Definizione e risoluzione di un problema utilizzando il Risolutore

Importante :  Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

Il Risolutore fa parte di un insieme di comandi detti anche strumenti analisi di simulazione. Il Risolutore, è possibile trovare un valore (minimo o massimo) ottimale per un formula in una cella, denominata la cella obiettivo assuma, ovvero soggetti a vincoli o limiti sui valori di altre formule celle in un foglio di lavoro. Risolutore con un gruppo di celle, chiamate variabili di decisione o le celle variabili semplicemente che fanno parte di formule nelle celle obiettivo e dei vincoli. Risolutore modifica i valori nelle celle variabili di decisione per soddisfare i limiti per le celle di vincolo e ottenere il risultato desiderato per la cella obiettivo assuma.

Nota    Nelle versioni precedenti del Risolutore le celle variabili di decisione sono denominate "celle variabili".

Contenuto dell'articolo

Panoramica

Definire e risolvere un problema

Esaminare le soluzioni di prova del Risolutore

Modificare le modalità secondo le quali il Risolutore trova le soluzioni

Salvare o caricare un modello di problema

Metodi di risoluzione utilizzati dal Risolutore

Ulteriori informazioni sull'utilizzo del Risolutore

Panoramica

Utilizzare il Risolutore per determinare il valore massimo o minimo di una cella modificando altre celle. Ad esempio, si potrebbe modificare l'importo del budget pubblicitario previsto e osservare l'effetto di tale modifica sull'importo dei profitti previsti.

Esempio di valutazione del Risolutore

Nell'esempio seguente gli investimenti pubblicitari di ogni trimestre influenzano il numero di unità vendute, determinando indirettamente il fatturato, le spese correlate e il profitto. Il Risolutore può modificare i budget trimestrali per la pubblicità (celle variabili di decisione B5:C5), fino al limite di € 20.000 imposto dal vincolo applicato al budget totale (cella F5) finché il profitto totale (cella obiettivo F7) non raggiunge il massimo valore possibile. I valori contenuti nelle celle variabili vengono utilizzati per calcolare il profitto di ogni trimestre, pertanto sono correlati alla cella obiettivo F7 contenente la formula, =SOMMA(Profitto Q1:Profitto Q2).

Prima della valutazione del Risolutore

1. Celle variabili

2. Cella vincolata

3. Cella obiettivo

Dopo l'esecuzione del Risolutore, i nuovi valori saranno i seguenti:

Dopo la valutazione del Risolutore

Torna all'inizio

Definire e risolvere un problema

  1. Nel gruppo Analisi della scheda Dati fare clic su Risolutore.

    Esercitazione in PowerPoint 2010

    Se il comando Risolutore o il gruppo Analisinon è disponibile, è necessario caricare il componente aggiuntivo Risolutore.

    Come caricare il componente aggiuntivo Risolutore

    1. Passare alla scheda File, fare clic su Opzioni e quindi sulla categoria Componenti aggiuntivi.

    2. Nella casella Gestisci fare clic su Componenti aggiuntivi di Excel e quindi fare clic su Vai.

    3. Nella casella Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la casella di controllo accanto a Componente aggiuntivo Risolutore e quindi fare clic su OK.

  2. Immettere nella casella Imposta obiettivo un riferimento di cella o il nome della cella obiettivo. Nella cella obiettivo deve essere contenuta una formula.

  3. Effettuare una delle seguenti operazioni:

    1. Se si desidera che la cella obiettivo assuma il massimo valore possibile, fare clic su Max.

    2. Se si desidera che la cella obiettivo assuma il minimo valore possibile, fare clic su Min.

    3. Se si desidera che la cella obiettivo assuma un determinato valore, fare clic su Valore di e quindi digitare il valore nella casella.

  4. Immettere un nome o un riferimento per ogni intervallo di celle variabili di decisione nella casella Modificando le celle variabili, separando i riferimenti non adiacenti con un punto e virgola. È necessario che le celle variabili siano correlate direttamente o indirettamente alla cella obiettivo. È possibile specificare fino a 200 celle variabili.

  5. Nella casella Soggette ai vincoli eseguire la procedura seguente per immettere i vincoli che si desidera applicare:

    1. Nella finestra di dialogo Parametri Risolutore fare clic su Aggiungi.

    2. Immettere nella casella Riferimento di cella il riferimento di cella o il nome dell'intervallo di celle contenente i valori che si desidera vincolare.

    3. Fare clic sulla relazione (<=, =, >=, int, bin o dif) che si desidera imporre tra la cella a cui si fa riferimento e il vincolo.

      Se si fa clic su int, nella casella Vincolo verrà visualizzato intero. Se si fa clic su bin, nella casella Vincolo verrà visualizzato binario. Se si fa clic su dif, nella casella Vincolo verrà visualizzato alldifferent.

    4. Se si sceglie <=, = o >= per la relazione nella casella Vincolo, digitare un numero, un riferimento o un nome di cella oppure una formula.

