Creare ed eseguire una query di aggiornamento

Creare ed eseguire una query di aggiornamento

Le query di aggiornamento nei database di Access consentono di aggiungere, modificare o eliminare informazioni da un record esistente. Le query di aggiornamento possono essere considerate un equivalente estremamente efficace della finestra di dialogo Trova e sostituisci. Non è possibile usare una query di aggiornamento per aggiungere nuovi record a un database o per eliminare record da un database.

Per aggiungere nuovi record o eliminare interi record, utilizzare rispettivamente una query di accodamento e una query di eliminazione.

Nota : Questo articolo non è applicabile alle app Web di Access, il nuovo tipo di database che può essere progettato con Access e pubblicato online.

In questo articolo

Panoramica

Utilizzo di una query di aggiornamento

Aggiornare dati da una tabella a un'altra

Impedire il blocco di una query da parte della modalità di disabilitazione

Versione SQL: istruzione UPDATE

Panoramica

Di seguito sono elencate le analogie e le differenze tra la finestra di dialogo Trova e sostituisci e una query di aggiornamento:

Analogamente alla finestra di dialogo Trova e sostituisci, una query di aggiornamento consente di specificare il valore da sostituire e il nuovo valore.

Diversamente dalla finestra di dialogo Trova e sostituisci, una query di aggiornamento consente di:

  • Utilizzare criteri che non dipendono dal valore da sostituire.

  • Aggiornare molti record in un unico passaggio.

  • Modificare i record in più tabelle contemporaneamente.

Restrizioni relative ai campi aggiornabili

Non è possibile utilizzare una query di aggiornamento per aggiornare i dati nei tipi di campi seguenti:

  • Campi calcolati    I valori contenuti nei campi calcolati non risiedono in modo permanente nelle tabelle, ma sono presenti solo nella memoria temporanea del computer in seguito al calcolo in Access. Non avendo una posizione di archiviazione permanente, i campi calcolati non possono essere aggiornati.

  • Campi restituiti da una query di totalizzazione o da una query a campi incrociati    I valori in questi tipi di query sono calcolati e pertanto non possono essere aggiornati tramite una query di aggiornamento.

  • Campi Numerazione automatica    Per impostazione predefinita, i valori contenuti nei campi Numerazione automatica vengono modificati solo quando si aggiunge un record a una tabella.

  • Campi in query a valori univoci e in query a record univoci    I valori in questi tipi di query sono riepilogati. Alcuni valori rappresentano un singolo record, mentre altri rappresentano più record. L'operazione di aggiornamento non è consentita perché non è possibile determinare i record esclusi come duplicati e di conseguenza non è possibile aggiornare tutti i record necessari. Questa restrizione si applica nei casi in cui si utilizza una query di aggiornamento o si tenta di aggiornare dati manualmente immettendo valori in una maschera o un foglio dati.

  • Campi inclusi in una query di unione    Non è possibile aggiornare i dati di campi inclusi in una query di unione perché ogni record presente in due o più origini dati è presente una sola volta nel risultato della query di unione. Poiché alcuni record duplicati vengono rimossi dai risultati, non è possibile aggiornare tutti i record necessari.

  • Campi che sono chiavi primarie    In alcuni casi, ad esempio se il campo chiave primaria viene utilizzato in una relazione della tabella, non è possibile aggiornare il campo tramite una query a meno che non si imposta prima la relazione in modo da eseguire automaticamente gli aggiornamenti a catena.

    Nota : Se si eseguono aggiornamenti a catena, i valori di chiave esterna vengono aggiornati automaticamente quando si modifica un valore di chiave primaria in una tabella padre.

Inizio pagina

Utilizzo di una query di aggiornamento

Come procedura consigliata, durante la creazione di una query di aggiornamento è in primo luogo necessario creare una query di selezione che identifichi i record da aggiornare. Sarà quindi necessario convertire tale query in una query di aggiornamento che verrà utilizzata per aggiornare i record.

