Cosa è necessario sapere sulla migrazione delle cassette postali IMAP a Office 365

È possibile eseguire la migrazione del contenuto delle cassette postali degli utenti dal sistema di posta elettronica di origine a Office 365. Usare IMAP (Internet Message Access Protocol) per eseguire la migrazione della posta elettronica quando:

  • Il sistema di posta elettronica di origine supporta IMAP.

Se non è possibile procedere in questo modo, vedere le altre opzioni illustrate in Modalità di migrazione della posta elettronica a Office 365.

Per la procedura per Windows PowerShell, vedere Usare PowerShell per eseguire una migrazione IMAP a Office 365.

Aspetti da considerare

Ecco alcune limitazioni da tenere presenti:

  • È possibile eseguire la migrazione solo degli elementi nella cartella Posta in arrivo o in altre cartelle di posta di un utente. Questo tipo di migrazione non funziona per i contatti, gli elementi del calendario e le attività.

  • È possibile eseguire la migrazione di un massimo di 500.000 elementi dalla cassetta postale di un utente (la migrazione dei messaggi di posta elettronica viene eseguita a partire agli elementi più recenti fino a quelli meno recenti).

  • La dimensione massima di un messaggio di posta elettronica di cui eseguire la migrazione è 35 MB.

  • Se le connessioni al sistema di posta elettronica di origine sono state limitate, è consigliabile aumentarle per migliorare le prestazioni della migrazione. I limiti di connessione comuni includono il totale delle connessioni client/server, le connessioni per utente e le connessioni da un indirizzo IP sul server o sul firewall.

Impatto della migrazione per gli utenti

Per eseguire la migrazione della posta elettronica, è necessario accedere alle cassette postali utente nel sistema di posta elettronica di origine. Se si conosce la password dell'utente o è possibile accedere alle cassette postali mediante le credenziali di amministratore, non vi sarà alcun impatto sugli utenti finché non si arresta sistema di posta elettronica di origine.

Se non è possibile accedere cassette postali degli utenti, è necessario reimpostare le password. In questo modo è possibile accedere alle cassette postali degli utenti usando una nuova password conosciuta. Se gli utenti non conoscono la nuova password, non saranno in grado di accedere alle cassette postali precedenti durante o dopo la migrazione della posta elettronica. Per consentire agli utenti di accedere alle proprie cassette postali precedenti, distribuire le nuove password dopo la migrazione.

Come funziona la migrazione IMAP?

La figura seguente mostra i passaggi principali per la migrazione della posta elettronica IMAP.

Processo per una migrazione della posta elettronica IPAM

Questi passaggi generali sono applicabili per la migrazione sia da Gmail che da altri sistemi IMAP.

  1. Prima di tutto è necessario creare gli utenti in Office 365 e assegnare le licenze. Per usare la migrazione IMAP, è necessario che le cassette postali esistano in Office 365.

  2. Preparare il sistema della posta elettronica IMAP di origine e recuperare le informazioni necessarie per la migrazione. Se si prevede di eseguire la migrazione del dominio a Office 365, verificare insieme al registrar di esserne il proprietario.

    A seconda del tipo di servizio di posta elettronica da cui si esegue la migrazione, può essere necessario configurare alcune impostazioni o semplicemente registrare il nome del server o del servizio di posta elettronica da usare in un secondo momento. Nel caso di un dominio personalizzato, è necessario anche verificare il dominio nel sistema di registrazione dei domini.

  3. Comunicare le modifiche agli utenti.

    È consigliabile che gli utenti siano a conoscenza della migrazione della posta elettronica e dei possibili impatti. Fornire agli utenti informazioni sulle attività che devono essere eseguite prima, durante e dopo la migrazione.

  4. Configurare le credenziali di amministratore oppure ottenere o reimpostare la password di posta elettronica dell'utente.

    Per eseguire la migrazione, è necessario un account di amministratore dotato delle autorizzazioni appropriate oppure il nome utente e la password per ogni cassetta postale.