    5. Effettuare una delle seguenti operazioni:

      • Per confermare il vincolo e aggiungerne un altro, scegliere Aggiungi.

      • Per confermare il vincolo e ritornare alla finestra di dialogo Parametri del Risolutore, scegliere OK.

        Nota    È possibile specificare le relazioni int, bin e dif solo nei vincoli per celle variabili di decisione.

        Per modificare o eliminare un vincolo esistente, è possibile eseguire la procedura seguente:

    6. Nella finestra di dialogo Parametri Risolutore fare clic sul vincolo da modificare o eliminare.

    7. Scegliere Cambia e apportare le modifiche oppure scegliere Elimina.

  6. Scegliere Risolvi, quindi effettuare una delle seguenti operazioni:

    1. Per mantenere i valori della soluzione nel foglio di lavoro, nella finestra di dialogo Risultato del Risolutore fare clic su Mantieni soluzione del Risolutore.

    2. Per ripristinare i dati originali attivi prima che venisse fatto clic su Risolvi, fare clic su Ripristina valori originali.

      Note    

    3. È possibile interrompere il processo di risoluzione premendo ESC. Il foglio di lavoro verrà ricalcolato in base agli ultimi valori trovati per le celle delle variabili di decisione.

    4. Per creare un rapporto basato sulla soluzione dopo che ne è stata individuata una dal Risolutore, è possibile fare clic sul tipo di rapporto desiderato nella casella Rapporti e quindi su OK. Il rapporto verrà creato in un nuovo foglio di lavoro della cartella di lavoro in uso. Se il Risolutore non è in grado di trovare alcuna soluzione, saranno disponibili solo determinati rapporti o non ne sarà disponibile alcuno.

    5. Per salvare i valori delle celle variabili di decisione come scenario da visualizzare in un secondo momento, fare clic su Salva scenario nella finestra di dialogo Risultati Risolutore e quindi immettere un nome per lo scenario nella casella Nome scenario.

Torna all'inizio

Esaminare le soluzioni di prova del Risolutore

  1. Dopo avere definito un problema, fare clic su Opzioni nella finestra di dialogo Parametri del Risolutore.

  2. Nella finestra di dialogo Opzioni selezionare la casella di controllo Mostra risultati iterazione per visualizzare i valori di ogni soluzione di prova e quindi fare clic su OK.

  3. Fare clic su Risolvi nella finestra di dialogo Parametri del Risolutore.

  4. Dalla finestra di dialogo Soluzione di prova eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Per arrestare il processo risolutivo e visualizzare la finestra di dialogo Risultato del Risolutore, fare clic su Interrompi.

    • Per riprendere il processo risolutivo e visualizzare la successiva soluzione di prova, fare clic su Continua.

Torna all'inizio

Modificare le modalità secondo le quali il Risolutore trova le soluzioni

  1. Fare clic su Opzioni nella finestra di dialogo Parametri del Risolutore.

  2. Scegliere o immettere valori per le opzioni nelle schede Tutti i metodi, GRG non lineare ed Evolutivo della finestra di dialogo.

Torna all'inizio

Salvare o caricare un modello di problema

  1. Fare clic su Carica/Salva nella finestra di dialogo Parametri Risolutore.

  2. Immettere un intervallo di celle per l'area del modello e quindi fare clic su Salva o Carica.

    Quando si salva un modello, immettere il riferimento relativo alla prima cella di un intervallo verticale di celle in cui si desidera posizionare il modello di problema. Quando si carica un modello, immettere il riferimento relativo all'intero intervallo di celle contenente il modello di problema.

    Suggerimento    È possibile salvare con un foglio di lavoro le ultime selezioni effettuate nella finestra di dialogo Parametri Risolutore salvando la cartella di lavoro. È inoltre possibile definire più di un problema per lo stesso foglio di lavoro facendo clic su Carica/Salva per salvare i problemi singolarmente.

Torna all'inizio

Metodi di risoluzione utilizzati dal Risolutore

È possibile scegliere uno dei tre algoritmi o metodi di risoluzione seguenti nella finestra di dialogo Parametri Risolutore:

  • GRG non lineare    Per problemi non lineari lisci.

  • Simplex LP    Per problemi lineari.

  • Evolutivo    Per problemi non lisci.

Per ulteriori informazioni su questi tre metodi, contattare:

Frontline Systems, Inc.
P.O. Box 4288
Incline Village, NV 89450-4288
(775) 831-0300
Sito Web: http://www.solver.com
(informazioni in lingua inglese) Email: info@solver.com

Parti del codice programma Risolutore sono copyright 1990-2009 di Frontline Systems, Inc. Altre parti sono copyright 1989 di Optimal Methods, Inc.

Torna all'inizio

Ulteriori informazioni sull'utilizzo del Risolutore

Per informazioni più dettagliate sul Risolutore di Frontline Systems, vedere la Guida del Risolutore all'indirizzo www.solver.com.

Torna all'inizio

Nota : Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×