Suggerimento : Prima di eseguire una query di aggiornamento, eseguire un backup del database. Poiché non è possibile annullare i risultati di una query di aggiornamento, l'esecuzione di un backup garantisce la possibilità di ripristinare i dati in seguito alle modifiche se si decide di annullarle.

Come eseguire il backup del database

  1. Fare clic su Salva con nome nella scheda File. Se si usa Access 2010, fare clic sulla scheda File, quindi scegliere Salva e pubblica. Se si usa Access 2007, fare clic sul pulsante Microsoft Office > Gestisci > Backup database.

  2. Sulla destra fare clic su Backup database in Impostazioni avanzate.

  3. Nella finestra di dialogo Salva backup con nome specificare un nome e un percorso per la copia di backup e quindi fare clic su Salva.

    Il file originale verrà chiuso in Access, verrà creato un backup e quindi il file originale verrà aperto di nuovo.

    Per tornare alla copia di backup, chiudere e rinominare il file originale, in modo che per la copia di backup sia possibile utilizzare il nome della versione originale. Assegnare il nome della versione originale alla copia di backup e quindi aprire la copia di backup rinominata in Access.

Contenuto della sezione

Passaggio 1: Creare una query di selezione per identificare i record da aggiornare

Passaggio 2: Aggiornare i record

Passaggio 1: Creare una query di selezione per identificare i record da aggiornare

  1. Aprire il database contenente i record che si desidera aggiornare.

  2. Nel gruppo Query della scheda Crea fare clic su Struttura query. Se si usa Access 2007, nel gruppo Altro della scheda Crea fare clic su Struttura query.

    Verranno visualizzati Progettazione query e la finestra di dialogo Mostra tabella.

  3. Fare clic sulla scheda Tabelle.

  4. Selezionare la tabella o le tabelle contenenti i record che si desidera aggiornare, fare clic su Aggiungi e quindi su Chiudi.

    Ogni tabella verrà visualizzata in una finestra in Progettazione query contenente tutti i campi della tabella. Nella figura viene illustrata una normale tabella in Progettazione query.

    Tabella in Progettazione query

    1. Tabella visualizzata in Progettazione query

    2. Griglia di struttura della query

  5. Fare doppio clic sui campi che si desidera aggiornare nelle finestre della tabella. I campi aggiornati verranno visualizzati nella riga Campo nella griglia di struttura della query.

    È possibile aggiungere un campo di tabella per ogni colonna nella griglia di struttura della query.

    Per aggiungere tutti i campi di una tabella rapidamente, fare doppio clic sull'asterisco (*) nella parte superiore dell'elenco dei campi di tabella nella finestra della tabella. Nella figura viene illustrata la griglia di struttura della query con tutti i campi aggiunti.

    Query con tutti i campi della tabella aggiunti.

  6. Per limitare i risultati della query in base ai valori dei campi, nella riga Criteri della griglia di struttura della query immettere i criteri che si desidera utilizzare.

    Tabella di criteri di esempio

    Nella tabella seguente sono inclusi alcuni criteri di esempio, di cui viene inoltre descritto l'effetto sui risultati di una query.

    Nota : Per molti degli esempi inclusi nella tabella vengono utilizzati caratteri jolly per rendere la query più flessibile ed efficace.

    Criterio

    Effetto

    >234

    Restituisce tutti i numeri maggiori di 234. Per trovare tutti i numeri minori di 234, utilizzare < 234.

    >= "Giussani"

    Restituisce tutti i record da Giussani alla fine dell'alfabeto.

    Between #2/2/2017# And #12/1/2017#

    Restituisce le date dal 2 febbraio 2017 all'1 dicembre 2017, in base alla modalità ANSI-89. Se il database usa caratteri jolly ANSI-92, usare virgolette singole (') al posto dei cancelletti (#), ad esempio Between '2/2/2017' And '1/12/2017'.

    Not "Germania"

    Trova tutti i record in cui il contenuto esatto del campo non corrisponde esattamente a "Germania". Il criterio restituirà i record contenenti altri caratteri oltre a "Germania", ad esempio "Germania (euro)" o "Europa (Germania)".