  5. Se si seguono i passaggi descritti in Eseguire la migrazione di cassette postali di Google Apps a Office 365 o Eseguire la migrazione di altri tipi di cassette postali IMAP a Office 365, verrà creato un elenco delle cassette postali da trasferire (file CSV). Queste istruzioni per la migrazione iniziano dall'Interfaccia di amministrazione di Exchange ed è necessario creare un file CSV che elenca gli indirizzi di posta elettronica, i nomi utente e le password per le cassette postali di cui eseguire la migrazione.

    È anche possibile usare la pagina delle migrazioni o le istruzioni per la configurazione nell'anteprima dell'interfaccia di amministrazione per eseguire la migrazione da sistemi IMAP, come Gmail, Hotmail.com o Outlook.com. Questi passaggi sono particolarmente indicati se si prevede di eseguire la migrazione solo di alcuni utenti (meno di 50). Se si esegue la migrazione della posta di più utenti, è più semplice usare un file CSV per immettere tutte le informazioni degli account.

  6. Connettere Office 365 al sistema di posta elettronica.

    Per eseguire correttamente la migrazione della posta elettronica, Office 365 deve connettersi e comunicare con il sistema di posta elettronica di origine. A questo scopo, Office 365 usa un endpoint di migrazione, ovvero le impostazioni usate per creare la connessione.

  7. Eseguire la migrazione delle cassette postali e verificare la migrazione.

    Per eseguire la migrazione delle cassette postali, creare un batch di migrazione e quindi avviare la migrazione. Dopo l'esecuzione del batch di migrazione, verificare che la migrazione della posta elettronica sia stata completata correttamente.

  8. Ottimizzare le impostazioni di posta elettronica (facoltativo).

    Esistono alcune impostazioni che è possibile configurare per ridurre il tempo necessario per iniziare a visualizzare i messaggi di posta elettronica nelle nuove cassette postali di Office 365. Vedere Suggerimenti per ottimizzare la migrazione IMAP.

  9. Iniziare a instradare la posta elettronica a Office 365.

    Per fare in modo che il sistema di posta elettronica inizi a instradare la posta elettronica a Office 365, è necessario modificare un record DNS, chiamato record MX.

  10. Verificare l'instradamento e quindi interrompere la sincronizzazione della posta elettronica.

    Dopo aver verificato che tutti i messaggi sono stati instradati a Office 365, è possibile eliminare il batch di migrazione per interrompere la sincronizzazione tra il sistema di posta elettronica di origine e Office 365.

  11. Inviare una lettera di benvenuto agli utenti.

    Fornire agli utenti informazioni su Office 365 e su come accedere alle nuove cassette postali.

Per iniziare

Per completare correttamente la migrazione della posta elettronica, è consigliabile avere una certa familiarità con le operazioni seguenti:

  • Creare un elenco delle cassette postali di cui eseguire la migrazione in Excel. Aggiungere a questo file gli indirizzi di posta elettronica, i nomi utente e le password degli utenti.

  • Usare le procedure guidate in Office 365 per configurare e avviare il processo di migrazione.

  • Dopo la migrazione della posta elettronica, modificare il record MX dell'organizzazione in modo che punti a Office 365 al termine della migrazione. Il record MX viene usato dagli altri sistemi di posta elettronica per individuare la posizione del sistema di posta elettronica interessato. La modifica del record MX consente ad altri sistemi di posta elettronica di iniziare a inviare posta elettronica direttamente alle nuove cassette postali in Office 365. Per molti provider DNS sono disponibili istruzioni specifiche per la modifica del record MX. Se il provider DNS non è incluso o se si preferisce ottenere indicazioni generali, vedere le istruzioni generali sui record MX.

Dopo avere acquisito familiarità con i vari aspetti relativi alla migrazione delle cassette postali in Office 365, si è pronti per iniziare. Il primo passaggio consiste nel determinare il sistema di posta elettronica di origine per la migrazione:

Vedere anche

Suggerimenti per ottimizzare la migrazione IMAP

Altre informazioni sulla configurazione della connessione del server IMAP

Amplia le tue competenze
Esplora i corsi di formazione
Ottieni in anticipo le nuove caratteristiche
Partecipa al programma Office Insider

Queste informazioni sono risultate utili?

Grazie per i tuoi commenti e suggerimenti

Grazie per il tuo feedback! Potrebbe essere utile metterti in contatto con uno dei nostri operatori del supporto di Office.

×