Creare espressioni condizionali (booleane)

Nota: Riteniamo importante fornire il contenuto della Guida più recente non appena possibile, nella lingua dell'utente. Questa pagina è stata tradotta automaticamente e potrebbe contenere errori di grammatica o imprecisioni. L'intento è quello di rendere fruibile il contenuto. Nella parte inferiore della pagina è possibile indicare se le informazioni sono risultate utili. Questo è l'articolo in lingua inglese per riferimento.

In questo articolo viene spiegato come creare espressioni condizionali (booleane noto anche come) in Access. Un'espressione condizionale restituisca vero o FALSO e quindi restituisce un risultato che soddisfa la condizione specificata. Se si utilizzano le funzioni nelle espressioni condizionali, è inoltre possibile specificare un'azione per i valori che e non soddisfa la condizione nell'espressione. Ad esempio, è possibile creare un'espressione che consente di trovare tutte le vendite con un margine di profitto del 10% o inferiore e quindi specificare che vengono visualizzati in rosso i numeri o sostituire i valori con un messaggio.

Contenuto dell'articolo

Introduzione alle espressioni condizionali

Creare un'espressione condizionale

Esempi di espressioni condizionali

Introduzione alle espressioni condizionali

Un'espressione condizionale è un tipo di espressione che verifica i dati per verificare se soddisfano una condizione e quindi viene eseguita l'azione in base al risultato. Un'espressione può ad esempio, cercare i valori di data entro una data di inizio specificata e quindi visualizzare un messaggio di errore quando si tenta di immettere una data precedente alla data di inizio definito.

Espressioni condizionali hanno lo stesso formato e utilizzano la stessa sintassi di base come altre espressioni, e usarli nello stesso modo utilizzare altre espressioni:

  • Per i campi di tabella, aggiungere l'espressione proprietà Regola di convalida del campo. Gli utenti devono immettere valori nel campo che soddisfano le condizioni nell'espressione. Ad esempio, se si utilizza un'espressione, ad esempio gt _ = # #1/1/2000 in un campo Data/ora, gli utenti devono immettere valori uguali a o versioni successive il 1 ° gennaio 2000.

  • Per i controlli nelle maschere, è possibile aggiungere l'espressione per la proprietà Origine controllo o Regola di convalida del controllo. In genere, aggiungere le espressioni condizionali proprietà Regola di convalida e si aggiungono espressioni che calcolare i valori per la proprietà Origine controllo . Ad esempio, se si utilizza gt _ = # #1/1/2000 nella Regola di convalida proprietà di un controllo impedisce agli utenti di immettere una data non valida. Utilizzo di un'espressione, ad esempio date () nella proprietà Origine controllo Visualizza la data corrente come valore predefinito.

  • Per le query, è possibile aggiungere le espressioni condizionali a una cella vuota nella riga campo oppure è possibile utilizzare un'espressione nella riga criteri della query. Quando si usa un'espressione nella riga campo , i risultati verranno visualizzati come colonna nei risultati della query. Quando si utilizza un'espressione come criterio per un campo esistente, l'espressione funge da filtro e limita i record che restituisce una query.

    Ad esempio, è possibile utilizzare questa espressione nella riga campo di una query: = IIf ([Data ordine] lt = # #04/01/2018, [Data ordine], "ordine immesso dopo il 1 aprile"). Il valore di expression specifica un criterio di data ( lt = # #04/01/2018). Quando si esegue la query, vengono visualizzati tutti i valori di data che soddisfano i criteri e i valori di data che non soddisfano i criteri vengono sostituiti con il messaggio "Ordine immesso dopo il 1 aprile." I passaggi indicati nella sezione aggiungere un'espressione a una query viene illustrato come utilizzare questa espressione in una query.

    Se si utilizza questa espressione nel campo criteri di una query restituisce invece solo i record con le date che soddisfano i criteri: elementi di maggiore rilevanzagradua #04/01/2018 # AND #05/15/2018 #.

Per ulteriori informazioni sulla creazione e l'utilizzo di espressioni, vedere l'articolo su come creare un'espressione.

Inizio pagina

Creare un'espressione condizionale

La procedura descritta in questa sezione viene illustrato come aggiungere un'espressione condizionale a una tabella, un controllo in una maschera o report e una query. Ogni set di passaggi utilizza un'espressione leggermente diversa per testare i valori presenti in un campo Data/ora e intervenire, in base a se i valori di data soddisfano la condizione specificata.

Aggiungere un'espressione a un campo di tabella

  1. Nel riquadro di spostamento fare clic con il pulsante destro del mouse sulla tabella che si desidera modificare e scegliere Visualizzazione Struttura dal menu di scelta rapida.

  2. Nella colonna Tipo di dati , fare clic sul campo Data/ora.

  3. In Proprietà camponella scheda Generale fare clic sulla casella della proprietà Regola di convalida e quindi digitare l'espressione seguente:

    gt _ = # # / 01/01/2000

    Nota: Non è necessario utilizzare il formato di data statunitense. È possibile utilizzare il formato della data per il paese/area geografica o impostazioni locali. Tuttavia, è necessario racchiudere il valore di data tra cancelletti (#), come illustrato.