    Not "T*

    Trova tutti i record ad eccezione di quelli che iniziano con T. Se nel database viene utilizzato il set di caratteri jolly ANSI-92, utilizzare il simbolo di percentuale (%) al posto dell'asterisco (*).

    Not "*t"

    Trova tutti i record che non terminano con t. Se nel database viene utilizzato il set di caratteri jolly ANSI-92, utilizzare il simbolo di percentuale (%) al posto dell'asterisco (*).

    In(Canada,Italia)

    In un elenco trova tutti i record che contengono Canada o Italia.

    LIKE "[A-D]*"

    In un campo di testo trova tutti i record che iniziano con lettere da A a D. Se nel database viene utilizzato il set di caratteri jolly ANSI-92, utilizzare il simbolo di percentuale (%) al posto dell'asterisco (*).

    Like "*ar*"

    Trova tutti i record che includono la sequenza di lettere "ar". Se nel database viene utilizzato il set di caratteri jolly ANSI-92, utilizzare il simbolo di percentuale (%) al posto dell'asterisco (*).

    Like "Villa Dewe?"

    Trova tutti i record che iniziano con "Villa" e contengono una seconda stringa di cinque lettere in cui le prime quattro lettere sono "Dewe" e l'ultima lettera è sconosciuta. Se nel database viene utilizzato il set di caratteri jolly ANSI-92, utilizzare il carattere di sottolineatura (_) al posto del punto interrogativo (?).

    #2/2/2017#

    Trova tutti i record che si riferiscono al 2 febbraio 2017. Se nel database viene usato il set di caratteri jolly ANSI-92, includere la data tra virgolette singole (') al posto dei cancelletti (#), ad esempio '2/2/2017'.

    < Date( ) - 30

    Utilizza la funzione Date per restituire tutte le date passate da oltre 30 giorni.

    Date( )

    Utilizza la funzione Date per restituire tutti i record contenenti la data corrente.

    Between Date( ) And DateAdd("M", 3, Date( ))

    Utilizza le funzioni Date e DateAdd per restituire tutti i record compresi tra la data corrente e tre mesi dalla data corrente.

    Is Null

    Restituisce tutti i record che contengono un valore Null, ovvero vuoti o non definiti.

    Is Not Null

    Restituisce tutti i record che contengono un valore.

    ""

    Restituisce tutti i record che contengono una stringa di lunghezza zero. Le stringhe di lunghezza zero vengono utilizzate quando è necessario aggiungere un valore a un campo obbligatorio, ma non si conosce ancora il valore. In un campo, ad esempio, potrebbe essere necessario aggiungere un numero di fax, ma alcuni clienti potrebbero non disporre di apparecchi fax. In questo caso, immettere una coppia di virgolette doppie senza spazi inclusi ("") al posto del numero di fax.

  7. Nel gruppo Risultati della scheda Struttura fare clic su Esegui.

  8. Verificare che la query restituisca i record che si desidera aggiornare.

  9. Per rimuovere eventuali campi che non si desidera includere nella struttura della query, selezionare i campi e quindi premere CANC.

  10. Per aggiungere eventuali campi da includere nella struttura della query, trascinare altri campi nella griglia di struttura della query.

Passaggio 2: Aggiornare i record

  1. Nel gruppo Tipo di query della scheda Struttura fare clic su Aggiornamento.

    In questa procedura viene illustrata la modifica di una query di selezione in una query di aggiornamento. Quando si esegue questa operazione, la riga Aggiorna a viene aggiunta nella griglia di struttura della query. Nella figura seguente viene illustrata una query di aggiornamento che restituisce tutti i beni acquistati dopo il 5 gennaio 2005 e le modifiche apportate alla posizione "Magazzino 3" per tutti i record che soddisfano il criterio.

    Query di aggiornamento con un singolo criterio di aggiornamento

  2. Individuare il campo contenente i dati che si desidera modificare e quindi digitare l'espressione, ovvero i criteri di modifica, nella riga Aggiorna a per il campo.

