Creare relazioni nella vista diagramma in PowerPivot

Se si usano più tabelle, i dati risultano più interessanti e pertinenti per le tabelle pivot e i rapporti in cui questi dati vengono usati. Quando i dati vengono usati mediante il componente aggiuntivo PowerPivot, è possibile usare la vista diagramma per creare e gestire connessioni tra le tabelle importate.

Il browser in uso non supporta le funzionalità video. Installare Microsoft Silverlight, Adobe Flash Player o Internet Explorer 9.

Per la creazione di relazioni tra tabelle è necessario che in ogni tabella sia presente una colonna contenente valori corrispondenti. Ad esempio, se si sta creando una relazione tra Customers e Orders, a ogni record relativo agli ordini deve essere associato un codice cliente o un ID tramite cui viene restituito un singolo cliente.

  1. Abilitare PowerPivot e aprire la finestra di PowerPivot. Per istruzioni in merito, vedere Avviare il componente aggiuntivo Power Pivot in Microsoft Excel 2013.

  2. Nella finestra di PowerPivot fare clic su Vista diagramma. Il layout del foglio di calcolo Vista dati viene modificato nel layout di un diagramma grafico e le tabelle vengono organizzate automaticamente in base alle relazioni.

  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul diagramma di una tabella, quindi scegliere Crea relazione. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Crea relazione.

  4. Se la tabella deriva da un database relazionale, una colonna è preselezionata. Se non è preselezionata alcuna colonna, sceglierne una nella tabella contenente i dati che verranno utilizzati per correlare le righe in ogni tabella.

  5. Per Tabella di ricerca correlata selezionare una tabella in cui sia presente almeno una colonna di dati correlata alla tabella appena selezionata per Tabella.

  6. Per Colonna selezionare la colonna contenente i dati correlati a Colonna di ricerca correlata.

  7. Scegliere Crea.

Nota :  Anche se tramite Excel viene controllata la corrispondenza tra i tipi di dati e ogni colonna, non viene verificato che nelle colonne siano effettivamente contenuti i dati corrispondenti e la relazione verrà creata anche se i valori non corrispondono. Per controllare se la relazione è valida, creare una tabella pivot contenente i campi di entrambe le tabelle. Se i dati sembrano errati, ad esempio le celle sono vuote o in ogni riga è ripetuto lo stesso valore, sarà necessario scegliere campi diversi e, possibilmente, tabelle differenti.

Individuare una colonna correlata

Se nei modelli di dati sono contenute molte tabelle o se in queste ultime sono inclusi numerosi campi, la scelta delle colonne da utilizzare in una relazione tra tabelle può risultare difficile. Un modo per individuare una colonna correlata consiste nel cercarla nel modello. Questo metodo è utile se si conosce già la colonna (o chiave) che si desidera utilizzare, ma non si è sicuri se la colonna è inclusa in altre tabelle. Ad esempio, nelle tabelle dei fatti in un data warehouse sono in genere incluse numerose chiavi. È possibile iniziare con una chiave in questa tabella e, successivamente, cercare nel modello altre tabelle contenenti la stessa chiave. In una relazione tra tabelle è possibile utilizzare qualsiasi tabella contenente una chiave corrispondente.

  1. Nella finestra di PowerPivot fare clic su Trova.

  2. In Trova specificare la chiave o colonna come termine di ricerca. Nei termini di ricerca deve essere incluso il nome del campo. Non è possibile cercare le caratteristiche di una colonna o il tipo di dati contenuti.

  3. Fare clic sulla casella Mostra campi nascosti durante la ricerca di metadati. Se una chiave era nascosta per ridurre il disordine del modello, potrebbe non essere visualizzata nella vista diagramma.

  4. Fare clic su Trova successivo. Se viene rilevata una corrispondenza, la colonna viene evidenziata nel diagramma della tabella. A questo punto si conosce la tabella contenente una colonna corrispondente che può essere utilizzata in una relazione tra tabelle.

Modificare la relazione attiva

Nelle tabelle possono essere presenti più relazioni, tuttavia solo una può essere attiva. La relazione attiva viene utilizzata per impostazione predefinita nei calcoli DAX e nella navigazione nei report pivot. Le relazioni inattive possono essere utilizzate nei calcoli DAX mediante la funzione USERELATIONSHIP. Per ulteriori informazioni, vedere Funzione USERELATIONSHIP (DAX).

Se le tabelle sono state importate in questo modo, cioè se sono state definite più relazioni per la tabella in questione nell'origine dati originale, oppure se sono state create manualmente relazioni aggiuntive per supportare i calcoli DAX, sono presenti più relazioni.

Per modificare la relazione attiva, promuovere una relazione inattiva. La relazione attiva corrente diventa inattiva automaticamente.

  1. Posizionare il puntatore del mouse sulla linea della relazione tra le tabelle. Una relazione inattiva viene visualizzata come una linea punteggiata. La relazione è inattiva poiché esiste già una relazione indiretta tra le due colonne.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla linea, quindi scegliere Contrassegna come attiva.

    Nota :  È possibile attivare la relazione solo se non esistono altre relazioni correlate alle due tabelle. Se si desidera modificare il modo in cui le tabelle sono correlate, è necessario contrassegnare la relazione corrente come inattiva e, successivamente, attivarne una nuova.

Disporre le tabelle nella vista diagramma

Per visualizzare tutte le tabelle sullo schermo, fare clic sull'icona Adatta allo schermo nell'angolo superiore destro della vista diagramma.

Per organizzare una vista in modo pratico, utilizzare il controllo Trascina per ingrandire, la mini mappa e trascinare le tabelle nel layout desiderato. È inoltre possibile utilizzare le barre di scorrimento e la rotellina del mouse per scorrere lo schermo.

Torna all'inizio

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×