  4. Fare clic sulla colonna accanto al Testo di convalida e digitare la stringa di testo:

    Data deve essere maggiore di 1 gennaio 2000.

    Nuovo, è possibile utilizzare il formato della data locale.

  5. Salvare le modifiche e passare alla visualizzazione Foglio dati. A tale scopo, pulsante destro del mouse sulla scheda documento per la tabella e scegliere Visualizzazione Foglio dati dal menu di scelta rapida.

  6. Digitare un valore di data nel campo Data/ora in precedenza il 1 ° gennaio 2000. Verrà visualizzato il messaggio specificato nella casella della proprietà Regola di convalida e lasciare il campo a meno che non si immette un valore che viene valutata l'espressione come true.

Aggiungere un'espressione a un controllo

  1. Nel riquadro di spostamento fare doppio clic sulla maschera che si desidera modificare e scegliere Visualizzazione struttura dal menu di scelta rapida.

  2. Pulsante destro del mouse un controllo associato a un campo Data/ora e quindi scegliere proprietà dal menu di scelta rapida.

    Verrà visualizzata la finestra delle proprietà per il controllo.

  3. Nella scheda dati o la scheda tutti , fare clic sul campo accanto a Regola di convalida e digitare l'espressione seguente:

    gt _ = # # / 01/01/2000

    Nota: Non è necessario utilizzare il formato di data statunitense. È possibile utilizzare il formato della data per il paese/area geografica o impostazioni locali. Tuttavia, è necessario racchiudere il valore di data tra cancelletti (#), come illustrato.

  4. Fare clic sulla colonna accanto al Testo di convalida e digitare la stringa di testo:

    Data deve essere maggiore di 1 gennaio 2000.

  5. Salvare le modifiche e tornare alla visualizzazione Maschera. A tale scopo, pulsante destro del mouse sulla scheda documento per la maschera e scegliere Visualizzazione Maschera dal menu di scelta rapida.

Aggiungere un'espressione a una query

  1. Nel riquadro di spostamento fare clic con il pulsante destro del mouse sulla query che si desidera modificare e quindi scegliere Visualizzazione Struttura dal menu di scelta rapida.

  2. Fare clic su una cella vuota nella riga campo della griglia di struttura e digitare l'espressione seguente:

    = IIf([Nome_campo] lt = #, #04/01/2018 [nome_campo], "Data successiva al 1 aprile, 2018")

    Mentre si digita l'espressione, assicurarsi che sostituire entrambe le istanze di nome_campo con il nome del campo di tipo Data/ora. Inoltre, se la tabella non contiene le date precedenti al 1 aprile 2018, modificare le date nell'espressione per lavorare con i dati.

  3. Salvare le modifiche e quindi fare clic su Esegui per visualizzare i risultati.

L'espressione funziona nel modo seguente: il primo argomento (= IIf ([nome_campo] lt = # #04/01/2018) specifica la condizione che devono soddisfare i dati, ovvero le date devono essere attivato o 1 aprile, 2018 precedente. Il secondo argomento ([nome_campo]) consente di specificare gli elementi visualizzati quando la condizione è vera, ovvero le date nel campo. Il terzo argomento ("Data successiva al 1 aprile, 2018")) specifica il messaggio che gli utenti vedono quando i dati non soddisfano la condizione.

Tenere presente che non tutte le espressioni condizionali utilizzano la funzione IIf . Inoltre, tenere presente che la funzione IIf è la parte dell'espressione che richiede gli argomenti e non l'espressione stessa.

Per ulteriori informazioni sulle espressioni e i metodi è possibile usare, vedere l'articolo su come creare un'espressione.

Inizio pagina

Esempi di espressioni condizionali

Le espressioni nella tabella seguente mostrano alcuni modi per calcolare valori true e false. Queste espressioni utilizzare la funzione IIf (Immediate If) per determinare se una condizione è true o false e quindi restituire un valore se la condizione è vera e un altro valore se la condizione è falsa.

Vedere l'articolo Funzione IIf per altre informazioni.

Espressione

Descrizione

= IIf([Confirmed] = "Yes", "Order Confirmed", "Order Not Confirmed")

Viene visualizzato il messaggio "Ordine confermato" se il valore del campo confermato è Sì. in caso contrario, viene visualizzato il messaggio "Ordine non confermato".

= IIf(IsNull([Country/region]),"", [Paese])

Visualizza una stringa vuota se il valore del campo paese/area geografica è Null. in caso contrario, viene visualizzato il valore del campo paese/area geografica.

= IIf (IsNull ([Paese]), [Città] & ""& [CAP], [Città] &""& & [Region]"" &[PostalCode])

Visualizza i valori dei campi Città e CAP se il valore del campo area è Null. in caso contrario, vengono visualizzati i valori dei campi Città, paese e CAP.

= IIf (IsNull ([DataRichiesta] - [DataSpedizione]), "Controllare data mancante", [DataRichiesta] - [DataSpedizione])

Visualizza il messaggio "Controllare data mancante" se il risultato della sottrazione del valore del campo DataSpedizione dal campo DataRichiesta è Null. in caso contrario, viene visualizzata la differenza tra i valori dei campi DataRichiesta e DataSpedizione.

Inizio pagina

Amplia le tue competenze su Office
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per il feedback!

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×