    Nella riga Aggiorna a è possibile utilizzare qualsiasi espressione valida.

    Tabella di espressioni di esempio

    Nella tabella seguente vengono illustrate alcune espressioni e ne viene descritto il funzionamento.

    Espressione

    Risultato

    "Venditore"

    In un campo di tipo Testo modifica un valore di testo in Venditore.

    #8/10/17#

    In un campo di tipo Data/ora modifica un valore di data in 10-ago-17.

    In un campo di tipo Sì/No modifica un valore No in .

    "NP" & [NumeroParte]

    Aggiunge "NP" all'inizio di ogni numero parte specificato.

    [PrezzoUnitario] * [Quantità]

    Moltiplica i valori contenuti nei campi denominati PrezzoUnitario e Quantità.

    [Spese Trasporto] * 1,5

    Aumenta del 50% il valore di un campo denominato Spese trasporto.

    DSum("[Quantità] * [PrezzoUnitario]";
    "Dettagli ordini"; "[IDProdotto]=" &  [IDProdotto])

    Nei casi in cui i valori IDProdotto inclusi nella tabella corrente corrispondono ai valori prodotto inclusi nella tabella Dettagli ordini, l'espressione aggiorna le vendite totali moltiplicando i valori di un campo denominato Quantità per i valori di un campo denominato PrezzoUnitario. L'espressione utilizza la funzione DSum in quanto può operare su più tabelle e campi di tabella.

    Right([CAPDestinatario]; 5)

    Tronca (rimuove) i caratteri più a sinistra in una stringa di testo o numerica, lasciando i cinque caratteri più a destra.

    IIf(IsNull([PrezzoUnitario]); 0; [PrezzoUnitario])

    Modifica un valore Null (sconosciuto o indefinito) in valore uguale a zero (0) in un campo denominato PrezzoUnitario.

  3. Nel gruppo Risultati della scheda Struttura fare clic su Esegui.

    Verrà visualizzato un messaggio di avviso.

  4. Fare clic su per eseguire la query e aggiornare i dati.

    Nota : Quando si esegue la query, alcuni campi potrebbero risultare mancanti dal set di risultati. Se la query contiene campi non aggiornati, per impostazione predefinita tali campi non verranno visualizzati nei risultati. È ad esempio possibile includere campi ID di due tabelle per garantire che la query identifichi e aggiorni i record corretti. Se tali campi ID non vengono aggiornati, non verranno visualizzati nei risultati.

Inizio pagina

Aggiornare dati da una tabella a un'altra

Quando è necessario aggiornare dati da una tabella a un'altra, tenere presente la regola in base alla quale i tipi di dati per i campi di origine e di destinazione devono corrispondere o essere compatibili.

Quando inoltre si aggiornano dati da una tabella a un'altra e si utilizzano tipi di dati compatibili anziché corrispondenti, i tipi di dati di tali campi vengono convertiti nella tabella di destinazione. Di conseguenza, alcuni dei dati contenuti nei campi di destinazione potrebbero risultare troncati, ovvero eliminati. Nella sezione Limitazioni per la conversione dei tipi di dati vengono descritti i diversi modi in cui è o non è possibile convertire i tipi di dati. Nella tabella vengono inoltre indicati i casi in cui la conversione di un tipo di dati può comportare la modifica o l'eliminazione di alcuni o tutti i dati inclusi in un campo, con informazioni sui dati che possono essere eliminati.

Il processo di aggiornamento dei dati da una tabella a un'altra è costituito dai passaggi generali seguenti:

  1. Creare una query di aggiornamento e aggiungere le tabelle di origine e di destinazione alla query.

  2. Unire in join tali tabelle nei campi contenenti le informazioni correlate.

  3. Aggiungere i nomi dei campi di destinazione alla riga Campo della griglia di struttura della query.

  4. Aggiungere i nomi dei campi di origine alla riga Aggiorna a della griglia di struttura della query utilizzando la sintassi [tabella_origine].[campo_origine].

