso possibile

Fare clic su Min.

La cella obiettivo deve essere impostata su un determinato valore

Fare clic su Valore di, quindi digitare il valore nella casella.

  1. Nella casella Modificando le celle variabili immettere un nome o un riferimento per ogni intervallo di celle variabili decisionali, separando i riferimenti non adiacenti con una virgola.

    Le celle variabili devono essere legate direttamente o indirettamente alla cella obiettivo. È possibile specificare fino a 200 celle variabili.

  2. Nella casella Soggette ai vincoli aggiungere i vincoli che si desidera applicare.

    Come aggiungere un vincolo

    1. Nella finestra di dialogo Parametri Risolutore fare clic su Aggiungi.

    2. Nella casella Riferimento di cella immettere il riferimento di cella o il nome dell'intervallo di celle per cui si desidera vincolare il valore.

    3. Dal menu a comparsa di relazione <= selezionare la relazione che si desidera tra la cella a cui si fa riferimento e il vincolo.Se si sceglie <=, = o >= nella casella Vincolo digitare un numero, un riferimento di cella, un nome o una formula.

      Nota : È possibile inoltre applicare le relazioni INT, BIN e DIF in base ai vincoli delle celle variabili di decisione.

    4. Effettuare una delle seguenti procedure:

    Per

    Eseguire questa operazione

    Accettare il vincolo e aggiungerne un altro

    Fare clic su Aggiungi.

    Accettare il vincolo e tornare alla finestra di dialogo Parametri Risolutore .

    Fare clic su OK.

  3. Fare clic su Risolvi, quindi eseguire una delle procedure seguenti:

Per

Eseguire questa operazione

Mantenere i valori di soluzione nel foglio di lavoro

Fare clic su Mantieni soluzione del Risolutore nella finestra di dialogo Risultati Risolutore .

Ripristinare i dati originali

Fare clic su Ripristina valori originali.

Note : 

  1. Per interrompere il processo di soluzione, premere ESC . Excel ricalcola il foglio di lavoro con i valori recenti trovati nelle celle modificabili.

  2. Per creare un report basato sulla soluzione individuata dal Risolutore, è possibile fare clic su un tipo di report nella casella Report e quindi scegliere OK. Il report viene creato in un nuovo foglio nella cartella di lavoro in uso. Se il Risolutore non è in grado di trovare una soluzione, l'opzione per la creazione di un report non sarà disponibile.

  3. Per salvare i valori delle celle modificabili come scenario da visualizzare in seguito, fare clic su Salva scenario nella finestra di dialogo Risultati Risolutore , quindi digitare un nome per lo scenario nella casella Nome scenario .

Esaminare le soluzioni di prova del Risolutore

  1. Nella scheda Dati, in Analisi, fare clic su Risolutore.

    Scheda dati, gruppo Analisi, componente aggiuntivo Risolutore

    Impossibile visualizzare il Risolutore in Analisi nella scheda Dati

    1. Dal menu Strumenti scegliere Componenti aggiuntivi.

    2. Nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili, selezionare la casella di controllo Risolutore .Xlam, quindi scegliere OK.

  2. Dopo aver definito un problema, nella finestra di dialogo Parametri Risolutore fare clic su Opzioni.

  3. Nella finestra di dialogo Opzioni Risolutore selezionare la casella Mostra risultati iterazione per visualizzare i valori di ogni soluzione di prova, quindi fare clic su OK.

  4. Nella finestra di dialogo Parametri Risolutore , fare clic su Risolvi.

  5. Nella finestra di dialogo Mostra soluzioni di prova eseguire una delle seguenti procedure:

Per

Eseguire questa operazione

Interrompere il processo di risoluzione e visualizzare la finestra di dialogo Risultati Risolutore .

Fare clic su Interrompi.

Continuare il processo di risoluzione e visualizzare la soluzione di prova successiva

Fare clic su Continua.

Modificare la modalità di ricerca delle soluzioni del Risolutore

  1. Nella scheda Dati, in Analisi, fare clic su Risolutore.

    Scheda dati, gruppo Analisi, componente aggiuntivo Risolutore

    Impossibile visualizzare il Risolutore in Analisi nella scheda Dati

    1. Dal menu Strumenti scegliere Componenti aggiuntivi.

    2. Nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili, selezionare la casella di controllo Risolutore .Xlam, quindi scegliere OK.

