Creare una connessione a un modello di dati per Power View

Nota:  Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l' articolo in lingua inglese per riferimento.

Si supponga di avere un modello di dati in una cartella di lavoro di Excel, un modello tabulare in Analysis Services o un modello multidimensionale in un server SSAS. Per esplorare e presentare i dati, si vuole usare Power View in SharePoint Server 2010 o 2013. Il formato e la posizione dell'origine dati determinano come è possibile connettersi. Se si tratta di:

Una cartella di lavoro di Excel 2013 in una raccolta PowerPivot

  • Fare clic su Crea report Power View.

Nota:  Ciò vale solo se la raccolta PowerPivot è aperta in visualizzazione raccolta, sequenza o visualizzata nella vista raccolta, sequenza o teatro.

Una cartella di lavoro di Excel 2013 in una raccolta documenti condivisa

È necessario avere:

Nota:  È anche necessario un file di connessione per la raccolta PowerPivot nella visualizzazione raccolta di SharePoint standard.

Un modello tabulare in un server SSAS

È necessario avere:

Un modello multidimensionale in un server SSAS

È necessario avere:

Un file di connessione RSDS o BISM effettuerà la connessione a un modello di dati di Excel o a un modello tabulare. I file BISM sono stati progettati specificamente per la connessione alle cartelle di lavoro di Excel e ai modelli tabulari SSAS. I file RSDS possono connettersi a più origini dati diverse, ma Power View supporta solo Microsoft BI Semantic Model per le origini dati di Power View. Il vantaggio dei file di connessione RSDS è che è possibile specificare le credenziali.

Per creare file di connessione RSDS e BISM, sono necessarie le autorizzazioni Aggiungi elementi per la raccolta in cui si vuole archiviare il file di connessione nel sito di SharePoint.

Dopo aver creato il file di connessione, gli utenti di SharePoint possono creare report di Power View basati sul modello a cui è collegato il file di connessione. Per altre informazioni, vedere come creare, salvare e stampare report di Power View in SharePoint.

Contenuto dell'articolo

Creare un'origine dati condivisa (file RSDS)

Creare un file di connessione BISM

Creare un'origine dati condivisa (file RSDS)

È possibile creare origini dati condivise in un sito di SharePoint con la modalità SharePoint di SQL Server 2012 Reporting Services (SSRS).

  1. In una raccolta documenti di SharePoint Server fare clic sulla scheda Documenti > Nuovo documento > Origine dati report.

    Nota: Se l'Origine dati Report non è disponibile nel menu Nuovo documento, il tipo di contenuto origine dati report non è abilitato. L'amministratore del sito di SharePoint è necessario Aggiungere Report Server tipi di contenuto in una raccolta (Reporting Services in modalità integrata SharePoint).

  2. In Nome immettere un nome descrittivo per il file RSDS.

  3. In Tipo di origine dati selezionare Microsoft BI Semantic Model per Power View.

  4. In Stringa di connessione specificare un puntatore all'origine dati ed eventuali altre impostazioni necessarie per stabilire una connessione all'origine dati esterna. La modalità di connessione a un modello di dati dipende dalla relativa modalità di pubblicazione o distribuzione. Ecco gli esempi per:

  5. Una cartella di lavoro di Excel in Documenti condivisi in un sito di SharePoint con il componente aggiuntivo SQL Server 2012 Reporting Services (SSRS), ad esempio:

    Origine dati="http://<SitoSharePoint>/Documenti condivisi/MyExcelWorkbook.xlsx"

    Nota:  In SharePoint 2013, se il report e la cartella di lavoro si trovano nella stessa farm, non è necessario il componente aggiuntivo PowerPivot per SharePoint. Se invece si trovano in farm diverse, è comunque necessario avere il componente aggiuntivo nella farm che ospita la cartella di lavoro.

  6. Una cartella di lavoro di Excel nella raccolta PowerPivot in un sito di SharePoint con i componenti aggiuntivi SQL Server 2012 PowerPivot per SharePoint e SQL Server 2012 Reporting Services (SSRS), ad esempio:

    Origine dati="http://<SitoSharePoint>/Raccolta PowerPivot/MyExcelWorkbook.xlsx"

  7. Un modello tabulare distribuito in un'istanza di SQL Server 2012 Analysis Services (SSAS), ad esempio:

    Origine dati=NomeServer\NomeIstanza; Catalogo iniziale=NomeModelloTabulare

    Nota:  Per un'istanza predefinita, è possibile omettere "\NomeIstanza".

  8. Un modello multidimensionale in un server SSAS, ad esempio:

    Origine dati=NomeServer\NomeIstanza; Catalogo iniziale=NomeModelloMultidimensionale;cubo='NomeModello'

  9. Nella finestra delle credenziali, specificare il modo in cui il server di report Ottiene le credenziali per accedere all'origine dati esterna. Per Power View credenziali necessario memorizzare o integrata. Leggere informazioni su credenziali e connessione per le origini dati Report.

  10. Fare clic su Verifica connessione per convalidare la configurazione dell'origine dati.

  11. Fare clic su OK per creare l'origine dati condivisa.

Inizio pagina

Creare un file di connessione BISM

È possibile creare i file di connessione Business Intelligence Semantic Model (BISM) in un sito di SharePoint configurato con il componente aggiuntivo SQL Server 2012 PowerPivot per SharePoint. I file di connessione BISM possono connettersi alle cartelle di lavoro di Excel o ai modelli tabulari SSAS.

Inizio pagina

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×