Nella procedura inclusa in questa sezione si presuppone l'utilizzo di due tabelle simili. Nell'esempio la tabella Acquirenti è inclusa in un database appena ereditato e contiene dati più recenti rispetto alla tabella Clienti. Poiché si rileva che alcuni dei nomi e degli indirizzi dei responsabili sono stati modificati, si decide di aggiornare la tabella Clienti con i dati della tabella Acquirenti.

Tabella Acquirenti

ID acquirente

Nome

Indirizzo

Città

Provincia

CAP

Paese/area geografica

Telefono

Contatto

1

Baldwin Museum of Science

Piazza Martedì 28

Milano

MI

12345

Italia

45 67 89 01

Davide Ruspini

2

Blue Yonder Airlines

Via Giovedì 47

Bologna

BO

23456

Italia

12 12 34 56

Agostino Martino

3

Coho Winery

Via Mercoledì 15

Firenze

FI

34567

Italia

12 23 45 67

Guido Pica

4

Contoso Pharmaceuticals

Corso Venerdì 68

Bologna

BO

23456

Italia

12 34 56 78

Barbara Zighetti

5

Fourth Coffee

Via Domenica 25

Modena

56789

Italia

12 45 67 89

Massimiliano Monaco

6

Consolidated Messenger

Via Mercoledì 8

Firenze

FI

34567

Italia

12 34 56 78

Eva Valverde

7

Graphic Design Institute

Viale Sabato 1587

Parma

PR

87654

Italia

67 89 01 23

Roberto Tamburello

8

Litware S.p.A.

Viale Lunedì 3

Piacenza

PC

31415

Italia

12 34 56 78

Marco Tanara

9

Tailspin Toys

Viale Lunedì 4

Piacenza

PC

31415

Italia

90 12 34 56

Elisabetta Scotti

Tabella Clienti

ID cliente

Nome

Indirizzo

Città

Provincia

CAP

Paese

Telefono

Responsabile

1

Baldwin Museum of Science

Piazza Martedì 28

Milano

MI

12345

Italia

45 67 89 01

Davide Garghentini

2

Blue Yonder Airlines

Via Giovedì 47

Bologna

BO

23456

Italia

12 12 34 56

Agostino Martino

3

Coho Winery

Via Mercoledì 15

Firenze

FI

34567

Italia

12 23 45 67

Guido Pica

4

Contoso Pharmaceuticals

Corso Venerdì 68

Bologna

BO

23456

Italia

12 34 56 78

Barbara Zighetti

5

Fourth Coffee

Corso Domenica 134

Modena

56789

Italia

12 45 67 89

Massimiliano Monaco

6

Consolidated Messenger

Via Mercoledì 8

Firenze

FI

34567

Italia

12 34 56 78

Daniela Guaita

7

Graphic Design Institute

Piazza Venerdì 72

Parma

PR

87654

Italia

67 89 01 23

Adriana Giorgi

8

Litware S.p.A.

Viale Lunedì 3

Piacenza

PC

31415

Italia

12 12 34 56

Fernando Caro

9

Tailspin Toys

Viale Lunedì 4

Piacenza

PC

31415

Italia

90 12 34 56

Elisabetta Scotti

Ricordare che, benché i tipi di dati per ogni campo di tabella non devono corrispondere, devono tuttavia essere compatibili. Access deve essere in grado di convertire i dati inclusi nella tabella di origine in un tipo utilizzabile dalla tabella di destinazione. In alcuni casi, il processo di conversione può provocare l'eliminazione di alcuni dati. Per ulteriori informazioni sulle limitazioni per la conversione dei tipi di dati, vedere la sezione Limitazioni per la conversione dei tipi di dati.

Creare ed eseguire la query di aggiornamento

Nota : Nelle procedure seguenti si presuppone l'utilizzo delle due tabelle di esempio precedenti. È possibile modificare i passaggi per adattarli ai propri dati.