  2. Fare clic su Opzioni e nella finestra di dialogo Opzioni Risolutore scegliere una delle opzioni seguenti:

Per

Eseguire questa operazione

Impostare tempi e iterazioni delle soluzioni

Nella casella Tempo massimo (secondi) di Risoluzione limiti nella scheda Tutti i metodi, digitare il numero di secondi che si desidera consentire per il tempo di risoluzione. Quindi nella casella Iterazioni digitare il numero massimo di iterazioni consentite.

Nota : Se il processo di risoluzione raggiunge il tempo massimo o il numero di iterazioni prima che il Risolutore trovi una soluzione, il Risolutore visualizza la finestra di dialogo Mostra soluzioni di prova .

Impostare il grado di precisione

Nella scheda Tutti i metodi all'interno della casella Approssimazione vincoli, digitare il grado di precisione desiderato. Un numero inferiore corrisponde a una maggiore precisione.

Impostare il grado di convergenza

Nella scheda GRG non lineare o Evolutivo nella casella Convergenza, digitare la variazione relativa che si desidera consentire nelle ultime cinque iterazioni prima che il Risolutore arrivi alla soluzione. Un numero inferiore corrisponde a una variazione relativa minore.

  1. Fare clic su OK.

  2. Nella finestra di dialogo Parametri Risolutore , fare clic su Risolvi o su Chiudi.

Salvare o caricare un modello di problema

  1. Nella scheda Dati in Analisifare clic su Risolutore.

    Scheda dati, gruppo Analisi, componente aggiuntivo Risolutore

    Impossibile visualizzare il Risolutore in Analisi nella scheda Dati

    1. Dal menu Strumenti scegliere Componenti aggiuntivi.

    2. Nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili, selezionare la casella di controllo Risolutore .Xlam, quindi scegliere OK.

  2. Fare clic su Carica/Salva, immettere l'intervallo di celle per l'area modello, quindi scegliere Salva o Carica.

    Quando viene salvato un modello, immettere un riferimento per la prima cella di un intervallo verticale di celle vuote in cui si desidera posizionare il modello di problema. Quando si carica un modello, immettere il riferimento per l'intero intervallo di celle contente il modello di problema.

    Suggerimento : È possibile salvare in un foglio di lavoro le ultime selezioni effettuate nella finestra di dialogo Parametri Risolutore salvando la cartella di lavoro. Ciascun foglio di lavoro all'interno della cartella lavoro dispone di selezioni del Risolutore che vengono tutte salvate. È possibile inoltre definire più di un problema per lo stesso foglio di lavoro facendo clic su Carica/Salva al fine di salvarli singolarmente.

Impostare il metodo di risoluzione utilizzato dal Risolutore

  1. Nella scheda Dati, in Analisi, fare clic su Risolutore.

    Scheda dati, gruppo Analisi, componente aggiuntivo Risolutore

    Impossibile visualizzare il Risolutore in Analisi nella scheda Dati

    1. Dal menu Strumenti scegliere Componenti aggiuntivi.

    2. Nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili, selezionare la casella di controllo Risolutore .Xlam, quindi scegliere OK.

  2. Dal menu a discesa Selezionare un metodo di risoluzione selezionare una delle seguenti opzioni:

Metodo di risoluzione

Descrizione

GRG (Generalized Reduced Gradient) non lineare

La scelta predefinita, per i modelli che utilizzano molte delle funzioni di Excel diverse da SE, SCEGLI, CERCA e ad altre funzioni a gradino.

Simplex LP

Utilizzare questo metodo per problemi lineari di programmazione. Il modello da utilizzare dovrebbe essere SOMMA, SOMMAPRODOTTO, formule + - e * che dipendono dalle celle variabili.

Evolutivo

Questo metodo, basato su algoritmi genetici, è più funzionale quando il modello utilizza funzioni SE, SCEGLI, CERCA con argomenti che dipendono dalle celle variabili.

Parti del programma Risolutore sono soggette a copyright 1990-2010 di Frontline Systems, Inc. Altre parti sono soggette a copyright 1989 di Optimal Methods, Inc.

Per ulteriori informazioni in merito al Risolutore,

contattare

Frontline Systems, Inc.

P.O. Box 4288

Incline Village, NV 89450-4288

Telephone: (775) 831-0300

E-mail: info@solver.com

o visitare il sito Sito Web di Frontline Systems .

Per ulteriore assistenza in merito al Risolutore di Frontline Systems, visitare il sito Guida del risolutore nel sito Web di Frontline Systems.

Vedere anche

Creare una tabella pivot

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×