  1. Nel gruppo Query della scheda Crea fare clic su Struttura query. Se si usa Access 2007, nel gruppo Altro della scheda Crea fare clic su Struttura query.

  2. Nella finestra di dialogo Mostra tabella fare clic sulla scheda Tabelle.

  3. Fare doppio clic sulle tabelle di origine e di destinazione per aggiungerle alla query e quindi fare clic su Chiudi. Ogni tabella verrà visualizzata in una finestra in Progettazione query.

  4. Nella maggior parte dei casi i campi correlati in una query vengono uniti in join. Per unire manualmente in join i campi contenenti le informazioni correlate, trascinare i campi correlati da una tabella e rilasciarli nel campo equivalente dell'altra tabella.

    Se ad esempio si utilizzano le tabelle di esempio visualizzate in precedenza, trascinare il campo ID acquirente nel campo ID cliente. In Access viene creata una relazione tra tali campi delle due tabelle e la relazione viene utilizzata per unire in join qualsiasi record correlato.

  5. Nel gruppo Tipo di query della scheda Struttura fare clic su Aggiornamento.

  6. Nella tabella di destinazione fare doppio clic sui campi che si desidera aggiornare. Ogni campo verrà visualizzato nella riga Campo nella griglia di struttura della query.

    Se si utilizzano le tabelle di esempio, aggiungere tutti i campi ad eccezione del campo ID cliente. Si noti che il nome della tabella di destinazione viene visualizzato nella riga Tabella della griglia di struttura.

  7. Nella riga Aggiorna a della query, in ognuna delle colonne contenenti un campo di destinazione, aggiungere il nome della tabella di origine e il relativo campo corrispondente al campo della tabella di destinazione, verificando di utilizzare la sintassi [Tabella].[Campo], in cui i nomi di tabella e di campo sono racchiusi tra parentesi quadre e separati da un punto.

    Nella figura viene illustrata parte della griglia di struttura, in cui vengono utilizzate le tabelle di esempio. Notare la sintassi utilizzata per i nomi di tabella e di campo nella riga Aggiorna a.

    Query che aggiorna una tabella con i dati di un'altra

    Ricordare che è necessario verificare la corretta ortografia dei nomi di tabella e di campo nella riga Aggiorna a e che la punteggiatura della tabella originale e dei nomi di campo deve corrispondere. Non è necessario, tuttavia, che le maiuscole e le minuscole corrispondano.

  8. Nel gruppo Risultati della scheda Struttura fare clic su Esegui.

  9. Quando viene richiesto di confermare l'aggiornamento, fare clic su .

Limitazioni per la conversione dei tipi di dati

Nella tabella seguente sono inclusi i tipi di dati disponibili in Access e vengono illustrate le eventuali limitazioni per la relativa conversione, nonché le perdite di dati che potrebbero verificarsi durante la conversione.

Tipo di dati convertito

Tipo di dati da convertire

Modifiche o limitazioni

Testo

Memo

Vengono eliminati tutti i caratteri eccetto i primi 255.

Numerico

Nessuna limitazione.

Data/ora

Nessuna limitazione.

Valuta

Nessuna limitazione.

Contatore

Nessuna limitazione.

Sì/No

Il valore -1 (Sì in un campo di tipo Sì/No) viene convertito in Sì. Il valore 0 (No in un campo di tipo Sì/No) viene convertito in No.

Collegamento ipertestuale

I collegamenti costituiti da più di 255 caratteri vengono troncati.

Memo

Testo

Nessuna limitazione.

Numerico

Nessuna limitazione.

Data/ora

Nessuna limitazione.

Valuta

Nessuna limitazione.

Contatore

Nessuna limitazione.

Sì/No

Il valore -1 (Sì in un campo di tipo Sì/No) viene convertito in Sì. Il valore 0 (No in un campo di tipo Sì/No) viene convertito in No.

Collegamento ipertestuale

Nessuna limitazione.

Numerico

Testo

Il testo deve essere costituito da numeri, valute valide e da separatori decimali. Il numero di caratteri inclusi nel campo di tipo Testo deve essere minore o uguale alle dimensioni impostate per il campo di tipo Numerico.

Memo

Un campo di tipo Memo può contenere solo testo e valute valide e separatori decimali. Il numero di caratteri inclusi nel campo di tipo Memo deve essere minore o uguale alle dimensioni impostate per il campo di tipo Numerico.

Numerico, ma con precisione o dimensioni del campo diverse

I valori non devono essere maggiori o minori rispetto a ciò che le dimensioni del nuovo campo consentono di memorizzare. La modifica della precisione può provocare l'arrotondamento di alcuni valori da parte di Access.

Data/ora

Le date che è possibile convertire dipendono dalle dimensioni del campo numerico. In Access tutte le date vengono memorizzate come numeri seriali e i valori di data vengono memorizzati come numeri interi a virgola mobile e precisione doppia.

In Access la data 30 dicembre 1899 viene utilizzata come data 0. Le date esterne all'intervallo compreso tra il 18 aprile 1899 e l'11 settembre 1900 superano le dimensioni di un campo di tipo Byte. Le date esterne all'intervallo compreso tra il 13 aprile 1810 e il 16 settembre 1989 superano le dimensioni di un campo di tipo Integer.

Per adattare tutte le date possibili, impostare la proprietà Dimensioni campo del campo di tipo Numero su Intero lungo o su un valore maggiore.

Valuta

I valori non devono essere maggiori (o minori) delle dimensioni limite impostate per il campo. È possibile, ad esempio, convertire un campo di tipo Valuta in un campo di tipo Integer solo quando i valori sono maggiori di 255 e non superano 32.767.

Contatore

I valori devono rispettare le dimensioni limite impostate per il campo.

Sì/No

I valori "Sì" vengono convertiti in -1. I valori "No" vengono convertiti in 0.

Data/ora

Testo

Il testo originale deve essere una data o una combinazione di data e ora riconoscibile, ad esempio 18-gen-2007.

Memo

Il testo originale deve essere una data o una combinazione di data e ora riconoscibile, ad esempio 18-gen-2007.

Numerico

Il valore deve essere compreso tra -657.434 e 2.958.465,99998843.

Valuta

Il valore deve essere compreso tra € -657.434 e € 2.958.465,9999.

Contatore

Il valore deve essere maggiore di -657.434 e minore di 2.958.466.

Sì/No

Il valore -1 (Sì) viene convertito in 29 dicembre 1899. Il valore 0 (No) viene convertito in mezzanotte (00.00).

Valuta

Testo

Il testo deve essere costituito da numeri e separatori validi.

Memo

Il testo deve essere costituito da numeri e separatori validi.

Numerico

Nessuna limitazione.

Data/ora

Nessuna limitazione, ma il valore potrebbe essere arrotondato da Access.

Contatore

Nessuna limitazione.

Sì/No

Il valore -1 (Sì) viene convertito in € 1. Il valore 0 (No) viene convertito in € 0.

Contatore

Testo

Non consentito se il campo di tipo Contatore funge da chiave primaria.

Memo

Non consentito se il campo di tipo Contatore funge da chiave primaria.

Numerico

Non consentito se il campo di tipo Contatore funge da chiave primaria.

Data/ora

Non consentito se il campo di tipo Contatore funge da chiave primaria.

Valuta

Non consentito se il campo di tipo Contatore funge da chiave primaria.

Sì/No

Non consentito se il campo di tipo Contatore funge da chiave primaria.

Sì/No

Testo

Il testo originale deve essere costituito solo da valori Sì, No, True, False, On o Off.

Memo

Il testo originale deve essere costituito solo da valori Sì, No, True, False, On o Off.

Numerico

Zero o Null viene convertito in No, tutti gli altri valori vengono convertiti in Sì.

Data/ora

Null o 00.00 viene convertito in No, tutti gli altri valori vengono convertiti in Sì.

Valuta

Zero o Null viene convertito in No, tutti gli altri valori vengono convertiti in Sì.

Contatore

Tutti i valori vengono convertiti in Sì.

Collegamento ipertestuale

Testo

Se il testo originale contiene un indirizzo Web valido, ad esempio adatum.com, www.adatum.com o http://www.adatum.com, il testo viene convertito in collegamento ipertestuale in Access. In Access viene eseguito il tentativo di convertire altri valori, formattando il testo come sottolineato e modificando il cursore quando lo si posiziona sul testo, ma i collegamenti non funzionano. Il testo può contenere qualsiasi protocollo Web valido, ad esempio http://, gopher://, telnet://, ftp:// e wais://.

Memo

Vedere la voce precedente. Si applicano le stesse limitazioni.

Numero

Non consentito quando un campo di tipo Numerico fa parte di una relazione. Se il valore originale ha il formato di un indirizzo IP (Internet Protocol) valido, ovvero è costituito da quattro gruppi di tre numeri separati da un punto, come nnn.nnn.nnn.nnn, e i numeri coincidono con un indirizzo Web, la conversione dà come risultato un collegamento valido. In caso contrario, viene automaticamente aggiunto http:// all'inizio di ogni valore e il collegamento risultante non è valido.

Data/ora

Access aggiunge http:// all'inizio di ogni indirizzo, ma il collegamento risultante non è quasi mai valido.

Valuta

Access aggiunge http:// all'inizio di ogni valore ma, come per le date, il collegamento risultante non è quasi mai valido.

Numerazione automatica

Non consentito quando il campo di tipo Contatore fa parte di una relazione. In Access viene aggiunto http:// all'inizio di ogni valore, ma il collegamento risultante non è quasi mai valido.

Sì/No

In Access tutti i valori Sì vengono convertiti in -1 e tutti i valori No vengono convertiti in 0 e all'inizio di ogni valore viene aggiunto http://. I collegamenti risultanti non sono validi.

Inizio pagina

Impedire il blocco di una query da parte della modalità di disattivazione

Se si tenta di eseguire una query di comando e sembra che non accada niente, verificare se sulla barra di stato di Access viene visualizzato il messaggio seguente:

Azione o evento bloccato dalla modalità di disattivazione.

Per impostazione predefinita, in Access sono disattivate tutte le query di comando, ovvero le query di aggiornamento, di accodamento, di eliminazione e di creazione tabella, a meno che il database non sia stato salvato in un percorso attendibile o non sia firmato e attendibile. Se non è stata eseguita alcuna di queste operazioni, è comunque possibile attivare la query per la sessione del database corrente facendo clic su Attiva contenuto sulla barra dei messaggi.

Inizio pagina

Versione SQL: istruzione UPDATE

Se si preferisce lavorare con SQL, è inoltre possibile scrivere un'istruzione UPDATE utilizzando la visualizzazione SQL. Per utilizzare tale visualizzazione, creare una nuova query vuota e quindi passare alla visualizzazione SQL.

In questa sezione è illustrata la sintassi relativa e un esempio di istruzione UPDATE.

Sintassi

UPDATE tabella     SET nuovovalore     WHERE criteri;

L'istruzione UPDATE è composta dalle parti seguenti:

Parte

Descrizione

tabella

Nome della tabella contenente i dati da modificare.

nuovovalore

Espressione che determina il valore da inserire in un determinato campo dei record aggiornati.

criteri

Un'espressione che determina i record da aggiornare. Vengono aggiornati solo i record che soddisfano l'espressione.

Osservazioni

L'istruzione UPDATE è particolarmente utile quando si desidera modificare numerosi record o quando i record da modificare sono inclusi in più tabelle.

È possibile modificare più campi contemporaneamente. Nell'esempio seguente i valori della tabella Importo ordini vengono aumentati del 10 percento, mentre quelli della tabella Trasporto vengono aumentati del 3 percento in relazione alle spedizioni al Regno Unito:

UPDATE Orders

SET OrderAmount = OrderAmount * 1.1,

Freight = Freight * 1.03

WHERE ShipCountry = 'UK';

Inizio pagina

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×